Corsa Champions League, chi sono le favorite

Come si può facilmente intuire, con l’avvicinarsi delle sfide della massima competizione europea per club, si intensificano le voci e le considerazioni su quelle che potrebbero essere le squadre in grado di arrivare fino in fondo e di alzare la tanto amata e ambita coppa dalle grandi orecchie.

Di conseguenza, non deve stupire come tanti appassionati di scommesse, che puntano su portali del calibro di NetBet, siano in fibrillazione sul percorso delle italiane, ma soprattutto su quale big riuscirà ad aggiudicarsi quest’anno la Champions League. È chiaro che il City, solo per il fatto di aver vinto nell’edizione 2023, è la compagine favorita, ma a volte i bookmakers, con le loro quote che vengono proposte, non riescono a cogliere appieno quanto alcune squadre possono essere difficili e insidiose da affrontare.

Attenzione all’Inter

Potrebbe apparire anche esagerato, ma in realtà non lo è affatto. L’Inter ha tutte le carte in regola per poter raggiungere ancora una volta l’atto conclusivo della Champions League. Dopo la delusione per la beffa nell’edizione passata, quando ha ceduto in finale proprio contro il Manchester City, gli uomini di Simone Inzaghi si candidano ad essere nuovamente una vera e propria mina vagante, in grado di dar fastidio a tutti e di ripercorrere il medesimo tragitto del 2023.

Insomma, non si può escludere veramente nulla, anche che l’Inter riesca a farsi largo tra le varie big e possa mettere le mani sulla coppa dalle grandi orecchie. È vero che la compagine nerazzurra non ha talenti del calibro di Bellingham e Vinicius Jr., che giocano nel Real Madrid, oppure di De Bruyne e Haaland, ma chiaramente ha dei calciatori che sono pronti a trascinare i nerazzurri, come nel caso di Lautaro Martinez.

READ  Londra d'inverno: sbirciando tra le iniziative della stagione 2015-2016

Insomma, è chiaro che con tante squadre la compagine nerazzurra potrebbe apparire sulla carta come sfavorita, ma i pronostici si ribaltano in men che non si dica. Anche nella sfida agli ottavi di finale contro l’Atletico Madrid, in realtà, l’Inter sarà un osso duro per gli spagnoli, anche a giudicare dal fantastico percorso che è stato fatto dagli uomini di Inzaghi fino a questo momento in campionato, dove hanno fatto terra bruciata nei confronti di qualsiasi inseguitrice, compresa la Juventus.

Oltre a Manchester City e Real Madrid

A parte Real Madrid e Manchester City, però, l’Inter non partirebbe sfavorita. Anche nei confronti, giusto per fare un esempio, del Bayern Monaco guidato in attacco da Kane, che si è trasferito in Germania in estate per provare a vincere un trofeo, ma che sembra attorniato da una sorta di maledizione, dal momento che anche in campionato i tedeschi non stanno dominando come al solito, forse sorpresi dalla super stagione disputata fino a questo momento dal Bayer Leverkusen che, tra le altre cose, ha avuto anche la meglio nello scontro diretto.

Neanche il Psg guidato in panchina da Luis Enrique sembra una squadra talmente continua e compatta da poter mettere in seria difficoltà la compagine nerazzurra. Anzi, è probabilmente la squadra più umorale del lotto delle big, dipendendo in tutto e per tutto dallo stato di forma e di grazia della sua stella, ovvero il francese Mbappé, che molto probabilmente finirà per vestire alla fine di questa stagione la maglia del Real Madrid.

Insomma, è chiaro che serve un tabellone favorevole per poter raggiungere l’atto conclusivo, ma l’anno scorso dimostra alla perfezione come, con un pizzico di fortuna, è tutto possibile. Nella scorsa edizione, l’Inter ha messo in evidenza come un sorteggio a favore permetta di poter arrivare fino in fondo: l’anno scorso pescò il Porto agli ottavi, per poi beccare Benfica e Milan. Insomma, tutte squadre con cui se l’è potuta giocare alla grande. Gli scogli da evitare a tutti i costi? Real Madrid e Manchester City.

READ  Take me home dei One Direction, nuovo album