Cos’è il CBG, benefici e dove trovarlo

Il cannabigerolo (CBG) è un cannabinoide meno conosciuto rispetto al più famoso cannabidiolo (CBD) e tetraidrocannabinolo (THC), ma sta rapidamente guadagnando attenzione nella comunità scientifica e tra i consumatori per i suoi potenziali benefici terapeutici. Estratto sia dalla cannabis che dalla canapa, il CBG è spesso definito “la madre di tutti i cannabinoidi” perché è il precursore chimico da cui altri cannabinoidi sono sintetizzati attraverso processi enzimatici nella pianta.

Cos’è il CBG?

Il CBG è presente in quantità molto minori nelle piante di cannabis rispetto ad altri cannabinoidi, il che rende la sua estrazione e produzione più costosa e complessa. Tuttavia, con l’avanzamento delle tecniche agricole e di estrazione, il CBG sta diventando più accessibile. Come il CBD, il CBG non è psicoattivo, il che significa che non produce gli effetti “sballanti” associati al THC.

Benefici del CBG

Gli studi scientifici sul CBG sono ancora nelle fasi iniziali, ma i risultati preliminari indicano numerosi potenziali benefici per la salute:

  1. Effetti antibatterici: Il CBG ha dimostrato proprietà antibatteriche, particolarmente efficaci contro i batteri resistenti agli antibiotici. Uno studio ha evidenziato come il CBG possa combattere stafilococchi aurei meticillino-resistenti (MRSA), che causano infezioni difficili da trattare.
  2. Proprietà neuroprotettive: La ricerca suggerisce che il CBG possa avere benefici nel proteggere il sistema nervoso. Uno studio su modelli animali di malattie come il morbo di Huntington ha mostrato che il CBG può proteggere i neuroni, migliorando la motilità e prolungando la sopravvivenza.
  3. Potenziale anticancro: Studi preliminari indicano che il CBG potrebbe avere proprietà anticancro. È stato osservato che il CBG inibisce la crescita di alcune cellule tumorali e promuove l’apoptosi, ovvero la morte programmata delle cellule cancerose.
  4. Sollievo dall’ansia e dalla depressione: Anche se più studi sono necessari, esistono prove che il CBG possa contribuire a migliorare l’umore, ridurre l’ansia e combattere la depressione, agendo su meccanismi simili a quelli del CBD.
  5. Trattamento dell’infiammazione cronica: Il CBG è stato studiato per il suo potenziale nel trattare condizioni infiammatorie come la malattia infiammatoria intestinale (IBD). Gli studi sugli animali hanno mostrato che il CBG può ridurre l’infiammazione e creare un effetto protettivo contro la colite.
READ  Leona Lewis la cover di Echo il suo nuovo album e alcuni nuovi Shoot fotografici

Dove Trovare il CBG

Il CBG può essere trovato in diversi formati, simili a quelli del CBD, tra cui oli, tincture, edibili e prodotti topici. A causa della sua rarità e del costo più elevato della produzione, il CBG è meno disponibile rispetto al CBD, ma la sua popolarità in crescita sta portando a una maggiore presenza sul mercato.

Per gli appassionati di prodotti derivati dalla cannabis, il CBG può anche essere presente in alcune varietà di hash, come il Gorilla Glue Hash, noto per il suo alto contenuto di cannabinoidi e terpeni, che amplificano gli effetti e i benefici.

Conclusione

Mentre la ricerca continua a evolversi, il potenziale del CBG come trattamento per una varietà di condizioni sembra promettente. Con i suoi benefici che vanno dall’antibatterico al neuroprotettivo, e le sue proprietà anticancro e antinfiammatorie, il CBG potrebbe presto diventare un cannabinoide altrettanto popolare e ricercato come il CBD. Per coloro che sono interessati a provare il CBG, è importante ricercare prodotti di alta qualità e consultare un professionista della salute per discutere il modo migliore per incorporarlo nel proprio regime di benessere.