L’Inter può tornare in finale di Champions League? L’opinione di Filippo Galli

Dando un’occhiata a quello che gli esperti definiscono “Palinsesto sportivo”, l’attenzione nel corso della settimana cade sempre sugli impegni relativi alla Champions League – alle tante sfide avvincenti in programma e anche ovviamente ai testa a testa che vedono impegnate le italiane con club dal blasone internazionale. A prescindere dalla complessità dei match, è ovvio che l’attenzione sia catalizzata dalle partite di un Inter che – reduce dalla finale di Champions League dello scorso giugno – a detta di molti (a partire da Pep Guardiola) è una delle favorite alla vittoria finale. Filippo Galli invece, come altri osservatori, ha una visione leggermente diversa di ciò che potrà accadere nelle sfide europee dei prossimi mesi. Andiamo a vedere qual è il suo punto di vista riportando alcuni passaggi della video-intervista di Collovati.

Filippo Galli e il punto sulle potenzialità Champions delle due milanesi

Filippo Galli quindi non pare avere molti dubbi sulla forza dell’Inter, ma nonostante questo resta innegabile che pensare a un exploit come quello della scorsa primavera a priori è complicato da pronosticare. I ragazzi di Simone Inzaghi possono togliersi delle belle soddisfazioni, ma devono andarci con i piedi di piombo – anche a livello di pressioni, per non restare schiacciati: “C’è la possibilità di ripetere la stagione scorsa? Non è facile, ma lInter si è rafforzata durante lultima sessione di mercato. Ha più profondità, più esperienza nellambito Champions, quindi tutti dovremo stare attenti a questa Inter che potrà oggettivamente andare avanti”. Discorso diverso invece per il Milan che, oltre alla cocente delusione di qualche mese fa dovuta al ko contro l’Inter in semifinale di Champions League, dovrà anche confrontarsi con un girone tutt’altro che semplice da affrontare: “Il Milan ha un girone forse tra i più difficili. Diciamo che le squadre che affronta non sono partite benissimo nei rispettivi campionati, però PSG e Dortmund sono squadre importanti. Andare a giocare a Newcastle al St. James Park non è mai facile per nessuno”.

READ  La Notte della Taranta 2012 ora ha un canale ufficiale su YouTube

Nessuno come il Manchester City: le squadre favorite per la vittoria finale

Con buona pace dell’Inter – anche felice di essersi scrollata di dosso la pressione della “squadra favorita”, sono il Manchester City e Bayern Monaco le candidate principali alla vittoria finale del torneo – che hanno conquistato rispettivamente due delle ultime quattro Champions League in palio. La seconda affermazione consecutiva della formazione di Pep Guardiola appare essere per molti l’opzione più probabile, mentre i tedeschi vestiranno i panni della principale outsider. Terza piazza nella lunga lista delle pretendenti al titolo occupata dal Real Madrid, che con Carlo Ancelotti in panchina cercherà di conquistare l’ennesima affermazione europea che porterebbe i Blancos sempre più nell’Olimpo del calcio continentale. Un avversario che resta complicatissimo da affrontare per chiunque, Napoli incluso che proprio contro l’allenatore italiano (che ha guidato la squadra partenopea) dovrà vedersela in un girone non semplice da affrontare: “Giocare al Bernabeu ha il suo fascino. Quando dici Bernabeu e Real, dici Champions. Il Madrid è avvezzo ad arrivare in fondo alla competizione, quindi sarà molto difficile per il Napoli ma credo che alla fine si possa qualificare”, spiega Filippo Galli, provando a dare una scossa di fiducia e una scarica di positività al gruppo guidato da Garcia che sta cercando di non far rimpiangere troppo il recente passato segnato dalla vittoria dello Scudetto con Luciano Spalletti alla guida.