Funzionamento dell’Autovelox Tutor SICVE

Funzionamento dell’Autovelox Tutor SICVE

Il SICVE (Sistema informativo per il controllo della velocità), detto anche Safety tutor, è un dispositivo, sviluppato da Autostrade per l’Italia e Polizia Stradale, ma brevettato dalla prima e gestito dalla seconda, che viene solitamente classificato come autovelox, ma, pur rilevando gli eccessi di velocità, si distingue nettamente dai classici autovelox per un motivo: esso rileva principalmente la velocità media dei veicoli.

Attualmente è utilizzato in larga parte in Italia sulle autostrade. Un sistema SICVE occupa un tratto autostradale dai 15 ai 20 km.

Utilizzato anche nella città di Torino come sistema per la rilevazione della velocità istantanea tramite un sensore per ogni corsia; da segnalare altresì l’utilizzo del sicve per il rilevamento della velocità media su una breve tratta di strada extraurbana alle porte della capitale, precisamente sulla strada statale detta “via del mare“.

Il veicolo in transito nel SICVE viene inizialmente fotografato (con data e ora) da apposite fotocamere installate su un pannello messaggi, e nel suo transito trasporta una carica magnetica attraverso due conduttori annegati sotto l’asfalto.

Come funziona in teoria l’autovelox SICVE

Prima di raggiungere il punto di controllo finale, il veicolo può attraversare ulteriori cavalcavia o pannelli: se esso ha viaggiato ad una velocità media oltre il limite stabilito, delle segnalazioni luminose invitano il conducente a rallentare.

All’altezza del punto di controllo, il veicolo viene nuovamente fotografato con data e ora, ma se la sua velocità media è stata inferiore o al più uguale al limite massimo, le due foto vengono scartate dal sistema.

Le rimanenti sono quelle di chi ha viaggiato ad una media superiore al limite.

Il calcolo della velocità media stabilisce con certezza che durante la tratta l’automobilista ha viaggiato, almeno per un istante, ad una velocità uguale alla media calcolata.

Autovelox SICVE funzionamento a video

Rappresentazione grafica del funzionamento dell’Autovelox Tutor SICVE

Qui sotto il grafico che esprime il discorso affrontato sin d’ora.

Funzionamernto tutor
990 risposte a Funzionamento dell’Autovelox Tutor SICVE
  1. Ma questo dispositivo funziona anche di notte ?

  2. si anche di notte… le foto, sono fatte ad infrarossi.

  3. Ma come fa il sistema a distinguere a che auto appartiene la carica magnetica, su un tratto di diversi kilometri? Avevo letto che in realt? l’identificazione dei veicoli viene effettuata tramite la scansione del numero di targa…e quando l’auto passa sotto alle telecamere, automaticamente il computer verifica il tempo impiegato per percorrere un determinato tratto dalla targa (e quindi dall’auto). Non cosi? Saluti e complimenti per il forum!

  4. i sensori affogati nell’asfalto servono ad indicare il passaggio del veicolo, a definire la classe,(macchina, moto, autotreno) e la velocit?
    Il resto lo fa la telecamera, che identifica il veicolo tramite foto sulla targa.
    E’ da qui che, una volta identificata la targa, il sistema elabora i dati.

  5. Ma la velocit? non viene individuata tramite il tempo impiegato dal veicolo per raggiungere la telecamera successiva? Se la velocit? fosse rilevata dal sensore magnetico, che bisogno ci sarebbe di utilizzare una serie di telecamere poste a distanza cadenzata tra loro? Non occorrerebbe alcuna media, basterebbe la rilevazione dei sensori! O sbaglio?

  6. Si, di fatti cos?¬. Guarda il grafico sopra.
    Viene rilevata la velocit? istantanea nel punto A e la telecamera fotografa la tua targa.
    ( i normali autovelox, quelli istantanei, se superi il limite ti fanno la multa.)
    Quando passi nel punto B, la telecamera ti fa sempre la foto e i sensori affogati nel terreno misurano la tua velocit? .
    Poi tocca ai server elaborare i dati.
    Se la media tra A e B superiore alla velocit? media consentita ti fanno la multa, altrimenti i dati vengono eliminati.
    La telecamera serve per memorizzare la targa.

  7. Ok, quesito: come si fa a fregare il sistema?

  8. …..non lo puoi “fregare”, per?² c’ un programma x cellulari che ti permette almeno di controllare la velocit? ed il percorso della macchina nei tratti monitorati con i tutor. io l’ho scaricato al sito gmobile.it

  9. E perche’ no? Per esempio creando o cercando di ridurre il campo magnetico rilevato dai sensori (come fanno i veicoli sminatori), oppure accecando le telecamere con una sorgente a infrarossi di elevata intensita’…non credi che potrebbe teoricamente funzionare?
    Ci tengo a precisare che e’ solo un passatempo mentale, tanto x divertirsi a fare ipotesi. Saluti,
    Leonardo

  10. Sul tratto Roma Napoli dell’A1, ci sono rilevatori sicve su tutto il tratto. La mia domanda : “I rilevatori sono programmati per un ruolo solo(cio o inizio o fine)? Oppure lo stesso rilevatore pu?² fungere da fine di quello precedente e da inizio di quello successivo? Spero di essermi spiegato.

  11. Ciao Starsky,
    credo che tutti possono essere inizio e tutti possono essere fine, perch non tutti entrano in autostrada dallo stessa entrata, come vero che non tutti escono alla stessa uscita. Quindi ogni punto memorizza autonomamente il passaggio; se poi la tua auto passa sotto a 3 sensori vieni “memorizzato” per 3 volte, invece chi passa sotto 8 sensori verr? memorizzato per 8 volte. Questa la politica del Tutor Sicve.

  12. scusa ma se passo a cavallo tra due corsie? la macchinatta fotografica dovrebbe prendere solo met? macchina? no

  13. [sorris] diventerebbe troppo facile…
    i sensori affogati nell’asfalto permettono la tracciabilit? della macchina anche se passi a cavallo delle due corsie.

  14. Quando il limite in autostrada di 110Km/h per pioggia,il sensore del tutor impostato sempre sulla velocit? media di 130Km/h o viene ridotto a 110?

  15. @ rocco, ottima domanda.
    Sembra che il tutor deve avere la sua efficienza su lunghi tratti al contrario du un normale autovelox istantaneo che agisce per pochi metri.
    Ora, poniamo il caso alla prima segnalazione piova e alla seconda no, (pu?² capitare) il tutor rima spento! Infatti da una articolo su il sole24ore http://blog.ilsole24ore.com/caprino.php?itemid=247 … ma proprio il fatto che quattro anni fa ci siamo presi la briga di fare una legge per abbassare i limiti sul bagnato rende i Tutor giuridicamente inutilizzabili in queste circostanze. Infatti, il loro decreto di omologazione – giustamente – prescrive che possano essere utilizzati solo quando la velocit? consentita uguale per tutto il tratto sottoposto a vigilanza. Quindi, se piove, bisognerebbe avere la certezza assoluta che non ci sia neanche un metro asciutto, il che di fatto impossibile da appurare. Cos?¬ il Tutor deve restare spento.

    Purtroppo “non pu?² piovere per sempre!” mi sembra il caso di dirlo [sorris]
    ciao

  16. Fatemi capire una cosa: in caso di pioggia il Tutor resta tarato sui 130 Km/h, oppure viene del tutto spento Non potrebbe essere tarato a 110 Km/h e funzionare da autovelox istantaneo? Insomma, fatemi capire quando si pu?² correre un p?² in santa pace! [linguacc]

  17. boh… pu?² essere settato anche come istantaneo, il problema che non ha pi?¹ l’efficacia su lunghi tratti. [uhm]

  18. In definitiva quando piove cosa meglio fare? Il tutor viene totalmente spento? O funziona normalmente come controllo della velocit? media, sempre tarato a 130 Km/h? Nel dubbio forse sarebbe meglio rallentare a 110 quando si passa sotto al tutor, casomai funzionasse da autovelox istantaneo…ma questo non certo un problema!
    Piuttosto ho letto su vari forum che il problema maggiormente lamentato che i guidatori tendono ad addormentarsi nei tratti in cui c’ il tutor…questo si che potrebbe rappresentare un pericolo! Personalmente ho guidato due volte sulla A1 Roma-Napoli da quando c’ il tutor: nel primo caso ho risparmiato benzina, ero in compagnia e chiacchieravo; nel secondo caso ero da solo, e ho rischiato 4 colpi di sonno pur essendo ben riposato…in 10 anni di patente non mi era mai capitato, mai un colpo di sonno, neanche a tarda notte! Che ne pensate?

  19. Concordo! [ok] … mi trovo spesso a fare lecce – bologna [P-|] e negli ultimi anni, mi sono ritrovato anche a guidare da solo e non ti dico la noia. Per fortuna non mi mai capitato un colpo di sonno, ma credo che quando si ha un auto che pur andando a 130km/h , insonorizzata bene, i rumori sono quasi 0 , tutto diventa noioso anche se hai 10000 cd e musica da ascoltare (ultimamente ascoltavo isoradio [:-X] ,mi piaceva ascoltare l’andamento del traffico)… ma non sempre la migliore soluzione! [sorris]
    Questo che abbiamo sollevato negli ultimi commenti sembra una nota negativa per il tutor. [gi?¹]

  20. il funzionamento del tutor autostradale a campione o riguarda tutti i veicoli in transito?

  21. Tutti. Uomini e donne, mamme e bambini, cani al guinzaglio, gatti che attraversano trasversalmente l’autostrada (alle volte ci riescono) e moscerini contromano. [linguacc]

  22. Da un’informazione ricevuta da persona che i tutor li fabbrica, mi risulterebbe che funzionano solo a coppie, cio ogni ponte inizio O fine di un tratto controllato.
    Qualcuno pu?² confermare/smentire?

    Per il funzionamento, invece, confermo che NON viene rilevata alcuna velocit? istantanea.

    Il sensore annegato attiva la foto… macchina–> click targa letta ed orario memorizzato.

    Qualcuno sa se l’orologio del sistema omologato e sincronizzato? Altrimenti potremmo ricorrere … [fiufiu]

  23. Ma se io prendo due multe su uno stesso tratto di strada (MI-NA) una per esempio a frosinone e l’altra a circa 30 Km di distanza dalla prima si devono pagare tutte e due oppure si pu?² ricorrere per evitare la seconda? Grazie se riuscite a darmi una risposta altrimenti..grazie lo stesso!!! ciao ciao

  24. Se il sensore annegato attiva la foto, legge la targa…ecc. ecc., questo vuol dire che non pu?² fare tante foto quante sono le macchine in transito in un giorno, quindi il controllo effettuato solo su alcune auto in circolazione, cio a campione!
    Confermate? [exalt]

  25. @marc
    Puoi fare ricorso perch si tratta della stessa violazione, ma per lo stesso motivo, loro stessi te ne mandano solo uno… (dovrebbero)

    @niko
    Le foto vanno in un computer… non lo saturi… fa e memorizza TUTTE le foto che vuole…[Grrr] e cmq vengono cestinate SUBITO appena il secondo transito dice che eri REGOLARE, vengono salvate a parte solo quelle che attestano una velocit? irregolare.

  26. Ragazzi per?² mi viene un dubbio giuridico: in qualit? di avvocato, credo che possano arrivare pi?¹ verbali relativi ad uno stesso giorno, in quanto riferiti a violazioni commesse in tratti stradali diversi. In effetti l’eccesso di velocit? spesso si configura come violazione continuata, per cui possono accertarla in ogni momento in cui essa sussista. Se prendete due multe da autovelox tradizionale in posti diversi nello stesso giorno, valgono entrambe, purch ovviamente non siano due foto dello stesso apparecchio scattate nello stesso istante (relative cio alla medesdima violazione). Quindi, se prendete una multa sotto ogni pilone del tutor, dovrebbero essere tutte valide, perch accertano che avete violato i limiti durante l’intero tragitto…A meno che il sistema non calcoli una velocit? media globale per tutto il tragitto coperto dal tutor, e faccia un solo verbale finale…ma se vero che esistono piloni con differenti funzioni (alcuni di “entrata” e altro di “uscita”), dubito che sia cosi! Per evitare questa situazione dovrebbe esistere una legge che consenta un solo verbale automobilistico al giorno…ma non mi risulta che esista nulla del genere, purtroppo!

  27. Qualcuno saprebbe indicare se l’auto, passando sui sensori ad una velocit? al di sotto della media ossia 90, venga monitorata? Grazie, gradirei ricevere la risposta in maniera sollecita perch dovr?² intraprendere un lungo viaggio.

  28. dipende dalla strada che stai percorrendo…
    Se si il tutor si trova in autostrada devi procedere a 130 in caso di statale 110 o 90 a seconda del limite imposto.

  29. …..Attenzione ai tutor tra Roma e Napoli, funzionano anche di notte,mi hanno beccato per 4 volte la prima a Fiano Romano,
    poi Frosinone….poi Cassino….ed infine Caserta mancava solo la foto sotto casa ecco fatto l’album del tuo viaggio…..Ma come si pu?² tutte e 4 a 170km/h tutte 5 punti e 148,00 neuri…Ragazzi qualcuno sa come fare ricorso e magari chiudere la partita almeno 2 pagate e 2 vinte…..Comprer?² una 500 diesel….
    Raffaele Nosfigatus

  30. mi chiedevo ma se su un tratto autostradale ci sono pi?¹ rilevatori sicve e si ha una media pi?¹ alta su tutto un tratto da casello a casello arrivano pi?¹ multe oppure solo una?grazie gradirei risposta dato che credo mi arriver? presto una sorpresina a casa [:..)]

  31. Caro amico Manuel,purtroppo devo risponderti di SI.
    Se mantieni una media al di sopra del limite ti beccano
    in pi?¹ punti…..arrivano a distanza di tempo anche diverso..
    figurati che la sera del 12/09 (se fossi stato a casa!!!) mi hanno
    multato in 4 punti diversi…..due sono arrivati dopo un mese…..1 arrivato
    una settimana fa…..e l’ultimo 3 giorni fa…..Sarcasticamente ti devo dire
    tanti auguri……

  32. Purtroppo quanto detto da Raffaele la conferma di quel che pensavo: il tutor emette tanti verbali quante sono le infrazioni rilevate, e non un solo verbale finale. In effetti, se vi fosse il verbale finale sarebbe facile fermarsi prima o poi in autogrill e alterare cosi la media del viaggio. Questo conferma anche che i piloni del tutor probabilmente svolgono tutti una doppia funzione, sia di “inizio” che di “fine”, e cmq la velocit? media viene calcolata di volta in volta relativamente ad ogni singolo tratto compreso tra due piloni di controllo. Quindi fate attenzione: per ogni infrazione commessa in un tratto, vi arriver? un autonomo verbale! Cmq i punti di patente sottratti per l’eccesso di velocit? tra i +10 e +40 Km/h sono solo 2, e non 5! O il mio codice della strada d? i numeri?
    Proporrei di invitare Al Quaeda a fare un attentato contro tutti i piloni del tutor nazionali ;-) che ne pensate? LOL

  33. grazie raffaele per l’informazioni, a me sembra profondamente ingiusto dato che se mantengo una media di 140km/h per tutta l’autostrada teramo – roma dato che ci sono tre piloni sicve mi dovrebbero arrivare tre multe quindi sommandole come se ne avessi presa una sola su un solo tragitto percorso a 200km/h. [inkk] non mi pare proprio giusto che chi v? a140km/h deve essere punito come chi v? a 200. la cosa pi?¹ giusta dovrebbe essere una infrazione una multa qualcuno s? COME si pu?² fare ricorso per far arrivare una sola multa

  34. Il problema che l’eccesso di velocit? giuridicamente si configura come un reato continuato, che dura nel tempo e che, come tale, eccertabile in qualsiasi momento, finch la violazione perdura. Cosi come se passi davanti a due autovelox superando il limite, ti arrivano due distinte multe, cosi passando sotto pi?¹ piloni del tutor superando il limite, ti arriva una multa per ogni tratto nel quale accertata l’infrazione. Spiacente ma proprio quel che prevede la legge!

  35. una domanda ma funzionano anche di notte

    io non vedo nessun flash!!!

    se tolgo la lucetta della targa e quindi non si vede,la foto non viene

  36. Eheheh mic, purtroppo non cosi semplice! Le fotocamere sono ad infrarossi, quindi funzionano anche di notte senza bisogno di flash. Per?², secondo me si potrebbero accecare con una forte emittente luminosa ad infrarossi, posizionata sul retro del veicolo…che non sarebbe percepibile a occhio nudo! C’e’ qui x caso un ingegnere della luce? ;-)

  37. secondo me fregano tutti quelli che hanno il telepas, da quellao che ne so io ?© molto difficile fare una scansione di una foto quando si viaggia a 150 km ora.
    sui cartelli che avvisano del trato controllato per il tutor ci sono solo delle normali telecamere e delle antenne come quelle del telepas.
    non mi sembra di aver visto delle telecamere con la capacit?¡ di fotografare tutti i veicoli che viaggiano sopre i 130 km ora.
    la socet’a autostrade vede tutti quelli che entrano con il telepas, possono associare le immagini registrate dalle telecamere ai passaggi rilevati con il telepas rendendo tutto perfetteamente legale.
    ho molto dubbi che si mettano a registraree ad analizzare tutte le macchine che passano.

  38. Beh Massimo, se cosi fosse che senso avrebbe installate i piloni del tutor? Basterebbe verificare direttamente ora di ingresso e ora di uscita ai caselli! Cmq, se qualcuno senza telepass ha avuto una multa tramite tutor pregato di segnalarlo, cosi possiamo escludere senza dubbio questa teoria. Dopotutto quella che conta la prova sul campo! Magari fosse come dici tu…basterebbe togliere le pile al telepass! [sorris]

  39. Ciao a tutti…
    Ma secondo voi chi dice di aver preso la multa…. l’ha presa davvero? Io viaggio continuamente su tratti teoricamente controllati da tutor…. e ancora non ho ricevuto multe… e la mia velocit? media in genere supera i 150km/h… ora mi sembra strano che mai una volta mi abbiano fatto uno scattino… a voi no?
    C’ qualcuno di voi che pu?² scansionare un verbale e mettersi in comunicazione con me per darmi questa prova per favore? Mi batto sostenendo che il tutor sia solo un deterrente e mi piacerebbe avere una prova anche contro la mia teoria! Grazie.

  40. Ciao a tutti…
    Ma secondo voi chi dice di aver preso la multa…. l’ha presa davvero? Io viaggio continuamente su tratti teoricamente controllati da tutor…. e ancora non ho ricevuto multe… e la mia velocit? media in genere supera i 150km/h… ora mi sembra strano che mai una volta mi abbiano fatto uno scattino… a voi no?
    C’ qualcuno di voi che pu?² scansionare un verbale e mettersi in comunicazione con me per darmi questa prova per favore? Mi batto sostenendo che il tutor sia solo un deterrente e mi piacerebbe avere una prova anche contro la mia teoria! Grazie. [heppme]

  41. bisogna chiedere a raffaele, purtroppo lui ad avere la peggio in questo periodo! [inkk]

  42. Ciao a tutti.
    Una domanda semplicissima… ma che voi sappiate, sto TUTOR attivo 24 ore su 24, 365 giorni all’anno o ci sono giorni in chi il sistema non attivo?

  43. ragazzi io percorro la A1 tutte le settimane facendo napoli-orte ed orte- napoli, trovo assurdo viaggiare ad una velocit? di 130 km in quanto il viaggio risulta noioso e stressante accompagnato da continui colpi di sonno e non solo molto spesso a causa degli autovelox ci sono frenate improvvise ed inopportune che creano pericoli; capita anche di trovare davanti in tratti con minore visibilit? (dopo una curva ecc.)sulla corsia di sorpasso veicoli che viaggiano ad una velocit? inferiore rispetto al limite massimo (secondo me li dovrebbe esserci il ritiro della patente in quanto sono dei veri pericoli della strada).detto ci?² io nel mese di settembre in una sola notte mi hanno beccato i tutor per ben 3 volte nel tratto che va da napoli fino a frosinone con una velocit? media di circa 180.Mi sono arrivate tre multe nello stesso giorno (prese a settembre)nel mese di novembre in cui mi hanno tolto 5 punti per multa.La mia domanda questa devo pagare tutte e tre le multe o una sola ? Trovo assurdo tutto questo in quanto se percorrevo tutta la A1 fino a Milano che succedeva…..

  44. Umberto, la spiegazione giuridica del perch possono notificarti pi?¹ multe relative a plurime violazioni del limite di velocit? su pi?¹ tratti di strada la trovi in alto nel forum. Scorri e leggi bene! A parte questo…ma hanno aumentato la sottrazione di punti? Il mio codice della strada del 2005, all’art. 142 comma 8, prevede la sottrazione di 2 punti per eccesso di velocit? tra i +10 e i +40 km/h! Come mai te ne hanno sottratti 5? [inkk]

  45. Il tutor fotografa la targa della vettura anche se si transita sulla corsia d’emergenza?
    La domanda pu?² sembrare bizzarra, ma io ho visto fare questa pericolosissima manovra da alcuni automobilisti.
    Grazie per la risposta.
    Umberto.

  46. Francamente non lo so; da alcuni stata avanzata l’ipotesi che il tutor non copra la corsia d’emergenza. Al riguardo, per?², non vi sono per ora certezze. Il punto per?² un altro: impegnare la corsia d’emergenza per evitare il tutor significherebbe zigzagare pericolosamente a destra e a sinistra su un’autostrada presumibilmente trafficata.
    E questo mi sembra un male ben peggiore che prendere un verbale per eccesso di velocit? !! Pertanto, anche qualora la teoria della corsia d’emergenza si rivelasse fondata, sconsiglierei nella maniera pi?¹ assoluta di usare questo pericoloso (per s e per gli altri) sistema. Tranne che non si viaggi a notte fonda su un’autostrada letteralmente deserta… [fiufiu]

  47. Un anno fa circa, sull’ A14 direzione sud verso foggia, vicino ad uno dei piloni del tutor sulla corsia di emergenza c’erano i coni rossi e bianchi che evitano di andare sulla corsia di emergenza.
    Da notare che i coni non proteggevano niente, ma il loro intento era quello di non far andare le macchine sulla corsia di emergenza.
    Grazie Leon per questi interventi precisi e dettagliati che ci fornisci.
    [ok]

  48. X LEON….non ho capito molto il tuo discorso, comunque si vede che non ne capisci niente di musica non capisci niente!!!!!!!!!!!! [:-X] [|o] [Grrr] [inkk] [devil] [gi?¹]

  49. jeji, qui si parla di autovelox non di musica. [linguacc]

  50. Jeji, se ti impegni e ripassi un p?² di grammatica, vedrai che capirai! [applause]

  51. Ciao…

    Rispondo ad un po’ di quesiti posti da vari utenti.

    Sul mio quotidiano scrissero un articolo in cui affermavano che il Tutor NON sempre acceso. Ignoro quale sia la realt? .

    Io non credo che sia possibile fare tre multe per lo stesso giorno , su uno stesso percorso, credo che qualunque giudice di pace non avrebbe difficolt? a dare la “continuazione”.

    Al limite, se ne voglio pagare solo una mi autodenuncio da solo, dichiarando che ho tenuto una velocit? COSTANTEMENTE superiore al limite. Il “reato” sarebbe automaticamente continuato, e quindi sanzionabile una volta sola.

    Confermo che le telecamere installate fotografano perfettamente le targhe, a qualunque velocit? , il software legge automaticamente la targa e la memorizza. Fidatevi, ho avuto diretta visione della fase realizzativa di un prototipo, si pu?² anche fare il nome, se ne occup?² la ELSAG, l’ho visto in funzione… un software veramente BASTARDO, legge e riconosce le targhe in un nanosecondo…

    Oddio… non so se il tutor ce la farebbe a leggere la targa di una ferrari a 300 Km/h… chi fa la prova?

  52. Eccomi qui, oggi ho ricevuto la seconda multa relativa allo stesso tratto di autostrada nella stessa notte, dalmine la prima, bergamo la seconda, 5 + 5 punti, 140 + 140 Euro circa. Il giudice di pace me ne toglierebbe una secondo voi?

  53. @ multato
    Personalmente dubito che si possa chiedere l’annullamento di uno dei verbali, essendo riferiti a tratti stradali diversi, nei quali stata accertata autonomamente l’infrazione.
    Per?² quanto detto sopra da RdT mi fa sorgere un vago dubbio, anche se non sono molto convinto che il sussistere della “continuazione” dell’infrazione possa essere un elemento per attaccare i verbali. Anzi, giuridicamente un’aggravante, e forse proprio in questa fattispecie comporta la validit? di tutti i verbali, visto che l’eccesso di velocit? contestabile anche se realizzato per un solo istante, quindi a maggior ragione se mantenuto per lungo tempo. Comunque, pu?² valer la pena di tentare di impugnare i verbali: il ricorso al Giudice di Pace gratuito e non necessita di un avvocato per essere effettuato (puoi patrocinare per te stesso, ma ti consoglio di rivolgerti ugualmente ad un legale), male che vada pagherai senza aggravi in caso di rigetto del ricorso, posticipatamente (devi per?² chiedere la provvisoria sospensione dell’esecutivit? della sanzione). Inoltre, spesso i Giudici di Pace combinano dei casini pazzeschi, e avendo culo potresti ottenere un accoglimento della domanda anche senza i presupposti! [linguacc] Un’altra cosa: ricorda che territorialmente competente per ogni singolo verbale il Giudice di Pace del luogo dove hai commesso l’infrazione!!! Il ricorso al Prefetto sconsigliabile, in quanto di solito non lo accolgono mai. In bocca al lupo e facci sapere! [ok]

  54. [:..)] nooooooooooo sono sconcertato, io vado come un razzo, miiiiiiiii [Grrr] ci vorranno un carretto di punti e di SOLDI, poi dice che ……….. [heppme] ora mi tocca aspettare come un condannato la sentenza di morte. [devil] chi mi presta un bazzuka vado in qutostrada a fare il tiro al piccione

  55. Eccomi di nuovo, grazie Leon per le parole di conforto. Oggi comunque mi e’ arrivata la terza multa a pochi chilometri di distanza dalle altre due. Chissa’ quanti ce ne sono di sti piloni sulla A4. Fatto sta che ogni verbale cita giudici di pace di comuni diversi, sembra fatto a posta per non fare ricorso presso uno solo dei giudici. Sigh sigh, in 5 anni che faccio la A4 queste sono le prime multe che prendo! Qualcuno sa dove si fa l’esame in caso di sospensione? Costa molto?

  56. MI HANNO DETTO GENTE BENE INFORMATA CHE IL TUTOR NON FOTOGRAFA LE TARGHE DEI VEICOLI MA REGISTRA I SEGNALI TELEPASS.
    E IN VERITA’ QUESTO FUNZIONAMENTO GUARDANDOLO MI SEMBRA + LOGICO.
    MA SE E’ COS?¬ CHE ALTRO CHE UNA TRUFFA…..
    CHI SA DIRMI DI + ?

  57. non credo in questo, altrimenti telepass chiuderebbe [uhm]

  58. Magari fosse una rilevazione tramite telepass…basterebbe togliergli le pile!! [linguacc]
    E poi che senso avrebbe mettere cosi tanti piloni? Basterebbe effettuare i controlli direttamente da casello a casello, non credete?
    Comunque invito chi ha (purtroppo) ricevuto multe tramite tutor a segnalarci se aveva il telepass o meno, cosi verificheremo anche questa teoria!

  59. Non possibile quella del telepass perch io non ho il telepass ma l’ho presa lo stesso!!! cmq avevo sentioto al telegiornale che rilevavano il peso della macchina!!!! non so se dicono cazzate ma di certo la verit? su come funzionano non vengono a dirla a noi in modo da aiutarci a fregarli!!! Ciao a tutti

  60. Allora…domenica scorsa sono andato a Roma, e durante il viaggio ne ho approfittato per studiare un p?² i piloni del tutor. Ho notato che pochi metri oltre ogni pilone, vi sono tre strisce di bitume nere che tagliano la strada perpendicolarmente al senso di marcia. Sono tre strisce per ogni corsia; esse sono sfalsate ci circa 2 metri da una corsia all’altra, mentre all’interno della stessa corsia, le strisce sono a circa 50 cm l’una dall’altra. Queste strisce di bitume coprono i sensori magnetici che rilevano il passaggio delle auto, e a cui collegato lo scatto della foto. Sulla corsia di emergenza vi sono solo due strisce, che sembrerebbero essere solo il collegamento tra i sensori e le cassettine elettriche presenti a bordo strada, a loro volta collegate alle fotocamere sul pilone. Tuttavia, non sono sicuro che le due strisce sulla corsia d’emergenza non attivino anch’esse una fotocamera!! In molti piloni le fotocamere sono solo tre, disposte una sopra ogni corsia di marcia. Ho per?² notato che alcuni piloni montano una quarta scatola proprio sopra la corsia d’emergenza, di forma quadrata e con un’apertura rettangolare trasparente pi?¹ grossa, che potrebbe forse contenere una fotocamera grandangolare per sorvegliare tutta la larghezza della strada, ovvero la parte che normalmente potrebbe sfuggire alle fotocamere. Quando guidate, cercate di guardare con attenzione i piloni del tutor nel senso di marcia opposto, la cui parte posteriore, su cui si trovano i sensori, si pu?² comodamente osservare senza farsi venire il torcicollo!!! Magari scopriremo qualcosa di interessante…

  61. ciao marc,
    risolto il problema delle due multe per la stessa infrazione?
    mi servirebbe sapere cosa fare per un caso simile…
    grazie
    fede

  62. ovviamente se qualcun altro ha qualche idea……
    grazie

  63. Ciao a tutti, la prima volta che scrivo qu?¬ ma percorrendo circa 50000 km l’anno per lavoro ed avendo anche un certo amore per la guida e per i bei tempi andati del casello-casello lancio quella che molto provocatoriamente mi sembra l’unica maniera per evitare il tutor.
    Ebbene su quelle auto che hanno il portellone bagagli automatico si potrebbe far baypassare la sicura che ne impedisce l’apertura con l’auto in marcia e passare sotto i piloni con il baule aperto (e vuoto!) evitando la rilevazione; meglio ancora far installare un sistema d’apertura sulla Mini cabrio, la quale ha il portellone incernierato in basso.
    Purtroppo oltre all’evidente rischio e fatica nel realizzare la cosa si commete anche la certa infrazione di rendere la targa illeggibile (infatti le cabrio-coup che hanno la targa sul bagagliaio non possono essere aperte in movimento proprio per questo motivo).
    Personalmente credo che questi sistemi aumenteranno in maniera esponenziale e l’unico modo per evitare le multe per chi passa molte ore in macchina sceglirere un’auto che predilige il comfort a scapito della sportivit? .
    Ciao a tutti e viva i record (passati).

  64. Senza fare tanto casino, col rischio commettere reati e di disseminare di bagagli le autostrade…ragazzi, se davvero non volete rotture di scatole, dovete semplicemente trovare il modo di immatricolare la vostra auto all’estero. Con una targa straniera, infatti, potete fregarvene del tutor, dell’autovelox e di quant’altro, sempre che non vi contestino l’infrazione istantaneamente!!! Altra soluzione prendere la patente all’estero, e comunicare di essere stati voi alla guida in caso di multa (anche se in tal modo salverete i punti, ma probabilmente non eviterete di pagare il verbale).
    Le vie della legge sono infinite!

  65. “Se non vogliamo rotture di scatole”, purtroppo ci dobbiamo rassegnare a rispettare i limiti.

  66. si, ma cos?¬ si rischia di addormentarsi alla guida…

  67. Ma la legge entrata in vigore nel 2003 che prevedeva di portare il limite a 150 Km/h sulle autostrade a tre corsie? Perch non viene applicata? E’ legge si o no? Sarebbe ora che gli enti gestori delle autostrade si adeguassero!!

  68. sembra che ci sia gi? . Infatti stata data al gestore la possibilit? di elevare la velocit? max a 150 km/h
    aci –> http://www.aci.it/index.php?id=696

  69. Ok, ma il gestore ovviamente non ha alzato i limiti nemmeno sui tratti rettilinei pi?¹ larghi!
    Gi? c’ la tendenza generale ad abbassarli: invece di fare manutenzione alle strade, i vari enti si limitano ad abbassare i limiti di velocit? per far fronte con questo sistema illegittimo (e pericoloso) all’usura del fondo stradale! Se la strada cosparsa di buche, invece di effettuare regolari interventi di manutenzione, si abbassa il limite di velocit? . Bel sistema, vero? Secondo me bisognerebbe togliere agli enti gestori la possibilit? di modificare i limiti, che sono appunto previsti dalla legge, e affidare la determinazione degli stessi a un ente autonomo. Sarebbe cosi esclusivo compito del gestore della strada mantenere il tratto di sua competenza in buono stato, di modo che lo si possa percorrere in sicurezza alla velocit? stabilita dall’ente appositamente deputato, entro i limiti di legge.
    Se ognuno ha potere di diminuire il dannato limite, qui finiremo a camminare a marcia indietro!

  70. re leon n. 65
    ecco xch molti appartenenti al “Sistema” (non quello x il superenalotto) girano in auto dai 200hp in su con targhe estere.
    Quindi se si esclude dal tutoraggio il crimine organizzato, gli extracomunitari, le forze del (dis)ordine, i ministri, i parlamentari, i sindaci, gli assessori comunali, provinciali e regionali, i magistrati, quelli che hanno inventato il tutor e sanno come fregarlo, quelli che elaborano i verbali, quelli della societ? autostrade, i giudici di pace che ricorrono loro stessi con parenti ed affini, etc. etc. in italia rimaniamo punibili al massimo un centinaio di fessi. se da questi escludiamo quelli che non superano mai per principio i 100km/h (perch le 3 cifre sul contakm gli fanno impressione), quelli che potrebbero essere monitorati con il telepass, quelli che vanno x un tratto a 240 all’ora ma poi si fermano in area sos a pisciare x abbattere la media, si deduce che tutto questo spreco di denaro pubblico non aveva lo scopo di punire i trasgressori ma di inculare qualche decina di onesti inculabili.

    abbattiamo i piloni, gli autovelox e quelli che per cui vergogna camminare nella corsia di dx!

  71. Rispondo ad un po’ di domande…

    Quella del telepass una sciocchezza.

    Ripeto:

    Sensore per terra–> macchina passa–> foto scatta
    Ora di fine-Ora di inzio= tempo
    spazio tra i due rilevamenti diviso il tempo la velocit? media.

    Questo il funzionamento normale.

    Il fatto che i sensori per terra siano DUE mi fa pensare che possano anche rilevare la velocit? istantanea.

    Ignoro se vada col peso, o con la rilevazione della massa metallica (la sbarra del mio garage, tutti pensavano andasse col peso, invece ho parlato con la ditta e c’ un magnete sotto, rileva la massa metallica dell’auto).

    In tutti i modi… il giorno che ne mettono troppi… una bella moto e via, il piede sulla targa e mi fotografate ‘stoca !!

    Cmq, se volete, negli USA vendono un sistemino che ribalta la targa, comandabile dal cruscotto…

  72. Caro RdT, ci sai dire qualcosa in pi?¹ sul “sistemino” made in USA? Qualche dettaglio, un link, un nome? ;-)
    E’ certamente un’idea interessante, anche se il mio spirito di giurista mi impone di rimarcare (a beneficio dei meno esperti di diritto che bazzicano sul forum) che in Italia, rendere non visibile la targa di qualsiasi veicolo un reato sanzionato penalmente.
    Comunque….siamo ansiosi di ricevere qualche news!

  73. HO TROVATO SU EBAY UNA BOMBOLETTA SPRAY’ CHE SI CHIAMA PHOTO BLOCKER CHE RIFLETTE I FLASH DI RIVELAZIONE DELLA VELOCITA’ COSI’ DA RENDERE ILLEGGIBILE LA TARGA.QUALCUNO SA’ SE FUNZIONA DAVVERO?
    GUARDATE QUI
    ://video.google.it/videosearch?q=PHOTO+BLOCKER&so=0
    IN AMERICA SEMBRA FUNZIONI, FORSE FUNZIONA SOLO PER IL RILEVAMENTO ISTANTANEO DELLA VELOCITA’ E NON PER IL SAFETY TUTOR.SPERO DI ESSERE STATO DI AIUTO.CIAO

  74. Ciao Ragazzi,
    nuova nuova vittima del maledetto SICVe.
    Ero in moto, uscendo dalla tangenziale di torino con limite a 70 e andavo ad 83!
    Secondo voi ho qualche modo per appellarmi e fare ricorso?
    L?¬ ci sono dei pannelli luminosi con scritta “rallentare” se si sta andando troppo forte, b con la moto non mi si sono mai accesi e adesso la news!
    Maledizione, 156.98 e 5 punti, vaff…
    Se avete qualche idea…

  75. per manuel, risposta messaggio n.74
    la bomboletta di cui parli potrebbe funzionare coi tradizionali autovelox, ma non col sicve tutor, a mio parere.
    infatti, perch la luce venga riflessa dalla targa, occorre che essa sia illuminata da un flash; il tutor per?² utilizza fotocamere ad infarossi, che non necessitano di flash per funzionare anche di notte. quindi, la foto del tutor dovrebbe risultare comunque leggibile.
    a meno che la bomboletta in questione non sia in grado di riflettere anche i raggi infrarossi… in tale ipotesi potrebbe funzionarema! Chi fa la prova? ;-) o pone il quesito ad un ingegnere della luce ;-)

  76. Eccomi qui ancora, le multe sono rimaste 3 come vi dicevo, ma non ho ancora capito se si puo’ fare ricorso. Infatti la polizia manda le multe da tre sezioni diverse. Pensate che anche se le infrazioni sono state rilevate a distanza di pochi minuti una dall’altra ed in territorio di Milano e Bergamo, mi sono arrivati un verbale dalla polizia di Sondrio, uno dalla polizia di Lecco e uno dalla polizia di Milano che citano tre diversi giudici di pace a cui appellarsi. Capisco l’ultima ma le altre due polizie cosa centrano in tutto questo? Aggiungo poi che ,se il sistema di rilevamento uno (di questo ne siamo sicuri in quanto misura la media e i vari punti di controllo si scambiano informazioni) perch a mandare i verbali sono tre diverse polizie? Per rendere piu’ difficile il ricorso forse?

  77. Penso che il Telepass sia innocente. Se si scoprisse che vero la societ? Autostrade potrebbe chiudere tranquillamente il sistema perch lo restituirebbero tutti, oppure basterebbe chiudere il telepass in una scatoletta foderata di carta di alluminio e tirarlo fuori sulla rampa di uscita. Mhhh, troppo semplice…
    Quando passi al casello se vai troppo veloce rischi che non funziona. Se passi a 170 km/h meno che mai.
    A detta di un amico della Polstrada il sistema Tutor (sulla A1 Roma-Napoli) acceso solo alcune ore al giorno e in orari sempre diversi. E penso che sia vero, senn?² a quest’ora il traffico si sarebe ridotto di un terzo a giudicare dal numero di auto che sfrecciano a sinistra tranquillamente sopra i 170 (bastano 4 multe da 5 punti e addio patente…).
    Qualcuno sa se le velocit? medie rilevate hanno un margine di tolleranza come gli autovelox o sono precise “spaccate”?

  78. @ multato: per le multe da autovelox territorialmente competente in giudice di pace della localit? in cui stato elevato il verbale. E’ perfettamente normale che ti indichino tre diverse autorit? a cui ricorrere, visto che hai ricevuto tre verbali distinti relativi a infrazioni accertate in localit? differenti. E’ scomodo per il cittadino che vuole ricorrere, ma perfettamente legittimo ed in linea con quel che prevede la legge (purtroppo).

    @ dalex65: anche per il sicve tutor prevista una tolleranza del 5%, per cui la velocit? effettiva che puoi tenere senza rischio di sanzioni 136 Km/h. Ovviamente sar? pi?¹ facile se la tua auto dispone di “cruise control”; tieni conto anche del fatto che i normali tachimetri hanno uno scarto per eccesso di circa 7-9 Km/h, mentre i navgatori satellitari ti forniscono sempre la velocit? reale. La mia auto per esempio quando segna i 140 Km/h di tachimetro in realt? procede a 132 Km/h effettivi. comunque meglio stare un capellino sotto il limite, sia per non rischiare inutilmente una multa, e sia perch in tal modo hai margine per poter accelerare anche oltre il limite nei sorpassi.

  79. @ Leon

    Il sistemino ribalta targa l’avevo trovato giusto curiosando nei sistemi anti autovelox, che negli USA (grande paese!) solo LEGALI.

    Prova a rismazzarti qualche ricerca in google, una delle parole chiave “plate” (targa) e l’altra potrebbe essere “photored” (il nome dei dispositivi americani)

    Negli USA legale la placca di plexiglass copri targa… con delle lamelle inclinate… un uomo, ad altezza d’uomo… la targa la legge… il photored, in alto… NO !!

    Funzionerebbe in Italia… purtroppo illegale…

    MA…

  80. ragazzi non credete al fatto che la telecamera non ce la fa. in fondo, pensateci, nelle ZTL le telecamere sono false? no, prendono le targhe automaticamente e in tutte le condizioni, quindi evitiamo di incolpare il telepass.

    le targhe non vengono prese a campione ma tutte, tanto poi vengono cancellate se regolari al pilone successivo. ora pare che su alcuni tartti funzioni per poche ore ma poiche non sappiamo quando e’ evidente che 130 saranno e amen.

    Concordo con la questione colpo di sonno, tornando di domencia sera da Bari, Frosinone-Roma sono sempre a rischio anche se sono riposato e guido regolarmente senza bere o altro.

    1) Inutile frenare sotto le telecamere
    2) Se vedo uno passare dalla corsia di emergenza mi armero di videocamerina del palmare per fare IL BASTARDO e fottere questi assassini. Chi sbaglia deve pagare, altro che cavolate.

    Ciao, Nic

  81. Ciao, io passo almeno 3 volte a settimana da sempre dal tratto Ovada-Genova dove il limite di velocit? imposto varia dai 100 ai 110 km/h (la strada a tre corsie tutta in discesa…!!!…!!!). Ebbene non ho mai preso una multa e anche i miei colleghi che fanno il solito mio tragitto, anche loro niente.
    Mi viene il dubbio: funziona sempre
    Saluti,
    Frency

  82. Il tutor rileva la velocit? media, pertanto pu?² funzionare solo sui tratti in cui la velocit? massima consentita sia costante. Con questo non voglio dire che se i limiti variano, il tutor resta del tutto spento: ma soltanto che esso attivo e comunque tarato sui 130 Km/h. Credo, quindi, che si possa viaggiare tranquillamente a 130, anche se in alcuni punti il limite si abbassa momentaneamente. Attenzione per?² agli eventuali tratti in cui, da pilone a pilone, il limite costantemente inferiore (es. 100 Km/h per tutto il tragitto); l?¬ il tutor potrebbe anche essere tarato su una velocit? minore, essendo questa costante.

  83. ciao vorrei sapere entro quanti giorni puo arrivare la multa dall’infrazione?

  84. c’ qualcuno che mi risponde …grazie

  85. @ daniele:
    in tutti i casi in cui non sia possibile la contestazione immediata, la notificazione del verbale deve avvenire entro 150 giorni dalla data della violazione, ai sensi dell’art. 201 del Codice della Strada. Nel computo di tale termine non va considerato il “dies a quo”, ossia non si calcola il giorno in cui l’infrazione stata commessa, ma si parte dal giorno successivo.Decorso tale termine, in mancanza di notificazione si ha la prescrizione, che per?² deve essere fatta valere impugnando il verbale davanti al Giudice di Pace competente, ovvero davanti agli organi pubblici che hanno emesso il verbale.

  86. Ragazzi, auguri di buon anno a tutti, e che questo 2008 porti con se’ la distruzione di tutor, autovelox e vigili urbani! ;-)

  87. guardate qui :-)
    http://www.gmobile.it

  88. grazie leon buon anno anche a te,
    slevin grazie per averci regalato questo link per capodanno!

  89. come può la foto scattata venire collegata al sensore magnetico e di conseguenza al tipo di auto?

  90. @ danilo: il sensore magnetico, (costituito dalle tre strisce nere annegate nell’asfalto, che tagliano perpendicolarmente la strada poco piu’ avanti del pilone del tutor), non serve a identificare, ma solamente a fare scattare la foto quando la macchina si trova nel punto prestabilito, in cui le telecamere riescono a riprenderne la targa. L’identificazione avviene in base al risultato della foto, quindi tramite il numero di targa.

  91. ciao
    mi piace tantssimo il tokio hotel..
    tvb tanto bene..

  92. ciao kelly,
    forse hai sbagliato articolo per commentare i tokio hotel.
    :)

  93. Airdave, Airdave…tu non ce la conti giusta! Queste tue spasimanti sul forum! ;-)

  94. ehm…
    non c’ero…
    … ah c’ero?
    Allora dormivo!
    si si, dormivo! ;)

  95. vekkio marpione! ;-))

  96. naaaaaaaaaaaaaaaaaa :)

    dai che ti ho fatto pure un regalo esaltando questo post con un banner in ogni pagina! ;)

  97. ma siamo sicuri che questi sistemi elettronici funzionino sempre,sempre e sempre.io di regola vado entro i ilimiti,anche se secondo me bisognerebbe sempre considerare un limite caso per caso o meglio:andare a 180km/h sulla a1 a 4 corsie deserta con una macchina di nuova concezione è una cosa,andare a 120 con una macchina un pò vecchia su un tratto a 2 corsie(ancora esistono,e come)e trafficata è un altro.
    ma se io prendo una multa per eccesso di velocitaà,sia tutor,sia fisso,come posso avere la certezza che sia verò quel che dice una macchina?
    se il tutor funziona con compiuter che elimina le foto di chi và piano,chi mi dice che la mia(che magari ero nei limiti)per una qualsiasi sciocchezza elettronica non resti dentro e mi venga spedita.
    ma vedete quante truffe elettroniche si scoprono(vedi i contatori dell’enel elettronici)(le macchine fotografiche dei semafori poi non ne parliamo)
    io dico che bisogna andar piano,ma di co che le multe van contestate subito e basta.la pattuglia ti deve fermare e ti deve far vedere cosa hai fatto realmente.il fatto che dopo 2 mesi ti arrivi una multa di qualsiasi genere a me non và giù,perchè non mi posso ricordare se quel qualcosa l’ho fatto veramente oppure è un errore di chi mi ha fatto la multa.certe volte i vigili prendono una targa per un’altra e tu vatti a ricordare che 2 mesi fà stavi in quella via piuttosto che in un’altra.
    ci vuole tanta tanta tanta polizia per strada.
    e ti devono contestare tutto subito se no niente

  98. Hai perfettamente ragione.
    Nei paesi civili e democratici, la contestazione avviene immediatamente, per poter consentire il sacrosanto diritto di replica e di difesa.
    Purtroppo, viviamo in una repubblichetta delle banane, sgovernata da un pugno di ducetti incompetenti ed arroganti, ma quel che è peggio, sostenuti elettoralmente da un branco di pecoroni ignoranti e leccac..o.

  99. La contestazione immediata cmq non elimina il problema dell’errore di rilevazione degli strumenti, poiche’ essa avviene, in ogni caso, sulla base delle rilevazioni effettuate da un’apparecchiatura elettronica! L’unico modo per tutelarsi in questo caso e’ rappresentato dal fatto che l’apparecchio rilevatore non sia omologato, perche’ altrimenti come farete a provare che e’ l’apparecchio ad aver sbagliato, e non voi ad andare troppo forte?
    Altra considerazione: con la contestazione immediata non c’s’ scampo, non potrete addebitare i punti ai parenti che non guidano, ne’ agli amici compiacenti all’estero!
    Non dimenticate che ricevere il verbale successivamente, quando ci sono punti di patente in ballo, vi lascia sempre l’asso nella manica di scegliere eventualmente di sborsare 358 euro (mi pare) e di non comunicare alla polstrada i dati del guidatore! il che, in presenza di violazioni che implicano il ritiro immediato della patente (oltre ai -10 punti), non e’ affatto poco! Cmq, che andassero a cagare i tutor, gli autovelox, i fotored e i vigili urbani! ;-)

  100. questo è vero.(premetto che io,grattandomi dove c’è bisogno,non ho ancora mai preso una multa per eccesso di velocità).
    la cosa in generale che non mi và giù è che in questo paese e nel mondo intero,industrializzato e tecnologizzato,le vite delle persone sono in mano ai compiuter.è vero che queti apparecchi sono omologati,ma tu la tua vita la metteresti nelle mani di un compiuter omologato?si.lo sò.è il serprente che mangia la coda.alla fine sbaglia più un uomo che una macchina.
    ma non mi và giù.oramai ci sono telecamere ovunque.per carità,sono utili.ma alla fine a chi non gliene frega della legge,non gliene frega niente neanche delle telecamere(vedi tutti quelli che girano senza patente,assicurazione e tutti i criminali di stò mondo).quindi alla fine tutta stà tecnologia serve perchè cosi se uno di noi che paga le tasse e stà in regola di tutto,appena fà una minima,minima stupidaggine,come andare a 60 in vece che a 50 và a rimpinguare le casse di qualche bravo comune che ha capito che i soldi si posson fare facilmente cosi(perchè anche se uno rispetta le regole,certo non sarà mai perfetto.
    la legge a chi la teme non perdona nulla,ma nulla.ma a chi non la teme la legge perdona tutto e basta girarsi intorno per capirlo.
    p.s.poi c’è chi le leggi se le cambia,perchè quelle poche che ci sono e sono giuste gli fanno scomodo.vedi il commenda appena assolto perchè il falso in bilancio non è più reato e quindi mettiamoci a rubare tutti i soldi degli altri facendo falsi bilanci,tanto a chi gliene frega.ma si dai.
    vabbè,ora stò travisando.
    ma poi dico io…
    io sarò sicuramente stupido e quindi non lo capisco.
    se i limiti sono 130 in autostrada ma perchè si fanno macchine che vanno a 300.ma ci vuol tanto a mettere i limitatori fatti bene che uno non può togliere(premesso che poi tanto in città ti ammazzi anche a 60)però…..
    no.sempre macchine,più grosse,pesanti,potenti,costose,veloci ed inquinanti e vaiiiii…e noi tutti a fare a gare chi ce la più grosso(il suv)tutti con sti suv.ora fanno pure quelli low cost.
    IL SUV LOW COST..basta che è un suv,che poi è fatto in cina con lo sputo non gliene frega niente,basta che è un suv.

    ragazzi ma quando esce il sole qui….che domenica uggiosa.
    cmq è bello stò forum,soprattutto quando uno a prima mattina è già inca perchè la moglie gli ha già sbriciolato i marron glassè(e ci siamo capiti)
    ciao a tutti

  101. caro Gianfri, immagino che i problemi generati da un rapporto di coniugio siano ben maggiori di quelli che puo’ provocare un autovelox! ;-)
    Che alcune pubbliche amministrazioni abusino di strumenti quali fotored e autovelox x motivi di cassa e’ un dato di fatto, cmq e’ anche vero che se non ci fosse alcun controllo, saremmo tutti in balia di guidatori incapaci ma che pretendono di andare a tavoletta, il che non sarebbe un bello scenario. Credo che se i limiti di velocita’ non fossero quasi sempre irrealistici, tutti tenderebbero a rispettarli di piu’. Faccio un esempio: se il limite e’ di 70 km/h, ed io sto procedendo a 80-90, non mi costa nulla adeguarmi, dopotutto e’ un’andatura ragionevole. Il guaio e’ quando trovi rettilinei lunghi chilometri con limite di 40 o 50 km/h, stabiliti magari perche’, come molto spesso avviene, l’ente gestore della strada, invece di fare manutenzione, lascia le buche al loro posto e abbassa il limite.
    Altra cazzata e’ il fatto che il limite di velocita’ viene stabilito tenendo conto delle condizioni meteo e di traffico prevalenti… allora l’articolo del codice della strada che impone a ogni guidatore di essere sempre in grado di arrestare il veicolo in sicurezza, TENUTO CONTO DELLE CONDIZIONI METEO, DI VISIBILITA’ E DI TRAFFICO, che cazzo esiste a fare? Perche’ devo fare la tangenziale alle 4 di mattina a 60 km/h, con fondo stradale asciutto, buona visibilita’ e nessun altro in carreggiata? Questo per me e’ irrealistico!
    Se il limiti fossero piu’ ragionevoli, la gente tenderebbe a rispettarli automaticamente, e soprattutto, come dici tu, si romperebbe molto meno i marrons glaces! ;-)

  102. quel che dici è vero.è vero anche che è cosi dura arrivare alla fine del mese che quando ti fanno una multa ti rode,ma ti rode…sai a cosa penso(premesso sempre che ne ho prese poche)appena mi arriva?a quello che avrei potuto mangiare in un ristorante con quei soldi che stò per pagare.
    buona serata.io vado a lavorare.mi tocca fin domani mattina
    vado a controllare chi corre…ma con l’aereo.vediamo un pò se stanotte qualcuno fà cappellate in aria(che stiam peggio che in strada)

  103. gianfri, sei un controllore di volo? wow! che sono le cappellate in aria?? Saluti!

  104. aerosol a figlia davanti a cartoni effettuato.
    buongiorno.
    il lavoro è finito.mi butto a letto per riprendermi.
    si.sono un c.s.a
    controllo spazio aereo.
    non in torre,in radar.
    chiuso in un angusta sala con tanti radar che ti bruciano la faccia ed il cervello.
    le cappellate in aria?te ne parlerò più dettagliatamente dopo il mio riposo guadagnato.
    sappi solo che chi viaggia in aereo(per fortuna)non può vedere cosa capita.
    senti un pò prima che vado a nanna per un pò…ma che tu sappia quegli autovelox fissi sulle autostrade(quelli classici),come funzionano.cioè:se io vò a 120 e mentre passo davanti all’aut.vel uno mi sorpassa a 150 e fà la foto,vengono tutte e due le macchine.come si stabilisce quale delle due và oltre o se addirittura ci van tutte e due?

  105. ciao leon, ciao gianfri.
    questo interessa anche a me…

  106. considerando che a volte venivano fotografati autobus a 150/160 km/h mi sa che chi sta davanti puo avere anche fregature… e d’altra parte per come funzionano la cosa e’ decisamente semplicistica. Vorrei capire anche con molto traffico come si fa a sapere chi e’ che fa l’infrazione, su una autostrada a 3 corsie o piu anche… bah…

  107. tra l’altro,riguardo gli autovelox fissi c’è da dire una cosa:che non li rispetta nessuno(tranne me)(parlo di quelli sulle autostrade)….e poi mi viene anche un dubbio.io non ho mai visto qualcuno fare manutenzione a questi aut.vel…ma niente,niente sarà come dicono molti,che son finti.no perchè se no questi stan pieni di contestazioni,perchè è assurdo dai

  108. Non ricordo dove ma lessi che nei tratti coperi da Tutor gli autovelox non dovrebbero essere utilizzati, anche perche’ lo stesso Tutor di fatto autorizza brevi picchi over 130 km/h.

    Io spero sia cosi ma cmq non rischio.

  109. allora, sfatiamo subito alcuni miti: dove c’e’ il tutor non si e’ affatto autorizzati a superare i 130 km/h imposti per legge, tant’e’ vero che in quei tratti ci sono anche gli autovelox tradizionali (ad es. sulla A-1 tra Roma e Napoli ce ne sono diversi presso anagni, in entrambi i sensi di marcia). Che poi queste postazioni fisse di autovelox a fotocellula (cd. casottini) non siano funzionanti, come pare che a volte accada, e’ un altro discorso. cmq io per buona norma ci passo sempre davanti viaggiando entro i limiti di velocita’, mi sembra cretino rischiare che proprio quel giorno sia attivo e mi faccia una multa, pur sapendo perfettamente che e’ li! ;-)
    quanto alle cappellate in aria di cui parlava gianfri, sono ansioso di avere notizie… volo spesso su piccoli aerei da turismo ad elica, e vorrei capire se c’entrano qualcosa. ma, se posso chiedertelo, come c.s.a. sei ai radar della difesa aerea, giusto?

  110. non mi hai dato la risposta che volevo però.se si passa con una macchina che ti sta superando cosa avviene?
    tornando al mio lavoro.
    si sono ai radar della dif aerea e non è che ti posso dire molto….insomma sai com’è.qui tutti ci spiano.
    è che ci sono di quegli aerei”soprattutto nazionalità particolari,non le grandi nazioni(diciamo insomma em em)”che non rispettano le regole che gli si impongono…insomma tu gli dici di fare una cosa e quelli ne fanno altre.certe volte non parlano neanche bene l’inglese…..comunque in cielo c’è traffico.tanto e ci vuol poco per fare i disastri.del resto se uno andasse a vedere le statistiche riguardanti situazioni di pericolo ed emrgenze velivolo in volo…però facciamo funzionare tutto bene dai.
    comunque fammi sapere come funzionano sti cassettoni.perchè son curioso di sapere come fanno a fotografare sulle quattro corsie.
    ma hai sentito del fatto dei semafori elettronici?
    ma adesso ci vuole per forza il vigile vicino per far si che siano valide.
    ciao

  111. Il passaggio contemporaneo di piu’ veicoli sulle corsie davanti a un autovelox puo’ forse generare delle false letture degli strumenti; non sono in grado, pero’, di dire se il sistema puo’ rilevare tale anomalia e non scattare la foto, oppure la scatta ugualmente con conseguente rischio che la multa arrivi a chi in realta’ non deve averla. Una risposta certa non so dartela, comunque credo sia improbabile che si ritrovi ad essere multato un innocente, e’ piu’ facile che l’autovelox non riesca a interpretare i troppi segnali che riceve.
    Approfittare dei veicoli piu’ lenti usandoli come schermo e’ una pratica vecchia e consolidata, la usano in molti e non ho mai sentito dire che siano arrivate multe a nessuno. Una considerazione valida x i vecchi autovelox a fotocellule: di solito il veicolo sorpassatore transita davanti all’autovelox quando esso e’ gia’ stato attivato dal veicolo piu’ lento, che in quel momento viene superato: la presenza del veicolo in sorpasso non viene affatto rilevata dai sensori, quindi non vedo come potrebbe partire la multa! Per l’autovelox e’ come se passasse solo l’auto che va piu’ piano e che si trova piu’ vicina ad esso, perche’ non vede quella “schermata”. Ho reso l’idea?

  112. si,ma scusa.per quanto ne sò io un aut.vel.fisso funziona con due fotocellule distanziate tra loro.passi,blocchi una fotocellula,calcola il tempo che arrivi a bloccare l’altra.se è minore di un certo tempo,scatta la foto.
    se io vado a 80kmh e uno mi passa a 135 l’altra fotocellula verrrà bloccata prima che io passi,ma l’avrò azionata io…non sò se riesco a farmi capire.io l’attivo,ma uno che passa insieme a me e mi sorpassa fà si che la mia velocità risulti modificata e quindi scatta la foto e veniamo tutti e due o magari solo io che però copro lui….capito.sò che è difficile,perchè i tempi di blocco fotocellula dovrebbero essere precisissimi..però è possibile.voglio dire che un sistema elettronico deve essere sicuro e questo caso non lo rende affatto.quindi secondo me quei cosi(io comunque ci passo a 130)sono fasulli,a scopo intimidatorio

  113. mi sapete dire come sono questi segnali luminosi che in teoria dicono di rallentare?

  114. @ gianfri: per quanto ne so, la fotocellula scatta quando l’automobile, dopo esservi entrata, esce dal suo campo d’azione. proprio come per i cancelli automatici, i quali restano aperti finche’ un oggetto si interpone davanti al raggio della cellula. comunque nel tuo esempio, ammesso che l’auto che ti supera sia talmente veloce da riuscire ad azionare la seconda fotocellula prima ancora che tu ci arrivi (dovrebbe viaggiare a una velocita’ esagerata), la tua auto non si troverebbe ancora in posizione per essere fotografata, proprio perche’ tu procedi piu’ lentamente (e la foto scatta quando l’auto ha abbondantemente superato il casottino, infatti viene ripresa posteriormente di 3/4).

    @ andre: i segnali luminosi che invitano a rallentare, avvisando che il sistema tutor e’ (presumibilmente) in funzione, sulle autostrade sono gli stessi tabelloni su cui il sistema tutor e’ montato, per intenderci quelli a cavallo dell’autostrada usati per segnalare code, incidenti ed altre informazioni ai viaggiatori, mediante scritte luminose modificabili.
    Ho notato che, inoltre, in alcuni punti vi sono anche dei tradizionali cartelloni metallici a bordo strada, di colore verde con scritte bianche, che avvisano quando si entra in una zona controllata dal tutor (ma non quando ne si esce! che furboni!)

  115. Confermo il fatto che se una macchina mi sorpassa a 150 mentre io sto viaggiando (raramente :-)) entro i 130 la foto viene scattata regolarmente ma è contestabile al 100% poichè non è dimostrabile chi dei due passa il limite. Non è detto che chi è in corsia di sorpasso vada oltre i 130 …. puo’ darsi che il trasgressore mi sorpsassi a destra.

    Per i Tutor c’è stato uno scandalo (se così possiamo definirlo) poichè venivano messi in funzione solo 4 ore al giorno. Quindi di funzionare ….. funzionano! Tutto sta ad essere fortunati. Per il momento non ho mai avuto multe da Tutor ma siccome percorro le autostrade di tutta Italia e ho macchine a noleggio, devo aspettare 150 giorni (per la Stradale) + 150 giorni (della società di autonoleggio). Oltre questi limiti posso stare tranquillo.

    Per rispondere a qualcuno che chiedeva se si può viaggiare a 140 nel tratto Tutor la risposta è si, poichè l’allora ministro non mi ricordo come si chiamava (se il governo cambia ogni giorno non è colpa nostra :-)))) ha pubblicamente detto che il sorpasso è concesso oltre il limite purchè si rispetti la media dei 130 nei tratti controllati da Tutor.

    Per chi dice che si possono fregare i Tutor fermandosi in una piazzola o all’Autogrill ….. beh … a sto punto dico che è meglio andare a 130 perchè non avrebbe senso andare prima a 3000 e poi fermarsi per ristabilire la media.

  116. quel che volevo leggere.grazie matteo.almeno ora sò che la foto te la fanno ma che(come è naturale pensare)è contestabile al 100%……..che poi lo sai perchè ti è successo o perchè lo sai a livello legale?
    cmq grazie,almeno sò che non sono cosi fesso a passarci piano….non che sia fesso chi và piano,poichè io per primo vado piano,però certe volte l’accelleratore scappa a tutti.
    ciao

  117. Attenzione pero’!! Nei tratti sottoposti al tutor si puo’ superare il limite dei 130 km/h per effettuare i sorpassi, ma dopo bisogna rallentare al di sotto del limite per ristabilire la media!! Come vedete la fregatura c’e’ sempre! Quindi, se tenete i 136 km/h spaccati (130 + il 5% di tolleranza concessi dalla legge, corrispondenti grossomodo ai 140 di tachimetro dell’auto) ed effettuate dei sorpassi accelerando ulteriormente, dovete avere cura di rallentare per un po’ prima del successivo pilone del tutor, altrimenti la media risultera’ oltre il limite ed il verbale, se il tutor e’ in funzione, e’ garantito!!
    La logica e’ esattamente la stessa per cui potete fermarvi in autogrill per un’ora e poi riprendere la marcia a 250 km/h (fino al successivo pilone, s’intende!) senza essere multati! A questo proposito, una precisazione: corre voce che alcuni piloni del tutor (se non tutti) oltre a calcolare la media, funzionino anche come autovelox istantanei, quindi, nel dubbio, sempre meglio rallentare entro i limiti prima di passarci sotto! Tanto poi dovete cmq rallentare x via della media…meglio farlo prima dei piloni, dunque!!

  118. Io è più di un anno che inserisco il cruise control ( o comunque azzero la media del computer di bordo) e sto attento che rimanga fissa sui 149 km orari. Mi avevano detto che i Tutor sono tarati a 150km orari e non a 130km perchè altrimenti ci sarebbero davvero troppe multe. Ci ho provato anch’io e devo dire che viaggio molto, ho attraversato moltissimi tratti autostradali con tutor, il tutto sempre con media oraria 149km e non mi è arrivata mai una multa.

  119. @ wolf_73: per quanto ne so, il tutor e’ tarato sui 130 km/h, che, sommati al 5% di tolleranza previsto dalla legge, arrivano a 136 km/h effettivi. Tieni anche conto del fatto che il tachimetro montato in automobile ha uno scarto per eccesso di circa 10 km/h.
    comunque, a mio giudizio, non vale la pena di rischiare una multa per pochi km in piu’ di velocita! Ad ogni modo, sarebbe interessante sapere se qualcuno e’ stato multato dal tutor per eccesso di velocita’ entro i 10 km/h in piu’…di multati tra i 10 e i 40 ce ne sono anche qui sul forum, ma entro i 10 non mi pare! In tal modo, potremmo verificare la tua ipotesi, wolf! Quindi…scriveteci numerosi! ;-)

  120. Interessante, ma se vi venisse a sapere sarebbe la solita barzelletta italiana.

  121. A proposito di barzellette, qualche giorno fa un conoscente mi ha detto che ha avuto un colloquio con un agente della polstrada suo amico. Secondo l’agente, il tutor non e’ in grado di rilevare le vetture che transitano sui sensori stando a cavallo tra due corsie (non ho capito se cio’ dipenderebbe dalla mancata rilevazione del veicolo, ovvero dall’attivazione contemporanea di due fotocamere, che provocherebbe conflitti e tilt nel sistema). Il mio conoscente afferma di usare questa tecnica gia’ da tempo, e di non aver mai ricevuto un verbale; io pero’ ho obiettato che, siccome il tutor non e’ sempre attivo, e pare venga acceso solo per alcune ore al giorno, potrebbe anche aver avuto semplicemente fortuna a non essere beccato. inutile dire che se questa storia si rivelasse vera, avremmo risolto tutti i nostri problemi (relativi al tutor, s’intende!), pertanto qualunque notizia in merito sara’ estremamente gradita. In mancanza, saremmo al solito punto: chi fa la prova? ;-)

  122. Secondo me non e’ credibile e il tuo amico e’ stato solo fortunato, come tu dici. Molto sostengono che sia acceso solo di notte perche’ di notte essendo libero il campo vanno tutti piu veloce. Potrebbe avere senso ma sono supposizioni.

    Per cui credo il tuo amico sia molto fortunato e che l’agente, semplicemente, e’ un po male informato o ha creduto a qualche voce di corridoio (non sarebbe la prima volta, e parlo per esempio di alcuni ferrovieri con i palmari, e’ normale che sia cosi). Il motivo? semplice, anzitutto il sensore che fotografa la targa non ha 10gradi di spazio, altrimenti non ne mettevano 3 ma ne mettevano 5; ancora, se anche due telecamere prendessero 2 targhe uguali ne scarterebbero una, di sicuo non ci sarebbero problemi informatici in questo passo.

    Da informatico, posso assicurare, sarebbe il minimo delle forme di protezione di un algoritmo come il tutor (es: escludere targhe uguali registrate a un asecondo una dall’altra, e cosi via).

    Insomma secondo me non e’ fesso il sistema, semplicemente e’ fesso chi lo spenge. MA si sa noi Italiani dobbiamo far ridere il mondo ;-)

  123. chi come vittima come me é stato vittima del Tutor come me sull’A1 nei pressi di Caserta sa darmi una dritta cme improntare ricorso.mi sembra che di aver letto nei post che Raffaele ne hai vinti 2 in che modo?anticipatamente ringrazio

  124. @ nicloz: in effetti questa storia non convince molto neppure me, anche se chi me l’ha raccontata insisteva veementemente nel dire che tale trucco gli era stato suggerito direttamente da un amico della polstrada, che si occupa proprio di queste cose. Che dire? magari fosse cosi! aspettiamo di saperne di piu’.

    @ giga: raffaele ha ricevuto 3 o 4 verbali, e non sappiamo se alla fine abbia fatto ricorso, ne’ quale ne sia stato l’eventuale esito. Per impostare il ricorso occorre un valido motivo, altrimenti il Giudice di pace non lo accogliera’. Sconsiglio di ricorrere direttamente al prefetto, poiche’ le possibilita’ di vittoria in quella sede sono davvero scarsissime.
    Bisogna studiare il verbale: per prima cosa, verificare se la notifica e’ avvenuta in tempo utile, cioe’ entro e non oltre 150 giorni dall’infrazione (il dies a quo, ossia il giorno stesso in cui l’infrazione e’ commessa, non si calcola, quindi si conta a partire dal giorno successivo).
    Se sono trascorsi piu’ di 150 giorni, siete fortunati: potete ricorrere per intervenuta prescrizione, e ottenere cosi l’annullamento del verbale. Altri elementi da valutare sono: la validita’ dell’omologazione dell’apparecchio usato per rilevare l’infrazione; la sussistenza dell’autorizzazione prefettizia per l’utilizzo dell’autovelox nel tratto di strada in questione; la presenza del cartello che avvisa i guidatori del controllo autovelox. Ricordatevi sempre di chiedere, nel ricorso, anche la provvisoria sospensione dal pagamento della sanzione!

  125. di quanto sopra detto circa i termini della notifica della contravvenzione ed gli altri elementi che posso portare annullamento ne ero a conoscenza.il mio problema e relativo al sistema “Tutor”,infatti,letta la contravvenzione sembra che non ci siano elementi a cui potersi appellare,infatti, se non ero viene indicato tutto.Qualcuno sa dirmi se ha prodotto rirorso nella mia stessa fattispecie, ma soprattutto so cosa e ricorso?

  126. Il tutor emette verbali teoricamente completi e difficilmente impugnabili, infatti anche il sito autovelox-KO, che indica come ricorrere contro ogni tipo di verbale, non si occupa espressamente di multe fatte col tutor. A mio modesto parere, i rimedi possibili sono due: 1) farsi rilasciare, il giorno stesso dell’infrazione, un certificato medico che attesti un’avvenuta visita specialistica d’urgenza, per recarsi alla quale si sono dovuti superare i limiti. Cio’ implica una premeditazione e preorganizzazione, e il verbale sara’ impugnato in base al principio generale che consente di infrangere la legge, qualora cio’ sia necessario per tutelare un altro diritto, quale il diritto alla salute, ritenuto prevalente rispetto alla violazione commessa.
    2) se la violazione comporta decurtazione di parecchi punti e/o sospensione della patente, si puo’ scegliere di non indicare chi era alla guida del veicolo. In tal modo si paghera’ il verbale, oltre all’ulteriore sanzione per non aver comunicato i dati richiesti (circa 358 euro, se non erro), ma si salveranno i punti e la patente, perchè non verra’ accertato chi ha commesso l’infrazione. Le sanzioni saranno infatti pagate in qualita’ di mero intestatario del veicolo, responsabile solidale del conducente.

  127. per leon
    ho ricevuto alcuni giorni fa la notifica di una multa per eccesso di velocità nel tratto forlì cesena rilevato con il tutor, se dovessi riceverne altre nella stessa giornata per tratti diversi ma facenti parte della stessa autostrada, perchè dovrei pagarli tutti? anche se il reato è continuativo io posso non essermene accorto e non essendoci stata alcuna contestazione immediata della prima infrazione non c’è nemmeno l’effetto deterrente della stessa.

  128. @ lisca:
    spiacente ma non e’ come dici tu. Il sistema tutor emette tanti verbali quante sono le infrazioni rilevate, ed essendo esse relative a tratti stradali diversi, sono tutte valide. Proprio come se prendessi due multe da autovelox tradizionale a pochi km l’una dall’altra: sarebbero entrambe valide, poiche’ la violazione dei limiti di velocita’ puo’ essere accertata in qualunque momento essa sussista. Purtroppo il tutor e’ stato creato proprio per questo scopo! Comunque, vedi anche quanto riportato nei messaggi n. 27, 33 e 54 qui sopra nel forum. In bocca al lupo, e speriamo non te ne arrivino altre!

  129. leon
    ho capito perfettamente il principio giuridico del provvedimento e non ho dubbi che sia così, ma da un punto di vista logico non ha senso, faccio un esempio:
    se parcheggio in uno spazio regolamentato da disco orario e non me ne accorgo e al ritorno trovo una multa sul parabrezza difficilmente, se vado a parcheggiare in un’altra via nella stessa giornata non ci sto attento, quindi pur rimanendo valido quello che tu dici penso che si possano trovare elementi per imbastire ricorsi di questo genere, anche se c’è una norma che dice che per più infrazioni dello stesso tipo nello stesso arco di tempo il numero massimo di punti sottraibili è 15

  130. Se parcheggi senza esporre il titolo di pagamento, oppure in divieto di sosta, ti faranno una multa ogni 24h, ed il numero complessivo dei verbali dipendera’ dal tempo di permanenza dell’auto in quello stesso luogo. Se pero’ ti sposti e prendi altri verbali in luoghi diversi nello stesso giorno, essi saranno tutti validi e dovrai (teoricamente) pagarli tutti!
    Con l’autovelox , tutor o meno che sia, vale la stessa regola, per cui sono validi tutti i verbali emessi, tranne eventuali (ed improbabili) “doppioni” (es. ti arrivano 2 verbali relativi ad una sola infrazione). Quanto al limite dei 15 punti di cui parli, ti conviene verificare: personalmente, mi pareva di ricordare che tale limite sussiste con riferimento ad ogni contestazione (es. guida senza cintura + telefonino + fari spenti + sorpasso pericoloso = forfait di 15 punti), ma non mi sembra che sia anche una sorta di “massimale” giornaliero dei punti decurtabili. Pero’ potrei sbagliare, e la normativa potrebbe essere mutata di nuovo (il mio codice della strada del 2005 gia’ risulta obsoleto!) quindi controlla bene!!

  131. leon
    forse non sono riuscito a spiegarmi, la differenza tra la multa lasciata sul parabrezza ed il tutor od autovelox senza contestazione immediata è che non hai l’effetto deterrente della contestazione, cioè in parole povere quello che non mi va giù è che se io intraprendo un viaggio posso anche superare i limiti senza accorgermene ma se non mi viene contestato subito c’è il pericolo che possa reiterare nell’infrazione lungo tutta l’arteria, e l’efficacia della prevenzione che poteva aversi con una contestazione immediata viene schiacciata dall’effetto della sanzione anzi di più sanzioni per la stessa infrazione

  132. Ammetto di aver sbagliato. Ed è anche giusto che chi sbaglia…paghi (Magari valesse per TUTTI…!!).
    A1 Napoli/Roma direz. Roma Km. 736,6 / 721,5 : ore 19,11
    A1 Napoli/Roma direz. Roma Km. 671,3 / 661,8 : ore 19,32
    A1 Napoli/Roma direz. Roma Km. 625,5 / 605,8 : ore 19,51
    A1 Napoli/Roma direz. Roma Km. 596,0 / 589,2 : ore 19,57

    Ho qualche speranza? Quattro multe per lo stesso motivo in 46 minuti, pur avendo sbagliato è possibile contestarle per qualche valida ragione??

    Ma se allora il Tutor viene tarato per UNO scatto al SECONDO…. possono farmi/farci 60 MULTE PER LO STESSO MOTIVO IN UN MINUTO?????
    Mi dite la Vostra.Grazie

  133. x Marcello
    vedi il disposto dell’art. 8 della legge 689 del 1981.

  134. Lisca, ignorantia legis non excusat! Quindi, se non ti rendi conto di commettere una violazione, tanto peggio per te! Ciascuno e’ responsabile per le proprie azioni, e l’effetto deterrente e’ costituito dai cartelli che avvisano della presenza di autovelox, nonche’, per il futuro, dai verbali che ti stanno (purtroppo) notificando.

    Cmq Edu ha ragione, vi riporto integralmente il contenuto dell’art. 198 del Codice della Strada:
    “Art. 198.
    Più violazioni di norme che prevedono sanzioni amministrative pecuniarie:
    1. Salvo che sia diversamente stabilito dalla legge, chi con una azione od omissione viola diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative pecuniarie, o commette più violazioni della stessa disposizione, soggiace alla sanzione prevista per la violazione più grave aumentata fino al triplo.
    2. In deroga a quanto disposto nel comma 1, nell’àmbito delle aree pedonali urbane e nelle zone a traffico limitato, il trasgressore ai divieti di accesso e agli altri singoli obblighi e divieti o limitazioni soggiace alle sanzioni previste per ogni singola violazione.”

    Bisogna solo vedere se si puo’ considerare il violare la velocita’ come un’azione unica, e non come una serie di azioni autonome!

  135. x Leon
    si, se le violazioni sono ravvicinate temporalmente e violano la stessa disposizione (es. art. 142 CdS).
    x Marcello
    Hai quasi eguagliato un mio conoscente. Anche se lui ha fatto meglio, 4 violazioni in 43 Km percorsi e in 18 minuti di tempo tra la prima e l’ultima.

  136. ho discusso della questione dell’art 198 c.d.s. con un amico magistrato, e siamo addivenuti alla conclusione che il giudice di pace, dovendo applicare tale norma, probabilmente finirebbe per fare un casino pazzesco! inoltre, a seconda dei casi specifici, si potrebbe anche rischiare di avere una sanzione peggiore…infatti la sanzione (che a detta di un mio collega con esperienza nel settore, in tali casi e’ calcolata nella meta’ del massimo edittale, e non nel minimo!) e’ triplicata, chissa’ se lo sarebbero anche i punti di patente… studiero’ la questione piu’ approfonditamente e, giurisprudenza alla mano, scrivero’ qui sul forum le conclusioni della ricerca. intanto, se dovete ricorrere, andateci cauti!

  137. ciao Leon
    approfitto della tua cultura giuridica per sapere se per il tutor, come per l’autovelox o fotored si può chiedere la prova fotografica, immagino che sarebbe costituita da due fotogrammi scattati da postazioni diverse dove è impressa l’ora e da cui viene calcolata la velocità media, premetto che non ho intenzione di fare ricorso, mi piacerebbe sapere perchè il tutor viene considerato infallibile a differenza dell’autovelox odi altre apparecchiature simili? chi può garantire che l’orologio associato alla prima o seconda fotocamera sia preciso o perlomeno sincronizzato a quello delle altre postazioni? capisco che è come spaccare il capello in quattro, ma il principio giuridico che contesta ogni apprato di questo tipo dovrebbe valere per tutti i tipi di misurazioni siano esse di tempo o di velocità

  138. premesso che non voglio fare ricorso,chiedo se qualcuno mi sa dire se con il tutor si può chiedere la prova fotografica come per il fotored o autovelox ed in cosa consiste? due foto scattate nei due passaggi sotto i pannelli?

  139. @ lisca:
    credo che sicuramente tu possa chiedere l’esibizione delle foto scattate sotto ai piloni con relative stampe dei dati di velocita’, tempo di percorrenza, media ecc ecc. Non so pero’ se per visionare tali foto occorra inserire la richiesta nel ricorso al giudice di pace (come di regola si usa fare), ovvero si possa richiederle (ed ottenerle) anche rivolgendosi direttamente alla polstrada. Prova a telefonare alla polstrada di una delle localita’ in cui e’ stato emesso il verbale, e vedi cosa ti dicono. In bocca al lupo! Poi facci sapere!

  140. sapete cosa mi viene in mente?
    e se per ogni multa di superamento velocità si facesse causa alle ditte costruttrici?
    nel senso:ogni macchinario deve avere delle precise specifiche dettate dalle leggi.
    i tachimetri delle automobili dovrebbero essere tarati in maniera giusta.
    tipo le bilance dei mercati.
    esiste proprio l’ufficio tarature,no?
    se io vado a 150 ed il mio tachimetro segna 120(lo manometto astutamente)chi potrà mai dire che in effetti io non ero nel giusto ma son stato portato in inganno dal tachimetro non giustamente tarato?
    le case automobilistiche non prevedono delle tarature dei tachimetri nei tagliandi quindi che ne pensate di questa nuova frontiera per i ricorsi?

  141. @ gianfri:
    credo che la multa ricadrebbe comunque sul proprietario del veicolo: e’ infatti a quest’ultimo che spetta l’onere della manutenzione del proprio veicolo! Se si fulmina un faro o qualcuno ti rompe un fanalino, e’ sempre a te che fanno il verbale, mica alla casa costruttrice! Anzi, proprio per evitare queste situazioni, le case automobilistiche tarano i tachimetri per eccesso, cioe’ tutti i tachimetri segnano una velocita’ leggermente piu’ alta di quella reale (se hai un navigatore gps, puoi constatarlo di persona), solitamente di circa 8 o 9 km/h.

  142. sono un conducente di pullman turistici tramite l’azienda mi è arrivata una multa di 296 euro +5 ounti perchè nel tratto cavenago brianza e trezzano rosa sulla autostrada a4 torino trieste sarei andato alla folle velocità di 103km/h considerato che non viene specificato il limite sul verbale ma solo che avrei superato di oltre 10 ed inferiore a 40 km/h considerato che il limite per i pullman in autostrada è di 100km/h non capisco come fa il tutor a calcolare la media della velocità da me percorsa su un tratto di autostrada quando avrei superato il limite di 3 km/h quindi ammessa l’infrazione avrei superato solo di 3 km/h quindi multa ridotta e senza punti premetto che i pullman hanno un limitatore di velocità tarato a 100km/h da organi autorizzati dallo stato anche volendo non si può andare di più e poi considerare la tolleranza del 5%. sapete se posso fare ricorso ed indicarmi a qulche avvocato o associazione abito a milano grazie ciao

  143. ragazzi, buona pasqua a tutti! Che dall’uovo possa uscire, quale (gradita) sorpresa, la notizia che il maltempo ha abbattuto tutti i piloni del tutor! ;-)

    @ salvo: il verbale dovrebbe riportare il limite di velocita’ violato, se non ricordo male; comunque penso che se hai superato di oltre 10 km/h i limiti, probabilmente nel tratto in cui sei stato multato vigeva un limite di velocita’ piu’ basso del normale (magari era una zona di cantieri?).
    Ma la multa te l’ha fatta il tutor o l’autovelox tradizionale? Altra ipotesi potrebbe essere che si tratta di un errore del sistema, e in tal caso puoi fare ricorso per ottenere senz’altro l’annullamento del verbale.

  144. Ciao, ero interessato a quel sistemino made in usa che ribalta la targa..ma ho fatto alcune ricerche con le parole chiave riportate sopra, ma purtroppo non sono riuscito a trovare niente. Qualcuno l’ha troveto?? se si, sapete dirmi il sito preciso? o qualcosa di più preciso da cercare??

  145. Allora ragazzi, è la quarta volta che mi trovo a percorrere la A24 nelle ultime due settimane, e la situazione è diventata insostenibile. Ho rischiato più di una volta di morire nel vero senso della parola, colpi di sonno, distrazioni, telefonino ecc. Quando imposto il cruise a 130,faccio di tutto tranne che pensare a guidare, ma veramente di tutto come lucidare il cruscotto e gli specchietti…. Si , lo so per molti sarò un incoscente ma su alcune strade 130 è veramente troppo poco!
    Ho pensato così ad alcuni escamotage, facendo una ricerchina su internet e utilizzando un po di conoscenza mi sono convinto che nessuna postazione è simile all’altra.Infatti sull’A24 non c’è nulla che ti vieta di passare sulla corsia d’emergenza e non vi è nemmeno la telecamera su quest’ultima. Quindi, senza manovre eccessivamente brusche si potrebbe,una volta visto il cartello di segnalazione tutor, accostarsi lentamente sulla destra occupando “dolcemente” la corsia d’emergenza (con addirittura le 4 frecce,voglio rovinarmi!)per il solo tratto del pilone, 200metri prima e 200 metri dopo, per poi proseguire il viaggio senza troppi patemi d’animo fino alla postazione successiva!
    O altrimenti ho pensato ad una seconda opzione leggermente più pericolosa:
    Attendere il passaggio di un tir abbastanza alto(in autostrada non aspetti mai più di 2 minuti…) e posizionarcisi davanti a breve distanza di modo da farsi impallare dal rimorchio di quest’ultimo!
    Ragazzi lo so , sono malato ma l’idea che entro poco copriranno tutta la rete autostradale mi fa sentire male! Dobbiamo trovare un modo! Continuiamo a condividere ogni minima informazione che ci arriva a riguardo e sono sicuro che alla fine troveremo un difetto!
    Ad esempio, non so che tipo di fotocellule siano ma ,ad esempio ,so con estrema certezza che una lampada a ioduri metallici abbastanza potente, produce delle radiazioni per circa tre metri di diametro che evitano alle comuni macchinette fotografiche di mettere a fuoco o comunque le foto vengono molto rovinate!

  146. da info certe il tutor non è sempre acceso e, soprattutto è certo che il meccanismo entra in funzione solo se al passaggio sotto al pilone la velocità è superiore ai limiti, in pratica l’attivazione avviene al 1°passaggio come un normale autovelox e una volta fotografato vieni seguito fino al secondo passaggio con la seconda foto ed il calcolo della velocità media, quindi basta diminuire la velocità passando sotto i piloni

  147. leggete un po’ questa notizia dal sito di un’associazione di comandanti di polizia municipale
    http://www.ancupm.it:80/public/lenews.php?id=1303

  148. Beh…informiamoci subito su questo laser….
    Comunque mi spiace contraddirti ma anch’io pensavo che se passi sotto i piloni a bassa velocità non succede nulla…..Fino all’arrivo di qualche verbale…. Assolutamente falso, ho provato a passare anche a 40 all’ora…. Fortunatamente c’è il salvapunti e con 250€ a volta me la sto cavando(considerato che all’autoscuola 6 punti costano 300€) ma ora basta! Mi hanno spennato!!!!

  149. volevo chiedere se uno viene fotografato piu volte da differenti autovelox in tratti diversi nell’arco di poche ore deve pagare tutti i differenti verbali?

  150. lisca la logica è quella della media, che passi sotto i piloni a 10 all’ora o a 180 non cambia nulla.
    Io cerco di monitorare tra un pilone e l’altro azzerando la velocità media del computer di bordo a ogni passaggio. La stessa cosa la fa in automatico qualche applicazione per i navigatori.
    Per ora multe non ne ho prese..ma comunque il dubbio che si possa fare ricorso ce l’ho perchè assolutamente l’automobilista NON è in grado di controllare nulla relativamente al verbale che gli viene comminato….che ne so se il tutor in quel tratto è tarato sulla media di tre diversi limiti (10 km a 90…..5 a 130…..10 a 110 …) ? o se con la pioggia la velocità massima è calcolata a 110 ?? …..troppo troppo aleatorio e niente che spieghi niente.

  151. caro robolo il tuo ragionamento sarebbe giusto solo se esistesse un sistema in grado di monitorare contemporaneamente, in automatico, tutti i veicoli che passano tra un pilone (inizio della tratta da osservare) e l’altro (fine della tratta), calcolando la media tra i due passaggi, vorrebbe dire un cervellone che monitora e fotografa migliaia di veicoli all’ora, praticamemnte impossibile!!! è più facile che avvenga quando c’è meno traffico, sarebbe bello sapere dai partecipanti al forum quando hanno preso la multa, a me è capitato di domenica pomeriggio direzione sud, con traffico quasi inesistente

  152. Cari amici, le risposte a molti quesiti le trovate nei precedenti messaggi di questo forum. Detto cio’, ho fatto un ricorso contro un verbale elevato a mezzo tutor per conto di un amico…vi terro’ informati su come andara’ a finire!
    Considerazione importante: avete letto sui giornali del tizio fermato con la Porsche a 270 km/h di media? Questo significa che sui lunghi tratti, anche se coprite la targa, possono fare intervenire una pattuglia e bloccarvi, con contestazione immediata….quindi attenzione!!!

  153. anche io ho beccato 2 multe nello stesso giorno per colpa dei tutor, ma non mi hanno inviato la foto ……… ho ricevuto solo i verbali!! E’ corretto o dovevo ricevere anche la foto?

  154. @ Lorenzo:
    la foto non la allegano al verbale, ma devono esibirla qualora si costituiscano innanzi al giudice di pace, in caso di ricorso, sempre che il ricorrente ne faccia espressa richiesta. Non so se siano esaminabili al di fuori da questa ipotesi…prova a contattare la polstrada che ha elevato il tuo verbale e domanda a loro! ;-)

  155. Dalla lettura di tutti i post sono arrivato a queste conclusioni:

    1- Il tutor non funziona come autovelox istantaneo. Infatti sebbene ci siano 3 strisce magnetiche ritengo che servi solo per attivare lo scatto della foto e rilevare le dimensioni del mezzo di trasporto. Inoltre, e in questo blog ci sono molti avvocati che possono dire di più, mi si dovrebbe indicare che funziona anche da autovelox invece il cartello dice solo “rilevamento velocità media”

    2- Tutti quelli che hanno scritto parlano di aver preso verbali dal tutor ma la velocità che segnalano è di gran lunga superiore ai 136 km/h. Vedi marcello che parla di 180km/h

    3- Sempre nel msg di Marcello del 13.3.08 si legge chiaramente che c’e’ il pilone di ingresso e quello di uscita, altrimenti avrebbe preso multe anche per i tratti intermedi.

    Che ne pensate?

  156. @Lisca
    in effetti è probabile che il sistema non sia in grado di gestire tutti i passaggi nei momenti di traffico elevato.
    Questo però, se rifletti, è solo a riprova dell’enorme quantità di NON-informazioni che noi utenti abbiamo su questi apparati.
    Voglio ripetermi : a differenza degli autovelox, infrared, sistemi di rilevamento semaforici, il TUTOR NON E’ in nessun modo verificabile da parte nostra…e soprattutto ci sono talmente tante incognite che anche richiedendo in fase di contestazione foto…verifiche….prove….è sul funzionamento che si possono avanzare fin troppi interrogativi
    Qualcuno ha mai trovato o ottenuto informazioni da fonti “ufficiali” ?

    è tutto un grande buco nero…..a proposito, Marcello io la Napoli Roma la percorro spesso e sono certo che le prime volte a tutor già attivo la media l’ho fatta saltare di parecchio su diversi tratti, mi riferisco al periodo Giugno – Luglio 07. I verbali mi sarebbero già arrivati quindi me la sono scampata….ma secondo che logica ?? Caserta – Roma Est in 75 minuti….sono se ricordo bene 175 km (è il calcolo del mio navigatore quando inserisco il percorso)
    Questo per me avvalora la possibilità che NON siano sempre attivi. Per il mio lavoro mi cucco quasi 70.000 km all’anno e molti sono autostradali tutti su tratti controllati..sarei già senza patente da un bel pezzo !

  157. Un amico per il quale ho scritto un ricorso ha avuto una multa col tutor, tra caserta nord e capua, in direzione nord, alla velocita’ di 158 km/h… vi faro’ sapere l’esito del ricorso…tra qualche mese! abbiate pazienza! ;-)

  158. Pingback: Alessandro "jekil" Tanasi blog

  159. Ciao, è da un po’ che non vengo…

    1) Chi prende più verbali nello stesso tratto credo e ritengo possa dichiarare di aver SEMPRE tenuto una velocità superiore ai 130 kmh, di fatto dichiarandosi colpevole di UNA infrazione reiterata, insomma la STESSA violazione. Quindi si assoggetta a pagarne UNA (e perdere i punti, di UNA infrazione). [ovvio che il GdP deve avere l’occhietto buono, se è uno che odia la velocità ti stanga lo stesso]

    2) Il tutor legge TUTTE le targhe che vuole, qualsiasi sia la densità del traffico, questo lo dò per CERTO, avendo visto, presso un’azienda, una roba simile: una telecamera, messa per prova, ed io ero lì vicino al PC che registrava le targhe. Non si scappa: è velocissimo a registrarle.

    3) Autovelox: perfettamente possibile che uno faccia scattare una cellula e uno che lo supera faccia scattare la seconda. E’ già successo. E una foto con due macchine inquadrate… secondo me può essere contestata, io non ho mai provato, non avendo in effetti MAI ricevuto una foto in cui non ci fossi solo io.

    Poi se vogliamo fondare un movimento antitutor, ditemelo, che io faccio il presidente :))

  160. Ok, io ci sto! RdT for president…io faro’ il direttore operativo!! ;-)

  161. Salve a tutti, ho ricevuto negli ultimi 15 gg. la bellezza di tre verbali per infrazione rilevata con i famigerti tutor.
    Ho dei quesiti da porre, spero che qualcuno mi rispnda:
    1) l’infrazione viene rilevata ad una determinata ora, che chiamo X, però non viene menzionato il mio passaggio sull’ora Y, ovvero il passaggio sotto la prima rilevazione, quindi non ho la possibilità di riscontrare se effettivamente ho percorso quel tratto autostradale in un arco di tempo per cui la media oraria sia superiore ai 130 km/h. Pottebbero esserci i presupposti per fare ricorso.
    2) Come fa la polizia stradale o la società autostrade, a verificare l’effettiva distanza tra due punti di rilevazione? anche se sono sfalsati di 200 m. cambiano tutti i numeri della formula per il calcolo della media oraria

    Attendo Vs. risposte in merito

  162. Caro CdP, è tuo diritto conoscere l’ora e vedere pure la foto dei tuoi DUE passaggi, all’ingresso del tratto ed all’uscita.

    200 metri in più od in meno.. non cambiano nulla.perchè parliamo di tratti di una diecina di km, quindi 10 km in 5 min sono 120 kmh, 10 km e 200 m in 5 minuti sono 122,4 kmh

    certo sarebbe divertente andarci VERAMENTE con la rotella, o misurare metro per metro con google earth e poi contestarle… magari sono stati fessi…

    ———————–
    News:

    1) I tutor misurano sempre UN tratto a coppie, ma un portale che fa da uscita per un tratto può fare anche da ingresso per il tratto successivo, quindi, per capirci, tre portali successivi possono misurare due tratti così:
    A—-TRATTO1—-B—–TRATTO2—–C

    2) La camera può fare 6 foto leggibili di una macchina a 250 KMH

    3) La camera ha vari filtri [sole , buio o altro in generale non si scappa: ti becca]

    4) La camera scatta quando la perturbazione del campo magnetico delle spire termina, quindi quando la macchina è uscita dalle spire.

    Informazioni su cui non ho dubbi, poichè la fonte è un mio collega progettista che ha collaborato con Autostrade, proprio sui tutor.

    Ciao a tutti.
    RdT – Presidente del comitato antitutor :))

  163. caro predisente RdT, perche’ dal tuo amico progettista non ti fai dare qualche bella dritta su come ingannare il sistema? Ad esempio per via elettromagnetica, o magari infrarossa? ;-)

  164. Da quanto ne so, se si punta un illuminatore ad infrarossi sulla telecamera del Sicve, dovrebbe rimanere “abbagliata”.
    Le distanze tra le postazioni sono rilevate dai normali segnali kilometrici lungo l’autostrada. Ho misurato col GPS un tratto di circa 19 km. e ho trovato uno scarto di circa 250 mt., quindi ininfluente.
    Ho avuto due verbali lo stesso giorno a pochi minuti di distanza da postazioni quasi consecutive:
    tratto A-B: verbale
    tratto B-C: nulla
    tratto C-D: verbale (con velocità media quasi identica al tratto A-B).
    Sono certo di avere mantenuto pressoché la stessa velocità per tutto il tratto A-D, quindi ciò significa che, pur essendo le postazioni B e C funzionanti, probabilmente il software o l’operatore di polizia scartano il tratto centrale per “suddividere” l’azione illecita del conducente e poter effettuare due contestazioni separate.

  165. posso sapere se mi ha fotografato?

  166. @leon…

    ci ho provato, ma è un anti velocista, mi ha detto che il modo per fregare il tutor è andare piano…

    Ad ogni modo la via infrarossa mi pare poco percorribile, visto che la camera scatta più foto, con diversi filtri…

    Bisognerebbe fare prove serie.

    La via elettromagnetica…. invece… qualcuno conosce la variazione del campo magnetico di una induttanza??

    Anche la via meccanica è un problema… ho idea che se il tutor non legge la targa possa mandare un allarme, e non ci scordiamo che tutte le foto sono guardate da uomini, in carne ed ossa, e con la divisa…

  167. infatti il problema del coprire la targa e’ che 1) e’ un reato, e non ne vale la pena; 2) si rischia di far intervenire una pattuglia, e allora sono caxxi amari! ;-)
    si potrebbe ovviare coprendo la targa con dei numeri inventati, il che pero’ e’ sempre un reato, e vale quanto detto al punto 1. poi credo che al superamento di determinate velocita’ l’intervento della pattuglia avvenga a prescindere (hanno fermato uno che andava sulla A-1 a 270 km/h). L’infrarosso potrebbe abbagliare la fotocamera di notte, quando usa solo tale luce per la lettura della targa. di giorno probabilmente non funzionerebbe. ingrandire il campo magnetico invece potrebbe far scattare il sensore in ritardo, quindi quando la macchina si e’ allontanata quanto basta per non far riprendere la targa…come si puo’ fare??

  168. faccio tutti i giorni caserta nord cassino, e’ viceversa velocita’ media 180km/h pero’ sotto i piloni rallento a 100km/h passando a cavallo delle strisce sono 2mesi ke lo faccio x ora ancora nessuna multa,ma nn so se arrivera’ in seguito.

  169. Caro 500, anche io facevo la stessa cosa, passando a cavallo delle strisce, mi è andata bene fino al mese di marzo, dopodichè ho beccato tre verbali, e come me altri tre colleghi.
    in questi giorni stanno arrivando i verbali di fine marzo 2008, quindi per essere certi di averla fatta franca devi aspettare circa 1 mese e 10-15 giorni.
    Comunque quello che mi fa rosicare, è che ci sono puzzette di autovetture, panda e così via, che sfrecciano e mi superano puntualmente quando viaggio a 130 Km/h.
    Lo stato pensa di risolvere il problema degli incidenti punendo la velocità, che potrebbe anche essere una cosa giusta, però dovrebbero variare i limiti per fascie di autovetture, infatti quello che non ha senso è che ci sono autovetture che quando vanno a 130 Km/h sono delle mine vacanti, mentre altre vetture a quella velocità è come se stessero ferme, del resto se qualcuno legge riviste di auto, nelle pagine dedicate alle prove su strada, sa perfettamente che ci sono auto che da 100km/h a 0 km/h si fermano in meno di 40 Mt, mentre altre autovetture, SUV compresi, per fermarsi da 100 Km/h a 0 Km/h impiegato più di quaranta metri. Cosa accadrebbe in caso di blocco improvviso visto che la distanza di sicurezza tra due auto non è mai rispettata?
    Poi sempre la polizia stradale, per controllare la velocità, non si preoccupa di far rispettare il codice della strada su autostrade a tre o quattro corsie, eppure lo stesso CdS dice che chi viaggia sulla corsia centrale quando quella di Dx è libera commette un’infrazione da quattro punti patente. Del resto il pericolo maggiore che riscontro quando viaggio in autostrada, è quello di vedersi piantata qualche auto davanti a velocità ridotta sulla corsia di sorpasso, che a sua volta sta superando un’altra auto che potrebbe tranquillamente viaggiare a Dx senza occupare assurdamente la corsia centrale.
    Quante altre cose si potrebbero fare per ridurre gli incidenti, ma purtroppo siamo in Italia, ed oggi va di moda colpire la velocità, fregandosene delle altre infrazioni al CdS.

  170. salve, mi inserisco nella discussione per raccontare la mia esperienza e chiedervi un parere visto che parlate di questo tema con cognizione di causa.
    Qualche giorno fa ho percorso la Rm-Na per lavoro e, nei tratti in cui non c’erano lavori o traffico, ho impostato il cruise control della auto sui 148 km/h.
    L’ho fatto ritenendo di rimanere nei limiti della legalità in quanto sicuro che la legge sull’innalzamento del limite a 150 sulle autostrade a 3 corsie fosse stato applicato sulla rete autostradale, premettendo che non ne sono un assiduo frequentatore.

    A circa 50 km da Napoli sono stato affiancato da una pattuglia della Polstrada che mi ha invitato ad accostare. Gli agenti, dopo aver controllato i miei documenti, mi hanno detto che ero stato segnalato più volte durante il tragitto per una media superiore al limite consentito.
    Ho spiegato loro il mio punto di vista e, preso atto che ero in torto, mi sono dichiarato disponibile ad assumermi la responsabilità dell’errore. Gli agenti a questo punto, forse credendo alla mia buona fede e non so se animati da spirito compassionevole, hanno cambiato atteggiamento e dopo qualche battuta di spirito mi hanno lasciato andare senza fare alcunchè se non raccomandandomi di moderare da quel punto in poi la velocità, cosa che ho ovviamente fatto anche per il viaggio di ritorno (la prossima volta vado comunque in treno!), immaginando di aver scampato il pericolo.

    Questi i fatti, ora, da qualche giorno ripensando all’episodio e dopo essermi un pò documentato sono viceversa assalito dal dubbio che in realtà la mancata contestazione immediata non escluda che riceverò comunque la sanzione prevista in questi casi. Essendo un sistema “automatico” è del tutto credibile che ciò avvenga, a meno che gli agenti di pattuglia non possano intervenire nel sistema e bloccare il processo di lavorazione delle infrazioni accumulate a “runtime” (…scusate, sono un informatico)

    La mia preoccupazione non è tanto nella multa che, avendo effettivamente sbagliato, ritengo giusto dover pagare quanto nella incognita di “quante” ne potrei ricevere (sul sito Autostrade ci sono 6 punti di rilevazione per quella tratta)
    e di quanti punti essere penalizzato……

    scusate per la lunghezza del post, vi ringrazio in anticipo per i commenti e i pareri che mi darete.

    un saluto

  171. @ gmol:
    in effetti e’ probabile che il verbale ti arrivera’ a casa tra qualche tempo, visto che il sistema e’ automatico. E’ probabile che ti arriveranno 4 verbali distinti, come altre volte e’ stato segnalato qui sul forum da alcuni utenti; forse pero’ eviterai la decurtazione di punti, qualora tu non abbia superato i fatidici 10 Km/h oltre il limite dei 130, calcolati tenendo conto del 5% di margine di legge e della tolleranza del tutor.
    Piuttosto, la tua testimonianza conferma il fatto che quando si tiene una media costantemente superiore al limite, a prescindere se la velocita’ e’ piu’ o meno elevata, facciano intervenire una pattuglia per la contestazione immediata!!!
    Attenti amici!

  172. Il sistema deve sicuramente prevedere la possibilità di interventi “correttivi” da parte degli operatori, altrimenti arriverebbero montagne di verbali (con sospensione patente) alle “auto blu” (parlamentari, ministri, consiglieri regionali, magistrati ecc.) che circolano a oltre 180 Km/h con qualunque condizione di traffico. Oppure bisogna ritenere che nel software sia prevista la possibilità di inserire una sorta di “white list” di targhe “non verbalizzabili”.

  173. grazie innanzitutto delle risposte.
    Sulla entità della infrazione ho il timore di essere nella fascia 10-40 Km/h, la mattina in questione ero in auto intorno alle 07.00 e non c’era molto traffico, solo qualche tratto con lavori. Sono sicuro che in almeno 1 tratto da pilone a pilone non ho mai toccato i freni e/o disattivato il cruise control quindi sui 150 km/h. Anche considerando l’errore del tachimetro e la tolleranza applicata credo sia quella la fascia che mi compete. Peraltro rivedendo il posizionamento dei piloni sono stato fermato dopo l’ultimo, quindi potenzialmente me li sono sparati tutti e 6… rischio 5 verbali, giusto? Leon, tu parlavi di 4…. mi sfugge qualcosa?
    Ripensando alla conversazione con gli agenti peraltro avrei potuto essere più “scaltro” e chiedere se la cosa finiva lì invece sono stato proprio un pi…a!!!
    La stranezza è che non mi abbiano contestato l’infrazione, credo dovrebbero essere tenuti a farlo se intervengono…. boh, magari sapendo come funziona il sistema non gli andava di fare a mano il verbale e hanno preferito non perder tempo!
    x MPX. Credo siano possibili tutte e due le cose… magari nel processo di lavorazione precedente l’invio della sanzione i singoli casi vengono riverificati per evitare gli “untouchables”

    Comunque, se a qualcuno capita la mia stessa disavventura (che non vi auguro) magari provate a chiedere agli agenti….. io cercherò di non pensarci per i prossimi 2 mesi….che bello sarà ricevere le multe prima di partire per le ferie!
    un saluto e…vi terrò informati

  174. Caro Gmol,

    spero tu abbia preso o ti ricordi qualche dato della pattuglia che ti ha fermato, perchè nel caso, si ci sarebbe stato l’obbligo della contestazione immediata, visto che ti hanno fermato, quindi NON POSSONO mandarti un verbale ove si dica “non contestata immediatamente perchè…”, visto che hanno dimostrato coi fatti che la contestazione immediata era possibile.

    Conoscendo i miei polli, e conoscendo la situazione delle pattuglie (che sono poche) certo che ne mandrebbero una dietro a un pazzo a 200 fissi, ma dubito seriamente che la manderebbero dietro a uno a 148 (di tachimetro, quindi vedi che eri sicuramente a 138, te lo posso mettere per iscritto e firmartelo)…

    Più facile che ti siano stati dietro per un po’, ti hanno “sgamato” con il LORO tachimetro, quindi ti hanno fermato, giusto per vedere chi eri e dove cacchio andavi, poi hai tenuto un ottimo comportamento, e secondo me l’hai sfangata

    Non posso dire se sei stato tutorato, invero, ma se eri a 148, ripeto, non superavi i 138 REALI… quindi starei tranquillo (se il limite era 130, ovviamente)

  175. Avendo ricevuto due verbali Sicve, ho fatto richiesta (ex L. 241/90) alle due Sezioni polstrada competenti per avere copia dei fotogrammi. Una mi ha risposto che avrei potuto visionare le foto presso la Sezione Polizia Stradale a me più vicina (si fa per dire, è a 80 Km), l’altra che avrebbe inviato le stampe delle foto presso la stazione carabineri della mia residenza, dove dovrò pagare (come previsto dalla legge) 3,86 euro per spese.

  176. Ciao RdT, ti ringrazio per il commento e il parere “autorevole” (mi sembra) che mi dà un pò di fiducia.
    Purtroppo non ho i riferimenti della pattuglia che mi ha fermato…. è un altro degli “insegnamenti” che traggo da questa esperienza, daltronde come dicevano i romani “Historia Magistra vitae”. Non so se in caso di contestazione citando l’episodio con data, orario e posizione ci siano elementi sufficenti per identificare la pattuglia in questione… spero di non doverlo scoprire tra qualche tempo!

    Sulla velocità sono sicuro che, quando la strada lo consentiva, ero al max. sui 148 con il cruise control, forse un paio di volte per disempegnarmi meglio in sorpasso potrò aver raggiunto i 160 ma solo per il tempo necessario a chiudere correttamente la manovra,

    Sul discorso del limite, quel giorno sulla direttrice rm-na c’erano 2 tratti con lavori in corso e si viaggiava a 2 corsie + 1 nel senso opposto, in entrambi i casi sono abbastanza sicuro di essere rimasto a velocità adeguata e non mi sono accorto di altre segnalazioni di limite diverso dai 130.

    A questo punto non resta che aspettare e sperare….

    grazie ancora.

  177. Grazie a mpx per averci illuminato sulla procedura per poter visionare le foto scattate da tutor/autovelox/fotored.

  178. Ho appena ritirato la copia delle due immagini relative ad uno dei verbali. Praticamente sono le stampe su carta normale di un fotogramma per ogni base di rilevamento. Su ogni foto è riportata data ed ora di transito. Inoltre nella prima pagina è indicata la distanza esatta tra le due postazioni che differisce leggermente da quella ricavabile dalle due chilometriche indicate nel verbale, ma questo è trascurabile). La cosa importante che si deduce dalle foto è che i sensori nell’asfalto non vengono ingannati dal fatto di passare a cavallo tra due corsie, cioé con le ruote di sx su una griglia e quelle di dx sull’altra.

  179. Per MPX.
    Ciao MPX, ma la targa della vettura è perfettamente centrata nella foto?

  180. per mpx.
    vengono fotografate tutte le corsie o solo la corsia dove passavi,forse a cavallo delle strisce si può pensare a due moto quindi vieni beccato ugualmente,leggendo una rivista di auto si parlava del tutor,mostrava un esempio di foto,si vedevano solo le targhe e ben poco dell’auto in bianco/nero

    Avete mai visto il progr.TV le IENE si parlava del tutor e di alcuni furbi ke modificavano le targhe,la p.s.mandava multe ai nn proprietari,quando hanno preso una panda ke andava a 200km/h si sn accorti ke c’era qualcosa ke nn andava,però facendo un’indag.ad es.una F risaliva alla panda mentre la E risaliva ad un auto di grossa cilindrata cmq nn hanno potuto sped.la multa,perciò mpx ti chiedo come sn le foto,la p.s. può individuare facilmente l’auto.

  181. x cdp: la targa si trova sull’estrema destra della foto; nella foto della prima postazione addirittura si trova nell’angolo in alto a destra, cioé della macchina è inquadrata solo la parte sotto il lunotto e nemmeno tutta, solo fino a poco oltre il margine destro della targa. Mi chiedo come sarebbe venuta se mi fossi trovato leggermente più a destra, ma ho l’impressione che l’ampiezza di campo dell’obiettivo permetta di coprire ogni situazione.

    x 500: è stata fotografata solo una corsia, nel mio caso quella di sorpasso, penso perché è quella di cui ho azionato per prima i sensori nell’asfalto, infatti quelli della corsia centrale sono sfalsati un po’ più avanti. Il modello di auto, indipendentemente dalla targa, si riesce ad individuare dalle foto, almeno nel mio caso, anche perché sulla carrozzeria ci sono il logo della casa costruttrice ed il modello. Le foto sono in b/n, non so per per motivi di economicità di stampa o perché la telecamera funziona anche di giorno in modalità infrarosso (e quindi in b/n).

    Non so se quelle che mi hanno inviato sono tutte le foto quelle disponibili.
    Domani dovrei vedere quelle di un altro verbale.

  182. Ho ritirato le foto del secondo verbale, sono simili alle precedenti. In tutte le foto si nota che la foto scatta quando le ruote anteriori (o anche una sola di esse) superano la griglia dei sensori nell’asfalto. Quindi il fatto che la griglia di sensori della corsia centrale sia più avanti delle altre due serve ad evitare che, nel caso il veicolo passi a cavallo di due corsie, si azionino entrambe le telecamere contemporaneamente.

  183. @mpx

    Amico, sarebbe importante, almeno per me, poter vedere le foto, ovviamente non la tua targa.

    Se vuoi potresti:
    1) Scannerizzarle
    2) Con paint (o altro) cancelli la tua targa sbiancandola (lascia magari solo *una* cifra o lettera)
    3) Me le potresti inviare a cleori chiocciola jumpy punto it

    Questa mia richiesta ne provocherà altre… se non vuoi mandare email a tutti, e mi autorizzi, provvedo io a metterle (tanto hai cancellato la targa, no?) on line e dare l’url agli altri…

    Se non ti va sei ovviamente nel pieno diritto, quindi non preoccuparti :)

  184. Caro Rdt,
    penso che metterò le foto on-line direttamente sul mio sito.
    Naturalmente saranno graditi eventuali commenti e considerazioni tecniche.

  185. bene, non dimenticare di darci l’url… :-)

  186. Ecco le foto on-line… cliccate sul nickname

  187. :(

    Ce l’abbiamo nel bus !!

    Sfatato il mito per cui a cavallo delle righe non ti becca… tu c’eri e ti ha fotografato… sbaglio?

    A questo punto o moto o princìpi di elettromagnetismo :)

  188. ciao mpx quindi sei passato a cavallo delle strisce,a ke velocità? io proprio ieri da cassino andavo verso napoli e c’erano tante auto ke andavano a 160/170km/h possib.ke nn sanno del tutor,o sono sicuri di loro.

  189. …mi spiace davvero disilludervi ancora, ma mi ripeto : non fatevi centomila problemi se passare sulle strisce…sulla corsia di emergenza…a 180….a 110…..o col pisello alzato, è inutile.
    Il tutor rileva cmq TUTTI, quando è in funzione, fino ad un certo limite di flusso dati. Potete passare a quanto volete sotto i piloni, l’importante alla fine è sempre solo la media, da parte mia vi posso solo assicurare che la tratta NA-RM la faccio molto spesso controllando la media e fregandomene della velocità sotto al pilone ma nei primi tempi sono CERTO, per parecchie volte, di non essere stato tanto attento e di essere andato ben oltre i 130. Parlo di molti mesi fa e verbali non me ne sono mai arrivati, escludendo la fortuna (che varrebbe per una…due volte immagino)…alias : nei momenti di maggior flusso di traffico il sistema non riesce a gestire tutti i passaggi, ma di default dovrebbe comunque monitorarli tutti. Se ci riflettete …ma perchè mai avrebbero dovuto inventarsi tutte queste diavolerìe così complesse ? Piu un sistema è complicato più è delicato e manomettibile! ……sulle strisce si,,,,sulle strisce no….oltre i 130….sotto i 130…..ma già solo per RILEVARE un passaggio oltre i 130 il dato DEVE essere trattato quindi a questo punto perchè non limitarsi a rilevare TUTTI i passaggi limitando semplicemente la quantità di notizie da gestire ? Basta dire a Mr.Tutor : amico controlla tutto fino a 2000….3000….5000 passaggi in contemporanea, non di piu, oltre quel numero fermati sennò fai indigestione e aspetta di digerire.
    E ancora una cosa da chiedersi : i piloni NON funzionano da autovelox e anche questo lo posso garantire visto che non ho mai badato alla velocità di punta e quindi sarei carico di contravvenzioni da un bel pezzo…..ma se i sensori nell’asfalto secondo molti di voi servono proprio ad attivare la registrazione del dato passando oltre i 130 a questo punto PERCHE’ non dovrebbero usarli anche come autovelox ?
    Tra Napoli e Roma uno dei piloni tutor ha alla base un autovelox (!) ma non vi pare assurdo che un apparecchio che deve rilevare la velocità (solo per attivarne un altro) debba essere affiancato da qualcosa che ha la stessa funzione ??
    Meditate gente…..questi affari funzionano di più come deterrenti che altro.

    ps – parlando di normativa, ma le modifiche al codice della strada dell’estate scorsa riguardano l’infrazione di “eccesso di velocità” ? ….la distinzione tra velocità “istantanea” e “media” esiste ed è da discutere.

    pps – se continuo a fare un ragionamento sbagliato prima o poi mi si riempirà la casella postale di verbali, se dovesse capitàre ovviamente prometto che sarete i primi a saperlo….ma per ora…trattasi di culo o invisibilità …..sono ancora a zero e la patente è intatta.

  190. x500: come dice robolo, il problema non è a che velocità passi sotto il tutor ma la media; a me è risultata circa 158 Km/h. Per il mistero delle auto che vanno a 160/170 la spiegazione può essere che se tra i due tutor c’è un’area di servizio e se uno si ferma a fare rifornimento o latro, se ha azzerato il computer di bordo al primo tutor quando riparte la media sarà talmente bassa che potrà permettersi di andare a 180 fino al secondo tutor.
    I tutor sono omologati anche per il rilevamento della velocità “istantanea” ma lo stesso provvedimento di omologazione raccomanda di utilizzarli solo per la velocità media.

  191. Per chi si chiede perché finora non ha mai ricevuto un verbale SICVe nonostante la guida un po’ disinvolta nei tratti controllati, ecco una possibile spiegazione: http://www.repubblica.it/2007/12/motori/motori-dicembre-2007/motori-tutor-spento/motori-tutor-spento.html

  192. Ciao a tutti, chiedo un informazione.
    Sono andato a Roma il 27 maggio con l’auto con dietro attaccato il carrello con la moto (tre assi in tutto).
    Ho ricevuto una multa di 300 euro per una velocità media di 118 km /h. all’altezza di S.Prisco sulla A1 prima di capua. Nel verbale c’era scritto autovettura cobn rimorchio (identificata dalla foto). Ma può essere che il tutor sia in grado di riconoscere una macchina con un rimorchio (limite in autostrada di 80km/h) rispetto ad un auto normale e differenziare la media? (ovvero limite di 130 per le auto e 80 per i rimorchi?)-
    Oppure in quel tratto il limite è di 100km/h (ricordo che prima di capua c’è un tratto a100)?
    AIUTO
    grazie

  193. Da più parti si sostiene che i sensori annegati nell’asfalto rilevino gli assi ed attivino la foto. Tutto qui, non fanno altro.

    Il tutor è sicuramente spento, ogni tanto. E questo è anche normale, anche perchè i limiti sono ridicoli, se fosse sempre acceso, più che fare da deterrente, provocherebbe una *rivolta popolare* !

    Ad ogni modo, il giorno che lo estenderanno troppo, io vendo l’auto e per lavorare vado di moto (gilera GP800).

    Già oggi, con ogni tempo, in cità la uso…

    Oppure mi metto a capo di un movimento cladestino di sabotaggio tutor :-))

  194. ciao a tutti,
    per info: qualcuno di voi ha già preso una multa con velocita contestata tra 138 e 146 km/h ? se si, quanto ammontava la multa?
    è na mia curiosità per sapere da quando (km/h) si comincia a pagare …

    grazie

  195. scusate, quanto sopra é inteso in autostrada con controllo tutor.

    grazie.

  196. Beh ragazzi il modo per fregare tutti gli autovelox c’è è sotto i nostri occhi :-)) Semplicemente montando in uto un sistema come quelli che usano i signori Ladri per fregare le auto con sistemi satellitari , è un piccolo aggeggio che nel raggio di 50 metri blocca tutti i segnali elettromagnetici facendoli azzerare oscurare totalmente esempio : gli autovelox son composti da una telecamera ed un sensore che rileva la velocità collegati tra loro da un segnale magnetico ed ecco fatto il giochetto , trovate questo aggeggio che dovrebbe costare intorno ai 150 200 euro in vendita su tutti i mercati americani e così viaggiate tranquilli ma ricordate che non potrete accendere nessun cellulare e nessun antifurt satellitare .
    Altro modo simulare i primi incidenti per autovelox così a sti bastardi inizia a rodergli il culo !!!

  197. Cari ragazzi anch’io sono una vittima del TUTOR, essendomi arrivato a casa un verbale di 159Euro in quanto su un tratto dell’A1, velocità rilevata 157,98., che da informazioni sembrerebbe sia stata quella istantanea…anche perchè se fosse di media dovevo mantenere una vel. di 190/200Kmh di tachimetro, che con un modesto motore di 1100cc mi sembra inprobabile….Cmq ho chiesto se c’erano le condizioni per fare il famoso ricorso al GdiPace, ma mi ha detto più di qualcuno che per quanto rigurda i TUTOR c’è poco da appigliarsi, poi ci sarebbero le foto…Approposito ringrazio mpx per le foto utili a capire…purtroppo sono chiarissime….non si sfugge…. :-(
    Interessante anche Fradiavolo…;-) chissà se potrebbe fungere….?
    Cmq c’è il fatto che ci sarebbe la decurtazione di 5 punti della patente…
    Domanda: Mi è stato detto che io potrei anche non compilare l’autodichiarazione in cui si specifica chi era alla guida del veicolo, non mi levano i punti, ma dopo dicono che mi arriva un’altro verbale sui 300Euro….
    E’ vero?? Qualcuno ne sa’ di più in merito? (visto che è il 1^verbale che mi arriva a casa dopo 15anni di patente…)
    Grazie tante.

  198. x trivy: se si tratta di velocità istantanea o media lo puoi rilevare dal verbale: se è velocità media ci sarà scritto: “l’infrazione è stata commessa il giorno….. alle ore … nel tratto compreso tra il km. …. ed il km….”.
    Se non invii l’autodichiarazione sul conducente, ti arriva un verbale di 250 euro.
    Motivi di ricorso ce ne sarebbero parecchi, ma ovviamente non è garantito il successo.

  199. Grazie mpx. Un altro verbale di 250Euro?.Sei sicuro?..:-( Ma uno dei motivi per far ricorso? Potresti farmi degli esempi? Anche se tanto ho capito che purtroppo devo da “PAGARE”….:-(

  200. Sì, il verbale va da 250 a 1000 euro ai sensi dell’art. 126-bis, comma 2, del codice della strada.
    Ad esempio, il tutor non è omologato, ma soltanto “approvato”, dal che scaturiscono importanti conseguenze giuridiche. Altri motivi si possono ricavare, se del caso, da alcuni dati trascritti sotto le foto. Anche il contenuto del verbale presta il fianco a diverse contestazioni, ad es. la “corretta installazione e buon funzionamento”.

  201. Per trivy… dopo quanti giorni dall’ infrazione le è stato notificato il verbale di contestazione? Grazie..

  202. E’ un sollievo (minimo, non me ne vogliate) aver trovato un forum con altri automobilisti vessati (è un termine forte, è vero, ma in certi casi calzante) dai sistemi di rilevazione di velocità.
    Brevemente: tratta MI-BS, vinco una tris di multe (circa 160 km/h a notte inoltrata con strada libera e Mercedes) con orari: 00.42, 00.44, 00.49, ovviamente da 3 polizie differenti… se non è vessare l’automobilista questo!!!
    Sto valutando come procedere: d’accordo con Leon che il reato è continuativo, ma qui mi verrebbe da appellarrmi al “ne bis in idem”, visto che le contestazioni avvengono in 7 minuti!!!

  203. Per Ugo. Dopo 13gg dall’accertamento…(01/04/-14/04/08)….

  204. @trivy

    se hai un 1100cc, per aver fatto la MEDIA dei 157 significherebbe che hai tirato il collo alla macchina per TUTTO il tragitto… te ne ricorderesti di sicuro…

    Mi pare quindi strano che sia un accertamento tutor, più facile che sia un autovelox, devi controllare sul verbale, con che mezzo e che omologazione è stata rilevata la velocità.

    Se davvero è stato il tutor, dicci anche che macchina esattamente hai, perchè un 1100 cc che tiene i 157 di media mi pare strano. Dovrebbero fare i 155, se non erro, più o meno, a meno di turbo o diavolerie del genere.

    Se invece è un autovelox normale, qualche modo di ricorrere c’è… dipende sempre molto dal GDP…

  205. Per trivy.
    E’ decisamente di fronte a tempi di notifica record per quanto riguarda l’infrazione: 13 gg è un tempo di notifica fulmineo, anche se bisogna tener presente che, spesso, la data dell’accertamento dell’infrazione e quella dell’effettiva (vera o presunta che sia) infrazione non coincidono quando si tratta di elevazione di verbali a seguito di accertamento tramite safety tutor o tradizionale autovelox.
    Le uniche “vie di fuga”, che lei potrebbe avere, sono quelle costituite da vizi per lo più formali riportati nel verbale di contestazione.Es: intervenuta prescrizione (non è il suo caso), mancata sottoscrizione del verbale, mancata enunciazione dei tempi e modi per il ricorso, eventuale difetto di omologazione dell’apparecchiatura rilevatrice, mancata disposizione di decurtazione di punti dalla patente di guida ove previsti,strada che non presenta l’avviso di “tratta sottoposta a rilevamento automatico di limiti di velocità etc etc..
    Le consiglio, ai fini del ricorso, anche di andare a dare uno sguardo alla procedura amministrativa attraverso la quale l’ ente proprietario della strada è addivenuta alla predisposizione di tale apparecchiatura di rilevamento.

  206. x mpx 9 Giugno

    Sono a conoscenza dell’art. 126-bis, comma 2, CdS.. il mio problema è che ad oggi ho ricevuto 9 verbali e pagato già i primi 250€ per mancato invio della dichiarazione (evidentemente ho bisogno di evitare di perdere punti patente!)..
    Secondo quali criteri viene applicata la sanzione max di 1000€? e soprattutto è consuetudine comminarla?
    Grazie sin d’ora se potrai darmi risposte

  207. Per la mancata comunicazione dei dati del conducente, pagando entro sessanta giorni dalla notifica si ha sempre diritto al minimo fissato (art. 202 cds), in questo caso 250 euro.

  208. Ragazzi scusate per la prolungata assenza, ma i nuovi messaggi sul formu non vengono piu’ notificati via email?? Webmaster, che succede? Protestiamo! ;-)
    Comunque sto studiando insieme a un amico ingegnere una soluzione tecnica al problema…appena ci saranno sviluppi, vi faro’ sapere.
    Male che vada faremo come suggerisce RdT: costituiremo una squadra di sabotatori! ;-))

  209. ciao leon siamo tutti con te,già come siamo in questo forum siamo più di una grande squadra,nn ci resta ke crearla.mi racc.rdt

  210. Ciao raga,
    ho provato a testare l’invio della notifica via email e non ho riscontrato problemi.

    Voi la ricevete? Avete problemi?

    Leon, hai un antispam per caso? Non è che finiscono in spam le email di airdave.it?

    Attendo tue. ;)

    Ciao

  211. Io ricevo correttamente, inoltre tramite e-mail seguo tutti gli sviluppi… chi sa fare trovi una soluzione!

  212. Siete tutti rincoglioniti, i tutor non funzionano per niente, è stato tutto un trucco dell’autostrada s.p.a. che ha brevettato la cosa e si è fatta un pò di grana.
    Il sistema non riesce ad elaborare tutti quei dati e va in tilt…e di notte non vede un cazzo.
    Naturalmente loro dicono ke funzionano benissimo…solo per far cagare sotto la gente.

    Qualche postazione tutor è fatta per rilevare la velocità istantanea, quindi passate sotto sempre a 130 e poi fate come volete
    Saluti

  213. Caro Jimmy, dammi il tuo indirizo e-mail, che ti invio i verbali che ho beccato sulla Roma Napoli alle 23.21 e alle 23.26 con il tutor.
    Ebbene che tu sappia che anch’io pensavo non funzionassero, faccio quell’autostrada almeno due volte a settimana, e fino al mese di aprile credevo fosse tutta una bufala, ma dal 14 aprile in poi son cominciati a piovere i verbali dove si evince la vel. media rilevata in tratti autostradali. fin’ora me ne sono arrivati ben 4, per un totale di 25 punti e patente sospesa.
    Ti ho riferito la mia esperienza, se poi non mi credi………..auguri

  214. Per Jimmy

    Vai a cagare, imbecille. Ti offendo solo perchè Tu ti sei permesso di farlo a tutti. Ti auguro di essere castigato presto….
    Il rincoglionito sei tu. E lo capirai presto.

  215. quoto pienamente l’amico marcello
    jimmy quando uno riceve una multa alle 4,02 del mattino è notte o no?158,60 euro di multa e 5 punti sulla patente

    percio’ prima di parlare in quel modo lavati la bocca e connetti il cervello

    l’unica verita’ secondo me è quello che è scritto quà

    http://www.repubblica.it/2007/12/motori/motori-dicembre-2007/motori-tutor-spento/motori-tutor-spento.html

    Raga’

    Funzionano …purtroppo

  216. se c’è qualcuno che può notiziarmi con certezza:
    1) entrando ad un casello finon al 1° portale che si incontra la velocità non è controllabile……………o no ? ( a meno che non vi sia un autovelox mobile ma ciò è incompatibile con la norma del tutor)
    2) i sensori nell’asfalto mi sembra di capire che sono un mezzo necessario ma non sufficiente……………e quindi nella corsia SOS dove non ci sono il tutor fallisce
    grazie ………..ragazzi

  217. caro franco credo ke tu nn te ne sei accorto delle telecamare ke sono proprio sui piloni,se dai un’occhiata sul sito autostrade.it vedrai sulle loro telecamere il movimento del traffico,alcune di qulle sono piazzate proprio sui tabelloni vedi il tratto napoli roma,da li idividuare la targa sarà diff.però credo ke le loro siano migliori,anzi spero piu di no.
    nel tuo primo punto credo ke hai ragione.

  218. ..ho preso 5 multe con il tutor nel giro di 2 mesi sulla mi-bs,vorrei far ricorso appellandomi sul fatto che sui verbali non specifica il tipo di vettura ma solo la targa,o almeno c’e una sigla…ATVV,la mia auto e’ una golf plus tdi,volevo sapere se ho qualche chance!!!!!! grazie

  219. Innanzitutto ciao a tutti,vorrei approfittare della vostra cortesia,sperando che potete riuscire a togliermi un dubbio…Recentemente percorrevo la A1 tra orte e roma a velocita sostenuta (circa 180 km/h) ,e con tale velocità, sono passato sotto il primo rilevatore ,dopodiche,accortomi che non era un semplice pannello ma un tutor vero è proprio ho rallentato fino ai 90-100 km/h e con tale velocità sono arrivato al secondo pannello tutor…secondo voi me la sono “cavata”? Speriamo di si anche perche di solito è raro che vado a tale velocità…pero’ oramai è successo!Grazie anticipatamente :)

  220. edoardo, penso che tu non corra rischi di ricevere un verbale: anche ipotizzando un distanza tra le due basi di rilevamento di soli 4 Km., se tu hai percorso 1 km a 180 Km/h e 3 Km a 100 Km/h, la media risulta di soli 113 Km/h

  221. Da quanto ne so io ,che ci sono passato sabato notte ad oltre 220 km orari, i tutor sulla roma orte non sono ancora in funzione. Lo dimostra il fatto che ancora non hanno rimosso gli altri autovelox

  222. Grazie della delucidazione mpx…togliendo il discorso di velocita media speriamo che non abbiano preso quella istantanea alla prima barriera senno sono c…..i!e spero vivamente che come dice federico non sono ancora attivi…cmq ci sono passato anche io sabato sera e penso che in pochi giorni non ti arriva il verbale….cmq speriamo bene!

  223. Caro AirDave, continuo a non ricevere le notifiche via email (chissa’ perche’), quindi ho immesso un differente indirizzo email sperando che ora funzioni. Sul vecchio indirizzo cmq non ho antispam, pero’ ho avuto problemi di ricezione da parte di alcune mailing-list.
    Quanto all’odiato tutor, consiglio a tutti di tenersi aggiornati sulle tratte soggette a controllo visitando il sito delle autostrade per l’italia e/o della polizia stradale. Inoltre ricordo che la presenza del tutor non esclude quella di autovelox tradizionali e viceversa! Gli autovelox infatti hanno autonoma finalita’ di controllo istantaneo e la loro presenza non esclude affatto che il tutor in quel punto sia operativo, come da qualcuno erroneamente sostenuto. Sulla A-1 presso Anagni-Fiuggi ad esempio ce ne sono vari, in entrambi i sensi di marcia.
    Resto del parere che l’unica possibilita’ di “evasione” sia impegnare la corsia di emergenza, dove presumibilmente non ci sono sensori nell’asfalto, con tutti gli intuibili rischi (tra l’altro in alcuni piloni vi e’ una 4a fotocamera sopra la corsia d’emergenza, a che servira’?), oppure cercare di ingannare il sistema….su quest’ultima ipotesi, vi rendero’ adotti appena ne sapro’ qualcosa di piu’. Intanto okkio e andate piano! ;-)

  224. Leon questo è il messaggio dopo il tuo, riesci a ricevere la notifica?
    Sembra che gli altri non hanno problemi.

    Mi aggiorni?

  225. cari amici vi volevo chiedere quando prendo l’autostrada caserta nord verso roma il primo pilone con tutor lo trovo a pochiss.km dall’uscita capua,la stessa cosa se entrando a capua il primo lo si trova a pochiss.km da caianello,allora vi chiedo secondo voi in quel breve tratto nn dovrebbe essere controllato dal sistema…….o mi sono preso una bellis multa. ………..fatemi sapere grazie a tutti.

  226. Credo che il problema dei Tutor possa essere risolto solo se…. usano Windows di Microsoft… :)))))))

  227. negativo airdave, ho cambiato indirizzo email ma continuo a non ricevere notifiche dal forum :-(

    rispondendo a 500, confermo che sulla a1, per chi entra in autostrada a caserta nord in direzione roma, il primo pilone tutor lo trova presso capua, mentre sulla tratta inversa, se si entra a capua in direzione napoli, il tutor non c’e’, in quanto vi e’ solo un pilone di uscita presso caserta nord! Lo so con certezza poiche’ percorro spesso la napoli-capua; per chi proviene dalla stazione di pedaggio di caserta sud e va in direzione roma, attenzione: il pilone di ingresso del tutor e’ poco oltre il casello, subito dopo l’autogrill san nicola, quindi andando verso nord bisogna andare piano (ci ha preso una multa un amico mesi fa, quando non vi erano ancora i cartelli avvisatori del tutor). se qualcuno ha avuto multe su quella tratta per lo stesso motivo (tutor non segnalato), metto volentieri a vostra disposizioni le foto del pilone del tutor e dell’autostrada senza i cartelli indicatori obbligatori per legge, scattate dal sottoscritto e allegate al ricorso al g.d.p. fatto dal mio amico (che e’ ancora in itinere). NB: detti cartelli sono stati aggiunti nel mese di maggio scorso.

  228. quindi caro leon in quei brevi tratti siamo scoperti dalla sorveglianza dei tutor,infatti il tratto capua caserta nord nn c’è alcun rischio perke il pilone lo troviamo a pochi metri dall’uscita di caserta.cmq dobb solo sperare in un difetto xke non tutte le cose sono perfette ci dovrà essere un,e anke piccolo difetto.

  229. @ airdave: rettifico, adesso le notifiche email hanno ripreso a funzionare sul nuovo indirizzo email! :-)

    @ 500 siccome i piloni sono costosi ed il sistema e’ strutturato in un certo modo (occorre una certa distanza tra un pilone e l’altro), non possono metterli sia prima che dopo le uscite autostradali; quindi, su alcuni brevi tratti si puo’ avere la fortuna di sfuggire al dannato tutor! :-)

  230. @leon per fortuna, stavo per impazzire, per sistemare lo script delle notifiche! :))

  231. tutto è bene quel che finisce bene! grazie dell’interessamento airdave! :-)

  232. azz leon ora sei giallo! :)
    finalmente sono riuscito ad identificarti…domani ti ottimizzo! :D

    anzi fatto ora… :D

  233. @leon: siccome la mia infrazione risale a marzo, se per cortesia puoi mandarmi le foto della postazione tutor e del tratto autostradale privi di avvisi te ne sarei molto grato, grazie (l’indirizzo e-mail lo trovi sul mio sito, non lo pubblico in quanto è vietato dal regolamento del blog).

  234. Airdave, sono lusingato!!! Troppo onore!!! Grazie!!! :-))))

    @ mpx: qual e’ il tuo sito? quello che appare cliccando sul tuo nick, ossia informatica giudiziaria?
    le foto di cui dispongo, in formato digitale, sono relative al tratto della a-1 caserta sud-capua (direzione nord), dove il tutor era segnalato soltanto al pilone di uscita presso capua, e non anche a quello di entrata! (avete capito i furboni? cosi quando uno rallentava, conscio dei controlli, ormai era troppo tardi).
    Saro’ felice di mandartele appena ho la tua email. Okkio ai termini per impugnare il verbale (60gg)!

  235. @ Leon: sì il sito è quello, grazie.

  236. @tutti: allora, il vostro caro admin, come sempre interviene per mostrarvi modifiche, novità, n’somma qualcosa che ha sempre a che vedere con Airdave.it, questo commento non sarà così…

    Vi faccio una domanda, ma i sensori affogati nell’asfalto, sono ad induzione magnetica o “sentono il peso del veicolo”?

    Se “sentono” il peso del veicolo , riempiamo la macchina di elio, altrimenti se è ad induzione magnetica si potrebbe provare questo!

    Cosa ne pensate?

  237. Penso che i sensori annegati del tutor siano a induzione magnetica; pare che rilevino il numero di assi del veicolo in transito (la multa avuta da un utente del forum che aveva il carrello di traino lo confermerebbe). Il problema e’ che, nel nostro caso, dovremmo riuscire a eliminare il campo magnetico, per non far scattare i sensori al passaggio dell’automobile, e non aumentarlo, come si vede nel video.
    Se poi i sensori rilevano il peso, allora e’ un bel problema, considerato che beccano anche i leggeri mezzi a due ruote. Bisognerebbe dotare la macchina di un overboost come supercar, in grado di farle effettuare salti a comando, staccandola dall’asfalto! ;-)
    Idea per i motociclisti: chissa’ se impennando sui sensori, la foto parte lo stesso? e cmq, magari in tale posizione la targa dall’alto non si vede! ;-p

  238. ragazzi… lunica è passare dalla corsia di emergenza, garantisco ke il sistema funziona sull’a4, sull’a1 fino a bologna e sull’a14fino a rimini. 0 pericolo d essere registrati…. xò mi raccomando okkio agli spekkietti;)

  239. Un saluto a tutti.
    Ho letto gli interventi qui sopra. Sono interessanti.
    Io viaggio sulla stessa tratta autostradale tutti i giorni per raggiungere l’
    azienda dove lavoro. Da poco hanno installato il famigerato tutor e la cosa mi ha angosciato parecchio. Penso di essere un guidatore esperto percorrendo 30.000 km all’anno da una decina d’anni ed ho la patente da quasi 20.
    La cosa peggiore è che la mia auto non è dotata di cruise control, se l’avessi saputo l’avrei fatto montare visto che ha meno di un anno. Ogni 2 secondi devo guardare il tachimetro col terrore di sforare, ma non pensano che questo sia pericoloso? Oltre tutto andare ai 130 mi fa addormentare a volte si accellera anche per aumentare il grado di attenzione.
    Quindi mi/vi pongo qualche domanda:
    1) al posto del tutor non sarebbe meglio dare la patente solo a chi sa guidare facendogli fare adeguati esami di prova pratica??? (es guida con pioggia frenate d’emergenza ecc.) (Io ho fatto un corso di guida in pista e mi è stato utilissimo)
    2) Mi spiegate perchè non controllano gli automezzi pesanti? Il limite se non sbaglio per loro è di 80 kmh ma non ce n’è uno che faccia meno dei 93/95.
    Quindi in media 16% in più (in auto corrisponderebbe a viaggiare a 150,8 kmh).
    Se teniamo presente che questi bestioni sono a pieno carico probabilmente l’impatto sulla velocità/pericolosità rispetto ad un auto è più che proporzionale. (Qundo piove poi non alzano mai il piede dall’acceleratore).
    3) Le autostrade al posto del tutor sarebbe meglio agevolassero i clienti; ho chiesto sconti sulle tariffe faraoniche di pedaggio percorrendo sempre lo stesso tragitto all’andata e al ritorno… risposta picche! Visto che gli sconti per chi lavora vengono applicati in molti Stati europei dove l’impatto tariffa / costo della vita è inferiore (ci vuole poco) potrebbero fare qualcosa in più.
    4) Ho telefonato al call center di Autostade per ricevere l’indicazione dell’esatto inizio di monitorizzazione del tutor e chi mi ha risposto è stato come la solito scontroso dimostrando di non sapere nemmeno che sul sito dell’azienda per la quale lavora si mette a disposizione una cartina dei dispositivi di rilevazione (purtroppo non è aggiornata agli ultimi arrivi per questo chiamai) complimenti!!!
    Amo questo Paese ma più passa il tempo più mi viene voglia di cercare un lavoro all’estero dove la serietà non è un optional e la demagogia non è come le polveri fini che respiriamo tutti i giorni in città.
    Scusate lo sfogo.
    Auguro a tutti un bel fine settima.

  240. se posso dire la mia…
    appoggio chi contesta che sia solo un metodo come un altro per arricchire la tasche di qualcuno,
    questi tutor fanno tutto tranne che salvaguardare l’automobilista.
    oggi proprio ho fatto la tratta bologna-padova, e dovete credermi è pieno di tutor, quasi tutti rispettavano i limiti, però in che modo…… chi si distendeva sul sedile, chi mi sosteneva la testa con la mano, chi stava li per li per addormentarsi, e di tanto in tanto si vedeva anche qualcuno sbandare o fare dei cambiamenti di corsia dovuti alla distrazione o alla poca attenzione che si mette nella guida.
    ora mi chiedo….. come possono pensare di salvaguardare l’automobilista in questo modo, dopo quello che ho visto oggi?????

    è solo un altro modo per spillare soldi, solo che questa volta l’automobilista nn rischia solo di alleggerirsi il portafogli.

    NON HO PAROLE!!!

  241. @ bastaaa:
    il tutor e’ in grado di rilevare anche i camion e i veicoli che trainano rimorchi, ed in caso di superamento del limite previsto per la categoria a cui il veicolo appartiene, viene elevato il verbale. La multa ricevuta da un utente del forum che procedeva a 130 Km/h trainando un carrello dietro l’auto ne e’, purtroppo, la dimostrazione pratica.

  242. sono daccordo con rinosuke anche a me mi capitano dei leggeri colpi di sonno perche siamo troppo rilassati specie quando si è su una tre corsie e vi trovate davanti il deserto voi e due auto ke nn riuscite a superarvi per paura di superare i 135km/h

  243. Carissimi,
    ho letto oggi tutti i vostri post perchè ieri mi sono arrivati 7 verbali per eccesso velocità, tutti sull’A1 tra Roma e Napoli fatti nell’arco di 3 weekend (torno a Napoli nel weekend). Sono in attesa dei verbali fino al weekend scorso.
    Al momento sono a 35 punti. Vi terrò aggiornati.
    Domanda:
    leggendo il prot.n.3999 del 24/12/2004 l’Art.1 (citato sul verbale) dice che sullo stesso tratto non possono essere accertate violazioni in modalità istantanea e in modalità media per evitare l’applicazioni di più sanzioni per la stessa infrazione.
    Sul verbale non c’è scritto se il tutor era in modalità media o istantanea (può funzionare in entrambe le modalità), c’è il tra il km e il km, per cui si intuisce che è velocità media, ma non è esplicitato, posso contestare?
    Inoltre sul verbale non è indicato il numero di matricola del SICVE in esame, in passato questa indicazione era obbligatoria sul verbale, altrimenti si poteva contestare. Qualcuno ha esperienza?
    Anche io ho preso 3 multe il 25 aprile in 1 ora, siamo sicuri che l’Art. 8 della legge 689/1981 non ci viene in aiuto? Leon hai notizie?
    Un altro appunto:
    l’accertamento è stato compiuto da ispettore capo ….sulla base della documentazione video profotta dall’apparecchio quale si attesta la corretta installazione ed il buon funzionamento –> SI, MA CHI LO ATTESTA? L’ISPETTORE CAPO CHE E’ UN POLIZIOTTO?
    Possiamo dire che dovrebbe essere attestato da un tecnico specializzato, non da un poliziotto.
    Aspetto vostre news.
    grazie a tutti.

  244. @ emigrante:
    per quanto riguarda la modalita’ di funzionamento del tutor, essa risulta chiaramente essere la rilevazione della velocita’ media; cio’ si evince senza dubbi dall’indicazione delle tratte chilometriche cui gli accertamenti fanno riferimento.
    per quanto riguarda il tutor, nel verbale devono esserne riportati sia il numero di matricola, sia il numero e la data di omologazione dello stesso, proprio a tutela del cittadino. La mancata menzione nel verbale dell’omologazione e della matricola consentono sicuramente di ricorrere al giudice di pace, a mio avviso.
    Anche il corretto e buon funzionamento del tutor andrebbe provato dall’ente gestore e non meramente asserito; pertanto suggerisco, nel ricorso, di richiedere l’esibizione della documentazione comprovante l’ultimo collaudo del tutor, onde verificarne la data e l’esito.
    Quanto all’applicazione della L. 689/1981, non saprei se potrebbe essere un boomerang o meno, in quanto e’ vero che sarebbe contestabile una sola violazione, ma la sanzione verrebbe applicata nel massimo edittale della pena; inoltre, ignoro se il giudice di pace applichi o meno tale norma in questi casi.
    La mancanza di matricola e omologazione mi sembrano i motivi piu’ convincenti per ricorrere. In bocca al lupo e tienici aggiornati!!

  245. Grazie Leon,
    l’omologazione è il prot.3999, ma nessuno dei 7 verbali presenta il numero di matricola , la compilazione del verbale è redatta con un form precompilato, è possibile che abbiano commesso un errore del genere? a tutti sarà arrivato uguale.
    Altre osservazioni che potrebbero essere utili in un ricorso:
    – non sono indicati gli orari di passaggio (solo l’orario del punto di arrivo)
    – non c’è il tempo di percorrenza x calcolare la velocità media (non essendoci l’orario di partenza)
    – riguardo il concetto di velcità media o istantanea, citano i verbali: “l’infrazione è stata commessa il giorno gg/mm/aaaa alle ore hh:mm:ss; nel tratto compreso tra il km yyy,yyy della strada A1 … ed il km yyy,yyy” –> allora se è commesso a quell’ora precisa come fai a percorrere 15 km in un istante? è una questione di italiano e di fisica
    – accertamento compiuto 7 giorni dopo (un po’ debole come cavillo)
    – Oltre al numero matricola manca la taratura, ma il poliziotto attesta la corretta installazione ed il buon funzionamento dell’apparato (ripeto, come fa?)
    e infine spunto tratto da altro forum:
    – non si da in alcun modo atto nel verbale della possibilità di visionare il filmato o foto o quant’altro. Insomma ci si deve fidare sulla parola ad occhi chiusi!!!

    Domanda 1:
    se pago le multe e dico che ero sempre io alla guida (e non è così), a un certo punto esaurisco i 20 punti e che succede? vado in negativo di 50 punti?
    una volta che ho esaurito i punti devo rifare l’esame, mi conviene (economicamente parlando) rifarlo piuttosto che pagare 250€ per ogni verbale e tenermi i punti?
    Qualcuno conosce la legge e la procedura al riguardo?

    Domanda 2:
    leggo di gente che non ha mai pagato una multa, queste multe gli arrivano raddoppiate, triplicate, etc. negli anni, ma poi?
    alla fine se non paghi mai che ti succede? ti arrestano? ti sequestrano i beni?
    ti mandano il gabibbo?

  246. ciao, vi dico la mia:
    percorro 110000 km l’anno,
    12 verbali in 6 mesi tra BO e AN, tra Pescara e Cerignola;
    – 50 punti, salvati 10,
    2 verbali per oltre 40 km/h (dati personali taciuti e sono in attesa di sanzione accessoria).
    del Tutor so per certo che:
    – funziona anche di notte, ho visto la foto dove la targa è perfettamente illuminata dalle proprie lampadine, ma non sono certo che spegnendo i fari la telecamera non abbia la tecnologia per il riconoscimento dei dati.
    – se si passa nella corsia d’emergenza la telecamera non può scattare la foto per chiudere il “loop” e nessun verbale può essere creato per quel passaggio;
    può essere sufficente evitare il passaggio sotto i piloni alternativamente;
    – la telecamera “Dome” posta sui piloni è della Soc. Autostrade e non può in nessun modo contribuire al rilevamento delle infrazioni che richiedono solo sistemi appositamente omologati;
    – i sensori affogati nell’asfalto rilevano il passaggio dell’auto per attivare la telecamera ma il successivo passaggio deve essere rilevato da un operatore; poichè il sistema registra tutto può accadere che l’operatore oggi guardi le registrazioni avvenute anche un mese prima e calcoli la media dei passaggi tra il punto A e il punto B, e generi il verbale…
    – concludo dicendo che non ho mai sentito di verbali da Tutor senza decurtazione di punti: dunque posso pensare che il sistema sia programmato per rilevare velocità effettive oltre i 147 Km/h, infatti se la decurtazione interviene per oltre 10 Km/h effettivi….130 + 10 = 140 + 7 (5% di tolleranza di 140) = 147 km/h: impostiamo il cruise control o il navigatore sui 145 siamo tranquilli (se non diponiamo di questi sistemi aggiungiamo 7/8 km/h e la velocità di sicurezza al tachimetro è di circa 152 km/h) .
    aspetto controdeduzioni
    ciao a tutti!

  247. Ho ricevuto un verbale per essere passato sotto un sicve a 161 km/h sulla A24,
    a Borgorose. Quindi una misurazione istantanea non una media.
    Sono intenzionato a far ricorso, manca anche l’informazione circa la taratura dello strumento.
    Che mi dite?
    saluti

  248. @ singerdom

    io ho fatto già ricorso per la medesima ragione.
    In verità ho segnalato che manca anche il numero di matricola, vi comunicherò l’esito.
    Ma a tal proposito nel sito http://www.codicedellastrada.net
    c’è il prontuario, nelle note dell’art.142 è specificato che il numero di matricola va segnalato, ma non si parla di taratura (che comunque servirebbe a certificare che lo strumento funziona).

  249. Per curiosità che data riportano i verbali?

  250. il verbale è del 18/4 di un’infrazione fatta il 16/4 alle 20.30.
    Nel verbale non c’è la matricola.

  251. Mi associo alle lamentele di tutti…il tutor tarato a 130 è una boiata immonda per chi viaggia regolarmente in autostrada e compie 40/60 mila km annui…sto finanziando una ricerca per capire se in qualche modo è possibile eluderlo elettronicamente, ma ovviamente solo a fini ‘ludici’

    Auguri a tutti…

    Bigge

  252. rispondendo a bohouse:
    non credo che valga la pena di rischiare un verbale per guadagnare pochi km/h in piu’, che in un viaggio lungo si traducono cmq in pochi minuti di vantaggio. almeno nei tratti in cui c’e’ il tutor, consiglio di mantenere quindi la velocita’ entro i 136 km/h rilevati al gps (circa 140 di tachimetro dell’auto), in modo da essere al sicuro da qualsiasi contestazione! perche’ rischiare per fare 6 o 7 km/h in piu?
    Inoltre, rinnovo il consiglio di transitare sotto ai piloni sempre entro i limiti di velocita’, dato che pare sempre piu’ probabile (e le testimonianze di alcuni utenti del forum lo confermano) che il tutor possa effettuare anche rilevazioni istantanee, oltre che calcolare la velocita’ media. Stesso motivo di cui sopra: perche’ rischiare inutilmente? Buone vacanze a tutti, e speriamo che la calura estiva mandi definitivamente in tilt l’odiata rete tutor italiana! ;-)

  253. Molto interessante. Sono stato vittima del tutor una lontana notte di gennaio, ma per problemi di residenza ho ricevuto la contestazione solo oggi! Risulta, ovviamente, notificata ad aprile per “affissione all’albo comunale”…ridicola usanza italiana! Sono trascorsi piu’ di 2 mesi… ed ora non so se posso pagare il min, quella normale (il doppio) o devo aspettare la notifica dell’esattoria. Non ho potuto neanche comunicare chi stava alla guida (tra l’altro chi se lo ricorda!). La Polizia stradale che me l’ha inviata e’ di Campobasso: ??? l’infrazione commessa a cavallo di Frosinone (nuova provincia di Campobasso??)

    Comunque ho letto con attenzione tutto il forum e queste sono le mie considerazioni:
    1) La società Autostrade è privata, se dovesse percepire un “quid” per ogni infrazione contestata sarebbe deunciabile.
    2) Lo sviluppo del sistema “tutor” sara’ costato molti euro: perche’ tali soldi non sono stati investiti in manutenzione della rete tale da permettere l’elevazione della velocita’ massima, cosi’ come consentito dalla legge? In fin dei conti e’ ridicolo dover pagare l’oneroso pedaggio e vedere il gestore spendere per stangare l’automobilista e non per migliorare il servizio.
    3) Ritengo incostituzionale – qualche giurista si esprima – contestare un’infrazione dopo mesi e al proprietario del veicolo e non a chi di fatto ha commesso l’infrazione; altrettanto illegale mi sembra la “gabella” di 300 e passa euro se non si “denuncia” chi stava alla guida. A me sembra che l’onere della prova spetti all’Autorita’ contestatrice e non al generico proprietario doversi discolpare.
    Saluti a tutti

  254. Aggiungo:
    se è possibile coprie la targa con materiali “trasparenti”, ad esempio per preservarla, molti vetri e plastiche sono opache agli infrarossi ma trasparenti alla luce solare.

  255. @ redgabry:
    la multa va in prescrizione se notificata dopo oltre 150 giorni dall’infrazione; ovviamente pero’ esistono dei sistemi per evitare che l’assenza (voluta o meno)del destinatario di un atto giudiziario renda impossibile procedere contro di lui. l’affissione in comune serve per evitare questo, e si avviene solo dopo che la normale notifica e’ stata inutilmente tentata (quindi hanno cmq notificato in tempo, non e’ un trucco x rimediare al ritardo). Cmq ti consiglio di controllare la data di affissione in comune, e non quella in cui affermano di aver compilato il verbale, visto che ai fini della prescrizione rileva solo la prima.
    Quanto ai materiali trasparenti, ai sensi del codice della strada e’ (purtroppo)vietato alterare in qualsiasi modo la targa (a meno che, ovviamente, l’alterazione non sia percepibile!!), e cmq gli infrarossi funzionano solo di notte, e non di giorno.

  256. allora….ciao a tutti……….come inculare il tutor………….non giudicatemi male,ok? sulla corsia di emergenza,ma a volte non si puo’,oltretutto si rischia di fare manovre azzardate in prossimita’ di tutor ,coinvolgendo altri veicoli………………..passare sotto il tutor ai velocita’ ridotta nemmeno,xche’ se poi si accelera si e’ al punto di prima……….tagliamo la testa al toro,incolliamo una targa falsa :-))) ….altre idee……..fermarsi un po dopo il primo tutor e’ troppo ovvio e alquanto banale

  257. Ho fatto durante le vacanze l’autostrada con il tutor tenendo una media all’incirca di 140/145 km/h e tenendomi sotto i 130 passandoci sotto..quindi non dovrei avere sorprese.
    Visto che in certi tratti guidava mia moglie ed in altri io se si dovessere ricevere più verbali bisognerebbe distinguere per la questione punti..e come si fà ?
    Inviano loro uno stampato dove indicare il guidatore anzichè il propietario del veicolo ?

  258. mi chiedo anche se sono 2 0 5 i punti decurtati per chi supera da +10 e + 40 km il limite e di quanti € è la multa..aggiungo che se uno dichiara poi che non sà chi fosse alla guida ..vale la regola del pagare doppio ma nessuna decurtazione..
    o no ?
    n.b. la foto del guidatore non si vede…spero.

  259. @ sauro:
    i punti decurtati per superamento del limite di velocita’ tra +10 e +40 km/h sono 5, e la multa e’ di circa 150 euro.
    nella foto del tutor si vede solo il retro del veicolo, il guidatore non compare.
    insieme al verbale arriva un prestampato da compilare coi dati del conducente, a cui verranno sottratti i punti; in mancanza, per omessa comunicazione si paga una sanzione accessoria di circa 350 euro.
    Il mio consiglio e’ di viaggiare sempre entro i 136 km/h di gps, corrispondenti a circa 140 km/h di tachimetro, poiche’ non conviene rischiare una multa per pochi km/h in piu’, trascurabili ai fini del tempo di viaggio complessivo.
    ricorda che il tutor calcola la velocita’ media tenuta sul percorso controllato, quindi rallentare sotto ai piloni non risolve il problema, anche se e’ bene passarci sotto sempre entro i 130 km/h, dato che i piloni possono anche funzionare come autovelox istantanei.

  260. Credo sarebbe cosa utile tenere un post oppure in link con l’elenco aggiornato dei piloni tutor in quanto quello presente sul sito NON E’ AGGIORNATO. In particolare mi riferisco alla A1 Milano – Bologna, l’ho percorsa 4 volte e credo mi arriveranno varie sanzioni perchè mi sono fidato dell’elenco stampato dal sito di autostrade.

    Vi posso dire che in direzione NORD, verso milano, il tutor c’è anche nel tratto PIACENZA – CASALPUSTERLENGO – LODI quindi termina al km 24 !!!

    Se ‘admin potesse organizzare un qualcosa da tenere aggiornato, sarebbe utile. Oggi ripercorro in direzione sud e spero di scrivermi tutti i nuovi tratti NON segnalati.

    Buon viaggio

  261. @ bigge:
    ma il funzionamento del sistema tutor in queste tratte da te indicate, non riportate nell’elenco della societa’ autostrade, e’ opportunamente segnalato mediante appositi cartelli? In mancanza, non possono elevarsi verbali, o meglio essi sono annullabili poiche’ emessi in violazione di legge:
    “Ai sensi della Legge 160/2007 (conv. DL. 117/2007 del 3.08.2007), le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite, nel regolamento di esecuzione del presente codice. Le modalità di impiego sono stabilite con Decreto del Ministro dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Interno del 15 agosto 2007, G.U. n. 195 del 23 agosto 2007.”
    Piu’ che un elenco aggiornato, che potrebbe essere fonte di errori o di ritardi nell’aggiornamento, e’ bene prestare sempre attenzione ai cartelli!!!

  262. Si i cartelli ci sono anzi IL CARTELLO perchè il problema è proprio questo: dato che il cartelllo è sempre uguale, tu non saprai MAI se quello è l’ULTIMO PILONE di un nuovo tratto o meno…credo ci siano gli estremi per una protesta/esposto/segnalazione xchè almeno dovrebbero dare più informazioni a chi viaggia, e come me per lavoro sono tanti che macinano piu’ di 50000Km annui !

  263. ai fini burocratici, e’ sufficiente che il cartello indichi l’operativita’ del sistema tutor sulla tratta…inoltre, ogni pilone fa sia da “uscita” che da “entrata”, a seconda se ci passi sotto per la prima o per la seconda volta; quindi e’ inutile sapere che pilone e’, i tratti controllati sono contigui.

  264. Cioè leon non esiste un ingresso e uscita e quindi puo essere presa la media anche tra piu tutor distanti tra di loro???

  265. Mi sono spiegato male , forse…
    Il problema è che NON RIESCI A SAPERE se il tratto sottoposto a controllo tutor sia finito oppure no ! E non è cosa da poco !

    Se infatti mi dicono,dal loro sito, che al km 98 TERMINA il tratto controllato, ed io come un pollo ci credo ma al km 120 mi ritrovo un nuovo pilone che non era segnalato, sono frefato.
    Quindi loro DEVONO dire INIZIO TRATTO TUTOR , eventuali piloni intermedi, ma poi FINE TRATTO TUTOR

    @edoardo. No la media è sempre presa tra un pilone ed il suo successivo che diventa un nuovo inizio e cosi via

  266. Scusate, mi pare non sia stato affrontato il problema della percentuale di errore e cioè la possibilità che il tutor legga il numero di targa in modo errato per svariati motivi. (6-0-8, etc)

    Potrebbe essere interessante in caso di ricorso….

  267. ciao a tutti , leggendo i vostri commenti mi sono terrorizzato poiche io ho transitato tutta l’autostrada del sole a una media di 180/190 km passando pero’ sotto i piloni dei tudor a 130 km secondo voi le multe le prendo tutte ? e che rimedio ce?

  268. @ bigge:
    ho capito perfettamente la tua domanda, e condivido la seccatura di non sapere mai con certezza dove un tratto soggetto a controllo tutor termini (i furboni non ci avvisano di proposito). personalmente, mi documento sul sito delle autostrade/polizia si stato prima di viaggiare, e poi, “sul campo”, controllo visivamente sui piloni la presenza o meno delle fotocamere! basta aprire il finestrino, rallentare sotto al pilone e voltarsi indietro a guardare se le odiate scatoline col buco ci sono oppure no (ppure regolare lo specchietto esterno puntandolo verso l’alto). Per ora ho sempre fatto cosi; cmq deve esserci un cartello che avvisa del tutor prima di ogni pilone (o sul pilone stesso) per chi entra, ad es. dopo un’ingresso autostradale. La mancanza di cartelli, e cmq l’assenza delle fotocamere, sono sicuro indice che il tutor non e’ presente su una certa tratta.

    @ pompo:
    le fotografie scattate dal tutor sono visibili dagli utenti; in caso di errore nella lettura della targa, si puo’ senz’altro impugnare il verbale ricorrendo al giudice di pace, o, in questo specifico caso, stante il palese errore materiale, direttamente al prefetto (sconsigliabile in tutti gli altri casi). se cerchi piu’ su nel forum, un utente indica come fare per visionare le foto del tutor.

    @ nino:
    rallentare sotto ai piloni e’ sempre e comunque consigliabile, casomai il tutor funzionasse anche da autovelox istantaneo(cosa possibile), ma non ti pone al riparo dal calcolo della velocita’ media! essa infatti dipende dal tempo impiegato per transitare sotto a due piloni consecutivi, quindi se su un tratto di 20 km vai a 100 km/h per i primi 10 km e a 200 km/h per i successivi 10 km, ne risulta una media di 150 e il multone e’ in arrivo…sempre che tu non abbia culo e il tutor quel giorno non sia spento! per lo stesso motivo, quando ti fermi a pranzo in autogrill, puoi poi proseguire fino al pilone successivo a tutto gas…facendo attenzione che non vi siano autovelox tradizionali, ovviamente! ;-)

  269. @ bigge:
    ho capito perfettamente la tua domanda, e condivido la seccatura di non sapere mai con certezza dove un tratto soggetto a controllo tutor termini (i furboni non ci avvisano di proposito). personalmente, mi documento sul sito delle autostrade/polizia si stato prima di viaggiare, e poi, “sul campo”, controllo visivamente sui piloni la presenza o meno delle fotocamere! basta aprire il finestrino, rallentare sotto al pilone e voltarsi indietro a guardare se le odiate scatoline col buco ci sono oppure no (ppure regolare lo specchietto esterno puntandolo verso l’alto). Per ora ho sempre fatto cosi; cmq deve esserci un cartello che avvisa del tutor prima di ogni pilone (o sul pilone stesso) per chi entra, ad es. dopo un’ingresso autostradale. La mancanza di cartelli, e cmq l’assenza delle fotocamere, sono sicuro indice che il tutor non e’ presente su una certa tratta.

  270. @ pompo:
    le fotografie scattate dal tutor sono visibili dagli utenti; in caso di errore nella lettura della targa, si puo’ senz’altro impugnare il verbale ricorrendo al giudice di pace, o, in questo specifico caso, stante il palese errore materiale, direttamente al prefetto (sconsigliabile in tutti gli altri casi). se cerchi piu’ su nel forum, un utente indica come fare per visionare le foto del tutor.

    @ nino:
    rallentare sotto ai piloni e’ sempre e comunque consigliabile, casomai il tutor funzionasse anche da autovelox istantaneo(cosa possibile), ma non ti pone al riparo dal calcolo della velocita’ media! essa infatti dipende dal tempo impiegato per transitare sotto a due piloni consecutivi, quindi se su un tratto di 20 km vai a 100 km/h per i primi 10 km e a 200 km/h per i successivi 10 km, ne risulta una media di 150 e il multone e’ in arrivo…sempre che tu non abbia culo e il tutor quel giorno non sia spento! per lo stesso motivo, quando ti fermi a pranzo in autogrill, puoi poi proseguire fino al pilone successivo a tutto gas…facendo attenzione che non vi siano autovelox tradizionali, ovviamente! ;-)

  271. @ pompo:
    le fotografie scattate dal tutor sono visibili dagli utenti; in caso di errore nella lettura della targa, si puo’ senz’altro impugnare il verbale ricorrendo al giudice di pace, o, in questo specifico caso, stante il palese errore materiale, direttamente al prefetto (sconsigliabile in tutti gli altri casi). se cerchi piu’ su nel forum, un utente indica come fare per visionare le foto del tutor.

  272. @ nino:
    rallentare sotto ai piloni e’ sempre e comunque consigliabile, casomai il tutor funzionasse anche da autovelox istantaneo(cosa possibile), ma non ti pone al riparo dal calcolo della velocita’ media! essa infatti dipende dal tempo impiegato per transitare sotto a due piloni consecutivi, quindi se su un tratto di 20 km vai a 100 km/h per i primi 10 km e a 200 km/h per i successivi 10 km, ne risulta una media di 150 e il multone e’ in arrivo…sempre che tu non abbia culo e il tutor quel giorno non sia spento! per lo stesso motivo, quando ti fermi a pranzo in autogrill, puoi poi proseguire fino al pilone successivo a tutto gas…facendo attenzione che non vi siano autovelox tradizionali, ovviamente! ;-)

  273. @ nino:
    allora, rallentare sotto ai piloni e’ sempre e comunque consigliabile, casomai il tutor funzionasse anche da autovelox istantaneo(cosa possibile), ma non ti pone al riparo dal calcolo della velocita’ media! essa infatti dipende dal tempo impiegato per transitare sotto a due piloni consecutivi, quindi se su un tratto complessivo di 20 km vai a 100 km/h per i primi 10 km e a 200 km/h per i successivi 10 km, ne risulta una media di 150 km/h e il multone e’ in arrivo…sempre che tu non abbia culo e il tutor quel giorno non sia spento! per lo stesso motivo, quando ti fermi a pranzo in autogrill, puoi poi proseguire fino al pilone successivo a tutto gas…facendo attenzione che non vi siano autovelox tradizionali, ovviamente! ;-)

  274. Risposta a bigge:
    Ciao Bigge concordo con te il sito delle autostrade non è aggiornato anche se quello della polizia ti rimanda alla sua consultazione. Penso ci si potrebbe attaccare per fare ricorso. Comunque io percorro quotidianamente il tratto fiorenzuola casalpusterlengo e ti confermo che la presenza del tutor è segnalata a partire da piacenza nord con il classico cartello. La prima volta che lo vedi non lo noti perchè pensi sia un’indicazione stradale come altre (vergogna!!!)
    Volete ridere… provate a telefonare ad autostrade d’italia per informarvi delle postazioni tutor, il piu’ delle volte vi prenderanno per matto o per terrorista talebano dicendo che non sono domande da fare a loro ma alla polizia!!!

  275. @ nino:
    rallentare sotto ai piloni e’ sempre e comunque consigliabile, casomai il tutor funzionasse anche da autovelox istantaneo(cosa possibile), ma non ti pone al riparo dal calcolo della velocita’ media! essa infatti dipende dal tempo impiegato per transitare sotto a due piloni consecutivi, quindi se su un tratto complessivo di 20 km vai a 100 km/h per i primi 10 km e a 200 km/h per i successivi 10 km, ne risulta una media di 150 km/h e il multone e’ in arrivo…sempre che tu non abbia culo e il tutor quel giorno non sia spento! per lo stesso motivo, quando ti fermi a pranzo in autogrill, puoi poi proseguire fino al pilone successivo a tutto gas…facendo attenzione che non vi siano autovelox tradizionali, ovviamente! ;-)

  276. ciao a tutti,
    prima volta nel forum, purtroppo nn alla PRIMA MULTA TUTOR,io e la mia familgia siamo dei grandi finanziatori di TUTOR, in questo ultimo periodo siamo stati massacrati.
    Però ho imparato una cosa dalle vacanze di quest’anno in Francia ( Normandia, Bretagna..)
    2500 Km fra autostrada e strada normale.
    NON HO VISTO UNA PATTUGLIA DI POLIZIA,QUINDI quindi NESSUN AGGUATO INATTESO, però devo dire che gli automobilisti sn disciplinati, rispettano i limiti, viaggi rilassato, risparmi in gasolio e salute, puoi goderti il panorama ecc… I TUTOR ci sono, ben segnalati e tutti li rispettano.

    Una cosa però devo dire ai ns tecnici, imparate dagli stranieri a mettere dei limiti INTELLIGENTI, nn VELOCITA’ 20 KM orari in punti dove, se li rispetti crei un tappo micidiale dietro di te, facendo così forse anche noi italiani possiamo rispettarli. CIAO.

  277. redgabry: ho la sensazione che sul tratto Roma/Napoli e viceversa siano state inviate da inizio 2008 “quintali” di contravvenzioni.
    Tale mole di lavoro ha fatto si che il lavoro di spedizione delle stesse venisse assegnato dal Ministero degli Interni in service alla Polizia Stradale di Campobasso.
    Si parla ormai di decine di milioni di euro incassati in soli 8 mesi.
    Le contravvenzioni sono talmente tante che inviano le più recenti al fine di evitare la prescrizione dei 150 giorni.
    Io personalmente ho ricevuto sullo stesso tratto circa 4 multe nella stessa giornata elevate il 13 gennaio per le quali faro ricorso in quanto notificate il 30 giugno.

  278. scusate, ho fatto casino coi post invadendo il forum con tre messaggi uguali!!
    chiedo venia.
    approvo le considerazioni di talequale55: anche a mio avviso, infatti, se i limiti fossero piu’ realistici e consoni alle strade, tutti tenderebbero a rispettarli di piu’.
    @ gargano: che culo! ehm…fortuna! ;-) vai col ricorsone per prescrizione!

  279. cari amici io faccio sempre la caserta nord roma e viceversa da quando entro il casello fino al primo pilone vado di media 180/200 poi dopo diciamo mantengo la media dei 140 poi se capita che mi addormento perche penso che capita a molti vado a 160 perche mi rende alla guida molto piu attento rallento sotto i piloni o passo sulla corsia d’emergenza a 80/90 con quattro frecce accese lo faccio da gennaio,ancora niente di multe,o per ora è…..fortuna o fra un po mi faccio un finanziamento per pagare lo stato

  280. @ mg500:
    la media dei 140 km/h di tachimetro rientra nei limiti (la velocita’ effettiva infatti e’ di 8-9 km/h inferiore a quella indicata dal tachimetro), quindi non dovresti ricevere verbali. Anche il trucco di passare sotto ai piloni nella corsia d’emergenza dovrebbe funzionare, anche se su alcuni piloni tutor ho visto un’inquietante quarta fotocamera posta sopra la corsia d’emergenza, la cui funzione non e’ per ora conosciuta, ma e’ fonte di apprensione!
    Rallentare semplicemente sotto ai piloni, invece, non serve ad evitare la multa del tutor, in quanto il sistema rileva la velocita’ media su un tratto compreso tra 2 piloni. In bocca al lupo!

  281. Ciao a tutti,
    veramente complimenti per la competenza.
    Vorrei chiedere una cosa, quindi è vero che il tutor non sempre è acceso, sento gente che ha preso ad esempio sulla mi-bs 2 o 3 multe in giorni diversi nell’arco di un mese in cui sono passati tutti i giorni, mi hanno detto che bene o male tutti i giorni la velocità è uguale, se fossero sempre accesi sarebbero stati invasi dai verbali, cosa ne pensate.

  282. @ jumbo:
    in effetti pare che i tutor non funzionino continuamente, anche per motivi di carenza di personale…sta di fatto che, almeno per ora, e’ impossibile sapere quando sono attivi e quando no, ed e’ proprio questo effetto deterrente che rende caratteristico il sistema.

  283. @leon
    si infatti ho notato che hanno montato una terza scatola anche li, pero non vedo sensori a terra puo darsi di una semplice telecamera,o di un imbroglio per confonderci nn credo che spenderebbero altri soldi per mettere dei sensori anche la, per ora.

  284. Leon, complimenti veramente per la competenza e l’assiduità con cui ti si legge.
    Mi farò sentire spesso, è bello scambiare idee e opinioni con altri.
    Se avete problemi elettrici o similari visitate il sito (NO SPAM), lì io sono moderatore, venite e trovarmi.
    Se non potevo inserire il sito ditemelo pure, o rimuovete il messaggio senza problemi.
    A risentirci.

  285. Scusate ma ho letto solo ora il regolamento, in effetti mettendo il nome del sito ho fatto publicità, cancellatelo pure e scusate di nuovo.
    A risentirci.

  286. Per jumbo- Visto che sei pratico….non è possibile creare uno schermo da mettere sotto la macchinaper eludere i sensori ad induzione che sono nell’asfalto ? Sarebbe una buona idea…naturalmente cio non significa che questa soluzione deve incitare ad andare piu forte,ma puo sicuramente far stare un po piu tranquilli se si sfora di qualche km….

  287. @edoardo
    Guarda, se veramente avrei trovato la soluzione non ci avrei pensato 2 volte a dirvela, sono daccordo con te che però poi non vuol dire sfrecciare come saette.

  288. salve a tt volevo sapere una cosa:
    se riesco a far passare una moto per una macchina nel punto A e nel punto B farla passare per una moto (mantenendo la stessa targa) i verbali possono arrivare o no?

  289. @ mattia_08
    non credo che servirebbe a qualcosa, dato che il limite di velocita’ vale indifferentemente sia per le auto che per le moto, quindi la multa parte lo stesso.
    inoltre, il tutor scatta una foto della parte posteriore del veicolo, quindi risulta visivamente il tipo di veicolo in transito (piu’ su nel forum trovi il link in cui si vedono le foto, x aver un’idea). Semmai, bisognerebbe agire a livello elettromagnetico per far scattare la foto in ritardo, quando il veicolo e’ ormai fuori portata delle fotocamere!

  290. sempre @ mattia_08
    inoltre, il tipo di veicolo pare che venga identificato rilevando il numero degli assi tramite i sensori annegati nell’asfalto, per cui il tutor distingue auto, moto, camion, pullmann e veicoli con traino, elevando automaticamente i verbali al superamento dei rispettivi limiti di velocita’ imposti per le varie categorie. :-(

  291. speravo ke riusendo ad emettere un campo elettromagnetico intorno al mezzo avrei potuto farlo passare per qualcosaltro(nn conosco bene gli effetti di un campo elettro magnetico sui sensori elettromagnetici , nn so se riesco a nascondere il mezzo ai sensori o a farlo passare per un altro mezzo + grande nel primo punto in modo da assegnare alla targa una categoria di un veicolo e nel secondo punto spegnere il campo per mandare in tilt il server).
    però c’è anke un’ altra soluzione: mettere sulla targa dei led infrarossi ad alta intensità in modo da abbaiare la telecamera (però vanno messi in un certo modo).

  292. mio padre ke lavora sulle autostrade conosce molto bene come funzionano i tutor e mi ha detto ke vengono usati anke in velocità istantanea!!! attenti allora!!

  293. grazie per la conferma dell’autovelox istantaneo, mattia!
    gli infrarossi pero’ sarebbero utili solo di notte, poiche’ di giorno le fotocamere non funzionano in tale modalita’, e dubito che si potrebbero quindi abbagliare mediante gli infrarossi. se fosse possibile sarebbe fantastico…ti puoi informare in tal senso? grazie a nome di tutto il forum!

  294. Per quanto mi risulta, in linea di principio una sorgente ad infrarossi abbastanza potente abbaglia qualsiasi telecamera (ad infrarossi o meno) sia di notte che di giorno. Non so se la telecamera del tutor abbia particolari filtri o contromisure per evitare questo problema, ma varrebe la pena di tentare, trovando il modo di montare i led in modo “pulito”. Sarebbe utile l’opinione di un esperto in materia.
    ———————————-
    Oggi ho avuto la data dell’udienza di uno dei ricorsi che ho presentato. Se ne parla per il 3/3/09. Almeno mi è stata concessa la sospensione dell’esecutività del verbale.

  295. @ mpx
    siamo alle solite: chi fa la prova? ;-) il problema, poi, e’ capire se il sistema funziona veramente oppure quel giorno il tutor era solo spento…
    Cmq si potrebbero montare dei led intorno alla targa puntati verso l’alto, dopotutto la luce infrarossa e’ invisibile all’occhio umano, quindi nessuno puo’ dire niente (finche’ non sgama il trucco, ovviamente).
    in bocca al lupo per il ricorso! Che motivi d’impugnazione hai addotto, se posso chiederlo?

  296. ho parlato gia dei led infrarossi a mio padere e ha detto che si puo fare(anke di giorno) ma devono essere disposti con una certa angolazione altrimenti illumuni ankora di + la targa!! e poi dovresti mettere un interruttore altrimenti se una volante della polizia ti viene dietro e ha la telecomera ti fermano!!
    però credo ke sia meglio usare il campo elettromagnetico( se qualcuno ha dei sensori elettro magnetici per il posteggio della macchina provi a vedere cosa succede con il campo!!) volendo si puo usare anke quell coso ke diceva prima quel tizio quello ke usano per fregare le macchine in america però andebbe nascosto sotto la macchina azionato da un interruttore (per lo stesso motivo di prima) e tolto durante le revisioni ( per creare un capo elettromagnetico seve solo una bobbina!!) ciao a tt e fatemi sapere di eventuali esperimenti!!!!

  297. grazie per le informazioni, mattia…
    il fatto e’ che, a mio parere, il campo magnetico dovremmo cercare di farlo sparire, per rendere in tal modo l’auto invisibile ai sensori, e non aumentarlo! ;-)

  298. E’ evidente che il famigerato TUTOR opera grazie al TELEPASS, ove pasando sotto i cavalcavia lascia ora e terga ed rileva ad i successivi lo steso impulso con le medesime informazioni e fà la multa, altro che foto ad ifrarosi, o sistema militare, guardate sotto i cartelli luminosi in autostrada quelli che informano sul traffico ecc ec, noterete le stese antenne che Vi sono all’ingreso delle porte TELEPASS ed ecco svelato il MEGAPACCO che la società AUTOSTRADE ci ha riservato.

    IL SISTEMA FUNZIONA SOLO PER CHI HA IL TELEPASS!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  299. Oggi ho ricevuto una multa per eccesso di velocità rilevato col Tutor (SICVE) sulla padova-bologna. Hanno rilevano una velocità (non c’e scritta se media o al passaggio) di 125,17 km/h. Tale velocità rimane dentro il limite di 130 km/h imposto sulle autostrade ma avevo il carrello portamoto che riduce il mio limite di velocità a 80 Km/h. E’ possibile davvero che questo cavolo di Tutor sia stato in grado di riconoscere che agganciao alla mia auto c’era un rimorchio?? Per fare ciò si avvale dell famose bande manietiche annegate nell’asfalto? -5 punti e 306 euro di multa.

  300. @ pier:
    purtroppo si, se leggi piu’ in alto nel forum, troverai la testimonianza di un altro “carrellista” multato in modo identico al tuo.
    caratteristica dell’odiato tutor e’ quella di poter distinguere il tipo di veicolo in transito, e quindi elevare il verbale a seconda del superamento dei limiti di velocita’ previsti per la categoria a cui appartiene.
    probabilmente cio’ e’ reso possibile dai sensori annegati nell’asfalto, che pare rilevino il numero di assi del veicolo in transito; cmq il riconoscimento potrebbe anche essere fotografico, per mezzo delle fotografie scattate dal sistema, nelle quali si vede chiaramente la parte posteriore dei veicoli multati.

  301. Il tutor funziona solo per chi ha il telepass??? Siamo sicuri?? Mi sembra improbabile che per evitarlo sia sufficiente pagare l’autostrada con contanti o carta…! E pensare che io sto usando un telepass che non è nemmeno mio!! E’ della mia morosa!!

    I normali autovelox (non maledetto tutor) non riescono a capire che ho il carrello agganciato?? E allora come fanno a controllare la velocità dei camion e camion rimorchio?? Installano degli apparecchi mobili tarati appositamente per i bestioni della strada?

    Ragazzi questo forum è davvero utile..vi ringrazio infinitamente per le notizie.

  302. volendo tenersi aggiornati, sul sito della polizia di stato ci sono gli autovelox aggiornati regione per regione.

    autovelox

  303. non fatevi ingannare dalle apparenze tra il telepas e il tutor c’è molta differrenza solo perche hanno lo stesso “contenitore” non è detto ke hanno lo stesso “contenuto”
    per leon : ti voglio dire ke l’unico modo per togliere il campo elettro magnetico dei sensori sarebbe quello di metterci a fare buchi nell’asfalto per riuscire a trovare i fili (ma dubito ke potremmo passare inosservati).
    dimenticavo di dirti però ke quei sensori riescono a percepire solo i metalli quindi non altri materiali cm la plastica (una buona idea sarebbe di costruire una macchina tutta di plastica anke se dubito fortemente ke si possa costruire!!!)
    però nn conosco ancora l’effetto di un campo elettromagnetico su quei sensori per questo chiedevo di fare degli esperimenti!!

  304. stavo scrivendo quando è entrato un agente nel mio internet point cm tt bene!!!
    @pier:
    credo ke tt gli autovelox siano in grado di riconoscere il tipo di mezzo cm dipende dal tipo di autovelox che sn tra di loro molto differenti!!
    @airdave grazie delle mappe quelli sn solo i posti in cui è POSSIBILE ke ci siano degli autovelox non dove si trovano effettivamente!! attenti lo stesso!! (vicino il mio paese hanno messo un autovelox alla fine della discesa, quante multe che sn partite!!!)

  305. Ciao a tutti ho letto tutto il forum, il 05 Luglio 2008 sulla Padova Bologna, andando al Yamaha Fest, ho preso un tutor a Monselice alle 7.00 circa di mattina, uno dopo Bologna andando a Misano, e uno al ritorno nel tratto vicino a Ferrara, con auto e rimorchio porta moto.
    La velocità media di 122, 119 e 118 Km/h.
    Da ignorante pensavo che se l’appendice poteva andare a 130, anche il carrello per moto potesse fare altrettanto.
    Mi sbagliavo, non c’è più distinzione, sono tutti carrelli che hanno il limite a 80 Km/h.
    Spero che non ne arrivino altre, con un totale di 900 e passa euro e 15 punti.
    Saluti a tutti

  306. @ matia_08 : beh si… l’ideal sarebbe fornirsi di tomtom e dei “poi” per l’esatta posizione.
    @ alessandroR1-2008: azz… ale. mi spiace. 900 euro so tanti…

  307. il telepass non e’ in alcun modo collegato al tutor, e non c’entra niente col suo funzionamento…purtroppo, altrimenti basterebbe pagare in contanti per evitarlo!
    cmq vi ricordo che il codice della strada, con una norma forse mai applicata, prevede in teoria che possano effettuarsi controlli anche tramite il biglietto autostradale, per verificare, in base all’orario di emissione dello stesso, il tempo totale di percorrenza! ma niente paura…dubito che l’abbiano mai fatto! e poi, sui biglietti del casello solitamente non si legge quasi nulla! ;-)

  308. bentornato airdave, nostro mitico webmaster! :-) il tuo forum ti fa la ola! ;-)

  309. Ciao Leon e a tutto il forum, questo gruppo di discussione sta riscuotendo un ottimo interesse in giro per il web, grazie a te e a tutti voi che partecipate.

    Avanti così! Dave

  310. stiamo divagando su qualcosa che non è rilevante, ossia: “come fottere il tutor”
    onestamente se c’è un limite è giusto che si rispetti (lo dice uno che ha già 7 multe prese in 3 weekend sulla roma-napoli), adesso lo sappiamo e andiamo più piano (l’ho saputo solo a fine luglio, per cui non so quante altre arriveranno).
    Dovremmo invece concentrarci a trovare un sistema su come non pagarle, su come affrontare un ricorso.
    Io coinvolgerei anche l’ADUSBEF, cercando di organizzare un ricorso di gruppo (class action si chimano in america?)
    Infatti questo sistema tutor che dovrebbe essere un deterrente in verità è stato gestito per far sborsare una barcata di soldi agli automobilisti, non a caso i viaggiatori abituali (emigranti pendolarr) sono stati quelli più colpiti, perchè le multe sono arrivate dopo circa 2 mesi, per cui per 2 mesi almeno ho viaggiato normalmente senza conoscere il funzionamento del tutor e poi mi sono beccato una marea di verbali tutti insieme.
    Invece avrebbero dovuto inviare subito il primo e io evitavo il salasso.
    Ma per legge si prendono 90 giorni e noi siamo fottuti.
    C’è qualcuno che da delle indicazioni su un riorso? io ho segnalato già dei punti in alto, ma nessuno si è preoccupato di affrontare la cosa.
    State pagando per caso?

    Comunque 2 info:
    la lista dei tutor è pubblicata dal sito delle autostrade:
    http://www.autostrade.it/assistenza-al-traffico/tutor.html?initPosAra=3_4

    il tutor funziona, il telepass non c’entra nulla, leggere la descrizione del funzionamento su questo sito:
    http://emax.poigps.com/index.php?option=com_content&task=view&id=8&Itemid=31

  311. @leon: di motivi ne ho messi parecchi, principalmente ho insistito sulla mancanza di omologazione del sicve (il provvedimento citato sul verbale come omologazione è in realtà solo un’approvazione) il che comporta, tra l’altro, l’inapplicabilità dell’art. 201 comma 1-ter del cds, quindi gli organi di polizia devono essere presenti. poi ho sollevato dubbi sul corretto funzionamento del sistema evidenziando l’incongruenza della numerazione degli “Id. transito” che compare sui fogli ove sono stampate le foto. Vi è poi la nota questione della mancata taratura da parte di un centro SIT accreditato. Ho anche contestato la frase sul verbale ove “si attesta la corretta installazione ed il buon funzionamento” del dispositivo, come se ciò fosse possibile da parte di un funzionario di polizia, chiedendo le prove di tale verifica.
    Comunque, la vicenda del tutor mi ricorda molto il film “Minority report” e spero che abbia la stessa conclusione.
    Ho visto il forum citato da “jumbo” il 22 agosto e mi pare vi siano molte persone competenti in materia di elettronica ed automazione industriale; sarebbe utile una sorta di gemellaggio con questo forum per sentire il parere degli esperti circa la possibilità di interferenze o schermature magnetiche e dell’accecamento tramite infrarossi.
    Spero che quanto prima vi sia qualche sentenza sul tutor (favorevole al ricorrente!) per capire meglio come muoversi.

  312. @mpx: attenzione però che sul forum che modero richieste che vanno contro la legge, nel nostro caso eludere il tutor, vengono cestinate.

  313. Ciao a tutti sono Andrea, è la prima volta che entro in questo forum e lo faccio perchè ho letto tutti i messaggi e mi sembra che ci siano parecchie persone competenti che ahime’ hanno avuto la sfortuna come me di scontrarsi contro l’ormai famigerato mostro “Tutor”.
    Anche io percorro circa 80.000 km l’anno e fino al 4/7/08 (giorno del mio compleanno :-( ) almeno le infrazioni del tutor ero riuscito ad evitarle, non so’ se per fotruna o perchè ho sempre cercato di passare entro i 135 km/h sotto alle telecamere..
    Ieri mi sono arrivati 2 verbali uno delle 21:50 e l’altro delle 22:03 (tratto Bo-Pd in direzione Bologna emessi, uno dalla polizia stradale di Pd e l’altro da quella di Ferrara) dove mi viene contestata, in trattti stradali compresi tra il km x e il km y, la velocità di 165 km/h e 160km/h rilevata dal sistema Sicve omolog. dal Min. Infrastrutture e Trasp con povved. n°3999 del 24-12-04. Accertamento verificato da un PEZZO DI M…A di sovraintendente 3 gg dopo che attesta la corretta installazione e il buon funzionamento del sistema.
    Si evince che il rilevamento della velocita’ è una velocita’ istantanea e non la media di un breve percorso…
    _ ho sempre saputo che i tutor rilevano la velocita’ media (prob. per mia ignoranza ma anche per sbagliata informazione da parte di chi gestisce questi apparecchi, infatti ho sempre letto sui pannelli autostradali “rilevamento velocita’ media con sistema tutor” e non che rileva la velocita’ istantanea..
    Ho chiamato la polizia stradale di Padova per avere informazioni in merito e sentite cosa hanno risposto alla mia domanda……Il tutor rileva sia la media che l’istantanea a seconda di come vuole sfruttarlo chi lo gestisce e sono apparecchi di ultima generazione, questo è quello che mi sono sentito rispondere……Mah!!
    Comunque volevo sapere se secondo voi anche l’informazione a questo punto errata dei pannelli puo’ essere un ulteriore appiglio al ricorso oltre alla mancata segnalazione del numero di matricola e alla comprovazione del collaudo…
    Sapete anche indicarmi per quanto vale il collaudo e ogni quanto deve essere fatto?
    In ultimo ho letto che per evitare le foto si parla di passare in corsia di emergenza. Ma se io passo normalmente sotto al punto A, in corsia di emergenza al punto B e di nuovo normalmente sotto al punto C, la rilevazione della velocita’ media viene effettuata tra A e C?
    Spero di essre stato abbastanza chiaro e Vi ringrazio anticipatamente da un Vostro nuovo collega di forum…….

  314. @andrew10: se sul verbale/i è indicato “tra il km. x e il km. y”, direi che si tratta della velocità media, non di quella “istantanea”; l’orario corrisponde al passaggio sotto la seconda postazione di ogni tratta.
    se invece si tratta proprio si velicità istantanea, ti conviene fotografare le postazioni che riportano il segnale “rilevamento velocità media…”, magari inquadrando anche il segnale chilometrico più vicino, e allegare le foto al ricorso.
    Come ho scritto più sopra, il provvedimento n. 3999 del 24/12/2004 non è di omologazione ma di semplice approvazione, con gli effetti che ne conseguono.
    passare sulla corsia di emergenza è a mio avviso una manovra rischiosa da evitare; comunque, il software di gestione del tutor dovrebbe prevedere che se una targa rilevata al punto “a” non transita sotto il punto “b” entro un intervallo di tempo tale da costituire eccesso di velocità (in relazione al tipo di veicolo), dovrebbe essere scartata; in tal caso il successivo passaggio al punto “c” costituirebbe nuovamente il primo rilevamento; questa però è solo una mia deduzione, basata anche sul richiamo alla normativa sulla privacy nell’art. 1 del citato provvedimento. In caso contrario si verificherebbero casi in cui una targa rimarrebbe memorizzata nel sistema a tempo indefinito (il che non è consentito), ad esempio se dopo la prima rilevazione un’auto si ferma per un guasto e prosegue sul carro attrezzi.

  315. @ andrew:
    se sul tratto di strada dove sei stato multato non e’ presente nessuna segnaletica che avvisa della presenza di autovelox normali, ossia a rilevamento istantaneo, ma vi e’ solo quella che avverte del controllo della velocita’ media tramite tutor, a mio modesto avviso e’ possibile ricorrere, poiche’, mancando l’informazione segnaletica, si vanifica del tutto l’effetto deterrente del controllo, che e’ lo scopo principale, e si finisce per avere solo la deviata funzione di fare cassa. Io cercherei di spiegare al giudice tale circostanza nel ricorso.
    “Ai sensi della Legge 160/2007 (conv. DL. 117/2007 del 3.08.2007), le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite, nel regolamento di esecuzione del presente codice. Le modalità di impiego sono stabilite con Decreto del Ministro dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Interno del 15 agosto 2007, G.U. n. 195 del 23 agosto 2007.”
    In mancanza, i verbali sono annullabili.
    Le fotocamere sono integrate tra loro, quindi cambiare corsia non serve a niente, tranne forse quella di emergenza, poiche’ non e’ solitamente dotata di fotocamera.
    In ogni caso, rallentate sempre sotto ai piloni!

  316. @ mpx:
    complimenti, bel ricorso! ;-)
    In bocca al lupo!

  317. @Leon:
    La segnaletica di autovelox cè, ma non sui pannelli elettronici dove cè scritto che i tutor rilevano solo la velocità media e quindi danno al cittadino un’informazione sbagliata!!!
    Infatti se io so’ che rilevano la velocità istantanea, quando passo sotto ai piloni me ne sbatto di quello dietro che vuole passare e non spingo sull’acceleratore…
    Con l’informazione errata che danno loro, il cittadino crede di poter accelerare a suo piacimento con l’obbligo poi di rientrare in media…o sbaglio?
    Il verbale che mi hanno contestato segnala che alle 21:50:30s tra il km x e il km y ha registrato la velocita di 165 km/h e quindi secondo me è una velocita’ istantanea e non una media e poi cmq non viene specificato da nessuna parte che è una velocità media….
    Secondo voi autoveloxko.it è una bufala o ci possiamo fidare?
    Grazie da un’autista sfinito e incredulo:(

  318. @leon: grazie, staremo a vedere… crepi (il lupo e il tutor!)
    @andrew10: a mio parere i gestori di autoveloxko sono ben organizzati per i ricorsi contro gli autovelox e simili ma, come la loro stessi specificato al punto 2 delle f.a.q., non predispongono ricorsi per il tutor con rilevazione del tipo “tra il km. .. ed il km..; per tale tipologia mi pare rimandino ad un altro sito, di cui non sono in grado di giudicare l’efficacia.
    saluti a tutti

  319. Volevo sapere un’informazione ho effettuato il tratto Bologna Ancona dove sono posti vari Tutor Sicve in prossimità del pannello o passando sotto ad esso la mia velocità era di 100-110 mentre tra un pannello e un altro aumentava 150km/h per poi ritornare a 110 Km/h in prossimità di un altro pannello o davanti agli autogrill posti nel tratto di percorrenza per evitare autovelox o polizia stradale.
    Premetto che viaggiavo di notte e non c’era traffico per questo vorrei sapere come si calcolalano media percorsa tra un tratto ed un altro e se effettivamente ho preso la multa o sono riuscito a salvarmi.
    Grazie per qualunque informazione o risposta vogliate darmi

  320. @ andrew:
    mi spiace ma il tuo verbale e’ stato emesso dal tutor rilevando la velocita’ media, e non istantanea, come in un primo tempo m’era parso di capire. Anche se in esso non compare scritta la parola “velocita’ media”, e’ ovvio che se la violazione e’ rilevata nel tratto di strada compreso tra il km x e il km y, si tratta sicuramente di un controllo della velocita’ media.

    @ teomat:
    se leggi gli altri messaggi piu’ su nel forum, troverai esaurienti risposte a tutte le tue domande. Riassumendo brevemente: il tutor funziona anche di notte; e’ sempre meglio rallentare entro i limiti transitrando sotto ai piloni, perche’ possono funzionare anche da rilevatori istantanei; l’importante cmq e’ tenere la media complessiva entro i 136 Km/h di GPS, cioe’ circa 140 di tachimetro (che sballa sempre un po’ per eccesso), onde stare al sicuro da brutte sorprese.

  321. sul sito piemmenews.it, tra le news del giorno 23/8/08, compare “E’ CADUTO ANCHE IL SICVE TUTOR!”, con riferimento ad una recentissima sentenza del giudice di pace di Cassino, non ancora pubblicata.
    siccome ho presentato un ricorso anche al gdp di cassino, la notizia mi fa ben sperare.

  322. se in futuro avessi bisogno di un avvocato saprei gia a chi rivolgermi!!!!
    cm per trovare la velocità media basta calcolare la distanza tra i due tutor e dividerla per il tempo impiegato per passare dal primo tutor all’ altro( c’è scritto anke sopra)

    non è detto comunque ke tutti i tutor calcolino anke l’instantanea quello dipende dalla benetton e da toto(cm consiglio di andare piano lo stesso almeno si evitavo un po di verbali!!)

  323. scusate, tanto per cercare di eliminare qualche dubbio: c’è qualcuno di voi che è stato multato con il tutor e non dispone di telepass?

  324. Sapete dopo quanti mesi o giorni arrivano le multe ?
    Grazie

  325. @bobo65

    Non c’è nessun dubbio da fugare, come dovresti aver letto nei messaggi sopra, il tutor fotografa TUTTI i veicoli che passano sopra le spire magnetiche nell’asfalto. PUNTO. (Ovviamente quando è acceso, e non sempre lo è)

  326. @ sauro:
    dipende dalla velocita’ dell’amministrazione incaricata, che puo’ variare, anche se col tutor sono relativamente veloci, per ora. Ricorda che, ad ogni modo, il verbale deve essere notificato entro e non oltre 150 giorni da quando e’ stata commessa l’infrazione; se superano questo termine, puoi ricorrere chiedendo l’annullamento del verbale! piu’ su nel forum troverai altri dettagli al riguardo.

  327. @Leon:
    Così interpretata sembrerebbe velocita’ media, ma allora come faccio a sapere l’orario del passaggio sotto al primo pilone per poter calcolare la velocità media? Nel verbale non cè scritto, puo’ essere un ulteriore appiglio o ci sono delle foto che dovrei richiedere?
    Secondo te la mia interpretazione posso portarla avanti con u

  328. @Leon:
    Così interpretata sembrerebbe velocita’ media, ma allora come faccio a sapere l’orario del passaggio sotto al primo pilone per poter calcolare la velocità media? Nel verbale non cè scritto, puo’ essere un ulteriore appiglio o ci sono delle foto che dovrei richiedere?
    Secondo te, la mia interpretazione posso portarla avanti con un avvocato?

  329. @ andrew:
    tempi, tratte e velocita’ dovrebbero essere consultabili insieme alle foto scattate dal tutor; domanda alla polizia che ti ha notificato il verbale per sapere come fare!

  330. confermo, per ogni verbale vengono rilasciate (su richiesta) due foto che riportano data ed ora, posizione chilometrica, ecc.

  331. Mi chiedevo se la media della velocità è calcolata sulla distanza fissa tra due portali, la distanza divrebbe essere modificata in automatico ad ogni passaggio delle macchine, perchè se io passo sul primo portale nella corsia di sorpasso a sinistra e nel secondo portale nella corsia più a destra, la distanza è cambiata, rispetto se io mantengo la stessa corsia.
    Vi ricordo che i sensori di attivazione delle telecamere con il conteggio del tempo sono sfalsati tra loro per non attivare in contemporanea due telecamere e due contatempo.
    Se così fosse, cioè se il calcolo è fatto sempre sulla stessa distanza del portale, il calcolo del sistema è ERRATO, non affidabile, anche se poco rilevante per la media.
    Il sistema non è affidabile e non omologabile perchè non esatto.
    Bisognerebbe avere più dati di verbali dello stesso rilevatore.
    La polstrada dovrebbe dare oltre alle due foto, obbligatoriamente, anche le caratteristiche della strumentazione, della prima foto e della seconda con il calcolo eseguito per trovare la media Km/h.
    La documentazione è parte integrante e necessaria per la contestazione dell’infrazione.
    Cosa ne pensate?

  332. Chi è di voi che conosce il costruttore effettivo del Tutor o lo sviluppatore del software?
    Potrebbe esserci utile per chiarire questi dettagli.

    saluti ale

  333. @ alessandro1_2008
    se leggi il forum dall’inizio, troverai informazioni interessanti sul funzionamento del tutor. lo scarto dovuto al passaggio in una corsia diversa e’ purtroppo insignificante, e il sistema calcola la media con una semplice operazione algebrica, come spiegato dall’illustrazione all’inizio di questo forum, dividendo i km percorsi per il tempo impiegato, ottenendo la media della velocita’.

  334. @ Leon che è ferrato in legge,
    la sentenza 805/04 del Giudice di Pace di Treviso, depositata il 28/07/2004 e citata nella sentenza n.20544 del 29.07.2008 parla di illeggitimità a decurtare i punti della patente se il comune di residenza non istuisce i corsi per il recupero punti.
    (Le scuole guida si fanno pagare e questa storia dei punti ha incrementato in maniera vertiginosa il business delle stesse. Per cui mi sembra plausibile)
    Ho capito bene la sentenza? così era spiegata sul sito del corriere della sera.
    potremmo citare questa sentenza nel ricorso e salvare i punti?

  335. @ emigrante:
    non conosco la sentenza da te citata (in teoria, sarei un marittimista!), ma mi sembra molto interessante, per cui appena ho tempo approfondiro’ con piacere la faccenda.
    se le cose stanno effettivamente come dici tu, sicuramente la cosa potrebbe tornare utilissima in sede d’impugnazione dei verbali, previa naturalmente verifica dell’esistenza o meno dei corsi comunali, se non altro per salvare i punti (che per molti sono piu’ importanti dell’importo del verbale!).
    grazie a nome di tutto il forum, vi faro’ sapere ulteriori info il prima possibile.

  336. Si permette la vendita di auto con molti cavalli che ti permettono di superare facilmente i 200 km/h ( che è una velocità pericolosa con il traffico odierno ) facendoti pagare bolli cospicui, poi ti aspettano al varco con il tutor !!,
    ti inducono in tentazione poi ti bastonano, e allora perchè non mettere limitatori di velocità ?, cosi siamo obbligati ugualmente ad andare piano ma almeno non ci becchiamo tutte ste multe

  337. @vitt
    se non sbaglio ci sono paesi europei dove non ci sono limiti di velocità in autostrada (forse in Germania…), per cui la tua obiezione va bene solo se poi non viaggi all’estero.
    Oggi ci sono 2 articoli sul sole24 ore, cercate sul sito e cercate “tutor”.
    Forse a qualcuno genera qualche spunto interessante.

    Intanto le mie multe sono salite a 9, e sono solo al 9 maggio, cosa succederà fino al 28 Luglio? (data in cui sono stato informato)…vi farò sapere.

  338. le autostade in cui nn ci sn limiti di velocità esistono e sono quelle russe

  339. anche sulla terza corsia delle autostrade tedesche non ci sono limiti di velocita’; in compenso, pero’, in tutto il resto del territorio i controlli sulla velocita’ sono rigidissimi (non a caso… siamo pur sempre in Germania!) ;-)

  340. ciau… io faccio l’itis indirizzo elettronica e quest’anno ho l’esame e devo portare un progetto costruito da me e avevo in mente di portare l’autovelox…(in mignatura)

    volevo kiedere da kuali circiuti e costituito?
    se e possibile pregettarlo o molto difficile

    grazie

  341. @sara:
    dipende da ke tipo di autovelox vuoi fare ce ne sono + difficili e + facili però credo ke servano lo stesso soldi e software (secondo me fai prima a prendertene uno dallella polizia che lasciano sulle strade e farlo passare per un tuo prgetto togiendo i vari adesivi e e piastrine per il riconoscimento e poi faresti anke un favore agli automobilisti!!!)

  342. @ sara:
    perche’ non costruisci piuttosto il prototipo di uno strumento per rendere inefficaci gli autovelox? sarebbe molto piu’ utile e avrebbe molto piu’ mercato!!! :-)
    butto la’ delle idee sparse: led infrarossi attorno alla targa per accecare la fotocamera; dispositivi elettromagnetici per annullare il campo magnetico dell’auto e/o per ingigantirlo, facendola scambiare per un tir; flash con filtro infrarosso attivato dal passaggio sui sentori magnetici per abbagliare le fotocamere mentre scattano la foto… ideona finale semiseria: macchina del fumo stile discoteca da attivare automaticamente per nascondere l’auto in un alone di nebbia artificiale :-P
    Coraggio, siamo tutti con te! :-)

  343. @sara
    cara sara in bocca al lupo per il tuo esame, ma qui siamo tutti contro l’autovelox e tutor,siamo noi a chiederti una volta che hai costruito il tuo progetto come sabotarlo perche solo chi lo costruisce conosce bene il suo difetto,se ci fai sapere qualunque cosa ti ringraziamo infinitamente….

  344. mi associo al compagno di forum mg500!!! :-)

  345. ciao, sono un motociclista e vorrei sapere se il nostro amico tutor è in grado di fottermi anche se non transito al di sopra dei sensori. in pratica avrei evitato i sensori transitando lungo la linea continua di fianco al guard-rail centrale. grazie ripondetemi,

  346. @francesco
    in teoria no, non passando sulle apposite bande oltre la velocità consentita non si dovrebbe attivare la telecamera.

  347. @ francesco:
    quel che dice jumbo e’ vero; pero’ assicurati bene di essere al di fuori delle strisce bitumose nere!!! cmq non fai prima a mettere un piede sulla targa, quando transiti sotto ai piloni? ;-)

  348. @ francesco
    penso che nn ci siano problemi, un consiglio metti una bandana attacata ad una freccia in modo che sventola sulla targa per voi motociclisti di soluzioni sono infinite,aime per noi sono infinitamente poche…. ,’-(

  349. Vi ringrazio per le risposte e sarei felice di avere altre conferme. Comunque avete ragione sul fatto che a 130 km\h in auto ci si addormenta, non potete capire cosa significhi viaggiare a quella velocità con una moto da strada, si arriva a casa che devono letteralmente tirarti giù dalla moto perchè ti si atrofizzano le braccia. vi ringrazio ancora. Comunque bel forum.

  350. Ciao ragazzi le mie multe sono arrivate a 6!!!!
    Mi è stato sconsigliato il ricorso per velocita’ media e allora provo con l’ultima risorsa che mi è rimasta…
    Diro’ che alla guida c’era una mia amica residente in Francia e tanti saluti..
    pago la multa senza perdere i punti e senza pagare i 250,00€ per non aver dichiarato chi era alla guida…
    Non spargete la voce;)

  351. @ andrew:
    ottima soluzione, unica cosa devi fare scrivere la dichiarazione alla stessa presunta conducente (o, da lei autorizzato, la scrivi tu e firmi col suo nome), ma cmq sempre allegando una fotocopia della sua patente in corso di validita’. Questo sistema ti consente di salvare i punti e di non pagare la sanzione accessoria dei 250 euro. In teoria, potresti anche rifiutare di pagare il verbale stesso, poiche’ sarebbe lei a doverlo fare, con conseguente onere della pubblica amministrazione notificarle il verbale in Francia, cosa che non credo attualmente possano fare. pero’, in questo caso, forse potrebbero esigere il pagamento dall’intestatario della vettura quale obbligato in solido, con la scusa che l’obbligato principale si trova all’estero…quindi, se non vuoi correre il rischio di ulteriori seccature, paga la multa e dici che alla guida era lei (fornendone la documentazione). Risultato garantito!

  352. @francesco:
    non so fino a quale distanza funzionano i sensori dato che quel tipo di sensori si usano anche sulle macchine come sensori di parcheggio(cm a mio zio ke ha la moto ho consigliato di piegare la targa verso il basso per coprirla!!)
    ho trovato atri 2 possibili metodi:
    1)mettere sulla targa uno speciale sprai lucido ke riflette la luce del flash degli autovelox ke xò con il tutor si puo utilizzare solo di notte ke ci sn i fari ad infrarossi
    2)(questa è alla 007!!)ritagliare la targa e motarci un perno al centro collegato ad un motore elettrico ke quando viene azionato fa ruotare la targa!!

  353. 1 domanda ma xkè avete intenzione di ingannare il tutor??

  354. viaggio spesso per lavoro e per vedere mio figlio che sta in un’altra città, visto che di giorno lavoro approfitto della sera per viaggiare con meno traffico ( quante volte la notte ho trovato l’autostrada quasi deserta), ho una macchina che potenzialmente fa i 250 km/h, se viaggio ai 160 è stabilissima ai 130 sembra ferma e rischio di addormentarmi, ma ai 160 sono già un fuori legge e quindi punibile.
    Sicuramente fare i 200 km/h si diventa pericolosi anche quando c’è poco traffico, ma fare i 130 si diventa soporiferi. Poi non capisco perchè lo stato permetta la vendita di veicoli dalle grandi prestazioni per poi multarti se li sfrutti un minimo, la prossima macchina non sarà sicuramente una BMW o una Mercedes ma una Panda 1000 con autista cosi almeno potrò dormire ( sonni tranquilli )

  355. @francesco e mattia:
    senza complicarsi la vita ingegnando diavolerie alla 007, e’ sufficiente utilizzare un lavafari motorizzato di un’auto…collegandolo al portagarga della moto, dopo aver fissato quest’ultimo a un cardine, ecco un efficace (e sperimentato) sistema basculante comandato a distanza! adesso c’e’…adesso non c’e’… :-) ps: io non vi ho detto nulla, eh? ;-)

    @ vitt:
    comprendiamo perfettamente il tuo stato d’animo e le tue considerazioni, che sono da noi tutti ampiamente condivise!

  356. la cosa che mi lascia perplesso è che il rilevamento della velocità media avviene con due strumenti (telecamere) diversi e che potrebbero non avere l’orologio sincronizzato al secondo, chi garantisce?

  357. @leon:
    è proprio quello il sitema ke proponevo di far ruotare la targa in modo da farla sparire.

  358. @ mattia-08
    noi nn abbiamo auto da 007 quindi nascondere la targa è reato se casomai ci fermano per un normale controllo e vedeno un piccolo sistema vicino la targa dopo ci giochiamo pure il libretto dell’auto…
    noi amici dobbiamo sl trovare il sistema di ingannare i sensori che ci dovrà essere sicuramente un modo per farlo…..

  359. mettiamo un virus nel server del tutor??

  360. Vi ricordo una sentenza della corte di cassazione che dice che se il comune di residenza della persona multata, non ha o non fa o non organizza dei corsi di recupero punti per la patente, non possono decurtagli i punti patente.
    La sentenza è la n.20554 del 2008.
    Sottolineo che non è importante trovare come evadere il tutor, ma trovare i punti fallaci del tutor (funzionamento, approvazioni, ecc.)
    saluti alessandro

  361. cmq nascondere la targa, oltre ad essere reato, temo possa allertare gli operatori tutor, che possono fare intervenire una pattuglia lungo l’autostrada. Bisogna trovare il metodo per ingannare il sistema, non consentendogli di rilevare alcunche’. Chissa’ che accadrebbe coprendo la parte posteriore della macchina di numeri adesivi? e’ perfettamente legale, e magari fa incasinare il sistema OCR di lettura computerizzata delle targhe del tutor….chi fa la prova? ;-)

  362. Salve a tutti, è da u bel pezzo che leggo il forum, soo uno dei tanti che transitano sulla Napoli-Roma di media due volte a settimana per lavoro(autonoleggio), non corro come un forsennato, ma sicuramente non vado a 130 kmh, faccio una media di 150 kmh e vi posso assicurare che sotto i tutor scendo al di sotto dei 120kmh, chiaramente al rispetto delle vetture che mi sono dietro, decelerando almeno un paio di km prima, da quando sono stati messi in funzione i tutor, non ho mai preso( almeno fino a maggio 2008) nessuna multa per eccesso di velocità, e vi posso dire che qualche collega che fa lo stesso tragitto ne ha beccate un bel pò, tanto da perdere tutti i punti sulla patente, soprattutto nel tratto cassino-caserta. il metodo sembra funzionare, quindi non credo che si tratti di casualità.

  363. @ pibe de oro:
    interessante, ma un altro utente qui sul forum ci segnalo’ di essere stato addirittura fermato da una pattuglia mentre scendeva da roma a napoli viaggiando a circa 150 km/h (se cerchi nei messaggi in alto lo trovi)…la qual cosa contrasta con quel che sostieni tu, cioe’ che basta rallentare sotto ai piloni per non far attivare il tutor. Se cosi fosse, il tutor non ci provocherebbe tanti problemi, anzi sarebbe facilissimo da eludere! Ad ogni modo, grazie del messaggio e tienici informati se hai altre news al riguardo!

  364. @ pibe de oro:
    sono d’accordo con te,facciamo lo stesso tratto e io di media vado a 150/160 ma sotto i piloni rallento sempre scendendo sotto i 120 proprio come te e per ora ancora nessuna multa,a volte in direz caserta ho superato i 200 e poi a pochi metri dai piloni sn andato sotto i 120. l’unica multa lo presa a dicembre con velocita 145, ma sn convinto che sn passato sotto il pilone a quella velocita……poi nn so se per fine anno mi inviano tutte le multe prese….sai che botto di capodanno :-)

    a spesso sn passato anche in corsia d’emergenza con quattro frecce accese ovviam.,a bassa velocita……….era un’emergenza no…pero facendo attenz. dove nn c’era il tutor anche li…

  365. @mg 500:
    come sai, il tutor non e’ sempre acceso….il problema e’ che non e’ possibile sapere quando funziona e quando no…in bocca al lupo! incroceremo le dita per 150 giorni ;-)

  366. @ leon:
    grazie leon, pero da inizio anno nemmeno una multa nn penso sia fortuna o speriamo di si,pero mettiamo caso se arrivano cosi in ritardo si puo fare un ricorso?se ne arriva una di febbr ad esempio sono passati gia 7 mesi….

  367. forse, per ottimizzare il rendimento (economico) del tutor, preferiscono utilizzare le scarse risorse umane per verbalizzare preferibilmente solo gli eccessi di oltre 10 Km/h rispetto al limite. In tal caso, viaggiando a 155 di tachimetro, cioé circa 145 effettivi, tolto l’abbuono concesso pari al 5% il risultato è 137,25 Km./h, quindi non “conveniente” (solo 36 euro) e perciò scartato. Questa naturalmente è solo una mia supposizione. Anche l’utente “bohouse” il 6 agosto dice di non avere mai avuto notizia di verbali sotto i 140 Km/h effettivi (cioé senza decurtazione di punti). Io stesso, pur viaggiando tenendo appositamente spesso la media sotto i 147 effettivi (quindi soto i 140 con l’abbuono) non ho mai ricevuto verbali, mentre li ho ricevuti per velocità più elevate.

  368. @ mpx e mg500:
    rischiare la multa per fare pochi km/h in piu’, a mio modesto parere non conviene, poiche’ il risparmio di tempo e’ insignificante…tanto vale tenere i 136 Km/h effettivi e guidare sereni.
    Quanto ai tempi di notifica dei verbali, ripeto che se vi arrivano a oltre 150 giorni dalla data dell’infrazione, sono andati in prescrizione, ma, per annullarli, vanno comunque impugnati con ricorso al giudice di pace.

  369. A tutti i “legali” del sito. Non capisco se è legale che una società privata (autostrade) spenda una marea di soldi di tutti gli azionisti per far fare multe alla polizia stradale su tratti stradali “privati”, senza peraltro percepire rientri economici. Percui mi chiedo:
    1- Come azionista di autostrade spa sto avendo dei danni economici (spendo soldi senza incassare)
    2- Come cittadino privato è come se mettessi nel cortile di casa mia un rilevatore collegato alla polizia per far fare multe di divieto di sosta.
    Mi spiegate se è corretto per favore?

  370. E inoltre vi chiedo:
    per la tutela della privacy per quanto tempo le foto vengono memorizzate? Secondo me il sistema – sempre per la privacy – dovrebbe funzionare che al 1° pilone scatta la foto poi ammesso che ci vogliano 10 minuti per fare il tratto a 130, al 10 minuto e 1 secondo dovrebbe cancellare l’informazione indipendentemente se passo o no sotto il 2° pilone. Se è così il gioco è fatto…
    Prendi il 1° il 2° lo salti (corsia emergenza) e prendi il 3° hai fatto 2 tratti alla velocità che vuoi.

  371. insomma vi leggo ma un’ciò capito nulla! icchesideve fare per fregare questi tutor in maniera tranquilla ciò senza rischiare di più?

  372. @ sanchez:
    le scelte operative fatte da una societa’ per azioni (quale la societa’ autostrade per l’italia) vengono prese dal consiglio d’amministrazione, il quale a sua volta esegue quanto deliberato dall’assemblea dei soci. se sei socio, puoi partecipare alle assemblee e votare; il tuo peso dipendera’ dalla percentuale di azioni che possiedi sul totale. comunque, dubito che tu possa contestare la scelta fatta dalla societa’ autostrade, che e’ finalizzata all’aumento della sicurezza (e quindi al miglioramento del servizio erogato) e gestita (per ovvi motivi di legittimazione) dalla polizia di stato.
    quanto alla privacy, credo che il sistema cancelli automaticamente tutte le foto delle auto che passano sotto al secondo pilone dopo il tempo corrispondente al rispetto dei limiti di velocita’.

    @ ste:
    ci stiamo lavorando!! maiala impestata ladra! accidenti al tutor e al budello di su’ ma’! ;-)

  373. @ leon:
    hai visto i sensori sull’asfalto hanno una distanza di circa 50cm l’uno dall’alto,oltre a essere quella centrale piu in avanti, cosa ne pensi se noi su i primi sensori passiamo normalmente con quattro ruote alla velocità di 120, mentre al secondo pilone, passiamo con due ruote sui 50cm di spazio mentre le altre due ruote sui sensori, potremo ingannare il tutor?i sensori l’eggono gli assi li potrebb confondere con una moto…..quindi sa l’entrata di un’auto che nn risulta poi piu l’uscita…..cosa ne pensi?

  374. @ mg500:
    purtroppo non funziona, altrimenti sarebbe troppo facile! Un utente che ha scritto su nel forum e’ stato multato pur procedendo a cavallo dei sensori, e ci ha anche dato il link per vedere le foto scattategli dal tutor.
    Il fatto e’ che ogni fotocamera copre un settore piu’ ampio della propria corsia di marcia, inquadrando cosi anche le auto “a cavalcioni” delle strisce; inoltre, non occorre transitare con tutta la macchina sui sensori per attivarli.
    in ogni caso, anche se i sensori scambiassero l’auto per una moto, non risolveremmo il problema, poiche’ la foto viene scattata ugualmente, e poi il confronto delle targhe, effettuato automaticamente dal tutor, consentirebbe di scoprire che in realta’ il veicolo e’ lo stesso.

  375. salve a tutti ho viaggiato per un piccolo tratto a 210 km|h sull’A1 roma-napoli è probabile che mi arriva la multa per eccesso di velocita?

  376. @ jack:
    dipende: se il tratto era breve e dopo hai rallentato parecchio sotto il limite per riportare la media entro i 136 km/h, o magari ti sei fermato in autogrill prima del pilone tutor successivo, potresti averla scampata. oppure, avendo culo, il tutor potrebbe essere stato spento, poiche’ pare che non siano sempre attivi…ad ogni modo, lo scoprirai nei prossimi mesi, a seconda se ti arriva un verbale o meno. noi ovviamente ti auguriamo di no. in bocca al lupo!!

  377. oggi si parla tanto dei semafori avete sentito l’arancio che ti becca serve tutto per fare cassa speriamo che anche il tutor sara illecito serve slo per fare cassa …….. a avete letto sui pannelli da oggi con il tutor gli incidenti sono ridotti del 50% si ma perche nn scrivono che sono aumentati del 50% per sonnolenza

    @ jack: ti auguriamo di avere un po di c… in bocca al lupo.

  378. Buongiorno a tutti. Vorrei una delucidazione sul sistema SICVe, ma prima faccio una premessa.
    Come recita il Verbale della Polizia Stradale di Savona, ho preso una multa “nel tratto compreso tra il km 6.000 della strada AA26 […] ed il km 1.700 della strada AA26 […] in direzione sud […]” con il sistema Tutor.
    Da quello che ho letto sopra, se non ho inteso male, la rilevazione è fatta su una tratta di minimo 15 km, con eventuali check point intermedi che ti invitano a rallentare: ora la tratta di controllo per il calcolo della mia velocità media è di circa km 4.3 (in base a quanto scritto nel verbale).
    La domanda è: dando per certo che il calcolo sia corretto, gli altri 10.7 km della tratta non vengono considerati? O viene preso il tratto con media più alta? Ma allora a cosa servono i 15 km?
    Sperando di essere stato abbastanza chiaro, ringrazio e resto in attesa di qualche spiegazione.

    Saluti a tutti.

    Mr. Wolf

  379. nessuna norma stabilisce una distanza minima per la rilevazione della velocità media tramite tutor. di fatto, l’intervallo di rilevazione coincide per lo più con la distanza tra i pannelli a messaggio variabile posti 1-2 Km prima degli svincoli autostradali.

  380. @ Leon
    curiosità: hai scritto “…se vi arrivano a oltre 150 giorni dalla data dell’infrazione, sono andati in prescrizione, ma, per annullarli, vanno comunque impugnati con ricorso al giudice di pace.”
    questo non è uno dei casi per cui è sufficiente mandare il ricorso al prefetto?

  381. @ emigrante:
    si certo, non ho menzionato tale forma di impugnazione per “deformazione professionale”! Mi spiego: il ricorso diretto al prefetto viene quasi sempre rigettato, quindi e’ uno strumento scarsamente usato per impugnare i verbali. Il ricorso al giudice di pace di regola e’ sempre meglio, anche se forse, in un caso di prescrizione “pulita”, cioe’ evidente e semplice, credo che possa ricorrersi anche al prefetto senza problemi. Pero’, se possono sorgere contestazioni in merito alla prescrizione (es. sul computo dei giorni, o magari sulla notifica del verbale, che, a seconda delle modalita’ con cui viene effettuata, puo’ influire sulla prescrizione stessa), e’ sempre meglio ricorrere al giudice di pace, a mio modesto avviso.

  382. Caro mr Wolf,
    nel tratto che tu dici, che conosco benissimo, ci sono 5 “caselli” di tutor, su un tratto appunto di 30 km.

    Ho già scritto che uno stesso pannello può fare da uscita del tratto controllato precedente+entrata per il tratto controllato successivo.
    Sono anche ragionevolmente certo che *UN* tratto controllato sia *SEMPRE* compreso tra *DUE* pannelli successivi, uno di ingresso ed uno di uscita.

    Dal kilometraggio che indichi, direi che sei incappato nel tratto finale, ponte in ingresso quello nel pannello dopo l’autogrill Turchino, ponte in uscita, lo vedi appeso alla fine dell’ultima galleria (è quell’asta biancha che regge tre videocamere )

  383. @ rdt
    caro rdt,
    grazie per la risposta. Il tratto è proprio quello, ci sono ripassato questo fine settimana: l’area di servizio Turchino è al km 6.8…
    E cmq quando il tutor mi ha preso ero ben oltre il limite.
    un’altra domanda: se la velocità media cambia tra i vari check-point del tratto controllato (pur restando oltre il limite), quale di questi controlli viene considerato e quindi sanzionato con multa?
    grazie

  384. Ciao a tutti e complimenti. Vi ho letto con grande attenzione, e debbo dire che non sarebbe male testare soprattutto il sistema del led a infrarossi. Ci risentiamo su questi schermi, vi ho aggiunto ai preferiti

  385. @ mr. wolf:
    Attenzione: ogni singolo tratto controllato dal tutor (considerando per tratto ogni spazio compreso tra due piloni tutor, e non il tragitto complessivo su cui e’ installato il sistema) calcola la media che hai tenuto su quel tratto: quindi, se superi i limiti continuativamente tra vari check-point, ti arrivano tanti verbali quanti sono i check-point. L’entita’ delle multe e le decurtazioni di punti dipenderanno poi dalle infrazioni in concreto compiute, quindi ben potrebbero variare o essere uguali tra loro, a seconda della velocita’ a cui sei andato.

  386. @ jac:
    grazie e benvenuto fra noi! :-) a presto!

  387. visto che se si passa sulla corsia di emergenza la telecamera nn ha visuale, e se passassi a cavalo delle strisce delle 2 corsie? praticamente in mezzo alle 2 camere…. avrebbero modo di rilevare la targa?

    sarà una domanda stupida, ma viaggiando ho notato che alcuni lo fanno puntualmente sotto ogni pilone.

  388. @ leon
    Grazie del benvenuto! Una domanda a te che sei uomo di legge ma a tutti: hai idea di come sono suddivisi i multati col tutor? Cioè, quanti camion, quante moto e quante auto su 100 verbali?
    Grazie a chi mi risponderà!

  389. @ leon
    mi sorge spontanea una domanda: se facessi un viaggio pestando giù da gran bast…., intendo 200 km con velocità media oltre il limite vigente e sempre entro i 40 km/h – diciamo 175 km/h (con il 5% da decurtare) con limite 130 km/h – e venissi beccato da quattro tutor in 4 diversi tratti, prenderei 4 multe con pena pecuniaria e annessa decurtazione di 20 punti (5 per ogni multa) dalla mia sacra patente?????
    inoltre, perchè il tutor non becca i dementi, ben più pericolosi, che vanno in corsia veloce ad una media di 80 km/h?
    grazie

  390. @ rinosuke:
    transitare a cavallo tra due corsie e’ assolutamente inutile, se leggi i messaggi piu’ in alto sul forum scoprirai perche’. per quanto riguarda invece la corsia d’emergenza, in teoria non dovrebbe essere monitorata; devo pero’ dirti che sulla a-1 ho notato, su alcuni piloni del tutor, un’inquietante quarta fotocamera posta sopra la corsia d’emergenza, la cui funzione non e’ ancora stata accertata!

    @ jac:
    il tutor rileva automaticamente il tipo di veicolo in transito, per cui il verbale viene elevato al superamento dei limiti di velocita’ previsti per la categoria. alcuni utenti sono stati multati perche’ hanno superato gli 80 Km/h con carrello al seguito. non ho notizie dirette di multe a camion o pullman, ma, in attesa di conferma, presumo che quanto sopra detto valga anche per loro. se ti interessa, piu’ in alto nel forum puoi trovare le testimonianze dei “carrellisti” multati.

    @ mr. wolf:
    si, e’ esattamente cosi, ti arrivano 4 verbali distinti e tutti validi, almeno secondo quel che la giurisprudenza ha deciso fino ad oggi. inoltre, se vuoi impugnarli, devi rivolgerti a 4 giudici di pace diversi! quanto al tuo secondo quesito, dubito che il tutor multera’ mai quelli che vanno troppo piano in corsia di sorpasso, ma non perche’ non sarebbe giusto farlo, bensi’ perche’ sarebbe impossibile verificare se in concreto andavano piano per via del traffico, di un veicolo lento davanti a loro, del rispetto delle distanze di sicurezza, o soltanto per cattiva condotta di guida!

  391. @leon & rinosuke:
    sulla tangenziale est di milano, direzione Venezia,, tra l’uscita san donato e mecenate c’è una telecamera (attaccata al viadotto) per la sola corsia di emergenza. è stata installata circa 18 mesi fa e so che serve per monitorare e sanzionare gli autisti indisciplinati che la usano per evitare la ormai consueta coda (che si snoda dall’inserimento della tang. ovest e dell’A1 fino a Carugate dalle 17.00 alle 19.00 di ogni giorno dell’anno) per uscire a mecenate.
    quella che menzioni tu non la conosco, ma se è in prossimità di uno svincolo in un tratto abbastanza trafficato e suscettibile alla forazione di code potrebbe avere lo stesso scopo. e la sanzione, se non erro, è ben più pesante di un “semplice” eccesso di velocità.
    Ciao a tutti

  392. @ mr. wolf:
    la “quarta” fotocamera che dico io si trova montata sui normali piloni del tutor, all’estrema destra rispetto alle tre fotocamere standard, proprio sopra la corsia d’emergenza. non tutti i piloni ne sono muniti, almeno per ora, ma cmq non ho idea se essa sia effettivamente collegata ai sensori magnetici annegati nell’asfalto o meno, dato che tali sensori non sembrerebbero essere presenti nella corsia d’emergenza, per quanto ho potuto vedere. In ogni caso, penso che non possano sanzionare il fatto che si e’ transitati sulla corsia d’emergenza di per se’, non essendoci code o ingorghi (facile trovare giustificazioni, es. l’auto faceva una strana vibrazione ecc.). piuttosto, il rischio e’ che la quarta fotocamera sia in grado di funzionare come le altre, rilevando cioe’ la velocita’ media tenuta tra due piloni anche se si e’ transitati nella corsia d’emergenza, elevando quindi il classico verbale per eccesso di velocita’. quando viaggiate, cercate di osservare il retro dei piloni tutor (meglio quelli dell’altro senso di marcia, piu’ facili da osservare poiche’ non occorre voltarsi), si possono fare scoperte interessanti e condividerle poi sul forum!

  393. @leon, e @ tutti:
    io passo spesso sulla corsia d’emergenza guardando sempre dietro le spalle,oggi la stradale hanno anche loro sul cruscotto un rilevatore di velocita,cmq credo e spero che le telecamere sulla corsia d’emergenza sono solo camuffamenti per illuderci,all’inizio credo che nn avevano pensato alla corsia d’emergenza,sara il suo unico errore… poi se fa solo da telecam.come dicevi tu leon si puo dire un eventuale guasto all’auto.

    se passate in corsia d’emergenza fatelo sempre con 4 frecce accese è a bassa velocita se sono semplici telecamere ci possiamo giustificare..

  394. @ mg500:
    certo, in corsia d’emergenza solo a bassa velocita’ e con le 4 frecce in funzione, non fosse altro che per motivi di sicurezza (propria e altrui).
    Quanto ai rilevatori di velocita’ montati sulle volanti, ti riferisci alle auto dotate di dispositivo di videoregistrazione+radar autovelox, che ti vengono in coda per vedere a quanto vai prima di fermarti? facci sapere!!
    cmq, se cosi fosse, va detto che avvistare una volante solitamente e’ abbastanza facile, purche’ non sia un’auto-civetta e, nel dubbio, sempre meglio lasciarsi superare da chi ci lampeggia dietro…
    altra soluzione e’ viaggiare cosi veloce da rendere improbabile che qualcuno ci raggiunga! ;-)

  395. @leon:
    si intendo proprio quelle, le vedi andare lentamente in corsia d’emergenza,poi ti seguono e se sei in difetto ti fermano…………… leon cosa ne pensi sulla scatola in c.d’emergenza potrebbe essere una semplice telecamera nn vedo sensori per terra, speriamo sia cosi,cosi e piu facile fare un piccolo ricorsino

  396. @ mg500:
    per le auto-civetta, bisogna avere gli occhi anche dietro e monitorare la situazione negli specchietti, cercando di evitarle. non credo che ce ne siano molte per ora, salvo alcuni tratti (es. in zona brescia-milano).
    la fotocamera in corsia d’emergenza mi preoccupa di piu’…per ora non e’ montata ovunque, ma non puoi sapere quando c’e’, se non dopo averla gia’ superata, questo e’ il problema. Quanto alle strisce a terra, ho la brutta sensazione che quando rifanno l’asfalto le coprono e diventano pressocche’ invisibili…tornando dalla toscana sulla a-1 pochi giorni fa, ho avuto l’impressione che in molti tratti esse siano sparite, coperte dal nuovo manto d’asfalto. d’altra parte, se i sensori fossero superficiali, dovrebbero rifarli ogni volta che stendono un nuovo manto stradale. purtroppo, se e’ come dico io, tra breve non sara’ piu’ possibile avvistare le strisce bitumose nere e lucide che indicano la presenza dei sensori del tutor, e questo rendera’ difficile capire se la famigerata fotocamera in corsia d’emergenza e’ dotata di sensori o e’ solo uno spauracchio!
    per ora, cmq, sensori in corsia d’emergenza io non ne ho visti.

  397. ero convinto che bastasse mantenere la media fra punto d’igresso e di uscita (Telecamere). Invece mi par di aver capito che nel tratto non bisogna superare il limite. Cosa significa che nel tratto TUTOR esistono dei sottotratti dove vengono mediate le velocità? Quindi non bisogna mai superare il limite, ipotizzando che i sottotratti sono corti? Non capisco

    2 settimane fà tornando da Firenze per Milano nel tratto TUTOR ho tenuto la media, ma in alcuni momenti ci davo dentro.

    Speriamo fossero spenti, ma non credo. Mi hanno anche detto che non sempre li tengono accesi. E’ vero?

  398. altra domanda

    io uso prevalentemente macchine a noleggio. Come fanno a recapitarmi l’eventuale mula? secondo: qual’è la data che fa testo:quella del recapito al noleggiatore o quella che il noleggiatore invia a me (nel caso lo faccia). Utile per sapere se supera i 150gg

  399. @ briscola:
    il sistema tutor si compone di una serie di piloni, ogni 15-20 km circa, su cui sono montate le fotocamere, e sono posti di solito prima degli svincoli di uscita dall’autostrada. ogni fotocamera, ai fini del controllo, puo’ fare sia da “entrata” che da “uscita”, confrontando le foto delle auto e i tempi di transito delle stesse. quindi, quando inizia un tratto di strada controllato dal tutor, ad esempio da caserta nord a valmontone (nord di roma, circa 200 km in totale), devi tenere la media entro i 136 km/h sull’intero tratto! in caso contrario, ti arrivera’ una multa per ogni sottotratto controllato, a meno che tu non sia fortunato e il sistema sia spento, come ogni tanto puo’ accadere. ovvero, se corri solo in alcuni punti, ti arrivera’ la multa solo per quei sottotratti nei quali non hai rispettato la media. se acceleri a tavoletta e poi rallenti, o addirittura ti fermi, all’interno di un sottotratto, puoi riportare la media entro i limiti, ma occhio agli eventuali autovelox tradizionali, che possono essere cmq presenti! da ultimo, meglio passare sotto i piloni tutor entro i limiti, poiche’ pare che essi possano anche funzionare da autovelox istantanei, ed e’ stupido rischiare.

  400. sempre @ briscola:
    semplice: il noleggiatore tiene un registro in cui annota i dati degli utenti e le date di noleggio delle vetture, e quando riceve un verbale, lo invia a chi risultava avere il veicolo al tempo della multa! quanto alla notificazione del verbale, credo che faccia fede, ai fini del computo della prescrizione, la data in cui esso viene notificato alla societa’ di noleggio, che e’ intestataria del veicolo. sara’ poi onere della societa’ riversare il verbale sull’effettivo utilizzatore, ne’ piu’ ne meno di quando ti arriva una multa e tu la giri all’effettivo guidatore, per evitare di pagare euro e punti al posto suo.

  401. grazie leon

    ma ho un dubbio. Come è possibile individuare che nel sottrotratto ho ecceduto la media, quando il tutor è in grado di identificarmi mezzo foto solo all’inzio del tratto e alla fine. Comunque i miei dubbi sono sul tratto da Bologna a Milano, dove ho rispettato le medie ma a volte per non addormentarmi ho ecceduto in alcuni tratti.

    Certo rimmarrò + attento.

    verso genova da milano (domani devo andare) ci sono tutor?

  402. @briscola

    Fra un tratto e l’altro puoi anche eccedere, basta che sempre all’interno dello stesso tratto poi rallenti per abbassare la media, altrimenti se il tutor è acceso son dolori…….

  403. @briscola

    Fra un tratto e l’altro puoi anche eccedere, basta che sempre all’interno dello stesso tratto poi rallenti per abbassare la media, altrimenti se il tutor è acceso son dolori…….
    Sulla MI-GE so che hanno messo i tutor, ma non sono certo dove.
    Prova sul sito delle Autostrade.

  404. Salve a tutti, e la prima volta ke posto in questo forum, ho letto tutto (o quasi) mi son sentito anche io chiamato in causa visto ke pratico molto l’autostrada.
    Ma veniamo al mio punto di vista, sono d’accordissimo con un paio di utenti che dicevano di transitare sotto il tutor a velocita’ bassa e poi procedere sui 150 -160Kmh e poi decellerare di nuovo in prossimita’ del nuovo pilone,fin ad oggi nessuna multa!(tratti in questione A1 Na-Ro e A25 A24)
    poi sono d’accordo con ki dice ke il tutor non e sempre in funzione,ma come fare a sapere che il tratto non e in funzione? Io ho notato una cosa,viaggiando sulla A1, di solito in prossimita’ dei pannelli luminosi (dove sono installati i tutor) d’avanti ci sono i messaggi variabili e sulla sinistra ci sono due pannelli neri che di solito non appare nulla di scritto e proprio in quei 2 pannellini ho notato che quando passava una macchina prima di me s’illuminassero di verde x pochi secondi con la senzazione che il sistema d’illuminazione si metterebbe in funzione proprio al momento ke l’auto d’avanti sia passata sulle bande magnetiche.Secondo me questo e uno dei metodi x sapere se il sistema e in funzione o no! Poi comq. non e ke non vedendo i pannellini illuminarsi vado a 200km.h mi tengo sempre sulla media prima citata.
    Comq. e vero raga che al di sotto dei 150 ti viene l’abbiocco io sono uno di quelli.
    Dai ki genio ci trova un modo x eluderlo cosi’ gli facciamo una monumento e lo mettiamo in prossimita’ di tutti i piloni tutor :-)
    Ps: Io sono contro i fuorilegge delle strade ma chi ci fa andare in autostrada a 130 kmh a volte ci capita ke ci sfrecciano d’avanti con le auto blu a 200kmh con le sirene spritate e questo non e GIUSTO!

  405. x eludere il tutor sopra ci sn elencati vari modi

  406. xò nn sappiamo se funzionano

  407. Ho richiesto le foto, chiaramente si vede la macchina con il carrello, la targa della macchina è nascosta dal telo del carrello, le targhe del carrello: è leggibile quella del rimorchio in una foto, nell’altra no, quella che richiama l’auto in tutte e due le foto.
    Appare evidente che utilizzano un illuminatore anche di giorno, forse ad infrarossi, perchè i catarifrangenti e le superfici riflettenti appaiono illeggibili, come un punto di luce.
    Che dite?

  408. @ alessandro12008:
    non e’ che potresti postare le tue foto e darci il link? magari coprendo alcuni numeri della targa per privacy, ma lasciandone una parte visibile per consentirci di verificare gli interessanti dettagli da te notati…
    Grazie a nome di tutti!

  409. Ciao Leon, come faccio a postare le foto?
    Le ho scannerizzate, sono da 120Kb circa l’una.

  410. @ alessandro12008:
    beh, sei hai un sito web le dovresti caricare su una pagina e poi scriverci il link.
    altrimenti potremmo chiedere al nostro webmaster, airdave, se si possono postare qui in qualche modo…
    in alternativa, ti sarei grato se potessi inviarmele anche via email, se la cosa non ti disturba… zzzetak@libero.it
    grazie, ciao

  411. La domanda mi attanaglia da tempo, e chissà che qualcuno voglia fare un ricorso con queste motivazioni:

    Il tutor, di fatto, punisce solo ed esclusivamente gli automobilisti con targa italiana, perchè quelli con targa straniera, soprattutto se extraeuropei, è quasi
    impossibile perseguirli, sia per l’identificazione del mezzo, sia per la notifica degli atti, oltre che per la riscossione.
    Cosa invece facilissima per le auto italiane.
    Mi sembra un palese caso di DISCRIMINAZIONE, da portare addirittura di fronte alla corte costituzionale, voi cosa ne pensate?
    Immaginatevi se fosse dichiarato Anticostituzionale il tutor……festa grande per tutti!

  412. ALCUNE PERSONE DI MIA CONOSCENZA MI HANNO DETTO CHE COPRONO LA TARGHA CON FANGO COSA SUCCEDE SE VENGONO FERMATI DALLA POLIZIA?IL TUDOR RIESCE COMUNQUE A RILEVARE LA TARGHA

  413. @ luigi:
    la cosa, purtroppo, e’ perfettamente legittima! se tu prendi una multa in francia, infatti, non te la notificano in italia(almeno per ora), e cosi vale per gli stranieri in italia. tieni conto, pero’, che a norma del codice della strada, se li fermano devono pagare la multa istantaneamente, proprio per evitare l’impossibilita’ della notifica all’estero, e i punti patente sono salvi solo se il guidatore ha patente straniera. inoltre, se e’ vero che per questi motivi il tutor non inoltra verbali alle auto con targa straniera, esso rileva cmq l’infrazione e la puo’ evidenziare all’operatore, il quale (come a volte accade) puo’ fare intervenire una pattuglia lungo l’autostrada, che sapra’ gia’ che auto fermare! questo, ovviamente, si puo’ verificare se l’auto violatrice sta coprendo un tragitto lungo, attraverso piu’ sottotratti controllati.

    @ angelo79:
    coprire la targa o renderla illeggibile costituisce espressa violazione del codice della strada e, a seconda dei casi, puo’ costituire addirttura reato, sanzionabile penalmente. inoltre, sospetto che il tutor, se non riesce a rilevare la targa, puo’ segnalare l’anomalia all’operatore, col conseguente rischio di intervento di una pattuglia, come spiegato sopra.

  414. ciao a tutti, ques’estate ho preso ben 2 tutor per andare in vacanca (mi costava meno prendere l’aereo). purtroppo il tomtom nn aveva ancora gli aggiornamenti relativi alla zona di fiorenzuola/fidenza e modena.
    penso che si tratti di rilevazioni di velocita istantanea e NON MEDIA. mi chiedo: ma i tutor non sono omologati proprio per la velocita media? non è quindi poco corretto utilizzarli x la velocita istantanena (visto che ci sono gia altri sistemi)?
    un consilgio per tutti: UNIAMO AFFINCHE POSSIAMO DEBELLARE QUESTA INGIUSTIZIA ATTA SOLO A FAR CASSA CON LA SCUSA DI PREVENIRE GLI INCIDENTI: mi sono rotto di gente che mi inchioda davanti perche ha visto un autovelox o di quelli che si buttano nella corsia d’emergenza x non farsi prendere dal tutor. FORSE STI SBIRRI NON SI RENDONO CONTO CHE X EVITARE STE DIABOLICHE MACCHINETTE SI CREANO I PIU GROSSI INCIDENTI!! con tutti sti soldi spesi in autovelox facevamo una linea automobilistica ad alta velocita, e cosi si sarebbero realmente dimezzati i morti sulle strade!
    un saluto a tutti.
    ps: aiutatemi x l’apertura di un blog contro questo scempio!

  415. ciao a tutti, ques’estate ho preso ben 2 tutor per andare in vacanca (mi costava meno prendere l’aereo). purtroppo il tomtom nn aveva ancora gli aggiornamenti relativi alla zona di fiorenzuola/fidenza e modena.
    penso che si tratti di rilevazioni di velocita istantanea e NON MEDIA. mi chiedo: ma i tutor non sono omologati proprio per la velocita media? non è quindi poco corretto utilizzarli x la velocita istantanena (visto che ci sono gia altri sistemi)?
    un consilgio per tutti: UNIAMO AFFINCHE POSSIAMO DEBELLARE QUESTA INGIUSTIZIA ATTA SOLO A FAR CASSA CON LA SCUSA DI PREVENIRE GLI INCIDENTI: mi sono rotto di gente che mi inchioda davanti perche ha visto un autovelox o di quelli che si buttano nella corsia d’emergenza x non farsi prendere dal tutor. FORSE STI SBIRRI NON SI RENDONO CONTO CHE X EVITARE STE DIABOLICHE MACCHINETTE SI CREANO I PIU GROSSI INCIDENTI!! con tutti sti soldi spesi in autovelox facevamo una linea automobilistica ad alta velocita, e cosi si sarebbero realmente dimezzati i morti sulle strade!
    un saluto a tutti.
    ps: aiutatemi x l’apertura di un blog contro questo scempio!

  416. leon:
    tutti i lettori del forum:
    Ho trasmesso le foto a leon, non sapendo come postarle.
    Ho oscurato solo 2 lettere per targa, sul rimorchio, per motivi di privacy, anche se carrelli a quell’ora ne passavano sicuramente pochi.
    La giornata non era piovosa, limpida e con limpidezza normale.
    La targa a fondo chiaro ha riflesso più luce, quella a fondo giallo del carrello no.
    Si nota la foto scura, come se avessero usato un tempo di esposizione molto corto 1/400 o più.
    Forse se uno passa a 200Km con poca luce e targa poco pulita, il sistema entra in crisi.
    Saluti alessandro

  417. Ciao a tutti,
    ho finalmente scoperto a cosa serva la 4° telecamera posta sopra le corsie d’emergenza..si chiama “Minosse” e serve a fotografare le autovetture che transitano in corsia d’emergenza, che vogliono sfuggire al tutor..
    inoltre sono venuto a conoscenza che il tutor è in grado di riconoscere le diverse condizioni atmosferiche..:(

  418. posizionarsi davanti a un camion in corrsispondenza delle colonne tutor ti permette di avere coperta la targa dal camion stesso..

  419. ciao ragazzi.
    allora adesso vi dico un po di cose sul tutor e un po di trucchetti che ho spesso utilizzato.

    1) le strisce per terra oltre a dare il segnale per lo scatto della foto servono a contare gli assi del veicolo che ci passa sopra ( auto moto camion auto con rimorchio etc).

    2) c’è chi dice che il metodo sia passare nella corsia d’emergenza proprio perchè non vi sono sensori a terra; ciò è vero quindi non si puo essere perseguiti dal tutor ma la telecamera che c’è anche lì , filma in modo continuativo e sanziona per l’uso improprio della corsia d’emergenza.

    3) un altro metodo sembrerebbe essere quello di passare a metà tra la corsia di sorpasso e quella centrale: si passa su i sensori di entrambe le corsie, attivando così le rispettive telecamere.
    il cono di ripresa di ognuna è abb limitato quindi il risultato sono 2 foto con mezza targa ciascuna. (nn so se mi sono spiegato)

    4) c’è da fare una differenzazione: occultazione di targa e modifica della targa.
    la seconda è sanzionabile e perseguibile PENALMENTE quindi non ve lo consiglio; per la prima invece c’è una sanzione pari a 36.00€ dato che nn è certificabile l’occultazione casuale o dolosa.
    personalmente questa è la soluzione piu sicura (quella che uso piu spesso)
    per non essere multati.

    esempi: fango, figurine, busta incastrata, lampadina di illuminazione svitata e fatta penzolare davanti alla targa etc etc…

    mi è capitato una volta di essere fermato e avevo incastrato una busta sulla targa….i poliziotti mi hanno chiesto come mai fosse li ed io ho risposto che non ne avevo idea…ci sarà capitata….mica ho una retro-camera io!!!!!
    36.00€ e via senza pensieri….

    cmq fatemi sapere se scoprite qualcosa di realmente concreto!

  420. MODIFICARE LA TARGA CON NASTRO ADESIVO NERO AD ESEMPIO LA F CON LA E QUINDI AGGIUNGERE UN PEZZO DI NASTRO ADESIVO NERO COSA PUO SUCCEDERE?

  421. @ldc:
    il punto 3 è sbagliato..se guardi sopra trovi alcune fotografie del tutor che fotografano completamente la targa di un’auto che transita a cavallo tra la corsia di sorpasso e quella centrale..qndi il cono d’azione è ben più ampio della sola corsia di marcia..

  422. — passare a cavalcioni delle strisce non serve, le fotocamere ti beccano ugualmente (se no era troppo facile!).
    — farsi scudo con un camion funziona, pero’ devi trovare un camion al punto giusto e metterti davanti a pochi metri di distanza da lui, finche’ non hai attraversato il pilone tutor. inoltre, questo sistema va bene se il pilone e’ il primo (quello di “ingresso”) in tal caso puoi correre fino al pilone successivo; ma come essere sicuri di trovare sempre un camion nei pressi dei piloni ulteriori? mi sembra avventato e complicatuccio, e ricordate che se il primo pilone vi ha “visti”, il secondo (quello di “uscita”) vi fara’ la multa!
    — la quarta corsia: consente di eludere il tutor, ma se c’è la quarta fotocamera, da qualcuno pittorescamente chiamata “minosse”, rischiate una multa per utilizzo improprio della corsia d’emergenza…il che potrebbe forse convenire rispetto alla multa del tutor, ma e’ da verificare sul codice della strada aggiornato.
    — alterare la targa e’ un rischio troppo grande rispetto al beneficio, poiche’ espone a sanzioni penali. inoltre, modificarne solo una lettera o un numero potrebbe non essere sufficiente ad evitare l’identificazione, e cmq e’ reato.
    — coprire la targa con sporcizia o simili puo’ invece essere un miglior sistema, il rischio e’ moderato e le sanzioni risibili. svitare le luci della targa e usarle a questo scopo e’ una buona risorsa, soprattutto dopo aver aggiunto un fascio di cavi piatto e largo (tipo quello delle centraline o dei pc) a normali fili elettrici, per ottenere maggiore copertura! chi ha la targa sotto al portellone del bagagliaio, puo’ anche lasciar penzolare uno straccio dal baule, in modo da coprire la targa. chi ha la targa montata sul portellone, puo’ viaggiare col bagagliaio aperto, ma attenzione agli spifferi! ;-) (ovviamente skerzo!)

    @ alessandro12008: non sono esperto di fotografia, ma il tempo di apertura delle fotocamere tutor deve essere per forza breve, altrimenti, trattandosi di soggetti in rapido movimento, le foto verrebbero mosse. e questo e’ il motivo per cui le fotocamere sono dotate di illuminatore all’infrarosso…tempi di esposizione brevi richiedono buona luminosita’! mi domando…chissa’ se lasciando la targa pulitissima e puntandoci su dei led infrarossi non sarebbe possibile far brillare la targa a tal punto da renderla illeggibile, abbagliando le fotocamere del tutor, come nella tua foto delle 8:19?

    @ ettore: quando hai preso le multe, la presenza dei sistemi di controllo della velocita’ era segnalata dagli appositi cartelli?
    “Ai sensi della Legge 160/2007 (conv. DL. 117/2007 del 3.08.2007), le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocita’ devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite, nel regolamento di esecuzione del presente codice. Le modalita’ di impiego sono stabilite con Decreto del Ministro dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Interno del 15 agosto 2007, G.U. n. 195 del 23 agosto 2007.”
    inoltre, se puo esserti utile: : “il provvedimento n. 3999 del 24/12/2004 non è di omologazione ma di semplice approvazione”, con gli effetti che ne conseguono.

  423. ieri sera ero dietro ad una golf, ho notato che la targa era pulita, illuminandola con i fari dell’auto, era perfettamente normale, ma quando non era nel cono di illuminazione, si vedeva che era illuminata da una luce diffusa blu, tipo led.
    Assomigliava molto a quelle luci da discoteca (ultravioletti?).
    Che sia un nuovo mezzo per rendere invisibili i numeri o solo per bellezza?
    L’effetto degli infrarossi è uguale o non si vede niente?
    Saluti a tutti e grazie per le risposte
    PS: mi ha raccontato un mio amico che ha incontrato un famoso ex pilota di moto ad un Autogril e che guidava una bellissima jaguar con la targa che aveva un bel baffo di grasso nero di traverso…
    Probabilmente facendogli manutenzione in officina inavvertitamente il meccanico gli ha sporcato la targa con le mani luride di grasso?
    risaluti

  424. le luci blu come quelle da te descritte sono, di solito, un semplice abbellimento estetico (che, personalmente, trovo di pessimo gusto!). La luce infrarossa cmq altro non e’ che una normale luce, schermata con appositi filtri, che lasciano passare solo i reggi infrarossi, invisibili all’occhio umano.

  425. volevo solo dire che da quando in autostrada c’è il tutor andando 4 volte alla settimana da Bologna a Milano e viceversa ho incontrato molti meno incidenti e molti meno PATACCA che sfrecciano a 200 Km/h !!!!!
    una volta mi sono dovuto fermare a cambiare una gomma in corsia di emergenza e così mi sono reso conto che all’interno di una autovettura alla velocità di 130 Km/h sembra di andare molto piano ma vista dalla corsia di emergenza corre di brutto !!!!
    Io viaggio sempre a 150 km/h, ovviamente segnati dal tachimetro, e non ho mai ricevuto nessuna multa fatta col Tutor!!!.

  426. Ciao a tutti.
    A novembre 2007 ho viaggiato sulla mia auto una Mercedes S 500 sulla A14 alla media di 220 Km/h per un tratto di 110 kilometri e senza ombra di traffico,ho incontrato solo un paio di auto ebbene il tutor mi ha beccato sia all’andata che al ritorno nonostante l’andata era alle 2.00 di notte e il ritorno alle 6:30 di mattina…

  427. @ magnacc:
    come riportato nei messaggi n.1 e n.2 di questo forum, e come ormai universalmente noto, il tutor funziona perfettamente anche di notte, grazie agli illuminatori all’infrarosso delle sue fotocamere. inoltre, meno auto ci sono sulla strada, piu’ efficace e’ il tutor: se e’ vero che il sistema potrebbe andare in saturazione in presenza di traffico molto intenso (come da piu’ parti sostenuto, ma ad oggi cmq non provato), cio’ di sicuro non si verifica in caso di traffico scarso.

  428. Procederò con lo straccio a penzoloni sula targa.
    Ciao a tutti!

  429. Una domanda particolare:
    Il tutor monitora indistintamente qualunque autoveicolo che oltrepassa i sensori o solo quelli che ne oltrepassano uno ad una velocità superiore a quella consentita?
    Esempio:

    Supponiamo che mi trovo a dover oltrepassare 3 varchi, prima di oltrepassarli mi accerto di essere al di sotto del limite consentito pur mantenendo una velocità superiore a quella consentita durante tutta la tratta monitorata; passato il primo, la mia targa viene cestinata o comunque sono multabile?

    Non so se mi sono spiegato bene, ma voglio dire, il sistema è stato creato anche per evitare gli “errori” dell’autovelox che si trovano a fotografare occasionalmente anche veicoli in fase di sorpasso che superano il limite consentito solo per un breve tratto e per il tempo necessario al sorpasso, ma prende in considerazione chiunque passi sotto i varchi indistintamente anceh se al di sotto del limite?

  430. @ kirk:
    il tutor monitora tutti i veicoli in transito, a prescindere dalla velocita’ a cui vanno. Se fosse come dici tu, non ci porremmo tanti problemi su come eluderlo, infatti basterebbe rallentare sotto ai piloni…ma purtroppo non e’ cosi!
    la targa viene cestinata quando non passa sotto al secondo pilone entro un certo tempo, corrispondente al mantenimento del limite previsto; se passi prima di quel limite temporale, significa che sei andato piu’ veloce dei limiti massimi e scatta automaticamente il verbale, se il tutor e’ acceso.
    tieni anche conto che ogni pilone fa da “uscita” del tratto appena percorso, e allo stesso tempo da “ingresso” del successivo tratto controllato: quindi, viaggiando entro i limiti, viene cestinata solo la foto scattata dal pilone di ingresso, e non anche quella scattata dal pilone di uscita(che al tempo stesso funge da pilone di ingresso del tratto successivo), che sara’ usata per verificare i tempi di percorrenza al passaggio del terzo pilone e cosi via…

  431. buonasera a tutti. Una domanda a Leon in quanto avvocato ed esperto di codice, mi perdonerete se esco un attimo dall’argomento tutor. A un collega hanno notificato una multa per passaggio col rosso in vespa, non suffragata però da un sistema fotografico (T-red o affini). Oltretutto sul verbale c’è scritto che l’infrazione è stata registrata da UN SOLO vigile. Ne deduco che questo non fosse in pattuglia di servizio ma, ad esempio, stesse portando fuori il cane e ha visto il mio collega.
    I miei dubbi sono questi Leon: mi pare di avers entito che in questi casi (ovvero senza supporto dell’occhio elettronico) devono essere DUE i vigili che constatano l’infrazione. c’era una sentenza che asseriva questo. E poi siamo sicuri che sia valida anche in assenza di foto? E’ sempre la parola di un cittadino contro un vigile (e sottolineo uno).
    Leon grazie se perderai tempo a documentarti e a rispondermi.
    Un saluto a tutti

  432. @ jac:
    allora, la multa “da semaforo rosso” puo’ ben essere elevata dai soli agenti, in assenza di fotografie, photored e simili. anzi, recentemente, spesso viene contestata la validita’ dei verbali elevati unicamente a mezzo di tali strumenti automatici in assenza dei vigili, per l’impossibilita’ dei dispositivi automatici di tener conto della situazione reale del traffico all’incrocio (classico esempio, l’ingorgo che ti fa fermare quando hai già impegnato il semaforo col verde, che poi diventa rosso mentre sei fermo).
    Che io ricordi, e’ anche vero che il verbale dovrebbe recare la sottoscrizione di due diversi vigili, proprio al fine di evitare eventuali abusi “personali” delle multe. Va anche detto, pero’, che il vigile urbano e’ un pubblico ufficiale, e la sua parola, almeno in teoria, vale di piu’ di quella di un comune cittadino.
    Purtroppo non sono in grado di indicarti la sentenza a cui ti riferivi, in effetti sarei un marittimista e non lavoro in quest’ambito, ne’ in questo momento ho il tempo di cercarla. cmq, sono sicuro che puoi trovare senza difficolta’ le risposte che cerchi anche su google!
    Concludendo: verifica se la presenza di una sola firma e’ a tutt’oggi valido motivo di impugnazione del verbale, e, in caso affermativo, ricorri al giudice di pace!

  433. X leon: grazie per la risposta. Mi sapresti indicare qualche sito per verificare questa cosa del verbale scritto da un solo vigile? Vorrei aiutare questa persona perchè guadagna 850 euro al mese e se gliene partono 158 per una multa ingiusta non va bene. Credo che i margini ci siano, ma vorrei dargli qualcosa di concreto, anche perchè davanti a un giudice temo non farebbe una gran figura, sai non ha studiato.
    Grazie ancora
    Jac

  434. @ jac:
    prova sul sito http://www.altalex.it , oppure http://www.gius.it , o ancora http://www.difensore.it/multe/index.htm , o anche http://www.codicedellastrada.net .
    secondo me, se scrivi “ricorso multa un solo vigile” o qualcosa del genere su un motore di ricerca, dovresti cmq trovare qualcosa, magari proprio la sentenza di cui mi dicevi. Inoltre, trattandosi di un ricorso innanzi al giudice di pace, se il tuo amico non preferisce difendersi da solo, puo’ tranquillamente delegare qualcun altro a rappresentarlo, e non occorre che sia un avvocato! Basta una normale delega in carta semplice, se ti servisse uno schema mi dai la tua email e te lo mando.

  435. @leon: purtroppo le mie ricerche sono state vane su quei siti. Sembra che la sentenza in questione non si trovi. Però ho trovato uno spunto interessante: l’articolo 43 del codice della strada dice che i pubblici ufficiali atti a far rispettare il codice devono essere ben visibili e riconoscibili. Quindi la multa fatta da un solo vigile in borghese è contestabilissima. Risulta a che a te?
    Ciao e grazie!

  436. Buona sera a tutti.
    Prima di fare le mie domande, ho fatto scorrere tutti i post per cercarne le risposte, ma non le ho trovate – o mi sono scappate.
    Pertanto vi sottopongo gli accadimenti:
    Nella stessa sera ho preso in 30 minuti, in tratte diverse della A4, due sicve (probabilmente mi arriverà la terza, in mezzo alle altre due considerata la distanza: la prima tra il km 77 e il km 68, la seconda tra il km 40 e il km 16) notificati da due Sezioni della stradale differenti: la prima, già pagata e con comunicazione dei dati del “pilota”, la seconda in attesa di decisioni (sottolineo che si tratta di autovettura aziendale con contratto di noleggio a lungo termine).
    Ora le domande:
    1. posso non dichiarare i dati del “pilota” e pagare il sovrapprezzo o potrei avere problemi di tipo giuridico?
    2. esiste qualche aggravante per il reato continuato, e se sì, quale?
    3. esiste un limite massimo di punti “regalabili allo stato” nell’arco della stessa giornata?
    Ringrazio per le risposte e, nel caso fossero già contenute nei post precedenti, chiedo scusa per non averle viste.
    Mr. Wolf

  437. @ jac:
    piu’ che la multa fatta da un vigile in borghese in se’ per se’, si puo’ contestare l’eventuale “appostamento”, qualora tale comportamento sia diretto a multare gli automobilisti a loro insaputa, a trabocchetto, senza che essi possano accorgersene, privando in tal modo i controlli di qualsiasi effetto deterrente (che e’ la vera ratio delle norme del codice della strada), con l’unico risultato di fare cassa elevando verbali a tradimento (cosa che dovrebbe essere solo la conseguenza negativa del mancato rispetto dei deterrenti, secondo la legge, e non lo scopo primario, come spesso purtroppo avviene).

    @ mr wolf:
    non sono previste aggravanti da reato continuato per il mancato rispetto dei limiti di velocita’ (dopotutto, è una sanzione amministrativa, non un reato); d’altronde, col tutor ti elevano piu’ verbali tutti validi (e questo mi pare già abbastanza).
    puoi sempre non dichiarare i dati del conducente e pagare i 250 euro (mi pare che tale sia la cifra) per l’omessa comunicazione di informazioni alla polizia; temo pero’ che in caso di piu’ verbali, occorra pagare tale sanzione accessoria per ogni verbale a cui non si forniscono i dati (se qualcuno puo’ provare il contrario, e’ pregato di farsi avanti!). nel tuo caso specifico, avendo tu gia’ comunicato i dati del conducente relativamente a un verbale, non sono sicuro al 100% che tu possa ometterli per gli altri, ma sarei portato a credere di si (i verbali sono autonomi tra loro; se ne impugni con successo uno non per questo cadono anche gli altri; cmq, potresti esserti fermato in una piazzola/autogrill ed aver ricevuto il cambio alla guida, quindi non penso si possa ipotizzare alcuna presunzione in ordine all’effettivo conducente nel momento in cui e’ stata commessa una determinata infrazione). cmq sia, essendo previsto dallo stesso codice della strada che tu possa non fornire i dati, pur pagando in tale ipotesi una sanzione accessoria, escluderei che possano configurarsi problemi giuridici (mentre tali problemi potrebbero ben sorgere in caso di dichiarazione mendace o non veritiera, quindi attenzione quando si indica un guidatore!).
    quanto al massimo dei punti decurtabili, ricordo che sul codice del 2005 era previsto che in una stessa contestazione non potevano mai detrarsi piu’ di 10 o 15 punti contemporaneamente (es. se superavi in curva, senza cintura, parlando al cellulare e a fari spenti, avevi una detrazione “forfettaria”). non so dirti se attualmente tale norma sia ancora in vigore; dubito pero’ che essa rappresenti un calmiere giornaliero alla detrazione di punti, e soprattutto temo che i diversi verbali elevati da apparecchi autovelox siano tutti autonomamente validi, anche quanto a decurtazione punti, poiche’ rappresentano tante autonome contestazioni di altrettante autonome infrazioni; altrimenti, l’efficacia di tutor e simili andrebbe (con nostra immensa gioia) in gran parte a farsi benedire!

  438. Ciao a tutti, siete grandiosi . Volevo sapere entro quanto arriva la multa cioe’ quando uno si puo considerare salvo? faccio la domanda perche il 10 agosto
    sono partito dalla sicilia per arrivare in svizzera ed e molto propabile che ne ho beccati parecchio.grazie ciao.

  439. sono soggetto anch’io al tutor che ho la macchina targata Repubblica di san marino?

  440. @ nino.a:
    grazie per l’entusiasmo! allora, la multa e’ impugnabile per prescrizione se non viene notificata entro 150 giorni da quello in cui e’ stata commessa l’infrazione; tale giorno va escluso dal computo, per cui si inizia a contare da giorno successivo. in bocca al lupo!!

    @ olly:
    il tutor riconosce le targhe italiane ed in teoria notifica i verbali solo a queste, pero’, per star sicuro, dovresti accertarti che non possano notificarli a San Marino (poiche’, per es., in svizzera li notificano). dipende dalla normativa locale e dagli eventuali accordi con le autorita’ italiane.
    quanto ai punti patente, anche questo dipende dalla normativa sanmarinese (se avete il sistema dei punti, se vi sono accordi con l’italia, ecc).
    attenzione pero’: il tutor puo’ segnalare in tempo reale all’operatore una vettura che viaggia sistematicamente oltre i limiti su un tragitto lungo, ed in tal caso potrebbe intervenire una pattuglia per fermare in flagrante il trasgressore. in questo caso, i conducenti che siano cittadini stranieri sono tenuti a pagare sul posto la multa (proprio per evitare l’impossibilita’ della notifica all’estero), mentre eviteranno la detrazione di punti dalla patente solo qualora abbiano una patente estera e non vi siano convenzioni col governo italiano in materia.

  441. Mi puoi confermare che transitando sotto i tutor a velocità consentita si possono tenere poi medie superiori in quanto non si viene fotografati?

  442. @ lazzarpi:
    negativo, assolutamente no!!! altrimenti non ci porremmo tanti pensieri su come eludere il tutor! e’ sempre opportuno, per cautela, transitare sotto i piloni entro i limiti, poiche’ pare che il tutor possa anche funzionare, all’occorrenza, da autovelox istantaneo. pero’ questo non esime mai dal mantenere la media durante tutto il tragitto controllato, altrimenti il verbale e’ garantito: il tutor infatti fotografa tutti i veicoli in transito, e cancella solo le foto di quelli che non passano entro un certo tempo sotto al pilone successivo, quindi che viaggiano entro i limiti. puoi anche andare oltre i limiti, ma l’importante e’ sempre ristabilire la media dei tempi di percorrenza prima che arrivi il pilone del tutor successivo!!

  443. Ragazzi scusate..
    So che c’e una gran confusione per quanto riguarda il tutor e il fatto che esso rilevi o meno la velocita istantanea..
    A me è successa la seguente cosa:
    Sono passato sotto i piloni del tutor ai 110-120 km/h ma in presenza di nebbia (in questo caso il limite è ridottisimo…).
    Mi devo aspettare una maximulta???? (Cioe se il limite con nebbia era dei 50 io ho sforato ben oltre il limite… mamma mia…)

    Cieo se fosse cosi ad ogni nebbia ritirerebbero la patente a quasi tutti quelli che passano di li.. (a meno che la gente non inizi ad inchiodare ai 50 ne pressi del tutor creando un bel pericolo..)

  444. Intendo multa per velocita istantanea.. Per quella media so che il limiti è sempre 130 in tutte le condizioni atmosferiche…

  445. @ babaloo:
    credo che tu possa stare tranquillo, il tutor rileva la velocita’ in vigore sul tratto di strada controllato (che io sappia, dovrebbero essere tutti tarati a 130 Km/h), ma non e’ in grado di autoregolarsi in base alle condizioni atmosferiche! Quindi, se piove o c’e’ nebbia, il limite del tutor resta invariato, come del resto avviene per tutti gli altri autovelox. il motivo e’ semplice: per ora, nessun sistema (fortunatamente!) riesce a rilevare e a fornire la prova dell’effettiva situazione meteo nel preciso istante della contravvenzione, e menche’ meno su un tratto di strada lungo 20 km. il problema, semmai, puo’ porsi qualora sul tratto controllato sia in vigore permanentemente un limite diverso (es. dovuto a scelta del gestore della strada, o magari alla presenza di un cantiere). penso che solo in tale ipotesi, le apparecchiature di rilevamento della velocita’ potrebbero essere tarate costantemente su un limite piu’ basso.

  446. Ho letto questi due anni di interessanti e costanti messaggi! Complimenti!
    Io ho un’Alfa 155 2.0 8v e, davvero, non amo né correre, né spremerla, ma assicuro che viaggiarvi a 150 Km/h vuol dire andare con un filo di gas e con grande stabilità. Lascio la mia e-mail e i miei dati, ritenendomi disponibile per qualsiasi iniziativa vogliate portare avanti

    Altrimenti, tanto vale fare le superstrade con limite 110, non costano nulla e non hanno tutor! Oppure pigliarsi una Panda 1.2, così da rispiarmiare su: ASSICURAZIONE, BOLLO, consumo di carburante, costo pezzi di ricambio e mettersi l’anima in pace guidando un’auto che a 120-130 non “ti chiede” psicologicamente di andare oltre.

    Vi consiglio di far parte della comunità http://www.poigps.com/index.php

    Perché sarebbe così “scherzoso”, Leon, il discorso del fumo che si usa ai concerti rock? Ci si pensi bene… può essere spacciato come nebbia o come vapor acqueo che esca dalla marmitta, l’importante è passare a velocità molto ridotte, così da non disperderlo subito! E la cosa costerebbe due lire, giusto un interruttore per azionare due fumogeni sotto al paraurti posteriore :-).

  447. @ matteo:
    benvenuto tra noi!
    le superstrade a mio avviso hanno un grave difetto, ossia che, se e’ vero che per ora non vi sono i tutor, in compenso spesso vi sono autovelox in postazione mobile difficilmente avvistabili! e poi, diciamocelo, non e’ come viaggiare in autostrada. cmq sia, queste sono scelte opinabili che spettano a ogni guidatore.
    quanto al fumo artificiale, l’idea era piu’ scherzosa che altro, in quanto credo che, anche a basse velocita’, servirebbe qualcosa di potente come un impianto a cloridrina imbarcato sui cacciatorpediniere nella seconda guerra mondiale, per stendere cortine fumogene a protezione della flotta! e poi, come fare ad essere sicuri che il fumo copra effettivamente quel che deve essere coperto, al momento opportuno? senza dimenticare che vento, temperatura, umidita’ e pioggia influirebbero non poco sui risultati. inoltre, ci sarebbe il rischio di mettere in difficolta’ gli automobilisti alle nostre spalle, qualora il fumo fosse troppo denso.
    Scherzi a parte, delle varie ipotesi “di copertura” teorizzabili, quella del fumo mi sembra forse la piu’ improbabile di tutte: tra l’altro, i diffusori andrebbero posti sopra alla targa (poiche’ le fotocamere del tutor sono in alto, sui piloni) e cmq il vento ed i vortici aerodinamici disperderebbero il fumo immediatamente, a meno di non essere praticamente fermi. mi domando: chissa’ se la papamobile emette una fumata bianca, quando transita sotto ai piloni del tutor? ;-)

  448. GdP Viterbo: Le multe elevate con il sistema Sicve sono annullabili.

    La sentenza, come precisa lo stesso D’Agata, è una delle prime in Italia sul tema. In sostanza tutte le multe “elevate agli automobilisti con gli apparecchi “TUTOR” – si legge nel comunicato stampa di D’Agata – con annessa decurtazione dei punti sulla patente, sono tutte annullabili, poiché “non è applicabile con mezzi diversi da un autovelox la riduzione del 5% come previsto dall’ex D.M. 29.10.97. Infatti, non può ritenersi apparecchiatura “autovelox” il Tutor, in quanto questo strumento di accertamento violazioni di “eccesso di velocità” per media di velocità percorsa tra due postazioni. Siccome non è dato sapere quale tolleranza va applicata al Tutor, il verbale è annullabile”. La multa in questione era stata elevata sull’autostrada Milano-Napoli, ed era stata impugnata presso il Giudice di Pace di Viterbo. Il commento di D’Agata è quello di chiedere “alle P.A. di riconoscere il diritto del cittadino – utente della strada – alla certezza della violazione contestata e all’osservanza della corretta procedura nell’emissione del verbale annullando in via di autotutela i provvedimenti illegittimamente adottati sino ad oggi e di provvedere ad effettuare le rilevazioni secondo i dettami della legge, onde evitare superflui sovraccarichi burocratici”.

    http://www.amantea.net/index.php?option=com_content&task=view&id=4029&Itemid=55

    Le multe elevate agli automobilisti con gli apparecchi “TUTOR” con annessa decurtazione dei punti sulla patente, sono tutte annullabili, poiché “ non è applicabile con mezzi diversi da un autovelox la riduzÌone deI 5% come previsto dall’ ex D.M. 29.10,97.

    Infatti, non può rìtenersi apparecchiatura “autovelox” il Tutor, in quanto questo strumento di accertamento violazioni di “eccesso di velocità” per media di velocità percorsa tra due postazioni.

    Siccome non è dato sapere quale tolleranza va applicata al Tutor, il verbale è annullabile.

    In difetto di precisazione normativa (estensione del sistema Tutor nell’articolo 142, comma 6°, del Codice della strada), o non può essere applicata riduzione alcuna oppure applicata la riduzione “‘progressiva” del 5%, 10% e 15% (comma 3 dell’articolo 345 del dispositivo di attuazione del Codice della strada).

    La verbalizzazione era stata eretta in seguito a lettura dei dati provenienti da un’apparecchiatura Tutor presente su un tratto di autostrada, nella specie la Milano-Napoli, perché la velocità media del veicolo è risultata superiore il limite di velocità di km 130h.

    E’ quanto sancito dalla sentenza del Giudice di Pace di Viterbo n. 3641 del 15 ottobre 2008 che ha stabilito la nullità della multa e, quindi, l’annullamento della decurtazione dei punti e la non debenza della sanzione pecuniaria.

    http://www.comunedipignataro.it/modules.php?name=News&file=article&sid=10521

  449. ritengo che sia un motivo valido per fare ricorso contro le multe.
    altro motivo molto valido è, nel caso, l’impossibilità di elevare multe in sequenza, così come previsto ex L 689/81 art. 8 e 8 bis. D’altronde, anche in diritto penale, ove vengono sanzionate condotte ben più gravi di quelle oggetto di contravvenzione, è espressamente prvisto il reato continuato.
    E’ quindi ovvio che se si viene multati per la stessa condotta illegittima per più volte sullo stesso tratto di strada si può contestare l’unicità della condotta e quindi l’errata plurima contestazione.
    Altro motivo di opposizione, meno convincente in verità ma pur sempre valido, la possibile clonazione della targa. Ove le fotografie fossero tutte come quelle messe a disposizione da mpx http://www.informaticagiudiziaria.it/menu/ricorsi.html
    si potrebbe contestare il fatto di non poter discernere il colore della vettura. Se poi questa non riportasse, come invece quella di mpx, il logo e l’indicazione del modello, si potrebbe contestare l’impossibilità di verificare di quale auto si tratta.

    Non so, mi trovo un cliente con 8 multe nella stessa notte sulla stessa autostrada…il problema è che se il prefetto rigettasse i ricorsi la cifra da pagare diverrebbe da record…

  450. @ lorenzo ferrari:
    come si dice: “nomen omen”…devi essere uno che va forte…ferrari!
    al di la’ dei giochi di parole, grazie per l’interessantissimo intervento e per averci fornito gli estremi di una sentenza che, se seguita da altre, potrebbe rivelarsi fondamentale per ricorrere contro le multe da tutor (almeno fino a che non intervengano – ci auguriamo di no – modifiche legislative sulla questione delle tolleranze di velocita’).
    un unico consiglio personale: mai ricorrere al prefetto (in 9 casi su 10 rigettera’ il ricorso, anche se fondato), sempre meglio ricorrere innanzi al giudice di pace: vi si hanno solitamente molte piu’ chances, ed eventualmente si puo’ sempre appellare la sua sentenza innanzi al tribunale. ad ogni modo, in bocca al lupo! poi facci sapere gli esiti!

  451. Un’altra cosa:
    senza andare lontani è lo stesso articolo 198 cds che al primo comma in sostanza non permette l’elevazione di multe in sequenza…

    Per la scelta dell’autorità avanti al quale fare opposizione: a Milano il prefetto spesso (esprienza personale) non fa in tempo a rispondere nei termini (270 giorni se non si chiede l’audizione personale).
    Ho trovato molti GdP duri come il cemento per i quali ho speso magari tre udienze con esito scontato…tanto valeva farsi rigettare il ricoso subito dal prefetto.

    Inoltre le multe in sequenza (a distanza di dieci minuti una d’alltra) spesso vengono elevate in comuni diversi, quindi il GdP per 5 multe rischia di essere differente per 5 volte…il che rende molto oneroso andare in ogni singolo paesino a fare udienza. Col prefetto mandi la raccomandata…e via.

    Comunque il cliente ha deciso di fare opposizione a tutte le multe, presentando ricorso avanti al prefetto. Vi terrò informati.
    Ho chiesto copia delle foto alle varie sedi della Polizia stradale che hanno elevato le multe e conto comunque di inserire anche questi motivi di opposizione:
    1. Mancanza dell’ora del primo scatto nella multa.
    2. mancanza del numero di matricola dell’apparecchio.
    3. Mancanza della indicazioen della taratura.
    4. mancanza della indicazione circa la possibilità ed i modi di recuperare la documentazioen fotografica.

    vedremo…

  452. siamo tutti con te, lorenzo! distruggili!
    qui a napoli i giudici di pace sono tendenzialmente piu’ tranquilli, e a volte fanno casino e ti annullano un verbale che in realta’ andrebbe pagato…paese che vai, giustizia che trovi! quanto alle sedi diverse hai ragione tu, una volta inviato il ricorso a mezzo raccomandata, per le udienze bisogna poi fare mille trasferte. ricordati di verificare anche la presenza della firma dell’addetto sul verbale, poiche’ alcuni sprovveduti uffici non la mettono, e come saprai e’ un’ulteriore causa di annullamento del verbale.

  453. Io non sono d’accordo sul fatto che non si possa invocare l’anticostituzionalità del tutor per il discorso che i cittadini stranieri di fatto restano impuniti se non sono fermati.
    Il solo fatto che il cittadino italiano è totalmente identificabile mentre quello straniero lo è solo in alcuni casi (puo’ darsi che lo svizzero sia identificabile ma il veicolo con targa ucraina, turca, russa e di molti altri stati non lo è di sicuro), è già di per sè discriminante e pertanto anticostituzionale.
    Idem per la questione dell’effettiva notifica e riscossione della contravvenzione. L’autorità italiana non ha alcun potere di notifica nè di effettuare riscossioni forzose in determinati paesi.
    Si ha quindi una chiara disparità di trattamento….più anticostituzionale di così!!

  454. Ciao; la mia targa è stata beccata due volte sullo stesso tratto della A4, una alle ore 12:19 nel tratto tra il Km 81.800 e il Km 77,300 e l’altra alle ore 12:38 sempre stesso tratto A4 dal Km 36.600 e il Km 26,540 . Anche a me due multe spero le uniche di 148.00 euro e 5 punti. come mai questi 5 punti se dite che il codice parla solo di 2 non superando di 40Km/h la velocità consentita. Cosa fare per salvare qualche punto, o accertarsi che 2 multe così vicine siano eccessive e magari ci potrebbe essere qualche nuova legge che mi permette di pagarne solo una.

  455. @Lorenzo
    Vai con Dios e facci sapere, hai un intero forum al tuo fianco disposto a muoversi in massa in caso di bisogno…vero ragazzi? ;)))

  456. per eludere il tutor , ma specifico …..SOLO IN MOTO ….e semplice…… visto che sulle corsie ci sono le pedane separate per ogni singola corsia ….. e semplice ………basta percorrere l autostrada sulla riga bianca nei tratti dove e presente il tutor …….una raccomandazione !!!!! ANDATE DRITTI PER QUEI 2 METRI CIRCA XCHE CI SARANNO 20 CM TRA UNA PEDANA E L ALTRA ……. io per sicurezza dei punti … e dei soldi ho provato a fare questa prova a 140 km h a intervalli di 30 gg l uno dall altro dall installazione del tutor , nel giro di un anno mai una multa con questo semplice trucchetto

    p.s. spero non ci sia una risposta del genere gia nel forum …… ma non ce l ho fatta a leggere tutto…… altrimenti figura di m….

    p.s. 2 :un altro rimedio ci sarebbe per correre senza buttare soldi e punti ….intestare una macchina ad uno straniero ….

  457. Buongiorno a tutti! Sono circa 2 ore che mi sto perdendo via leggendo tutte le risposte, i commenti, ecc. e ho cercato di ottenere un risultato globale da tutti gli escamotages che avete descritto (Ma poi chi tenta di fare tutto ciò? Sigh!) Si è parlato di campi magnetici, infrarossi, pesi, ecc.
    Ho appena finito di consumare ben 108 fogli di un blocco note per arrivare a una conclusione da tutto il vario “mescolotto” di iniziative attraverso disegni, ipotesi, misure, ecc.. Beh, alla fine delle finite, mi parrebbe che qualcosa di efficace potrebbe essere una cosa del genere:
    1- si è detto che un mezzo usato dalle telecamere tutor sono gli infrarossi, ma sono dotate anche di altri filtri. Ebbene: se io mi costruisco una basetta che contiene un eguale numero di led infrarossi, ultravioletti e laser, teoricamente una buona parte delle gamme d’onda le ho coperte, in quanto dubito che le telecamere usino le lunghezze d’onda intermedie, altrimenti ci vedremmo arrivare dietro all’automobile un bel raggio viola o verde o marrone che “becca” la nostra targa. Basterebbe farli girare tutti intorno al perimetro della targa, appena dietro al bordo. Altro particolare: dovremmo inclinare i led bassi a 10° rispetto al piano stradale, i led alti di circa 45° e quelli verticali con una inclinazione graduale da 10° a 45°. In questo modo sarebbe coperto tutto il campo di rilevazione della telecamera. In più, dato che si è fatto un misto di infrarosso, ultravioletto e laser, la nostra telecamera farà una bella foto che apparirà di un color viola chiaro e sgargiante tendente al rossiccio. Un bel colore di fondo per la foto di famiglia del poliziotto che la vedrà! ;-)
    2- I campi magnetici. L’unico metodo che è effettivamente efficace sarebbe trovare l’apparecchiatura americana che annulla suddetti campi, ma ho in mente altre due alternative, delle quali attendo poi il vostro giudizio: prima: si è detto che la rilevazione avviene tramite i campi magnetici che rilevano il passaggio degli assi. Certo: l’ottimale è annullare il campo, ma, seguendo la buona e vecchia legge fisica che dice che due poli uguali si respingono e due poli opposti si attraggono, si evince che: quando tu passi sopra il sensore, questo ovviamente ha una certa polarità e tu, che sei sull’automobile, isolato da terra per via dei pneumatici, hai una carica differente da quello terrena. Risultato: il sensore viene attratto dalle parti metalliche che risultano essere più vicino a lui. Ma se io trovo un metodo per ottenere un campo magnetico che rimandi al mittente il campo magnetico della rilevazione attraverso una carica della stessa polarità, andrei di certo ad annullare la rilevazione, in quanto i due sensori farebbero arrivare al computer una rilevazione di assi nulla, dato che non c’è stata una variazione di campo (Tendolo sempre allo stesso livello tramite la respinta) oppure sarebbe rilevato un automezzo con un asse del tipo… 1,90 × 4,50 metri, di certo una dimensione di asse alquanto fuori standard, almeno che sull’autostrada non passi una portaerei o una petroliera…
    Seconda: il campo magnetico rapportato al peso. Avete mai sentito parlare dei treni giapponesi “MagLev”? Sono quei treni che viaggiano fluttuando su un campo magnetico. Bisognerebbe prima di tutto che qui, qualcuno di voi fosse un ingegnere per fare i calcoli giusti, dopodichè il tutto sta in questo: la batteria dell’automobile è sì a 12 volt, ma supporta un amperaggio molto alto (In questo caso credo che bisognerebbe usare una batteria almeno da 100 – 130 ampère). Usando un invertitore di tensione che supporti un wattaggio molto alto, se io piazzo molte bobine su tutto il perimetro (Appoggiate al fondo, ovviamente) della mia automoile, ognuna delle quali genera una campo magnetico, fatti i calcoli giusti, potrei, azionando la batteria, generare un campo magnetico così potente da poter sollevare l’auto anche solo di qualche millimetro, abbastanza però per rendere l’auto praticamente senza peso, in più questo campo generato da tutte le bobine, creerebbe un campo talmente grosso che i sensori rileverebbero un automezzo di circa 5 × 9 metri. Beh, ammetto che il tutto, scritto così sembra essere talmente complicato da assomigliare a un proigetto della NASA, ma con un po’ di pazienza, calcoli e pratica, forse potrebbe essere qualcosa di efficace. Fatemi sapere un po’ cosa ne pensate. CIAO!

  458. Cari amici “multati” rieccomi quì di nuovo a far presente che mi è arrivata una notifica che sarebbe il seguito del verbale notificatomi il 0148..(pagato).
    Ora questo fà capo al fatto per non avere comunicato chi era alla guida del veicolo in quel giorno..(mi dovevano togliere ulteriori 5 punti,..) in alternativa devo pagare 260Euro…che sfiga…qualcuno mi aveva detto che forse non sarebbe arrivato…:-(. Cmq io volevo sapere da qualcuno di voi, ma il termine di entro 60gg dalla notifica cosa s’intende? Cioè volevo sapere se i 60gg faditici partirebbero dalla data di notifica sul verbale, o da quando materialmente io ho ricevuto questa lettera dalle poste…? Notifica scritta sul varbale il 03\11\2008, ma ricevuto nelle mie mani dalle poste il 21\11\2008…18gg di differenza..??

  459. @ CCl3NO2:
    l’idea di abbagliare le fotocamere mediante infrarossi mi sembra l’idea piu’ promettente e tecnicamente fattibile; un’alternativa potrebbe essere quella di puntare tali sorgenti luminose, invece che verso l’alto, verso la targa ben pulita, in modo da renderla cosi brillante da risultare illeggibile nella foto.
    quanto all’elettromagnetismo, mi sembra troppo fantascientifico, complicato e forse anche dannoso per l’elettronica di bordo, centralina di alimentazione in primis. in ogni caso, al riguardo, dubito che il peso della vettura sia influente. semmai bisognerebbe annullare il campo magnetico della macchina per non fare attivare i sensori; oppure ingigantirlo in modo da fare scattare la foto quando l’automobile e’ ormai fuori dalla portata delle fotocamere. ribadisco che mi sembra la strada piu’ complicata e meno probabile da seguire.

    @ trivy:
    la data di notifica e’ la data in cui risulta che il verbale ti e’ stato consegnato dalle poste: e’ specificato all’esterno della busta, mediante timbro o annotazione a mano dal postino/ufficiale giudiziario che ha effettuato la notifica. La data che trovi scritta all’interno del verbale, invece, e’ quella in cui la pubblica amministrazione ha fatto partire la notifica, e non ha effetto nei tuoi confronti.
    Ai fini del ricorso, della comunicazione dei dati del conducente e di quant’altro (es. prescrizione), rileva infatti la data di effettiva notifica al destinatario, cioe’ quella che risulta dal timbro postale o dall’annotazione fatta a mano dal postino sulla busta contenente il verbale; nel tuo caso, il 21-11-08.

    @ tutti gli utenti del forum: augurissimi di buon 2009 a tutti, con la speranza che il nuovo anno porti con se’ la demolizione dell’odiato sistema tutor! ;-)

  460. @ CCl3NO2:

    L’idea di accecare le telecamere pare anche a me l’unica percorribile, a patto di non dimenticare che esiste anche la luce NORMALE, e che le telecamere fanno anche una normalissima foto.

    Inoltre la fila di LED andrà nascosta o “mimetizzata”, non è che i tutori dell’ordine siano tutti fessi, eh…

    Per il campo magnetico… se quello scatta alla *variazione*: puoi fare quello che vuoi , ma la macchina invisibile non la otterrai *mai, a meno di non costruirla tutta in ceramica. Purtroppo.

    Il peso non è usato per gli scatti delle foto.

  461. Buongiorno,
    la vera domanda è come mai la società autostrade spa – privata- abbia investito una conisstente somma di denaro per lo sviluppo e l’installazione dei tutor. La risposta è semplice: per denaro. Il drastico calo dell’incidentalità sui tratti gestiti porterà infatti la società autostrade a poter richiedere dei consistenti aumenti dei pedaggi al governo (tali aumenti sono infatti legati anche a parametri variabili quali gli investimenti effettuati e, appunto, la sinistrosità).
    La cosa veramente scandalosa è quindi questa: come al solito in Italia non si persegue la sicurezza stradale – nessuno parla mai di come e quanti gli incidenti siano dovuti alle condizioni pietose delle strade – manutenzione e logistica, e i giornalisti in primis non sottolineano praticamente mai come tra i morti e feriti ve ne siano per es. moltissimi che non portavano il casco o non allacciavano le cinture, bastano le notizie dei morti e feriti o, ancora peggio, le immagini dei familiari disperati – ma solo il guadagno, diretto o indiretto.
    Un ultimo esempio: in Germania, dove com’è noto molti tratti autostradali sono privi di limite, hanno un tasso di incidentalità e di morti molto inferiore al nostro;
    come hanno fatto? semplice, hanno installato sulle autostrade un sistema di controllo del traffico e delle condizioni meteo estremamente efficiente e, parallelamente, un sistema di pannelli luminosi con limiti variabili.
    Cosa succede? quando le condizioni lo permettono si va alla velocità che si ritiene più opportuna in base alle proprie condizioni e al proprio veicolo, quando le condizioni non lo permettono si va tutti – e sottolineo praticamente tutti, perché la gente sa che i limiti non vengono posti a caso o solo per far cassa -a 120Kmh o meno.
    Da tutto quanto sopra potete ben capire perché, nonostante l’approvazione della modifica al codice della strada, le società concessionarie si siano sempre rifiutate di elevare il limite a 150Kmh.
    Chiedo scusa se mi sono dilungato…

  462. @leon, @rdt

    Signori, memore di quello che avevo letto in tutto questo argomento, ho fatto un po’ di ricerche, e ho trovato alcune cose che mi sembrano significative: uno è il sito americano di un dispositivo che “nasconde” la targa ruotandola di 90°: http://www.plateflipper.com/, gli altri sono siti dove sono disponibili dispositivi che neutralizzano i campi elettromagnetici in vari modi:
    1 – http://www.orgoneproducts.org/cellphone_neutralizer.php – questo ha due dispositivi, uno normale e uno che addirittura, a detta loro, arriva a 1000 piedi (Circa 300 metri) di campo d’azione;
    2 – http://www.inspiredliving.com/emf-protection/emfquestions.htm – questo sembra essere un pochino più tradizionale
    3 – http://www.inspiredliving.com/emf-protection/emfquestions.htm – qui ci sono spiegazioni di un po’ tutti i generi, su come agisce, che benefici porta alla salute del corpo, ecc.
    4 – http://www.emfprotectionstore.com/catalog/item/3963490/3733272.htm – simile al precedente;
    infine ci sono due siti dove si trova di tutto per le rilevazioni di radar, autovelox, SICVE in funzione, ecc.:
    1 – http://www.giordanoshop.com/index.php/cPath/188_539?gclid=CL3yv5Gw7ZcCFQoI3wod8w9uCg
    2 – http://www.speedtrap.org/
    —+++—
    E questo è tutto. Sappiatemi un po’ dire se, magari, qualcosa di veramente efficace, soprattutto tra gli “eliminatori di campi elettromagnetici”, c’è tra tutto quello che ho trovato.
    BUON INIZIO DI 2009!

  463. Sono mooolto interessato al funzionamento del tutor.
    Ho sempre saputo che “fatta la legge trovato l’inganno”, ma stavolta, per ora, la cosa non sembra vera.
    Sembra ci sia un vero e proprio velo di omerta intorno al tutor. Conosco qualche tutore delle forze dell’ordine che mi sembra piu disinformato di me.
    Io sono certo che un sistema cosi complesso come il tutor sia MOLTO facilmente eludibile, basterebbe saperne un po’ di piu su come funziona.
    Io sono sempre stato uno di quelli che sosteneva che il tutor funziona con l’ausilio del telepass, in quanto non credo che una targa possa essere cosi facilmente riconosciuta e individuata da un computer che poi deve anche provvedere a leggerla in maniera numerica per poterla confrontare con la foto successiva.
    Oggi leggendo che qualcuno senza telepass ha preso ugualmente la multa, mi ricredo su quanto ho sostenuto finora, ma continuo a credere che il tutor sia solo un grande spaventapasseri, che pero qualche volta funziona (anche se di rado credo). Il guaio è che non si è mai sicuri di niente. La cosa che mi stupisce è che non ci sia nessuno piu furbo di me che abbia inventato qualcosa per fregarlo- L’altra cosa che mi stupisce è che fra gli “addetti ai lavori” non sia trapelato niente dei punti deboli (secondo me numerosi) di questo sistema.

  464. So già che le multe devono arrivare entro 150 giorni dall’infrazione ma se una persona purtroppo commette l’infrazione di passare ad una velocità sopra della media consentita di solito dopo quanto tempo vengono inviate le multe oppure possono arrivare anche al centoquarantanovesimo giorno grazie per chiunque fosse interssato a rispondermi.

  465. @gian

    Ciao, non hai letto bene tutti i messaggi.

    >> ho visto *personalmente* un software che pigliava al volo tutti, e dico tutti, i numeri di targa dalle immagini video di una telecamera puntata sulla strada <<

    Spero non si ritorni più sull’argomento. Il tutor *purtroppo* funziona benissimo. E legge praticamente ogni targa in ogni condizione. Scatta 6 foto diverse, con 6 filtri diversi anche ad una macchina a 200 km/h, e la targa sta nel campo di tutte e 6.

    Bisogna trovare dell’altro…

  466. Ho una intuizione e per verificarla vorrei che TUTTI quelli che hanno ricevuto la multa dal Tutor e che sono CERTI di aver passato le barriere di ingresso e di uscita a velocità inferiore a 130km/h, ma – ovviamente – ben maggiore nel tratto multato, lo segnalassero qui. grazie.
    Per quanto riguarda i dispositivi di accecamento…ma qualcuno ha provato con le “normali” plastiche di accecamento sviluppate da tempo per gli autovelox normali, quelle che opacizzano qualunque visuale che non sia assiale?

  467. @redgabry.

    Esponi pure la tua opinione, credo di conoscere abbastanza bene l’infernale aggeggio…

  468. Dunque, qualunque software di riconoscimento ottico di caratteri richiede del tempo, parliamo anche di pochi secondi o meno, poi il dato deve essere trasmesso all’elaboratore principale dove giungono anche le segnalazioni di altre targhe dalle altre postazioni, tutti i dati memorizzati, poi comparati con i tempi. Il tutto genera una valanga di dati che difficilmente possono essere gestiti in tempo reale da “normali elaboratori” e non credo che la società autostrade si sia dotata di elaboratori da Nasa.
    Ne consegue che occorre un filtro che limiti i dati. Tale filtro può essere il tempo – raccolgo dati fino a saturare il buffer di memoria, poi spengo, elaboro, scarico e riprendo – oppure, più semplicemente, seleziono le targhe da “seguire”…e quale criterio migliore se non considerare quelle che atraversano la barriera a + di 130Km/h?
    La mia esperienza – ma si pronuncia multa – l’ho presa di notte, RM-NA, attraversandola tutta a velocità sostenuta.
    Ecco il motivo della mia richiesta.

  469. @redgabry

    Normali plastiche di accecamento?
    Puoi essere più preciso?

    Grazie!

  470. ma allora se tra 2 tutor distanti 100km vado a 200km/h fermandomi in autogrill per una ventina di minuti(con un limite sul tratto di 130km/h),allora li frego?

  471. ma allora se tra 2 tutor distanti 100km vado a 200km/h fermandomi in autogrill per una ventina di minuti(con un limite sul tratto di 130km/h),allora li frego?

    mi sembra tanto la scoperta dell’acqua calda!

  472. @raffaele. Si, li freghi.

    Ma attento che non siano loro a fregare te, non sono molti i punti in cui tra due ponti ci sta una via di fuga (casello o autogrill)

    @redgabry: non ci contare

    ripeto, perchè forse non leggete, scusate:

    Lo ho visto con i miei propri occhi, una telecamera puntata su una strada collegata a un personal computer normalissimo, e una serie di targhe, già riconosciute, che scrollava verso l’alto a velocità stratosferica.

    Il meccanismo funziona. non si scappa…

  473. …secondo voi non poteva funzionare, senza spendere montagne di dobloni,
    “semplicemente” confrontando i codici a barre dei biglietti, tra l’entrata e il successivo pagamento in uscita ?…e telepass stesso sistema ?
    Ciao a tutti.

  474. @totò…

    non gli dare pure idee balzane!!!

  475. non so se e’ fortuna o e’ un modo per raggirare il tudor un mio amico percorre tutte le settimane napoli verona e verona napoli quindi parliamo che in due giorni percorre circa duemila km ,all entrata e all uscita dei tudor va ad una velocita inferiore o uguale ai 130 km ,dopo va anche oltre i duocento fin ora non e’ stato mai multato

  476. da circa tre mesi sull’A1 (tra napoli e orte) sui pannelli a messaggio variabile spesso compare la scritta “controllo velocità attivo – speed control” o simile; non so se sia un avviso reale o un deterrente, ma dallo stesso periodo percorro circa 1 volta alla settimana tale tratto sempre alla media effettiva di 145-147 Km/h, e non ho ricevuto verbali.
    una fonte attendibile mi ha riferito che i tutor sono tarati a 142 Km/h; se così fosse, aggiungendo una tolleranza del 5%, si spiegherebbe perché finora niente multe.
    @ toto’: questo metodo per il controllo della velocità è già previsto dal codice della strada (art. 142 comma 6 C di S e art. 345 regolamento).

  477. state attenti…….ho pagato ben 5 verbali e tolto punti a tutta la famiglia!!!!! era il 31’12’07….avete capito bene…..la vigilia di capodanno…..ke bastardi!!!!! credo ke l’unica cosa è sapere quando funzionano.Un camionista mi ha detto ke il barakkino sotto il tutor acceso è fortemente disturbato!!!verificate….perkè secondo il mio parere è l’unica soluzione: non superate i 147 di media e non andate in corsia di emergenza….sono anke li(o almeno le telecamere).CIAO.

  478. Allora, dopo aver letto tutti, dico tutti, i post, ho qualcosa da dire. A mio vedere il tutor è un sistema più semplice di quanto sembra, basato sulle associazioni, di dati, si intende. Allora il sistema riprende con una telecamera con una buona definizione un tratto di strada, un sensore magnetico assegna un valore di identificazione univoco(e qui c’è da studiare) ad ogni automezzo oltre che ad identificare il passaggio con un valore temporale. Il sistema non deve fare altro che identificare il valore magnetico ad ogni passaggio sui vari sensori del tratto di riferimento, rilevare se questo valore ha superato il limite di tempo minimo, e nel caso, accoppiare questo valore con il valore temporale esatto che corrisponderà con il fotogramma relativo a quel determinato attimo. A quel punto ottenuto il fotogramma corrispondente al veicolo il sistema identifica automaticamente la targa, non è escluso che lo faccia qualcuno in carne ed ossa, ed il gioco è fatto.
    Punti deboli, la lettura della targa ed il valore elettromagnetico univoco assegnato.
    P.S.: non escluderei un coinvolgimento del Telepass in passato in fase di sperimentazione. Ciao a tutti, rispondetemi.

  479. UTOPIX! Hai provato a vedere il mio precedente post? Ho trovato alcuni siti americani dove vendono dei dispositivi che, con l’intento di eliminare l’inquinamento ambientale, annullano ogni tipo di campo elettromagnetico. Hanno diverse portate, uno addirittura (A detta loro) anche 100 metri di raggio. Secondo te potrebbero essere utili per eliminare o distorcere i campi magnetici delle piastre di rilevazione dei tutor?

  480. Si CCl3NO2 ho visto e dico che potrebbero essere utili ma il discorso alla fine è sempre lo stesso, come fai la sperimentazione, con un sistema che non si sa come funziona quando funziona e per ogni volta che sbagli ti arriva anche una multa con punti sulla patente. Per il momento è divertente parlarne fare ipotesi e scambiarsi idee ed opinioni che poi è quello che fa la differenza nel progresso e nell’ evoluzione umana. Il tutto in attesa della “notizia” che metterebbe in moto le idee ed il fare. Aggiungo rispetto al mio precedente post, che l’ identificazione univoca del veicolo potrebbe avvenire a livello magnetico e quindi di massa metallica ma questo potrebbe dare dei problemi con uguali modelli di auto, anche se è difficile che vi siano gli stessi valori causa oggetti tasportati, chiavi, antifurto, catene, telefonini etc,. o a livello di carica elettromagnetica che sarebbe più facile variare ai vari passaggi. Le mie naturalmente sono solo ipotesi in attesa che qualcuno possa avvalorarle o smentirle, quindi scrivete.

  481. @Utopix.

    Forse non hai letto bene i messaggi.

    L’identificazione del veicolo avviene leggendogli la targa in modo automatico via computer.

    Non esiste proprio l’identificazione di una massa metallica sopra un sensore…

    E non è MAI stato usato il telepass

    @ccl3no2

    Da quel che so è la *variazione* di campo magnetico a far scattare la foto, quindi anche usando un annullatore il campo varierebbe, questo in teoria.

  482. @rdt.

    ti spiego in due parole come sono finito qui. da quache giorno per motivi professionali, e nono so ancora per quanto tempo, sto percorrendo il tratto dell’A1 Roma-Cassino e viceversa mi sono accorto che è tutto coperto dal Safety-Tutor oltre che ad essere tempestato di autovelox (ne ho visti addiritura due a circa 600 metri l’uno dall’altro), ho quindi cercato informazioni per capire come funziona il tutor e come evitarlo. Inoltre possiedo un Telepass da circa 5 anni ed è ora che lo cambio perchè ha la battera scarica ed a volte dopo il passaggio del casello dopo i due classici beep ne emette altri tre di tono grave che segnalano appunto la batteria scarica. Due giorni fa appena imboccato l’autostrada il pannello luminoso mi segnalava tutor attivo e . . . . . sorpresa delle sorprese, il telepass ha emesso i tre beep come se avesse comunicato con qualcosa, e li ha emessi sotto ogni postazione del tutor. è del tutto evidente che apparecchio telepass e postazione tutor hanno scambiato dei dati. per chi non sa come funziona il telepass non è altro che un trasponder che se sollecitato invia dei dati contenenti tra l’altro un codice univoco di identificazione. questo non vuol dire che se dovesse rilevare un’infrazione la invierebbe al titolare del telepass come tanti hanno scritto. il codice serve ad identificare il passaggio in modo univoco sotto le varie postazioni, se i passaggi infrangono il tempo minimo di percorrenza si risalirebbe al fotogramma corrispondente come ho scritto sopra, ed alla targa del veicolo a cui si addebita la multa.
    per chi non ha il telepass la postazione tutor potrebbe funzionare come autovelox istantaneo, per chi invece ha il telepass e dialoga con il sistema tutor non viene rilevata la velocità istantanea, che potrebbe essere infranta, ma viene controllato sulla velocità media. In fin dei conti questo, visto dalla società Autostrade, potrebbe essere un vantaggio, un servizio offerto al possessore di telepass che non dovrebbe più stare attento se sfora facendo un sorpasso, o dover inchiodare alla vista di un congegno elettronico.
    non capisco la chiusura verso questa ipotesi, o vi sono informazioni precise o è tutto possibile. chi ha preso multe pur non avendo il telepass potrebbe aver infranto il limite soto la postazione tutor che avrebbe funzionato quindi come autovelox. se fosse così e la società Autostrade non l’ha ancora reso noto, è solo perchè aspetta di far passare il messaggio (magari quando la velocità in autostrada a tre corsie sia portata a 150 kmh) chè è meglio tenere il telepass sul parabrezza e viaggiare sereni piuttosto che rischiare la multa per eccesso di velocità.

  483. @utopix :

    Informazione precisa:

    Macino *MIGLIAIA DI KM* sotto i tutor.

    *mai una volta* il telepass ha emesso il benchè minimo suono.

    2° informazione precisa: la mia azienda ha collaborato alla progettazione del tutor, ed uno dei miei colleghi, purtroppo indottrinato, mi ha spiegato come funziona, che è *esattamente* come si è sempre detto.

    Macchina= massa metallica
    macchina su campo magnetico= campo magnetico varia
    campo magnetico varia= interruttore che scatta
    interruttore= fotografie che scattano (si, più d’una, con vari filtri)
    fotografia=>targa letta elettronicamente, e registrata con data e ora
    punto.

    ripeto: Niente telepass

    3° informazione precisa, la ribadisco, sono stato in visita presso l’azienda che ha sviluppato il software che riconosce le targhe al volo, ribadisco l’ho visto all’opera del vivo: una telecamera puntata su una strada sottostante, ed il pc connesso che pigliava 6-7 targhe al secondo, al volo, ovunque passassero nell’inquadratura

    (Il telepass emette un solo suono quando viene interrogato, il tutor non funziona *contemporaneamente* da autovelox, o fa l’una o fa l’altra cosa, sta scritto nel decreto di omologazione).

    E’ vero che in genere gli addetti ai lavori sono bastardi, e non si fanno sfuggire nulla, pure il mio collega, mi ha detto chiaro che non mi avrebbe mai detto nulla di “adatto a fregare”.

    Il fatto che a volte vada e a volte no è che – per fortuna – va usato solo da agenti di PS e questi non sono tanti, quindi non è sempre acceso, almeno quello sotto cui passo più spesso…

  484. @rombo di tuono.

    Io non ho detto che sono sicuro che il tutor funziona con il telepass, ho fatto un’ipotesi che mi rendo conto può anche essere sbagliata, la cosa di cui pero sono sicuro al 100% è che il telepass scarico emette dei suoni sotto i tutor in funzione.
    attenzione, non emetterà alcun suono se le batterie sono cariche, non so se mi sono spiegato . . . . quando si passa il pedaggio il telepass emette due suoni, all’ entrata ed all’ uscita, se è scarico dopo qualche secondo ne emette altri tre di tono più grave (come da libretto di istruzioni) che comunicano che l’ apparecchio ha le batterie scariche. Quando si passa sotto il tutor attivo il telepass è programmato per non emettere suoni perchè non c’è alcun pedaggio , ma comunica comunque con il tutor poichè emette i tre suoni classici delle batterie scariche, suoni che si attivano ogniqualvolta esso viene sollecitato, si attivano anche quando si va a cambiarlo e l’ addetto lo avvicina ad un lettore per interrogarlo. Sono sicuro di quello che dico e daltronde non sono l’ unico, basta fare un giro in rete. Ora io non dico che questo vuol dire che il telepass viene usato dal tutor per la rilevazione delle velocità ma è sicuro che con il tutor dialoga, forse solo per la rilevazione dei passaggi in autoastrada o come ho anche letto per fini statistici sulle velocità tenute in autostrada. Prossimamente pubblicherò anche i link che rimandano a quel che sto dicendo. Ciao a tutti.

  485. @ROMBO DI TUONO

    Ciao Rombo di tuono. Se per caso un mio vicino di località? Io sono di Brescia e conosco alcune persone che lavorano in una fabbrica di componentistica elettronica in un paese vicino alla città. Loro mi hanno detto che tutti i dispositivi elettronici (schede, sensori, ecc.) per il tutor li producono lì. Anche loro, come il tuo collega, purtroppo, non si sono “scuciti” su alcunchè. Mi sa tanto che sono stati minacciati dai capi con una frase del tipo «Se mi accorgo che avete rivelato qualcosa a qualche pirata ne prenderò le conseguenze e farete una brutta fine!».
    Ma lasciamo perdere questo e veniamo al discorso che hai fatto con Utopix. Ho da dirti un paio di cose e sono curioso di sapere che conclusioni ne trai o, se quelle che ho pensato io possono essere valide, dopodichè… il kamikaze a 160 Km/h sulla a A4 per un test lo farò io, mettendomi d’accordo con un mio caro amico in polizia che vedrà se effettivamente la rilevazione della telecamera sarà distorta.
    Tu dici, secondo quello che hai potuto rilevare nella produzione e nel software che, se il campo magntico varia automaticamente l’interruttore scatta, quindi anche i dispositivi che ho trovato che annullano il campo magnetico servirebbero a poco, dato che l’annullamento sarebbe interpretato come una variazione e, quindi, scatterebbe comunque…
    Però una prima domanda che ti pongo è questa: le foto vengono scattate appena la variazione del campo magnetico viene rilevata o durante tutta la variazione, anche se dovesse durare, ipotesi, 30 minuti? Seconda: le foto sono sempre scattate in ugual numero e, terminata la serie di scatti programmata il programma si ferma lì e comincia i confronti con i dati o continuerebbe a rinnovare le serie di foto prolungandone il numero di fotogrammi, se ci fosse qualcosa di più “durevole e lungo” dell’ordinario?
    Ti pongo questi due quesiti in quanto ho pensato un po’ alla storia dei campi elettromagnetici.
    Ti spiego: un po’ di giorni fa ho trovato i vari dispositivi negli USA, che credo avrai visto anche tu, dato che ho pubblicato gli indirizzi internet qui.
    Però mi è stato detto che gli annullatori di campo elettromagnetico sono inutili, in quanto l’azzeramento equivale per il sistema a una variazione, quindi scatta lo stesso.
    Ma… eh, sì, c’è sempre un “ma” in tutti gli argomenti… Ipotesi: io uso il dispositivo che annulla i campi elettromagnetici più potente che c’è; in questo caso ho trovato in uno dei siti segnalati un dispositivo che annulla i campi elettromagnetici in un raggio di 300 piedi (Circa 100 metri), così dicono e dichiarano i venditori. Primo fattore: se metto questo dispositivo in automobile ne risulta che io viaggio con attorno a me un cerchio virtuale di circa 200 metri di diametro totalmente esente da campi elettromagnetici. Secondo fattore: per l’andatura lineare su strada avrò un campo elettromagnetico azzerato per 100 metri davanti e dietro a me.
    Mettendo in relazione questi due fattori ai parametri di funzionamento del tutor che tu hai detto ne risulterebbe una cosa del genere: 100 metri prima che io arrivi sotto le telecamere il sistema scatta perchè il campo magnetico varia. Vengono scattare le foto e poi mandate al software. Nel frattempo, dopo alcuni istanti, io passo e lascio dietro a me le telecamenre eccitate per altri 100 metri oltre al mio passaggio.
    Se le rilevazioni sono impostate con una costante di tempo e numero di foto per singola rilevazione, dovrebbe succedere ciò:
    1 – le telecamere interpretano il mio passaggio come un automezzo lungo circa 200 metri;
    2 – in questi 200 metri viene eseguita una singola rilevazione, essendo i sensori sempre nello stesso stato di eccitazione continua e non alternata, come se passassero più automezzi;
    3 – si ecciterebbero tutte le telecamere di tutte le corsie nello stesso momento, avendo un campo alterato nel diametro di 200 metri circa;
    4 – le foto sarebbero scattate da tutte le telecamere di tutte le corsie in poche frazioni di secondo dall’inzio dell’alterazione del campo magnetico
    5 – il software comincerebbe a confronatre i dati mentre c’è ancora il campo magnetico alterato.

    Conclusioni:
    1 – le foto verrebbero scattate prima che io passi sotto, magari, purtroppo, a scapito di qualcun altro che passa sotto prima di me;
    2 – le foto scattate a questo ipotetico qualcun altro non corrisponderebbero alla rilevazione iniziale (Se ci fosse stata) oppure le foto risulterebbero vuote; conseguenza di ciò il computer distruggerebbe i dati, dato che non avrebbe un riscontro;
    3 – passerei sotto le telecamere indenne, dato che le foto sarebbero già state fatte;
    4 – il sistema tornerebbe allo stato normale quendo io ho già superato le telecamere di circa 100 metri, quindi fuori dalla loro portata.

    Dovrei quindi essere indenne da… multa!

    Cosa ne pensi del mio ragionamento, tu che hai visto funzionare tutto il sistema?

  486. invio i link come sopra detto, dateci un’occhiata, calcolando che in rete c’è molto di più che ho letto ma che per mancanza di tempo non ho ricercato.

    http://dallapartedichiguida.blogosfere.it/2005/12/idee-chiare-sul.html
    post n.12 e 42

    http://dallapartedichiguida.blogosfere.it/2007/08/tutor-che-spavento.html
    post n.19 26 27 28

    leggete in particolare il post n.26 di questo secondo link.

    per chi si imbatte in questo forum, non limitatevi a leggere ma segnalate se qualcuno ha riscontrato questo comportamento del telepass.

  487. @Utopix:

    se noti molti commenti derivano dal fatto che pochi credono ad un sistema che legge *tutte* le targhe. allora pensano ad altri sistemi.

    Io quel sistema l’ho visto, in diretta, ripeto, quindi ho pochissimi dubbi.

    Tornerò alla carica con il mio collega che pare saperne qualcosa.

    Io non ho la certezza assoluta e matemetica di come funziona il tutor, so solo quello che vedo con evidenza, e aspetto qualcuno che fornisca evidenze diverse, eventualmente.

    Ogni portale con telecamere che ho visto, ha anche i sensori per terra.

    Mi hanno sempre parlato di foto e non di filmati, e meno male, perchè la la demo che ho visto io faceva un filmato, senza sensori per terra, e beccava al volo lo stesso tutte le macchine che passavano da quella via, proprio con un OCR.

    ignoro perchè il telepass suoni sotto i portali, e questo è certamente strano, visto che non ho motivo di non crederti, nè credo che scrivi a cazzo di cane.

    quindi certamente indagherò sulla questione, perchè ha una sua logica, in effetti.
    Io non ho ancora avuto il telepass scarico, perchè lo uso anche in moto e li spacco prima che si scarichino…

    @ccl3no2
    ignoro se la foto venga scattata alla prima variazione, od al ripristino del campo magnetico originale. Normalmente immagino alla prima variazione. In effetti, creare un campo magnetico (od una variazione) davanti alla propria vettura potrebbe far scattare le foto in anticipo. Ciò ammettendo che quegli aggeggi davvero annullino un campo magnetico.

    Cmq… se cliccate sul mio nome forse troviamo un posto ove stare più comodi a parlare… c’è pure uno che ha riportato le stesse cose che dici tu… sei tu?

    E no, non sono di Brescia…

  488. Scusate ma con la moto passando sotto il tutor a cavallo delle linea tratteggiata si ottiene qualche risultato elusivo ?

  489. @RDT: ho visto il forum di cui parli. Tra un po’ arrivo. Quello che ha riportato gli indirizzi internet con i siti vari non sono stato io: deve aver visto il mio post e ha copiato il mio messaggio da qualche altra parte. Solo un “ERRATA CORRIGE”: ho scritto dell’eliminatore di campi elettromagnetici senza ricordarmi che il produttore di quel sito ne ha uno che arriva anche a 1000 piedi di raggio!
    1000 piedi × 0,3048 metri = 304,80 metri di raggio d’azione!

  490. ciao a tutti ho percorso l’adriatica da Bologna a Teramo e con questi tutor non si arriva più. Mi è sorto un dubbio in alcuni pannelli c’è scritto Tutor attivo mentre in altri ci sono altre indicazioni del tipo ( non bere ecc.) quando c’è scritto attivo sicuramente funziona. Ma quando non c’è scritto attivo funziona ugualmente??? presumo che per poter dare la multa siamo obbligati ad avvisare che il controllo è in corso. Giusto? sapete dirmi qualcosa? comunque prossimamente automobile comoda con cruise control non ci sono altre soluzioni. ciao a tutti

  491. Ciao a tutti.
    Ahimè è arrivata la prima multa con Sicve. Pur rispettando sempre i limiti quella notte (2.14.23) avevo un sonno pazzesco e mi hanno beccato. Risultato …. pagare 148 Euro. Vi scrivo cosa mi hanno notificato così magari qualcuno di voi più esperto può indirizzarmi sulla strada giusta.
    “Art. 142/8 CDS superava di oltre 10 Km/h e di non oltre …. L’infrazione è stata commessa il giorno XXX alle ore xxxx nel tratto compreso tra il km 21.200 della strada AA1, Autostrada MILANO-ROMA-NAPOLI sito nel territorio del comune di Lodi Vecchio provincia di Lodi ed il Km 36.100 della strada AA1, AUTOSTRADA MILANO-ROMA-NAPOLI sito nel territorio del comune di LIVRAGA provincia di Lodi, in direzione Sud, ed è stata accertata attraverso il sistema di misura della velocità Sicve, omologato dal Min. Inf … con provvedimento n.3999 del 24/12/2004 che consente il funzionamento automatico senza presenza dell’operatore di polizia. L’accertamento della violazione è stato compiuto da Tizio indata XXX alle ore XXXX sulla base della documentazione video prodotta dall’apparecchio sopraindicato del quale si attesta la corretta installazione ed il buon funzionamento. Nell’impiego dell’apparecchio sopraindicato, per l’accertamento della velocità, al valore rilevato di Kmh XXX è stata applicata una riduzione di XXX pari al 5% del valore rilevato stesso con un minimo di Km/h. Nella riduzione è stata compresa anche la tolleranza strumentale. Ai sensi dell’art. 201 comme ….., non è stata effettuata la contestazione immediata della violazione”.

    Ricordo che il GdP di Viterbo abbia annullato una multa in virtù del fatto che il Sicve non è uno strumento a cui si possa appioppare una tolleranza del 5%, appunto verbalizzata nella mia multa.
    Poi …. non dovrebbe esserci scritto a che ora sono passato sotto il primo pilone e a che ora sono passato sotto il secondo visto che metteno Km 21.200 e Km 36.100????
    Come faccio a calcolare se effettivamente viaggiavo a quella velocità? Lo spazio intercorso tra un Tutor e l’altro ce l’ho … ma lo spazio temporale? Oppure mi hanno rilevato la velocità istantanea? Se così fosse sotto he pilone? Il primo o il secondo? Secondo voi potrei procedere?
    Ripeto …. faccio Milano – Bari ogni settimana e non ho mai preso una multa ….. mi rodeeeeeeeeeeeeeeeeee :-))))
    Ciao ragazzi!!!!

  492. @rtl e @ccl3no2:
    scusate, ma avete idea di come funziona un annullatore di campi magnetici? in realtà genera un campo che varia di continuo, e come applicazione è nata per il disturbo delle comunicazioni wireless.
    Le spire che usa il tutor sono le stesse che usano i militari per rilevare i transiti dei sottomarini nemici. Ora, se veramente ci fosse un modo per non farsi rilevare, i militari l’avrebbero usato e reso segreto, ma dall’altra parte nessuno avrebbe più usato le spire, cosa che invece non è mai accaduta.
    I disturbatori di campo magnetico, se funzionassero (cosa sulla quale ho i miei dubbi, dopo una laurea in ingegneria elettronica) avrebbero il solo effetto di far scattare continuamente foto a tutti i sistemi, credendo che stiano transitando tante macchine. Il che per te non rappresenta alcun vantaggio, visto che continuando a scattare beccherebbe pure il tuo passaggio.
    Inoltre io ci penserei due volte prima di farmi venire un bel tumore, visto che i campi magnetici che genera quel famigerato “annullatore” sono mostruosamente cancerogeni. Per avere idea dell’intensità, è quasi come stare dentro la macchina dei raggi X tutto il giorno.

  493. @UNDUBBIO

    Grazie mille per essere intervenuto. C’era bisogno di un ingenere come te che potesse darci qualche ragguaglio.
    Io ho visto questo dispoditivo su un sito americano, studiato per piccole scuole o piccoli istituti medici. Il suo scopo, come dicono nella descrizione, è di annullare i campi elettromagnetici in modo che le persone che si trovano nel suo raggio d’azione siano come in un ambiente protetto di inquinamento elettromagnetico. Ti ridò l’indirizzo del sito, così puoi vederlo anche tu. Attendo di sapere cosa ne pensi, dopo che avrai consultato tutta la scheda.

    http://www.orgoneproducts.org/cellphone_neutralizer.php

    In secondo luogo volevo dirti che, per quanto riguarda le foto da eccitazione del sensore, bisognerebbe fare una prova: come dicevo prima, non so se le foto vengono scattate a oltranza, cioè finchè il sensore resta eccitato, oppure il programma ha un certo numero e un certo tempo predeterminati che, all’eccitamento del campo magnetico, attivano le foto e, una volta fatte nel numero prestabilito, finiscono lì e basta.
    Nel primo caso, addio iniziative di neutralizzazione, nel secondo caso teoricamente le foto verrebbero scattate prima che io arrivi.

    Comunque qualche ragguaglio da parte tua sul funzionamento dei vari dispositivi sarebbe molto utile, grazie!

  494. Salve a tutti, scusatemi se non rispondo ad ogni messaggio, ma in questo periodo sono occupatissimo; tuttavia, continuo a leggere i post che scrivete qui sul forum.
    Rispondendo a varie domande:
    1) con la moto si dovrebbe poter evitare il tutor, a patto di non passare sopra alle strisce dei rilevatori. Occorrerebbe cioe’ passare sulla linea bianca tra la corsia di sorpasso e il guard-rail, all’estrema sinistra; oppure all’estrema destra, vicino alla corsia d’emergenza. Altra soluzione, il piede sulla targa al momento giusto ;-)
    2) Quando sui pannelli elettronici non c’e’ scritto che il tutor e’ attivo, ma sono riportate informazioni diverse, cio’ purtroppo non esclude affatto che il sistema sia in funzione. altrimenti sarebbe tutto cosi facile! Per legge, devono esserci cartelli che avvisano del tutor prima dell’inizio di ogni tratto controllato: sono normali cartelli metallici bianchi e verdi, posti a bordo strada e spesso anche in orizzontale sotto ai piloni del tutor, e sono sufficienti ai fini di legge. Le scritte luminose sono solo un extra, per accrescere l’effetto deterrente.
    3) Tutta questa storia dei campi magnetici, a mio modesto avviso, e’ impostata in maniera non corretta: lo scopo non dovrebbe essere quello di annullare il campo magnetico delle auto, ma semplicemente quello di aumentarlo notevolmente, in modo da far scattare il tutor soltanto dopo che la macchina e’ passata, scambiandola erroneamente per un veicolo molto piu’ lungo, come un tir. Questa idea dovrebbe sempre fare i conti con gli eventuali effetti negativi dei campi magnetici sul corpo umano e sull’elettronica dei veicoli.

  495. 4) escludo quasi con assoluta certezza che il telepass abbia qualunque ruolo nel sistema tutor. il fatto che un telepass scarico emetta rumori sotto al tutor (a me successe la stessa cosa anni fa a roma, sotto ai varchi ZTL) non vuol dire che esso comunichi i dati del veicolo. Tra l’altro, anche qui sul forum abbiamo avuto la testimonianza di diverse persone multate dal tutor che non erano in possesso del telepass! Magari fosse cosi semplice…basterebbe togliergli le pile, o avvolgerlo nell’alluminio, o pagare il pedaggio vecchia maniera! E la telepass s.p.a. sarebbe gia’ fallita da un pezzo! ;-)

  496. Ragazzi, è quasi un anno che sono iscritto a questo ed altri forum sullo stesso argomento, partecipo poco in quanto non ci capisco molto ed ho deciso di non ritirare più le multe dal 2001….prima o poi mi arrestano ma oltre a quello non possono farmi visto che oltre alla macchina non ho nulla di intestato. Detto questo prima o poi dovrò pagare e mi rode terribilmente morire per un colpo di sonno a 130 sull’A1. In un anno purtroppo abbiamo fatto pochissimi passi avanti, le contravvenzioni aumentano e noi non sappiamo più cosa fare. Sono solo fandonie che in autostrada gli incidenti sono causati dall’alta velocità e non serve un genio per capirlo…basta vedere qualsiasi telegiornale. L’alta velocità fa morti sulle statali, non in autostrada! Questo è solo un modo per reperire fondi per lo stato! Io dal canto mio percorrendo spesso l’A1 e l’A24 vedo automobili di grossa cilindrata sfrecciare a velocità impensabili e sotto il pannello fare delle manovre azzardatissime…Questi personaggi poi se la ridono beatamente sintomo che ogni volta non prendono 348 euro di multa 10 punti ecc. ecc. A questo punto mi dichiaro disposto a rendere disponibili dei fondi per effettuare una ricerca con tutti i crismi. La mia idea è quella riunire un gruppo di noi, investire un tot a testa e finalmente scoprire quale diavolo è l’anello debole di questo dannato marchingegno…basterebbe un poliziotto in pensione con la pensione da fame che si ritrovano….(uno lo aiuta a fare “la spesa” in cambio di qualche informazione ben precisa) Non mi sembra un reato…La nostra italietta ci ha abituato a cose ben peggiori. Attendo fiducioso…

  497. Campi magnetici:
    Si l’idea di fondo è quella di espanderlo, e come ha detto qualcuno, probabilmente è una buona idea espanderlo IN AVANTI, in modo che scatti PRIMA che la macchina sia passata ho idea che debba esistere una temporizzazione, ma è solo un’idea, appunto…

    @federico: ci ho pensato anche io… convincere qualcuno che ci lavora, polizia o Autostrade a dare fuori qualche dritta utile e certa sul funzionamento…

  498. Come e’ fatto un verbale che arriva da TUTOR?
    C’e’ la foto della targa?
    Perche’ in questo caso potrebbe essere molto utile pubblicarle per capire come funziona tutor in base alle diverse condizioni: velocita’ , giorno , notte , nebbia , pioggia.

  499. non serve scoprire il modo per aggirare l’ostacolo, serve piuttosto fare um’azione di forza per annullare del tutto il provvedimento dimostrando la sua inefficienza e inefficacia, o magari il super costo, o magari un conflitto di interessi, soprattutto avere statistiche certe sugli incidenti e le cause, e non statistiche fatte da istituti collusi con la politica o anche qui sotto un conflitto di interesse. il punto è sempre quello, corruzione per inventarsi uno dei mille modi per fare soldi.l’auto è la prima fonte di guadagno nella nostra societa. pensate ai soldi che girano intorno al mondo dell’auto. se ci fermassimo tutti anche per un po ci verrebbero a pregare in ginocchio per farci tornare in strada. uno sciopero degli automobilisti……………..)il poscellino

  500. ciao, ho preso la multa con Tutor a Bologna. Di giorno sulla velocità puntuale di passaggio e non sulla media. Vi può servire qualche particolare del verbale?
    Onestamente penso che il telepass non c’èntri nulla anche perchè contrariamente a quanto scritto nel link:
    http://dallapartedichiguida.blogosfere.it/2007/08/tutor-che-spavento.html
    io non l’ho mai sentito suonare sotto le porte e non ho mai sentito suonare neanche il mio “cobra” che effettivamente legge “solo” le onde radio e laser.
    I tutor sono complessi e possono essere :
    1- attivi continui o a scacchiera per la velocità media
    2- accesi come autovelox classici
    riconoscere il pannello con tutor è semplice, basta vedere la staffa a U che sorregge la telecamera.
    Segnalo che sull’A1 ho notato un pannello tutor che aveva ANCHE una telecamera del tipo tutor posizionata in alto e rivolta verso l’auto in arrivo…molto insolito…
    Io viaggio tantissimo e sono assolutamente convinto che gli incidenti si rischiano per le mosse azzardate dei tir e per chi va troppo piano in corsia di sorpasso.
    A 130 IO MI ADDORMENTO. Sconfiggiamo i tutor! Postate tutte le info possibili!!!

  501. Signori, è arrivato il punto di svolta…purtroppo mi sono veramente stufato di questo meccanismo che oltre ad essere oppressivo viola anche tutte le leggi della privacy…chi mi garantisce che i miei dati vengono realmente cancellati????? Non ci credo assolutamente. in qualsiasi caso loro sanno benissimo dove sono e si fanno i fatti miei…. quindi… sono appena tornato dalla montagna…sono andato in Trentino e da Roma sono circa 670km..ho rischiato di morire per ben due volte: la prima per rischio di colpo di sonno sull’A1, la seconda perchè una volta entrato sull’autostrada del brennero (dove non ci sono tutor)ho dato sfogo a tutta la frustrazione accumulata sull’A1. Comunque sull’A1 all’altezza di firenze ho detto basta e mi sono prodigato in manovre veramente azzardate nel tentativo di eluderlo e credo di esserci riuscito…….Semplicemente in prossimità del tutor mi faccio trovare nei pressi di un autorticolato molto alto, gli taglio la strada e sotto al tutor gli freno davanti fino a farmelo arrivare vicinissimo in modo da impallare la telecamera… che semplicemente non può prendermi… Lo so, così facendo metto a rischio anche gli altri ma questo controllo continuo non è costituzionalmete lecito… Ci sono dei tratti di autostrada in italia perfettamente identici all’autobahn tedesca…come mai loro non hanno limiti????? Semplice, il governo fa un sacco di soldi con questa diavoleria e sono ben fiero di essere la prima vittima di questo sistema! Spero che quando un tir mi travolgerà nessun’altro verrà coinvolto….

  502. Pare che il tutor, o comunque la tecnologia base, sia prodotto dalla Tattile srl di Mairano (BS), su specifiche di Autostrade per l’Italia. Sul sito web http://www.tattile.com/catalogo.asp?catalogueCatId=82 compaiono tre modelli di lettori automatici di targhe con potenzialità da 20 a 30 targhe al secondo.

  503. sul sito autostrate ci sono le tratte con i tudor quelli attivi e quelli spenti secondo ci si puo fidare ??

  504. Scusate non ho letto tutte le risposte ma volevo chiedervi se passo in moto nella corsia di emergenza vengo preso dal tutor?

  505. Non vorrei sbagliarmi, ma se passi sulle corsie di emergenza vieni “beccato” dal sistema “Minosse”.
    Ciao.

  506. Cosa sarebbe il sistema minosse?

  507. Se vuoi saperne di più, prova a cliccare:
    http://www.valdelsa.net/det-cy48-it-EUR-22108-.htm
    Ciao.

  508. Volevo fare i miei complimenti a Federico (post n° 504), per merito di gente che guida come te parecchie persone ci rimetton o la vita senza averne colpa e parecchie famiglie vengono distrutte.
    Bravo, continua così e vantati di questo tuo comportamento!!!!!
    Abbi però l’intelligenza di evitare di raccontare certe cose.

  509. @ federico: se un tir (Dio non voglia!) dovesse travolgerti, coinvolgeresti nell’incidente sicuramente il suo autista, oltre ad altre eventuali persone in transito. senza esporti a simili rischi, per eludere i controlli puoi sporcare la targa con fango o olio di motore: sara’ illeggibile agli autovelox, e, se ti fermano, al massimo potranno elevarti un verbale di circa 30 euro per targa sporca. attenzione: modificare o alterare la targa, ad es. cambiandone i numeri, e’ invece reato perseguibile penalmente.

    @ batista: il sistema minosse e’ la cosiddetta quarta fotocamera che sorveglia la corsia d’emergenza su alcuni tratti autostradali, per impedire che si eluda il tutor passando al di la’ dei suoi sensori. giorni fa ho notato che e’ presente sul tratto della A-1 tra caserta e capua. a prescindere dal sistema minosse, sconsiglio sempre le manovre evasive in corsia d’emergenza, stante la loro elevata pericolosita’ e le gravi sanzioni cui esse espongono: multe da 370 a 1.185 euro, sospensione della patente da 6 mesi a 2 anni e decurtazione di 10 punti patente (art. 176 c.d.s.)

  510. Ma quanti stratagemmi si inventano le persone per evitare l’autovelox..(alcune situazioni sembrano tratte da film d’azione tipo “fuori in 60 secondi”!). Non sarebbe meglio fare ricorso al prefetto o al GdP?
    Complimenti al sito airdave.it.

  511. X Jumbo. Le cause di morte in autostrada sono i Camion, l’alcol ed i colpi di sonno. L’alta velocita su alcuni tratti non crea alcun problema. Anzi, chi è abituato all’alta velocità ed ha un certo tipo di macchina, su autostrade come l’a 24 o l’a1 o ancor di più sull’autostrada del brennero, a 130 rischia perennemente il colpo di sonno, o di guardare il film o la tv o ancora peggio distrarsi in vari modi. Conosco personalmente più di una persona che per fare la Roma Napoli ormai ha inventato i peggiori stratagemmi per ingannare la noia. Una su tutti rollarsi uno spinello, e lo fanno mentre guidano con il ginocchio…. Tu ora puoi ridere, infuriarti e fare quello che vuoi, ma questa è la verità e quelle stesse persone, prima del tutor, filavano dritte a Napoli ad alta velocità senza alcun rischio per l’incolumità di NESSUNO!
    La mia domanda rimane: Perchè in Germania tratti di strada perfettamente identici alla Roma Napoli non prevedono limiti di velocità ed in Italia c’è questa repressione?? Se vuoi la risposta, vatti a vedere i dati riguardanti le multe in Italia rispetto al resto d’Europa e capirai! Ricordo in oltre che in Italia nessuna legge è volta alla repressione ma alla deterrenza…Ti sembra questa una deterrenza?????????
    Concludo dicendo che quello del post 504 era chiaramente uno sfogo, di certo non cerco la morte in autostrada e quando eseguo quella manovra cerco sempre di farlo nel modo più delicato possibile, anzi cerco di avvertire preventivamente il camionista quando possibile, ed a volte sono anche molto disponibili inoltre quanto pare non sono l’unico visto che capiscono al volo…
    La domanda successiva è: Cosa fanno coloro che prima correvano? Io non credo che diligentemente si posizionano sulla corsia di destra a 130…anzi… Non vorrei che tramite questa REPRESSIONE si passasse dalla padella alla brace!
    P.s Ma i dispositivi usati per oscurare i cellulari potrebbero servire? Credo si chiamino Jammer o una cosa simile…

  512. @ILDADOTRATTO
    Carissimo, io una volta sono stato “beccato” per il limite di velocità. Andavo a 110 Km/h invece che a 80, quando stavano terminando il cantiere della quarta corsia sulla A4 e le corsie erano ormai tutte finite. Nessuno andava a 80, io ho avuto la gloria e l’onore di essere stato scelto (PRC VCC! CZZ! […]) Ebbene, questo è successo 3 anni fa. Ho mandato subito il ricorso al giudice di pace, in quanto ero sulla strada per Milano con una certa urgenza, dato che mi avevano chiamato per una complicanza post intervento. Sono passati esattamente… hmmh… 3 anni e 18 giorni, e non ho ancora visto una sola comunicazione arrivarmi; nel frattempo ho anche cambiato casa, così, magari, è facile che mi arrivi la raccomandata al vecchio indirizzo. Più di 3 anni! È indecente! E poi, magari, oltre al danno anche le beffe, perchè non sarebbe la prima volta che, se ti danno torto, ti mandano da pagare anche gli interessi di tutto il tempo trascorso dal ricorso alla risposta. Questo mi fa imbestialire più di tutto: tu fai ricorso e poi, se hai torto, ti fanno pure pagare gli interessi sui loro ritardi burocratici! ARGH! ROARGH! A questo punto non sarebbe meglio cercare di eludere le varie sorveglianze (Sempre avendo un po’ di buon senso quando si va per strada) invece che fare ricorso, aspettare una “sbrega” di tempo e poi avere eventualmente anche le beffe oltre al danno?
    ———
    A TUTTI VOI
    Sto cercando di costruire la famosa fila di led misti bianchi, laser, ultravioletti e infrarossi, come avevo detto in uno dei miei precedenti messaggi, poi proverò a vedere cosa combina montata sulla targa facendo le prove con una macchina fotografica che agisce con più filtri. In seguito vi saprò dire se potrebbe funzionare. Nel frattempo ho ordinato negli USA il soppressore di campi elettromagnetici, che farò testare da un mio amico ingegnere, se funziona ad annullamento costante o se varia e altri vari parametri, così sarà possibile vedere se anche questo può funzionare.

    ———–
    @FEDERICO
    L’idea dei Jammer potrebbe essere valida, bisognerebbe sapere a che frequenza lavorano i dispositivi del tutor e vedere se tra quelli della Endoacustica ce n’è uno compatibile…

  513. Scusate , ma se in moto passo a metà tra una corsia e l’altra evitando i sensori posti sull’asfalto la mia targa viene presa lo stesso ?

  514. @ildaodotratto
    Complimenti! Altre due o tre persone come te che sperimentano ed avremo in tempi relativamente brevi una soluzione!
    Continuiamo così!
    Io intanto cerco di informarmi sulla frequenza dei tutor…guarda guarda se alla fine deve essere proprio la tecnologia ad aiutarci…hanno voluto usare i sensori al posto del buon vecchio cavo….

    Cmq da fonti interne sembra prendere valore l’ipotesi che andare a cavallo delle corsie potrebbe aiutare ma ancora non ho certezze!

  515. Ciao a tutti, mi unisco pure io al gruppo delle vittime del tutor (purtroppo). La notte tra l’8 e il 9 marzo la strada era completamente deserta ed andavo un pò di fretta nel tratto Bologna-Rimini della A14 (la mattina alle 7 si lavora). Mi aspettavo che arrivasse qualcosa ed infatti ieri mi sono state recapitati due verbali beccati uno dietro l’altro a Solarolo (RA) e Faenza (RA) nel giro di 2 min (1:08 e 1:10) e penso che non sia finita qui…Oggi vado a sentire con un amico avvocato se c’è la posibililtà di fare ricorso pagarne una sola.
    PS. Non ho il Telepass..

  516. @
    Fabrizio 29 marzo, 2009 15:54

    Scusate , ma se in moto passo a metà tra una corsia e l’altra evitando i sensori posti sull’asfalto la mia targa viene presa lo stesso ?

    Purtroppo leggendo nei post precedenti non funziona nemmeno quel sistema

  517. o preso una multa col tutor il 13/12/2008 e mi sono stati tolti 5 punti la multa mi e arrivata a casa per raccomandata il 4 /4/2009 ora non ricordo se la macchina era guidata da me posso fare ricorso per i punti grazie

  518. @ massimo
    Non puoi fare ricorso, i punti a qualcuno li devono togliere, o dichiari chi era alla guida o non dichiari nulla e fra un pò di tempo ti recapiteranno un’ulteriore contravvenzione aggiuntiva di circa 250 euro che però ti evita la decurtazione di punti dalla patente
    Se hai pochi punti conviene, altirmenti valuta tu.

  519. @ fabrizio: con la moto in teoria puoi evitare di transitare sui sensori, passando sulla linea bianca all’estrema sinistra, cioe’ tra la corsia di sorpasso e la barriera di cemento che separa dal senso di marcia opposto (i cd. new jersey). tale punto infatti non e’ coperto dai sensori magnetici annegati nell’asfalto; l’unico dubbio e’ se essi siano in grado di attivarsi anche non passandoci sopra, ma di fianco.

    @ massimo: un’alternativa puo’ essere fornire la fotocopia della patente di uno straniero, accompagnata dalla sua dichiarazione che era lui alla guida. Infatti, se la patente e’ rilasciata all’estero (salva l’esistenza di convenzioni internazionali, che per ora non mi risulta esistano, se non forse con la svizzera), non vi potra’ essere alcuna decurtazione di punti…beninteso, per usare questo sistema, devi conoscere qualcuno che vi si presti!

  520. siete sicuri che il tutor abbia il visore a infrarossi??
    perchè se ti trovi in una condizione di traffico dove hai tante macchine che ti puntano i fari sulla tua targa, la telecamera non credo riesca a vedere qualcosa di illuminato al buio per di più rifrangente se avesse un visore attivo….. come quando al grande fratello fanno vedere la camera da letto di notte…. come aprono la porta non si vede niente a causa della luce….

    provate a pensarci….

  521. no, dalle immagini che ho visto delle foto fatte in notturna non mi sembra assolutamente un sistema a infrarossi, non hanno la caratteristica luce verde

  522. Nuova recente vittoria di un ricorso contro il tutor. la sentenza del giudice di pace sul sito http://www.ricorsitutor.it

    @ sergio e vit: la griglia di led visibile sul frontale delle telecamere del tutor a mio avviso non sembra lasciare dubbi, si tratta di un illuminatore ad infrarossi. chiaramente il sistema utilizza anche una serie di filtri per “pulire” l’immagine e compensare le varie situazioni di luminosità avverse.

  523. quindi se passi a fari spenti sotto al tutor, anche se è sera e non si vede niente… non scappi lo stesso???

  524. esatto… purtroppo da questo punto di vista il sistema non lascia scampo

  525. Se vi mettete davanti un camion a pochi metri dal paraurti non può farvi la foto perchè ha la gabina molto alta e ostacola la visuale esempio un camion che trasporta auto??

  526. Mettersi davanti ad un camion, con il rischio di essere travolti, è pura follia.

  527. marciando regolarmente si può io l’ho fatto mi ero dimenticato dei tudor avevo impostato il tempomat a 140 avevo paura non dei punti ma degli euri da pagare che se serviressero a qualche cosa ? volentieri

  528. Ma è vero che se si ricevono due multe col tutor per eccesso di velocità, entrambe comunque inferiori ai 40 km/h di eccesso, nel giro di poco tempo e si comunicano i dati del conducente potrebbe scattare la sospensione della patente di quest’ultimo?

  529. @gigino: solo per velocità che superano di oltre 40 Km/h il limite (art. 142 c. 9 e 9-bis)

  530. @mpx: ok grazie, mi ero preso un bello spavento…

  531. il tudor riesce a fotografare i fuoristrada?perchè di solito questi hanno la ruota di scorta proprio sopra la targa,ed è difficile vederla anche normalmente,quindi con l’ angolazione che ha il dispositivo del tudor,mi viene il dubbio che nella foto la targa non si vede.

  532. Ragazzi, vi lascio la mia testimonianza.
    Percorrendo la roma-milano (da solo) a 130 io mi addormento veramente. Mai stato così noioso viaggiare. Seriamente, abituato ad avere sempre adrenalina e massima attenzione alla guida (9 anni di guida, mai un sinistro, neanche senza colpa, 2 classe di merito, decine di migliaia di km percorsi annualmente anche nel resto d’europa) l’attenzione nei tratti soggetti a controllo scende drasticamente, anche se ben riposati e in perfette condizioni psicofisiche. Tratti lunghissimi diventano interminabili.

    Cosa succede?
    1 – facebook durante la marcia (iphone? no, con il notebook direttamente)
    2 – si recupera nei tratti senza tutor….

    Altri metodi creativi per passare il tempo?

  533. Ciao a tutti … leggo contentissimo , che oltre a me , ci sono molte altre persone che stanno studiando sto C…O di tutor . Anch’io ho il piede un po pesante , ma penso che se non c’è traffico , viaggiare a 150 km. del contakm non faccia male a nessuno , mentre a 140 ( quindi circa 130 effettivi ) sia una gran rottura . inoltre non guidi mai tranquillo sia perchè ti senti controllato , sia e soprattutto perchè hai sempre paura di sforare e prenderti una bella sottrazione di punti . Volevo sapere : qualcuno a preso delle multe sotto i 140 EFFETTIVI ? Avete prove di qualche foto che ha preso con 2 ruote i sensori per terra e con le altre 2 la linea discontinua ( magari l’auto viene scambiata per una moto molto pesante e in automatico viene scartata la foto non esendo riconosciuta dal sistema …) Premetto che ho letto del tipo che viaggiava a cavallo delle due corsie , ma ” FORSE ” in quel caso il sistema tra una corsia e l’altra a riconosciuto auto e targa ! Ciao e dai che ha suon di ricerchè usciamo da sto problemino …

  534. Ma scusate, che problemi ci sono se per 20 o 30 km ci sono tutor?
    In quel tratto basta camminar più piano, vi sembra poco ai 150 km. senza prendere la multa.
    Ciao

  535. 150?? SECONDO ME TI ARRIVA….. il problema è quando ne devi fare 350 o 400 di km….. sei in lotta con la sonnolenza di continuo…..

  536. E vero , il problema e che tratti così corti sono pochi . In zona Milano stanno provedendo a metterlo anche sull’autostrada A 9 !!!
    Inoltre tutta la MI-BO e ormai piena , poi , giù fino alla puglia e da Roma a Napoli … Che due palle !!! Offresi super pizzata per chi scopre come fregare sto tutor …

  537. Purtroppo c’è ben poco da scoprire, dobbiamo abituarci a correre di meno, purtroppo è così, bisogna rassegnarci.

  538. faccio spesso la Milano Bologna, viaggiando di media ai 140 effettivi, calcolato i tempi con satellitare, non mi sono mai arrivate multe nonostante il limite sia 130 con un margine di circa 7 km\h, ma spessissimo vengo superato da vetture che fanno almeno i 150. qualcuno sa per esperienza a quale velocità effettiva si può viaggiare senza che il tutor ti multi ?

  539. Ragazzi, non fatevi impressionare dalle auto che in zona tutor vi superano a gran velocita’, mentre voi procedete placidamente a 130…il “furbone” di turno infatti potrebbe:
    A) ritrovarsi con un bel verbale da pagare;
    B) essersi semplicemente fermato in autogrill, o essersi immesso da poco in autostrada, a valle del pilone del tutor e, quindi, e’ libero di scorrazzare felicemente e senza paura fino al pilone successivo!

    News sul Tutor della Tangenziale di Napoli:
    limite di velocita’: 80 Km/h le auto; 70 Km/h i camion sopra 3,5 tons.
    e’ presente esclusivamente nella tratta di competenza della “tangenziale di napoli s.p.a.”, ossia grossomodo dall’aeroporto di capodichino fino all’uscita per Cuma, dopo gli Astroni (dove i cartelli segnaletici diventano blu, poiche’ la strada diventa una statale). L’inizio e la fine della tratta di competenza sono indicate da cartelli metallici a bordo strada. Le fotocamere non sono montate sui pannelli segnaletici coi led luminosi, bensi’ all’uscita di alcune gallerie (zona arenella), o su apposite traverse (vomero) e dietro ad alcuni cartelloni segnaletici che indicano le uscite (fuorigrotta). Ci sono solo avvertimenti generici ogni tanto: i singoli sensori non sono segnalati, quindi forse c’e’ margine per fare ricorso. Se memorizzate le posizioni dei sensori, osservandoli comodamente nella corsia opposta (dov’e’ facile vederli), potrete poi ottimizzare la percorrenza, a seconda dell’uscita che prendete e della posizione dei sensori (quando vi immettete, si puo’ correre prima di passarci sotto, oppure, dopo superato l’ultimo sensore quando dovete uscire).

  540. @ vit: i limiti sono gli stessi dell’autovelox tradizionale, quindi 136 km/h, anche se una recente sentenza del giudice di pace (citata piu’ sopra nel forum) ha ritenuto non applicabile al tutor la tolleranza del 5%, in quanto prevista dal codice della strada per altri tipi di apparecchi, annullando (viva Dio!) il verbale.
    Un utente ha riportato di essere stato rilevato mentre viaggiava a 158 Km/h, sfatando (purtroppo) il mito che il tutor sanzionava solo i gravi eccessi di velocita’. Dopotutto e’ un sistema per autofinanziare gli enti pubblici, prima che salvaguardare la sicurezza stradale, quindi non c’e’ da meravigliarsi.
    Concludendo, non vale la pena rischiare una multa per viaggiare piu’ veloce di 8 o 10 Km/h…e’ sempre consigliabile mantenersi entro i 140 Km/h di tachimetro, corrispondenti di solito a circa 134-135 Km/h effettivi.

  541. salve ragazzi la tangenziale di Napoli ha 3 corsie . ho notato però che ad alcuni varchi tusor sono presenti solo 2 telecamere sopra la corsia a sx e quella centrale. come mai?Su altri varchi invece sono rpesenti tutte e tre le telecamere .la terza corsia è libera dal tutor?

  542. @ giuseppe: l’ho notato anche io, ma purtroppo la maggior parte dei varchi montano 3 sensori tutor, uno per ogni corsia, quindi dubito che si possa eludere il sistema semplicemente transitando nella corsia piu’ a destra…il rischio, infatti, e’ di evitare magari un punto di controllo, per poi essere rilevati a quello successivo. A meno che non si debba uscire subito dopo..!

  543. Secondo voi se sono in moto e riesco a non passare sui sonsori il tutor mi legge?

  544. @ giuseppe: in teoria, se eviti i sensori a terra, il tutor non dovrebbe essere in grado di rilevarti. Con la moto e’ relativamente agevole passare al di la’ delle strisce magnetiche annegate nell’asfalto. Attenzione: non e’ sufficiente passare a cavalcioni delle strisce (cioe’ a meta’ tra una corsia e un’altra); occorre transitare all’estrema sinistra (tra la linea bianca e il guard-rail – metodo consigliato) o all’estrema destra (in corsia d’emergenza), dove pero’ sulle autostrade spesso c’e’ il sistema minosse. In ogni caso, si raccomanda la massima prudenza nel compiere la manovra.

  545. Ciao … passando in auto tutto a sinsitra , vicino al guard – rail , tocchi comunque i sensori del tutor con 2 ruote dell’auto . In teoria , anche solo con 2 rupte lo attivi !
    Che ne dici leon ??

  546. @ ettore: la risposta e’ affermativa. passando in automobile con due sole ruote sui sensori, il tutor si attiva ugualmente. tentare di passare all’estrema sinistra, con le ruote oltre la linea bianca e i sensori a terra, e’ un’idea (da sperimentare) che si riferisce ai soli motocicli.

  547. Off Topic
    Airdave.it ti regala un iPod Touch da 8 GB! Partecipa anche tu, è semplicissimo!

    leggi qui
    http://www.airdave.it/contest-airdaveit-ti-regala-un-ipod-touch-da-8-gb-partecipa-anche-tu-e-semplicissimo-7215/

  548. Ciao a tutti.Io soo “battezzato praticamente sempre.
    Oggi andando da Milano a Rimini mi domandavo : Ma se io passo sotto al primo pilone dei tutor a 100 km/h e poi fino a prima del pilone successivo tiro come un pazzo rallentando sempre al secondo e via discorrendo vengo rilevato ugualmente?Ergo,vengono presi tutti i veicoli o solo quelli che passano oltre il limite?Non so se sono stato chiaro…scusate ma è un pò tardi…

  549. @ leitheft: purtroppo la tua idea non serve ad evitare il tutor, altrimenti sarebbe semplicissimo da eludere! il tutor, infatti, rileva ogni veicolo in transito sui sensori, a prescindere dalla velocita’ a cui esso viaggia. il funzionamento del sistema e’ descritto meglio piu’ su nel forum; cmq, in pratica, esso calcola la velocita’ media in base al tempo di percorrenza tra un pilone e l’altro, scartando le vetture che impiegano almeno un tot (corrispondente alla massima velocita’ consentita), mentre eleva automaticamente il verbale a quelle che impiegano meno tempo del previsto (e che quindi viaggiano ad una media superiore al limite).

  550. odio il tutor, viaggio spesso di notte in strade deserte e rischio spesso di addormentarmi!!!!, ma nonostante ciò mi sono dovuto adeguare perchè non ho trovato punti deboli al sistema, l’unica sarebbe coprire la targa ma è un rischio troppo elevato con la giustizia, poi addirittura ( ma non penso che riescano a farlo realmente ) in una trasmissione alla tv un poliziotto diceva che nel caso le telecamere vedessero una targa coperta automaticamente verrebbe avvisata una pattuglia che entrerebbe al primo casello davanti a te per beccarti

  551. Qualcuno sa se viaggiando a cavallo di due corsie in corrispondenza del tutor si riesce a eludere il sistema rendendo illeggibili la targa?

  552. @ loyser:
    negativo, passare a cavalcioni delle corsie non impedisce al tutor di rilevarti…altrimenti non stavamo tutti qui ad arrovellarci! ;-))
    leggi gli altri post del sito, troverai molte risposte interessanti!

  553. Ciao ragazzi, ho letto tutti i post…. un domanda: in corrispondenza del cartellone luminoso, come si è detto vi sono 3 fotocamere, una per corsia. Allo stesso modo nell’alfalto sono annegati i sensori (per l’esattezza due per corsia uno in fila all’altro). A questo punto mi chiedo se con la moto, passando nello spazio di circa 15/20 cm che rimane scoperto fra corsia e corsia la foto non dovrebbe scattare o sbaglio?

  554. Ragazzi ho appena scritto una mail ai produttori del sistema sicve per capire se in moto si possa sfruttare la “striscia morta” fra le varie corsie per passaggi in moto.

  555. Ciao … per tutti quelli che hanno le 2 ruote , il sicve funziona SOLO se si passa sulle spire affogate nell’asfalto . Quindi , se si passa sulle strisce bianche ( sia a dx che a sx ) il sicve non interviene , perchè non rileva appunto nessun passaggio . Altra cosa , passando sulle strisce bianche , non c’è a disposizione SOLO 20 / 30 cm. tra una spira e l’altra , ma bensì oltre i 50 cm , quindi viaggiando in moto , non ci sono proprio problemi ( sempre se come già detto non si passa sulle spire affogate nell’asfalto !! ) .
    Ciao a tutti e … ABBASSO IL SICVE !!!!

  556. @filippo…

    Già che ci sei dagli anche l’indirizzo di questo blog così ci fottono meglio…

    Ma scusa… secondo te i produttori ti dicono come fregarli??

    E bravo, dagli anche l’idea, così i prossimi tutor li fanno senza nemmeno lo spazio tra le spire…

  557. Eccomi qui con le ultime notizie! Ho fatto un campione iniziale di “abbagliatori” di tutor. I led sembrano dare buoni frutti, ma sono solo all’inizio. Ho provato per adesso solo con una lettera stampata su un foglio di carta, ma le prove fatte restituiscono una immagine abbastanza distorta della lettera, se i led vengono opportunamente inclinati. Dovrò però fare ancora molti e molti test prima di arrivare a qualcosa di sicuro. Appena avrò le foto del “progetto di massima” ve le farò vedere per verificare se effettivamente può essere efficace.
    Nel frattempo mi è venuta un’altra idea: se ben ricordo il sistema tutor agisce con una istantanea fotografica dell’automezzo e poi un programma OCR (software che riconosce i caratteri di scrittura) identifica la targa leggendo lettere e numeri, vero?
    Dunque: se io riesco momentaneamente a distorcere visivamente nella schematica calligrafica i caratteri della mia targa, quando passo sotto le telecamenre, e magari anche fino a 300 metri dopo, teoricamente il computer, che scatta l’istantanea, manda al programma OCR la foto, che però, avendo dei caratteri che per il computer sono incomprensibili, verrà immediatamente eliminata per una mal interpretata lettura. Potrebbe andare così? O magari le letture erronee vengono rimandate a un poliziotto che cerca di fare i confronti per l’identificazione? È per me indispensabile saperlo, perchè, se tutto funziona come ho detto nella prima ipotesi, il metodo che mi è venuto in mente potrebbe essere perfettamente valido e realizzabile in minor tempo.

  558. Io avrei pensato a due alternative, di cui una già provata da un amico e purtroppo beccato perchè troppo scemo e ha esagerato.
    Una targa parziale che altera le lettere centrali della targa che scende da dentro l’intercapedine del portellone posteriore ( se avete una macchina con targa semiincassata si può fare, e portellone posteriore ovviamente), a risalita pnenumatica ( in pratica risale in un decimo di secondo), oppure una matrice di led infrarosso dentro il portellone posteriore inclinati in direzione della telecamera ( dovrebbero abbagliarla tranquillamente). Il primo metodo funziona ma si rischia il penale se beccati ( vedi l’amico furbo che ha fatto troppo il pirla ed è stato intercettato), il secondo è da provare ma dovrebbe funzionare e non dovrebbe avere risvolti penali ( non altro la targa).

    Ultimo mese 3 multe tutte su A4

    Saluti

    Cristiano

  559. CRISTIANO! È proprio quello che sto provando io! io ho montato attorno alla lettera stampata sulla carta due led bianchi (Luce neutra per qualsiasi luce ci sia) due led ultravioletti, due infrarossi e due laser. Questi li ho tutti inclinati secondo una certa gradazione in modo che, al punto di “fuoco”, la lettera risulta praticamente invisiblie, avendo un fascio di varie luci a lunghezze d’onda differenti che ne distorcono la visione un bel po’. Adesso pensavo di sperimentare questo metodo su una vecchia targa che provo ad andare a prendere da uno sfasciacarrozze. Lo stesso dicasi per l’alterazione dei caratteri della targa: stavo progettando la tua stessa cosa, ma per via elettrica invece che pneumatica. Mi sa tanto che stiamo cercando di fare entrambi la stessa cosa, quindi, magari, cerchiamo di collaborare, dato che ho visto che hai preso le multe sulla A4 e quindi non dovremmo essere molto distanti di casa, dato che anche io percorro la A4 tutte le settimane…
    Per favore, contattami al mio indirizzo di posta elettronica: ccl3no2@yahoo.it (E mi scuso se sto violando qualche regola del forum pubblicando la mia e-mail). Se riusciamo a realizzare qualcosa di veramente valido e lo mettiamo a disposizione della comunità, finalmente sarà finita la condanna dei tutor, che ti costringono ad addormentarti sulla strada anche se hai un chilometro di strada libera davanti e dietro di te!

  560. Domanda da 1 milione di euri:
    ma invece che rischiare il penale con le alterazioni delle targhe, non si potrebbe più semplicemente sfasciare le telecamere?
    Tipo fionda o qualcosa di più sofisticato?
    ovvero,
    da qualche parte passeranno i cavi di collegamento di queste cacchiarola di telecamere… taglio netto? penso si possa fare in maniera veloce e abbastanza pulita.. :)
    ovvio, non risolve.. ma almeno il gusto del danno! che poi pagano con i tuoi soldi!

  561. secondo me centra parecchio il telepass.

  562. Per edu … il telepass non influisce sul tutor .
    Molti hanno preso i verbali con Viacard e/o contanti !

  563. @ ccl3no2: coraggio, siamo tutti con te! aspettiamo con trepidazione i risultati dei tuoi esperimenti “luminosi”, a mio giudizio l’unico sistema concreto e ragionevole, anche dal punto di vista giuridico, per arginare il problema tutor.

    @ pippi: sebbene la tua idea mi piaccia, mi sento in dovere di ricordarti che anche il danneggiamento di beni pubblici e privati costituisce reato sanzionato penalmente! e poi, mica puoi viaggiare fermandoti a ogni pilone per sabotare il sistema…quanto tempo impiegheresti? ;-) A questo punto, credo che sarebbe meno rischioso alterare la targa!

  564. A VOI TUTTI! A questo punto chiedo appello a che se ne intende o può fare una cosa del genere. Vi spiego: fino a questo punto ho solo provato con dei led riciclati da vecchie apparecchiature su una lettera stampata su un foglio di carta, ma adesso bisogna progettare il tutto con più precisione. Per i led infrarossi io ho usato due led riciclati da due vecchi telecomandi dei televisori, ma… sarebbero validi dei led infrarossi generici? Vi domando ciò in quanto di led infrarossi ce n’è una infinità, di seguito la lista:
    —-
    760 nm
    RLT7603G, 760 nm, 3 mW, sm, 9 mm, datasheet on request
    RLT7605MG, 760 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT7605G, 760 nm, 5 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT7610MG, 760 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet

    780 – 800 nm
    RLT7805MG, 785 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    S7810G, 785 nm, 10 mW, sm, 9 mm, datasheet on request
    RLT7810G, 785 nm, 10 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT7820G, 785 nm, 20 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT7825G, 785 nm, 25 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT7830G, 785 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT7830GS, 785 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT7850G, 785 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT7850MG, 785 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT7855MG, 785 nm, 55 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT7870MG, 785 nm, 70 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    ADL78901SX, 785 nm, 90 mW, sm, 3.3 mm, w/o photodiode, datasheet
    ADL78901TX, 785 nm, 90 mW, sm, 75°C, 5.6 mm, w/o photodiode, datasheet
    RLT78100G, 780 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT78100GLI, 780 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT780-100GS, 780 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT780-150GS, 780 nm, 150 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT78250G, 780 nm, 250 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT78500G, 780 nm, 500 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT780-1000G, 780 nm, 1 W, mm, 9 mm, datasheet
    RLT7930MG, 790 nm, 30 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT80010MG, 800 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet

    808 nm
    RLT80805MG, 808 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT80805MGS, 808 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT80810MG, 808nm, 10mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT80810G, 808nm, 10mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT80810GS, 808nm, 10mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT80815G, 808 nm, 15 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT80820G, 808nm, 20mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT80830G, 808 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT80850G, 808 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT808100GM, 808 nm, 100 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT808100GS, 808 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT808-150GS, 808 nm, 150 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT808150GOC, 808 nm, 150 mW, mm, 9.0 mm, without cap datasheet
    S808200MG, 808 nm, 200 mW, mm, 50 um, 5.6 mm, datasheet
    S808200MNP, 808 nm, 200 mW, mm, 50 um, 5.6 mm, w/o photodiode, datasheet
    ADL80Y01TZ, 808 nm, 200 mW, mm, 50°C, 5.6 mm, w/o photodiode, datasheet
    SLD302V, 808 nm, 200 mW, mm (SONY), 9.0 mm, datasheet
    S808250G, 808 nm, 250 mW, mm, 50 µm, 9.0 mm, datasheet
    SLD322V, 808 nm, 500 mW, mm (SONY), 9.0 mm, datasheet
    RLT808500GLI, 808 nm, 500 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT8081000G, 808 nm, 1 W, mm, 100 µm, 9.0 mm, datasheet on request
    SLD323V, 808 nm, 1 W, (SONY), mm, 9 mm, datasheet
    RLT8150G, 810 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request

    820 – 840 nm
    RLT8230G, 820 nm, 30 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT8305MG, 830 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8320MG, 830 nm, 20 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8340MG, 830 nm, 40 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8340G, 830 nm, 40 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT8340GOP, 830 nm, 40 mW, sm, without photodiode, 9.0 mm, datasheet on request
    ELD83NPT50, 830 nm +/-10 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8350G, 830 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT8370GOP, 830 nm, 75 mW, sm, without photodiode, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT83100G, 830 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT830-150GS, 830 nm, 150 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT83150G, 830 nm, 150 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT83200G, 830 nm, 200 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT83500G, 830 nm, 500 mW, mm, datasheet
    RLT831000G, 830 nm, 1 W, mm, datasheet
    RLT8405MG, 840 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8405MGS, 840 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8410G, 840 nm, 10 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT8410MG, 840 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on requestt
    RLT8420G, 840 nm, 20 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT8430G, 840 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request

    850 – 860 nm
    RLT8505MG, 850 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    ADT8505MG, 850 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8510MG, 850 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8520MG, 850 nm, 20 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8530G, 850 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    ELD85NPT50, 850 nm +/-10 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8550G, 850 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT850-100GS, 850 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT85100G, 850 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT85200G, 850 nm, 200 mW, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT85250G, 850 nm, 250 mW, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT85500G, 850 nm, 500 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT851000G, 850 nm, 1 W, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT860M-500G, 860 nm, 500 mW, mm, 9 mm, datasheet

    870 – 880 nm
    RLT8710MG, 870 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8750G, 870 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT8810MG, 880 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet

    900 – 920 nm
    RLT9005MG, 900 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    QL90F7SA, 900 nm, 10 mW, 70° C, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9050G, 900 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT904-05MG, 904 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT904-10MG, 904 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT904-10G, 904 nm, 10 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT904-20G, 904 nm, 20 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT904-30G, 904 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT905-100GS, 905 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT905-300GS, 905 nm, 300 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT905-500G, 905 nm, 500 mW, mm, 9 mm, datasheet
    RLT91500G, 915 nm, 500 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT9250G, 915 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT92100G, 920 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet

    940 – 960 nm
    RLT9510MG, 950 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9520MG, 950 nm, 20 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT940-100GS, 940 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT940-300GS, 940 nm, 300 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT960M-1WG, 960 nm, 1.0 W, mm, 9 mm, datasheet

    970 – 980 nm
    RLT9750MG, 970 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT9760MG, 970 nm, 60 mW, mm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT9805MG, 980 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9810MGS, 980 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT9810G, 980 nm, 10 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT9810MG, 980 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9820G, 980 nm, 20 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    RLT9820GS, 980 nm, 20 mW, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT9820MG, 980 nm, 20 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9830MG, 980 nm, 30 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9830G, 980 nm, 30 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT9850MGX, 980 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    ELD98NPT50, 980 nm +/-10 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9850MG, 980 nm, 50 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT9850G, 980 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT9880G, 980 nm, 80 mW, sm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT98100MG, 980 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT98100G, 980 nm, 100 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT98500G, 980 nm, 500 mW, mm, 9.0 mm, datasheet
    GBL981000C, 980 nm, 1W, C-mount, datasheet
    GBL981000G, 980 nm, 1W, 9.0 mm, datasheet
    RLT980-1000G, 980 nm, 1 W, mm, 9.0 mm, datasheet on request

    1020 – 1050 nm
    RLT1020-500G, 1020 nm, 500 mW, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT1020-1000G, 1020 nm, 1 W, mm, 9.0 mm, datasheet on request
    RLT1050M-500G, 1050 nm, 500 mW, mm, 9 mm, datasheet

    1060 nm
    RLT1060-10MG, 1060 nm, 10 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT1060-10G, 1060 nm, 10 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT1060-50G, 1060 nm, 50 mW, sm, 9.0 mm, datasheet
    RLT1060-100G, 1060 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT1060-100GS, 1064 nm, 100 mW, sm, 9 mm, datasheet
    RLT1060M-350G, 1060 nm, 350 mW, mm, 9 mm, datasheet
    RLT1060M-1WG, 1060 nm, 1.0 W, mm, 9 mm, datasheet

    1300 nm
    ML701B1R-E21A (MITSUBISHI), 1310nm, 3 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    ML720A1S-E22E (MITSUBISHI), 1310nm, 4 mW, sm, 5.6 mm, datasheet
    RLT1300-5MG, 1310 nm, 5 mW, sm, 5.6 mm, datasheet on request
    RLT1300-5G, 1300 nm, 5 mW, sm, 9.0 mm, datasheet

    Bisognerebbe sapere che lunghezza d’onda infrarossa usano le telecamere dei tutor, per poter contrastare il raggio delle telecamere in modo corretto. Di sicuro se la telecamera usa un raggio da 850 nm e io monto dei led da 785 nm è come se niente fossse, il raggio non riuscirebbe a contrastare quello della telecamera, quindi, per cortesia, se qualcuno sa l’informazione che mi serve, me lo comunichi, altrimenti ci vorrebbe qualcuno che, con una apparecchiatura idonea, andasse lungo l’autostrada di sera per misurare a che lunghezza d’onda agiscono le telecamere. Questo è un dato direi fondamentale per poter realizzare un dispositivo preciso al massimo, non “alla spera in Dio”.
    **********
    Secondo: per i led ultravioletti non c’è problema: basta trovare una luce molto penetrante e lì è tutto risolto. Ma, per i led laser, secondo voi, per poter agire sia di giorno che di sera/notte, quale luce laser sarebbe più idonea? C’è azzurra, blu, rossa o verde. Io, nella mia prima prova, ho usato quella rossa non calibrata, che proietta una ellisse invece che un micro cerchio. Sembra che funzioni decentemente, ma voi avreste un consiglio in merito a ciò?

  565. Sono pienamente d’accordo, il Tutor è una vera seccatura inoltre mentre una volta potevi guidare, ascoltare la musica e pensare ai cacchi tuoi ora esso ti obbliga a stare attento a dove mettono questi maledetti archi di rilevazione.
    Ciononostante vorrei parlarvi della mia esperienza:
    Io ho sempre rallentato sotto i 130 sotto gli archi di rilevazione e per poi riaccellerare e non mi è mai arrivata nessuna multa; voi direte “hai avuto fortuna perché probabilmente il sistema in quel momento era spento”, ma conosco gente che lo fa tutti i giorni e non ha mai beccato nulla.
    La spiegazione potrebbe essere ragionevole:
    Nonostante ciò che si dice e ci dicono, il sistema in realtà deve usufruire di un coefficiente di scrematura tra tutte le migliaia di macchine che passano sotto gli archi di rilevazione e quindi allertano le telecamere e questo coefficiente è la velocità di passaggio. A mio giudizio se non passi oltre il limite non c’è ragione percui la telecamera venga allertata.
    Molto spesso la risposta più semplice è anche quella corretta e più inaspettata ma avete idea della mole di dati e di risorse che dovrebbe impiegare il Tutor se dovesse monitorare e fotografare TUTTE le macchine sotto TUTTI gli archi per TUTTA la tratta autostradale coperta ??? (prendete ad esempio la A1 nel week end). Ok che stanno accessi a rotazione però rimane una mole impressionante di dati.

  566. Ciao a tutti …
    Jack , hai idea di cosa può fare un computer ??
    Ci sono pc di casa ( tanto per darti un’esempio ) che possono gestire migliaia di dati in pochi secondi … prova a immaginare pc che costano invece che 1000 / 1200 Euro … oltre i 50.000 euro ! Il tutor deve fare molto poco , gli basta avere i dati delle auto a livello di modello e con la targa , tramite il PRA risalire a chi sei e inviarti la multa . Purtroppo non ci vuole tanto !!

  567. Rileggendo i vostri post precedenti ho visto quello di Fradiavolo che mi sembra non abbia ricevuto tutta l’attenzione che merita.
    @ Fradiavolo quindi :
    Ti riferisci per caso ai JAMMER ?
    E’ pieno di aziende che li commercializzano, siamo sicuri che funzionino ? qualcuno per caso ha fatto degli esperimenti ?

  568. A parte il necessario ringraziamento a ccl3no2 per l’ottimo lavoro, prego chi percorre la A1/A2 tra Roma Orte e Caserta sud di dirmi quanti piloni tutorizzanti ci sono, in pratica, chi lo sa, mi dica quanto “pezzi” monitorati ci sono.

    Se qualcuno avesse pure una mappa o che, sarebbe l’ottimo…

    se non è troppo disturbo potete mandare i dati a eugyrdt chiocciola gmail punto com

    Grazie a tutti

  569. Ciao a tutti , qualcuno sa che cellulare o simile bisogna avere per poter usare il gmobile ??
    L’ho scaricato sul nokia 6300 ma non funziona ( mi chiede il GPS ) .
    Se compro un’antenna GPS ho risolto ??
    Grazie …

  570. X ccl3no2

    Secondo me nel tuo progetto ti dovresti concentrare solo sulla luce infrarossa, se le telecamere restano sul visibile non ce la puoi fare ad abbagliarle con un led, mentre le telecamere ad ultravioletti sono molto costose ed in più non fa nemmeno tanto bene illuminare con un fascio di ultravioletti tutti gli automobilisti.
    Ti conviene usare led normali e non laser che hanno un facio molto piccolo ed è improbabile che riesca ad abbagliare la telecamera.

    Quindi infrarosso vicino le telecamere hanno comunque uno spettro ampio a meno che non montino un filtro sull’obiettivo, qualcuno ne è a conoscenza?

    Il sistema mi sembra intelligente anche se può funzionare solo la notte.

  571. circa i led infrarossi, UV ecc:
    a mio modesto avviso, lo scopo, più che abbagliare del tutto le fotocamere, dovrebbe essere quello di creare un’alone di luce tale da impedire la visualizzazione della targa. mi spiego: credo sia sufficiente che nella foto scattata dal tutor non si distingua la targa, senza che il resto della foto sia compromesso.
    penso che, disponendo un buon numero di led di vario tipo intorno al portatarga e inclinati verso l’alto di 45 gradi, potrebbe ottenersi un effetto del genere: la fonte luminosa dovrebbe creare una zona “invisibile” nella foto, un pò come quando si scatta una foto controluce. che ne pensate?

  572. @loyser:
    non preoccuparti di tutti i fasci di luce: la mia intenzione era di inclinarli verso la telecamera, quindi di circa 32° rispetto al piano orizzontale della strada; in questo caso nessuno verrebbe abbagliato. Per il led laser: sicuramente non uso quelli calibrati, che emettono un raggio concentrato in circa 1,2 millimetri quadrati, uso quelli grezzi, cioè usciti di fabbrica senza nessuna ispezione dei parametri di calibrazione. Questi led laser invece che un puntino minuscolo proiettano una forma che, quasi sempre, è una ellisse o simile che copre circa 20 cm quadrati, quindi riescono a coprire un’area abbastanza ampia.
    Lo stesso dicasi per gli ultravioletti. Quelli bianchi, se usati quelli giusti (Vale a dire da 3 o 4 watt) emettono una luce talmente forte che ti abbagliano (Li ho provati quando mi sono fatto rinnovare l’illuminazione di casa). Ora, un insieme di questi led replicati per tutto il perimetro della targa e, ovviamente, inclinati come si deve, dovrebbero creare un fascio di luce molto intenso dove vengono diretti. La convergenza creerebbe una sorta di rettangolo nel punto di fuoco con una luce violetta chiarissima ed estremamente intensa, cosa che farebbe scattare alla telecamera una foto praticamente bruciata dell’area della targa dell’automezzo.
    ———–
    @leon:
    avevo pensato anche a questo: sul lato destro e sinistro della targa, se alcuni dei led laser e bianchi che uso li inclino a dovere verso la superficie della targa, che è parzialmente riflettente, creo un fascio disordinato di luci verso le lettere della targa stessa. In parole povere: verrei ad avere la targa attraversata da dei fasci vari di luci che formerebbero come degli asterischi misti a croci o rombi. Se opportunamente sistemate (E qui ci sto studiando su), queste luci andrebbero a distorcere la visione delle lettere. Un esempio: una “Z”, se attrvaersata da un led laser lungo il suo asse trasversale, sarebbe vista come un “/” oppure un “7” sarebbe visto come una linea in alto o, ancora, la “Y” risulterebbe come “,” e via così andando. È proprio questo che sto studiando dopo aver fatto la prova con una “A” stampata su un foglio di carta.

  573. @CCL3NO2

    Amico, ovviamente il tutto invisibile a occhio nudo, o nascondibile… anche se, in effatti, ancora non c’è una legge che impedisca di accecare le telecamere … he he…

  574. ciao ragazzi, come già scritto nel mio post del 9 ottobre 2008, uso vari metodi per eludere il tutor.
    da molti mesi, direi quasi un anno, passo sulla corsia d’emergenza in corrispondenza dei piloni del tutor.
    faccio in modo però da farlo sembrare un urtilizzo lecito della corsia; rallento appena sotto i 100 e tengo accese le 4 frecce in modo che, anche se la telecamera che a volte c’è dovesse filmare in modo continuativo, posso dire che è stata davvero un’emergenza.
    purtroppo è un po una rottura infatti a volte uso il buon vecchio metodo della busta di plastica..!

    ciao!

  575. @RDT!
    Cosa ne diresti se i led li piazzassi tutti incastonati nella cornice della targa, quella che di solito riporta il nome della concessionaria che ha venduto l’automezzo e che fa da piastra di sottofondo per il fissaggio della targa?

  576. ldc … qual’è il metodo della busta di plastica ????

  577. c’è da fare una differenzazione: occultazione di targa e modifica della targa.
    la seconda è sanzionabile e perseguibile PENALMENTE quindi non ve lo consiglio; per la prima invece c’è una sanzione pari a 36.00€ dato che nn è certificabile l’occultazione casuale o dolosa.
    personalmente questa è la soluzione piu sicura (quella che uso piu spesso)
    per non essere multati.

    esempi: fango, figurine, busta incastrata, lampadina di illuminazione svitata e fatta penzolare davanti alla targa etc etc…

    mi è capitato una volta di essere fermato e avevo incastrato una busta sulla targa….i poliziotti mi hanno chiesto come mai fosse li ed io ho risposto che non ne avevo idea…ci sarà capitata….mica ho una retro-camera io!!!!!
    36.00€ e via senza pensieri….

  578. @ccl3no2

    Se li incastoni nella cornice della targa sono visibili…
    va studiato qualcosa…

    e non va detto troppo in pubblico, cmq ;)

  579. rombo di tuono, tu cosa mi consiglieresti? Per adesso è l’unico posto che mi è venuto in mente. E poi, scusa, cosa potrebbero contestarmi? C’è tanto di codice della strada che dice che le targhe devono essere perfettamente visibili di giorno e di notte. Ebbene, io, in ausilio alle luci della mia macchina, che mi sembrano inadeguate all’illuminazione della targa, ne aggiungo altre di mia iniziativa in modo che la mia targa sia ben chiara e illuminata, non ti pare?

  580. sulla A30 (autostrada a suo tempo candidata all’aumento del limite di velocità a 150 Km/h), in concomitanza con l’installazione delle postazioni tutor di prossima attivazione è stato imposto il limite di 110 Km/h su tutto il tratto. se c’era ancora qualche dubbio sul reale scopo del tutor, ora è definitivamente dissipato.

    x rdt: la prossima volta che percorro il tratto orte-caserta e viceversa cerco di fare il censimento completo delle postazioni

  581. conan67 … prova anche tu a fare così , magari ti va bene … Comunque il tutor rileva la media oltre che ha fungere da autovelox . Leggi i post molto più in alto !!

  582. mi hanno detto ( parole di un poliziotto) che il tutor rileva e scatta la foto solo se superi il limite dei 130 0 meno se il limite e meno.non rileva tutte le auto.quindi basta rallentare e passare sotto i piloni piano e poi ripartire a razzoooooooo .Mi sapete dire se e cosi o sono solo chiacchiere alcuni miei amici lo hanno fatto e non anno ancora preso una multa? voi che ne dite?ciao a tutti

  583. salve mi intrometto nella discussione in quanto l’argomento mi totta da vicino, poichè macino chilometri in autostrada e uesti limiti di 130 km/h sono ridicoli e ti rodono dentro quando vedi le macchine dei parlamentari che li hanno imposti che non li rispettano; comunque quello che volevo sapere, se c’è qualcuno che lo sa e se con i tutor si possono visionare le foto come accade con i normali autovelox

  584. x ciro: sì, basta fare richiesta alla Sezione di Polizia Stradale verbalizzante

  585. Domenica 21/06/2009 , autostrada A14 , tutti a 138 / 140 km. orari , uno cambia corsia , l’altro frena per farlo passare , l’altro frena un po di meno … BOOOMM
    botto con 7 auto coinvolte … tutto per colpa di sto tutor del C…O che ti fa stare con il piede in bilico e tutti uno a culo all’altro per paura di superare i limiti di … 130 all’ora !!!
    Ma chi dice che è una buona invenzione per evitare gli incidenti ?? Andatelo a dire a quelli che hanno fatto l’incidente e imprecavano contro le telecamere del portale del tutor !!!!!!!!!!!!!!!!
    ALLORA QUALCUNO HA TROVATO UN RIMEDIO VALIDO ???
    Ciao a tutti gli ANTITUTOR !

  586. l’unico rimedio che ho trovato è vendere la mia macchina da 60 mila euro che ai 190 km/h ti sembra di essere fermo e comprare una Panda usata ( 8000 euro) e un autista ( 1000 euro mensili ) , togliere il sedile passeggero e metterci una brandina per dormire

  587. x ettore : il tutor sarà anche una rottura di scatole, ma in questo caso, invece di “imprecare contro le telecamere del portale”, sarebbe bastato rispettare la distanza di sicurezza, cosa che purtroppo in autostrada spesso viene disattesa.

    Ciao.

  588. Umberto senza offese , a 130 km./h la distanza di sicurezza è ben oltre 100 metri … e sai quante macchine ci ritrovi invece in 100 mt ?? almeno una dozzina !! Quello che intendevo dire e che con sto tutor devi guardare molto di più il contakilometri e stiamo diventanto come i camionisti , che per non rallentare ( magari da 136 a 133 km/h ) ti butti dietro alle altre auto al primo buco che trovi e così chi viene dopo , per non mollare l’accelleratore o per guardare di non superare il limite , ti viene appunto in culo .
    Va beh … speriamo si trovi una soluzione più logica a sto beeeppppp di tutor !!
    Ciao a tutti

  589. X Umberto.
    Perchè non torniamo tutti a prendere il calesse?
    Ahh buon vecchio calesse…li si che l’alta velocità non faceva vittime…
    Una sola verità: La patente l’hanno anche persone che non avrebbero l’abilità di guidare nemmeno il carrello della spesa…
    Ti ricordo che in Germania ci sono strade identiche alle nostre arterie principali dove giustamente non ci sono limiti…ma li evidentemente il paese non ha bisogno dei soldi dei poveri cittadini… Senza andare troppo lontano con la memoria: Oggi e ieri, due incidenti mortali dati tutti da colpi di sonno…in entrambi i casi il camionista si è addormentato e ha travolto altri poveri innocenti….ehh ma se avesse tenuto la distanza di sicurezza…(ti assicuro che non è demagogia, vatti a vedere i dati degli incidenti IN AUTOSTRADA non nelle superstrade uscite discoteca variedegli ultimi due anni…e vedi quanti causati dall’alta velocità) Non credo che in una Roma Napoli perfettamente dritta con tre corsie a volte anche 4 a 260/270 km orari potrei addormentarmi….e non capisco come potrebbe accadermi qualcosa se percorro una strada dritta e la mia vettura è stata progettata per andare a 300…. ehh ma gli altri…ahhh ecco, gli sbadati che a 90 occupano la corsia di sorpasso…
    buona serata

  590. No ho una macchina da 300 km/h , ma la penso come Federico …
    Ciao a tutti

  591. x Ettore e Federico:
    Probabilmente non mi sono spiegato bene.
    Personalmente sono contrario ai limiti di velocità piazzati a caso o solo per fare cassa e sono favorevole ad un innalzamento dei limiti in autostrada.
    Effettivamente, con le auto di oggi, il dover rispettare i limiti, ti costringe a dover guardare spesso il tachimetro e ci si distrae facilmente.
    Che molti non sappiano guidare, purtroppo è una sacrosanta verità.
    Per quello che riguarda la distanza di sicurezza, più si va veloci e più bisogna rispettarla.
    Sulle autostrade tedesche spesso non c’è il limite di velocità, ma ti posso assicurare che se sei sulla corsia di sorpasso, a prescindere dalla velocità, nessuno ti si piazza a mezzo metro dal paraurti e continua a “sfanalare” (come purtroppo accade in Italia) , ma educatamente e rispettosamente si piazza a distanza di sicurezza, aspetta che tu abbia terminato la manovra e poi se ne va per i fatti suoi alla velocità che ritiene opportuna.

    Umberto.

  592. @ccl3no2:

    Ci vuole un doppio comando, e quello accecante deve essere nascosto.

    Quello visibile deve accendere una vera illuminazione della targa.

    Il fascio accecante non può essere sempre acceso, ovviamente.

    Penso anche che potrebbero esserci altri due metodi da sperimentare, ma altresì penso che un po’ di furbizia e un po’ di segretezza, a questo punto cominciano a diventare d’obbligo.

    Se troviamo un sistema abbiamo due cose da fare:

    1) Lo teniamo rigorosamente per noi e pochi intimi fidati e certificati. Allora funziona.

    2) Lo pubblichiamo qui, o lo rendiamo cmq troppo pubblico. Allora in tre secondi quei figli di puxxana ce lo vietano con una legge (ammesso che già non lo sia, nel qual caso la polizia saprebbe dove e cosa cercare), e siamo daccapo a dodici…

    Io penso che questo tipo di conversazioni andrebbero tenute in un posto un po’ più appartato…

  593. Se qualcuno avesse dubbi sulla natura vessatoria del tutor, glieli toglo subito:

    lo stanno installando sulla A26 A SALIRE !!!! Tre corsie, diritta, e perfetta. Indice di incidentalità bassissimo…

  594. @rdt:
    già, hai ragione: meglio tenere un po’ riservato il tutto. Per ora non credo che sia un reato aver provato una “A” stampata su un foglio di carta con 5 led intorno per vedere che effetto fa…
    Beh, quando avrò fatto le nuove prove, come mi consigli di farlo sapere come sono stati gli esiti, senza “esporsi” troppo?

  595. le telecamere funzionano(quasi) perfettamente.

    Ho letto uno dei commenti e la ditta che produce tali telecamere è stata centrata in pieno.

    Vi dico di più,fino a poco più di un anno fà quelle telecamere leggevano con successo in poco più della metà dei c asi.

    Abbiamo apportato delle modifiche al software che permettono la lettura nel 97%(NOVANTASETTE) dei casi.

    E’ tutt’ora in lavorazione uno sviluppo per tale software per coprire quel 3% di condizioni nelle quali il software legge solo in parte le targhe

  596. @ccl3no2

    intanto ti porgo questo stralcio del regolamento per le targhe:

    E’ ammesso l’uso di cornici portatarga a condizione che siano di materiale opaco e che ricoprano il bordo della targa per una profondita’ non superiore a 3 mm. E’ vietato applicare sui portatarga e sulle teste delle viti di fissaggio materiali aventi proprieta’ retroriflettenti. E’ vietato applicare sulla targa qualsiasi rivestimento di materiale anche se trasparente ad esclusione dei talloncini autoadesivi di cui all’art. 260.

    Quindi sui portatarga non ci possono essere materiali retroriflettenti (i LED lo sono?)

    Per la riservatezza, beh… non per altro, ma in effetti un forum in cui l’admin ce l’abbia su a MORTE con tutor, autostrade e Pula stradale… potrebbe dare sufficienti garanzie, è da un po’ che ci sto pensando… intendo a RISERVARE ad inviti specifici l’accesso al mio forum (cliccare sul nome)

    Quando ieri ho visto il tutor sulla A26 a salire, ti giuro che ho iniziato a pensare al TNT… sul serio…

  597. @RDT:

    non saprei proprio cosa potrebbe dire qualcuno che si ritrova in mano questo regolamento. Fino a prova contraria, i led sono dei normalissimi diodi, solo che, per effetto del passaggio del flusso elettrico, alcune delle particelle vengono trasformate in fotoni, in parole povere: luce. Quindi, dato questo principio, potrei senza dubbio alcuno affermare che i led sono dispositivi illuminanti, non riflettenti, perchè non riflettono alcunchè, sono, al contrario, l’origine del flusso luminoso, non ti pare?

    Per quanto riguarda invece la prima parte del regolamento non credo ci siano problemi: l’articolo specifica che sono ammesse cornici che però non coprano il bordo della targa per più di 3 mm, ma non limitano la larghezza della cornice esterna alla targa, dato che i led che penso io, per avere una luce sufficiente, dovrebbero essere quelli da 5 o 10 mm.

  598. @RDT:
    scusami questo secondo messaggio, ma mi sono dimenticato di chiederti una cosa: per favore, contattami al mio indirizzo e-mail, quello che trovi nel mio messaggio, commento numero 563, che ho da domandarti alcune “storielle”.

  599. @ROBY

    COME SAI TU QUESTA STORIA DELLE PRCENTUALI?? LAVORAVI IN QUELLA DITTA?

  600. @ldc

    si esattamente,non proprio sul progetto in questione ma su un derivato.

    per la lettura delle targhe dico solo che le telecamere su cui lavoro leggono a 360 gradi da un’auto in corsa tutte le targhe delle auto attorno siano esse in movimento nella stessa direzione dell’auto in questione ferme o dirette in senso contrario e ne leggono CENTINAIA al minuto.
    lacca cd chelopane spray…servono a nulla

  601. @ROBY

    ALLORA SOLO TU PUOI DARCI LA SOLUZIONE….
    DICCI QUELLO CHE SAI, PARLACENE…..TROVIAMO IL SUO TALLONE D’ACHILLE….!
    NESSUN SISTEMA è INFALLIBILE…. TROVEREMO IL MODO!

  602. @roby…

    mi sa che so di che città sei e dove lavori…

    e mi sa che siamo vicini…

    sei vicino ad un aeroporto, vero??

  603. ciao, ma nessuno ha pensato a questa che io penso sia una grossa falla giuridica? Leon leggi bene….

    ipotizziamo 4 piloni tutor: 1 in entrata, 2 entrata/uscita, l’ultimo di uscita.

    Diciamo che ho una media di 150 tra il primo e il secondo, 160 tra il secondo e il terzo, 170 tra gli ultimi due. Quindi ho tre medie diverse, la risultante (immaginando i piloni equidistanti) è 160.

    Dovrebbero multarmi per 6 volte:

    150, tra 1 e 2
    160, tra 2 e 3
    170, tra 3 e 4
    155, tra 1 e 3
    160, tra 1 e 4
    165, tra 2 e 4

    ma ovviamente non c’è una regolamentazione per questo, quindi un ricorso secondo me non lo potrebbero contestare, dato che per qualunque media facessero la multa, si potrebbe replicare: e perchè per tutte le altre no? risposta: perchè non c’è una regolamentazione. E allora, siccome non c’è regolamentazione, qualsiasi multa è invalida.

    Ovviamente, e questo mi sembra anche più importante, anche ipotizzando che uno prenda nello stesso giorno un tutor tra milano e modena, e poi uno tra roma e napoli, perchè non fanno il conto di quanto si è corso tra l’entrata nel tutor di milano e l’uscita dal tutor di roma? Magari verrebbe fuori che si è corso per 500km come un pazzo, eppure non lo fanno perchè c’è una falla giuridica, e sicuramente questa stessa falla invalida anche tutto il sistema tutor.

  604. Consigli e chiarimenti da uno che ne sa abbastanza.
    Il sistema Tutor (SicVe):

    1 – Non è mai installato sotto ponti o cavalcavia vari in quanto questi non sono proprietà della Soc. Autostrade ma bensì dell’ANAS o comuni vari. A tali scopi vengono realizzati portali o pali rotanti appositi sempre segnalati.

    2 – Il Tutor fotografa ogni singola targa a qualsiasi velocità (anche se si passa sotto il portale spingendo la macchina a mano per capirci), in quanto appena superata la telecamera ci sono nell’asfalto le spire magnetiche che segnalano la PRESENZA DEL VEICOLO e NON LA SUA VELOCITA’, (da non confondere con le altre centinaia di spire che servono alle più disparate funzioni, traffico, temperatura dell’asfalto ecc), il calcolo della velocità viene effettuato dall’elaboratore nella sala controllo della POLSTRADA. Le fotografie delle automobili in regola sono immediatamente cancellate quindi la mole di foto valide non è poi cosi impressionante da non poter essere archiviata. Quindi è inutile rallentare sotto il Tutor per poi accelerare subito dopo (comportamento di molti che non conoscono il funzionamento del Tutor)

    3 – Il sistema è in grado di effettuare la media anche su portali che non siano uno di seguito a l’altro (ad esempio se su un tratto autostradale protetto da Tutor noi passiamo sotto a dieci portali con telecamere la Polstrada può decidere se comparare il primo con il quarto oppure il terzo con il decimo e via dicendo) questo è possibile perché è stata misurata la distanza tra i portali con sistemi GPS, con una approssimazione di un paio di centimetri, errore compensato più che abbondantemente dalla tolleranza del sistema.

    4 – Il Tutor non è in alcun modo in relazione con il Telepass, ne con il calcolo del tempo di percorrenza calcolato
    con l’orario stampato sul biglietto. Quando qualcuno sente che il suo Telepass emette qualche segnale anomalo, lo si deve al fatto che viene interrogato da un altro sistema con un diverso software che serve a calcolare i tempi di percorrenza che poi si vedono scritti sui tabelloni ( da località x a località y 36’).
    Il Telepass è un sistema di pagamento gestito da Autostrade mentre il Tutor non è in alcun modo gestito da Autostrade, neanche gli incassi delle multe.

    5 – Non è consigliabile passare sotto il portale Tutor viaggiando sulla CORSIA DI EMERGENZA in quanto le nuove telecamere sono dotate di un apposito software (sistema MINOSSE) che al rilevamento di un’automobile che viaggia su tale corsia, è in grado di multarla se tale automobile non si arresta entro i 150 metri dal portale, e poi le conseguenze sono più gravi di una multa per eccesso di velocità.

    6 – La telecamera del Tutor non è influenzata da pioggia o nebbia o oscurità, ossia nebbia o pioggia dovrebbero essere di una tale intensità che non sarebbe possibile neanche guidarla l’automobile, per quanto riguarda l’oscurità la telecamera è dotata di un sistema che praticamente fotografa la targa come se fosse giorno. Queste telecamere sono cosi all’avanguardia che possono distinguere un veicolo dall’altro a tale scopo ne sono state installate alcune sul tratto di Barberino per multare gli autotreni che sorpassano dove vietato.

    7 – Prendere un caffè è utile non solo per evitare colpi di sonno ma per abbassare la velocità media, in quanto il calcolo viene effettuato sullo spazio percorso e il tempo impiegato a percorrerlo, quindi posso anche permettermi di fare un sorpasso a 170 Km orari ma devo poi percorrere un bel tratto a 110 Km orari o fermarmi a prendere un caffè prima di incrociare un altro Tutor.

  605. ok e il punto 7 non basta, a livello giuridico, per dimostrare che i 130 all’ora sono una baggianata? Mi sembra impossibile. *Deve* esserci una logica vincente, dalla nostra parte, basta trovarla.

  606. sono perfettamente d’accordo con il fatto che i 130 Kmh siano una baggianata, ma non scordiamoci il reale scopo di questi mezzi (autovelox, tutor, telelaser, provida ecc) : FARE SOLDI, la sicurezza stradale non è nemmeno lontanamente contemplata. Per esempio è molto pericolosa una macchina che viaggia a 140 Knh su una autostrada deserta alle quattro di notte piuttosto che la stessa macchina che viaggia a 90 Kmh sullo stesso tratto viaggiando (comodamente ) al centro della carreggiata e magari con gli stop bruciati, fendinebbia anteriori accesi con una bella serata limpida, oppure non è pericolosa una automobile che viaggia a 70 Kmh in una giornata di pioggia o nebbia con tutte le luci spente solo perchè è mezzogiorno.

  607. riekkomi dopo quasi un anno di assenza
    cari amici,come me la godo appena mi immetto in autostrada perche il primo pilone di solito si trova sempre a 2/3 km alla prox uscita pero vorre solo dire
    che il limite di 130 era per i nostri antenati be chi andava con una fiat 500 a
    130 e come andasse ora a 200 oggi con un auto di normale livello si va tranq.
    a 150/160 senza sforzo e poi l’autostrada a 3 corsie.
    oggi un incidente in autostrada e solo prov da colpi di sonno (causa guida tutor)
    o deficenti che vanno a 80/90 sulla corsia veloce e li devi lampeggiare a 3 km prima e loro stanno la (con i moscerini che lo spingono)come se si trovano sulla strada fuori casa loro.
    il tutor deve multa loro

  608. Confermo in pieno quanto scritto da Roby (commento 599) e Crazydog (commento 608). Siccome mi occupo per lavoro anche di ricorsi contro accertamenti sicve-tutor, ho visto molti verbali e molte foto. In un caso, nella foto ripresa dal secondo portale la targa non era assolutamente visibile, come accade scattando una foto al buio completo con una normale fotocamera, senza flash (si vedevano a malapena le luci di posizione); invece nel primo fotogramma la targa era perfettamente visibile. Quindi in qualche caso la lettura fallisce, anche se non sono riuscito a capire con certezza il motivo, forse una momentanea defaillance dell’illuminatore infrarosso. O forse, più semplicemente, non hanno consegnato la foto realmente utilizzata per l’accertamento, anche perché altrimenti non si capisce come il sistema avrebbe accoppiato le due letture, visto che il verbale è stato comunque prodotto..

  609. Ma nessuno ha mai pensato di andare a scollegare la corrente a quelle telecamere malefiche..!!! I verdi dove sono andati a finire!!!! Pensiamo a quanta energia elettrica assorbono quei pannelli lumionosi più il sistema di telecamere ecc….

  610. avrei una soluzione, basta tenere nel baule una scimmia ammaestrata che attraverso due buchi posti sopra la targa possa farci passare le mani fino a coprirla ogni volta che si passa sotto il tutor, per poi ritrarre le mani dopo pochi metri e ricompensarla con delle noccioline. Ho già controllato nel codice e per il momento non è vietato tenere animali nel bagagliaio ma mi raccomando non divulgate questo metodo ma teniamolo solo per noi , non vorrei che la polizia stradale prendesse delle contro misure.

  611. ragazzi nn vi bruciate il cervello a pensare come fregare il tutor…
    …la risposta è piu’ semplice di quella che lamente umana cerca di elaborare…
    …BUTTATE VIA IL TELEPASS!!!
    ED IL GIOCO è FATTO
    E’ lui il traditore

  612. C@@@, appena tornato da Milano, macchine in terza corsia che andavano ai 110, macchine dietro che ti lampeggiavano a due metri dal baule, macchine a destra che ti superavano !!!!! e io che cercavo di tenere i 130, un inferno !!!!!!!!!!!,
    poi vedevi il treno freccia rossa sfrecciare lungo i binari, e qui ho pensato che il mettere i tutor poteva essere un’ idea per far usare di più i nuovi costosi treni dello stato.
    Insomma ormai viaggiare in macchina è un inferno, hanno fatto macchine di grande tecnologia con abs airbag e via dicendo, ti vendono auto con centinaia di cavalli fiscali per cui devi pagare bolli salati, per poi farti andare ai 130 !!!!!!!!!!.
    Basta !!!!!!!!!!!!, dobbiamo organizzare PROTESTE per farci sentire, è inutile cercare di fregare lo stato, facciamoci sentire !!!!!!!!!!!, devono concederci almeno i 160 km/h !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Io proporrei di scegliere un giorno dell’anno e per quel giorno non superare in autostrada gli 80 km/h, creare un gran intasamento in tutte le autostrade d’italia

  613. in governo mi hanno sentito, ecco cosa ho appena letto, meglio che i 130 !!: In attesa della legge delega del governo sulla riforma complessiva del codice della strada, alla quale, dice il ministro dei Trasporti Altero Matteoli, i tecnici del ministero stanno già lavorando, il Parlamento ha fatto la sua parte. Tra mercoledì e giovedì la Camera voterà il nuovo progetto di legge sulla sicurezza stradale, licenziato tre giorni fa dalla commissione Trasporti in sede legislativa, un lavoro importante, come spiega il presidente della commissione Mario Valducci, «un lavoro cominciato sei mesi fa e che ha visto un’ampissima convergenza di tutti i gruppi parlamentari». Molte le novità, dal narcotest, al foglio rosa a 17 anni, dai proventi degli autovelox alla targa personale, all’innalzamento del limite di velocità a 150 km all’ora nei tratti dove c’è il Tutor

  614. ma nn l’avete ancora capito che i tutor sono solo un metodo per gonfiare le tasche dello stato?
    stiamo con dei limiti che sono stati immessi quando camminavano le 127 e mai più modificati, un motivo cisarà se la tecnologia cresce, la sicurezza cresce, e i limiti restano sempre li….. anzi, l’ultima volta che si parlava di innalzare il limite a 150….. alla fine ci siamo trovato che quando piove viene abbassato a 110.
    e poi avete mai notato la dislocazione dei tutor?
    es…. venezia milano….. da venezia fino a verona (se ricordo bene) c’è assenza di tutor, però quello è un tratto dove la viabilità nn permette velocita sostenute; da brescia a milano, dove la strada diventa praticamente una free way americana…. TUTOR!!!
    idem su A1, io spesso parto da pordenone e poi scendo per l’ E45 (visto che è impossibile circolare in autostrada anche perchè ci si creano delle code intermibabili) e mi immetto sull’A1 all’altezza di orte, maq, è mai possibile che un tratto come quello tra roma e napoli, che se lo vedi dall’alto sempra una linea retta… 3 corsie belle abbondanti…. ed è tempestato di tutor, mentre altre strade davvero pericolose ne sono sprovviste. fateci caso, la stragrande maggioranza di punti controllati da tutor, sono tratti a scorrimento veloce. e secondo voi il motivo qual’è???
    nn diciamo che è per la sicurezza, perchè l’ultima volta che ho fatto il tratto roma napoli, per nn addormentarmi (alle 5 di pomeriggio, quindi nn voglio immagginare di notte) giocavo con la ds, e mi sono accorto di nn essere il solo in quanto ho fatto una sfida a mario kart in wireless con un mercedes accanto a me.

  615. SI SI buttate il telepass e poi sfrecciate a 200 all’ora sull’autostrada…
    poi fatemi sapere.

    Pero’ sappiate (come vi ho già detto) che Tuttot e Telepass sono due sistemi
    completamente indipendenti. Il Telepass viene interrogato da sensori posti sui portali (che non sono telecamere ma bensì semplici antenne che si riconoscono facilmente sono piatti ) e servono solo a dare dati di traffico più o meno intenso.

    Se ragionate per un momento scoprirete che non servono ulteriori controlli di velocità tra due portali Tutor : la fisica ci insegna che la velocità è uguale a spazio diviso tempo, lo spazio tra i due portali è una costante, il tempo impiegato a percorrere tale spazio ce lo danno le 2 foto delle telecamere ed ecco che da un semplice calcolo viene fuori la velocità.

    Comunque se lo volete buttare fate pure, il vantaggio per chi lo tiene(come me) è che trova meno traffico ai caselli Telepass.

    Per quanto riguarda il taglio dei cavi, staccare la corrente ecc. ecc. è già stato fatto, ma voi pensate che non vengano riparati? Ma comunque per chi ci volesse provare nuovamente un consiglio attenti alle telecamere motorizzate (Speed Dome,alcune delle quali si possono vedere sul sito delle Autostrade), che sono puntate sugli armadi dei Tutor (Alcuni modelli hanno uno zoom 50x con tecnologia megapixel, non vi dico che distanza riescono a coprire) e ricordatevi che il danneggiamento di proprietà pubbliche è reato, poi ognuno può fare ciò che vuole.
    Per il momento riescono a sfuggire al Tutor alcune moto, passando sulla linea di mezzeria delle corsie, li infatti le spire magnetiche si trovano distanti circa 40 cm proprio perché più vicine si influenzerebbero l’una con l’altra

  616. Ciao ragazzi un apiccola ma sostanziale novità, in arrivo:
    “In autostrada, nei tratti sorvegliati dal Tutor, il limite si potrà alzare a 150 km/h.”

    “Cade anche la possibilità di noleggiare autovelox e apparecchi per infrazioni semaforiche, ripagando il noleggio con una quota degli introiti; i comuni potranno usare solo strumenti di loro proprietà o in leasing. Previsto anche un taglio del 3% nei trasferimenti statali ai comuni che non dedicheranno al miglioramento della rete stradale almeno il 50% dei soldi degli automobilisti.

    fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/dossier/Norme%20e%20Tributi/2009/sicurezza-stradale/velocita/multe-codice-strada.shtml?uuid=9ae565c6-6f77-11de-843d-f9161683cd6d&DocRulesView=Libero

    che dire, speriamo bene!!!

    Inoltre, grazie a tutti voi per aver contribuito a rendere questa discussione quanto di più completo, si possa cercare nel web riguardo l’autovelox tutor!

    Dave

  617. Grazie a te, AIRDAVE, che ci hai concesso di utilizzare il tuo spazio per discutere sull’oggetto più controverso del momento per chi viaggia in automobile: il tutor! Io, comunque, proseguo con il mio esperimento, poi, poco alla volta, farò rapporto sull’evoluzione del lavoro.
    Avevo inoltre una domanda do porre a chiunque se ne intenda un pochino di queste cose: il fatto di sistemare a dovere un po’ di led e abbagliare le telecamere è ormai l’obiettivo principale. Ma, nei giorni scorsi, mi è venuto un dubbio: siccome, oltre alle telecamere tutor, ci sono anche quelle denominate “Minosse” o, comunque, quelle che controllano il traffico in genere, se io abbaglio le telecamere e il computer della centrale riceve le immagini illeggibili o comunque distorte, secondo voi come le interpreta? Questa perplessità per un semplice fatto: se, come detto, il computer butta via i dati nel rispetto della privacy delle automobili che non commettono infrazione, li butterà via anche interpretando come errore una immagine distorta? Oppure in questo caso manda un avviso al poliziotto che, esaminando l’immagine, riesce comunque a trovarti oppure usa una delle telecamere mobili sulla strada per “beccarti”, dato che queste ultime sono telecamere che possono vederti sia da dietro che da davanti con uno zoom potentissimo?
    Se qualcuno lo sa mi avverta, perchè, se fosse come nel secondo caso, a questo punto abbagliare le telecamere servirebbe proprio a un bel niente o, magari, a farsi recapitare una multa astronomica a casa per occultamento momentaneo della targa…

  618. c’è un sito ove poter visualizzare le foto?

  619. Per quanto mi riguarda se il limite venisse innalzato a 150Km/h considerato lo scarto sarebbe perfetto….smetterei di rischiare la vita per eludere il tutor…speriamo bene

  620. Ciao a tutti , qualcuno sta usando il sistema GMOBILE ??
    Se è si , sapete indicarmi i vari procedimenti per attivare il sistema sul cellulare ??
    Grazie …

  621. Ma invece che scervellarsi a trovare sistemi illegali per eludere i tutor, non sarebbe meglio rispettare i limiti?
    Tralaltro, Germania esclusa, l’Italia è già lo stato con i limiti di velocità più elevati

  622. La possibilità di innalzare il limite a 150 Km/h esiste già dal 2003 ma non è mai stata applicata. Vedremo questa volta come andrà a finire.

  623. Io ho trovato un rimedio molto semplice…

    percorreo all’anno sui 50k chilometri, per lavoro e svago, anche agli orari più improbabili e non ho mai avuto un problema senonché una notte, alle 3 e qualcosa, ho rischiato di addormentarmi perchè andavo a 130 spaccati per non prendere una multa per colpa di ‘sto ca$$o. adesso, siamo tutti amici e rispettosi della legge, ma pensa te se devo rischiare la pelle per una ragione così idiota…

    ora, io sono italiano, vivo in italia e non ho amici/parenti all’estero. così, me li sono fatti. sono andato su una chat e ho cercato qualcuno che mi faccia da paracu…ehm…paravento in questi casi. così ho trovato un simpatico finlandese che mi aiuta nelle mie disavventure tutoristiche, mentre io ricambio il favore con eguali strategemmi per aggirare, nel suo caso, il fisco finnico. tutti felici, e non rischio più la pelle. ciò non significa che vado a 300 all’ora in autostrada, ma se non c’è anima viva alle 3 di mattina, anche se vado a 160-170 non mi pare una follia…

  624. il tutor fonziona con l telepass togliete il telepass e via come una schegga
    non esistono telecamere ne compiuter che fanno calcoli

  625. fatto bergamo brescia in moto altre i 200 orari mai arrivata multa
    per forza il telepass con la moto non lo uso e da li ho capito che il mio galcolo era giusto infrarossi di notte non sanno neppure cosa sono

  626. Allora tutte le multe che ho preso di notte col tutor sono state un’allucinazione….

  627. Tenete presente che i tutor non sono attivi 24 ore su 24 ed
    è possibile che gardaland sfrecciando a 200 kmh ha beccato i tutor spenti, mentre roberto che viaggiava di notte li ha beccati accesi ( dato che di notte è più probabile che li accendono),

  628. Mai lette tante stupidaggini come in questo blog….
    Perché invece di usare tanta intelligenza per fregare il tutor non la usate per viaggiare a 130 km/h (a proposito, chilometri all’ora si scrive km/h oppure
    km h^-1, dove ^ vuol dire “elevato alla”, e non kmh!!!) costanti senza salti
    improvisi di corsia, frenate accelerate continue e via discorrendo? Tra l’altro consumando (e spendendo) moolto meno????
    Vi faccio presente che a 130 km/h costanti si fanno 585 km in 4 ore e mezza, cioè Milano-Roma, tempo competitivo con aereo e treno.
    Anche a me piace guidare, ma quello che dovremmo fare e chiedere
    limiti adeguati allo stato delle strade e del traffico e non unici sempre
    e ovunque. In una autostrada deserta perché non posso andare più veloce di 130 km/h? Però gli stessi 130 km/h potrebbero essere eccessivi in qualche
    altra situazione.
    Questa dei limiti variabili “alla tedesca” si che è una battaglia da combattere!
    Ciao e buona guida a tutti.

  629. Non dite cavolate ….. io ho preso una multa all’ 1.30 a Lodi ….. senza telepass!
    168 km/h (ho scritto bene? :-)
    E’ stata la mia prima ed unica multa per Tutor …. quella notte ero veramente in balia del sonno …..
    Bah ….. non so che dire …. faccio ogni settimana Bologna-Bari e Bari-Bologna e mi tocca recuperare tra Rimini e Val Vibrata e Cerignola -Bari ……
    Poi a me questo forum interessa …. non è proprio vero che si sparino tante stronzate.

  630. Ciao a tutti,

    quanto detto riguardo alla situazione in caso di pioggia dovrebbe valere anche nel caso in cui ci sia un cantiere tra un portale e il successivo. Di solito ci viene anche indicato sul pannello a messaggio variabile nel portale stesso.
    Qualcuno che dovrebbe essere bene informato mi ha detto in ogni caso che entrando ad una velocit inferiore al limite di legge, il numero di targa non viene registrato. Ci perch la registrazione di tutti i veicoli in transito comporterebbe un eccessivo costo di gestione dei dati (leggi costo dell’hardware), lo stesso motivo per cui i portali non vengono tenuti accessi h24.
    Su un quotidiano, qualche tempo fa, un articolista dichiarava che tali dispositivi (si riferiva nella fattispecie alla a14) vengono tarati per una velocit di soglia di 145 km/h, il che anche comprensivo: gestire gli eccessi di velocit inferiori a 10 km/h non sarebbe n economicamente conveniente n cos determinante ai fini della sicurezza.
    Non posso comunque che essere favorevole ad un innalzamento dei limiti di velocit autostradali: faccio 50000 km l’anno e conosco bene le abitudini al volante degli Italiani, e sono sicuro che nessuno avrebbe una guida pi pericolosa di ora, ma che una maggiore flessibilt di andatura renderebbe tutti meno stressati. Ricordiamoci, tra l’altro, che la stragrande maggioranza dei morti per incidente stradale viene registrata in citt e solo una minina parte in autostrada.

  631. @crazydog

    hai perfettamente ragione. Ci sono autostrade in cui per tenere medie elevate bisogna impegnarsi: basta provare a fare il tratto pescara – bologna in un pomeriggio feriale qualsiasi: tra cantieri, camion a 92 km/h che sorpassano altri camion a 91,9 km/h, incidenti, rallentamenti vari, le persone che riescono a fare pi di 136 di media sono cos poche e gli eccessi cos contenuti che non sarebbe motivata l’accensione dei tutor.

  632. Grazie silvio di aver corretto il mio esecrabile errore, ma se tu leggessi attentamente quello che scrivo, noteresti che io non do’ consigli su come fregare il tutor, ma vi spiego solamente come funziona questo sistema, se poi c’è qualcuno che oltre che con la macchina vola anche con la fantasia… lascialo volare.

  633. rieccomi…scusate per il tempo passato dal mio ultimo post ma sono stato prima in ferie poi non trovavo più il link…infine mi ero mezzo dimenticato.

    L’unico modo per esser sicuri che la propria targa non venga letta dal tutor è…TOGLIERE LA TARGA.(poi però lo spiegate voi alla pattuglia al casello perchè siete senza targa e se vi è andata male una delle telecamere presenti sulle autostrade vi ha ripresi mentre la staccavate…)

    Quelle telecamere leggono MIGLIAIA di targhe al minuto e sono progettate per funzionare anche montate su auto in movimento(per altri scopi) e riescono a leggere le targhe delle vetture che viaggiano nello stesso senso,senso opposto,parcheggiate perdendone,statisticamente 3 ogni 100.

    Ovviamente in condizioni di visibilità bassa ed alte velocità ne perdono di più e questo alza la media.

    I tutor registrano quando passate e a quanto passate,se passate sotto il tutor ai 300 all’ora poi vi fermate per 1 ora quindi ripartite ai 300 e passate sotto il secondo tutor come velocità media magari siete sotto ma l’eccesso di velocità lo registra e arriva la multa.

    Se passate sotto il tutor a spinta poi accelerate,fate i soliti 300 all’ora arrivate vicino all’altro tutor rallentate di botto e passate di nuovo a spinta…se siete sopra la media del tratto sempre multa è.

    Per quanti sostengono che funzioni solo col telepass…quelle stesse telecamere controllano gli accessi ad aree a traffico limitato e i passaggi sulle corsie bus.

    Infine,è notizia di questi giorni,lo stesso identico impianto verrà montato su una strada cittadina di Genova.

    Rileva il passaggio delle auto con dei sensori affogati nell’asfalto…altro che telepass…

    FORSE e ripeto FORSE potete aver fortuna con una smart o una moto essendo che tali sensori funzionano sul campo magnetico del telaio.

    Se questi sensori sono tarati male….

  634. dimenticavo…

    @rdt…si vicino ad un aereoporto ed una stazione.

    entro tutti i giorni attraverso un cancellone marrone che dà sulla strada intitolata ad un compositore…

  635. @roby… l’avevo capito :-)

    Ovviamente non ci dici come abbagliarle, vero?? :-)

    Il tutor sulla sopraelevata è la più grossa cavolata che possa aver fatto un uomo, soldi buttati nel cesso, invece di asfaltarla…

    La prova provata che il tutor è messo per fregare soldi è che lo stanno mettendo sulla A26 *a salire* tre corsie, curve ampissime, percorribile e godibile… perfettamente inutile, per la supposta sicurezza.

    E sempre per il fatto che *dicono* che i tutor sono nelle strade più pericolose… non alzeranno MAI il limite a 150 nelle aree con tutor

  636. Per tutti i “saputelli”, che arrivano qui con “stupidate” tipo telepass e tipo che non esistono telecamere e controlli…

    guardate e inorridite:
    http://www.tattile.com/docDownload.asp?DocId=12&extraAuth=

    Il documento di presentazione di questa telecamera, poi fatevi un giro sul sito della Tattile http://www.tattile.com e rendetevi conto di cosa sia la tecnologia…

    Altre che Roby, che già vi ha detto che quelle cose ci sono, da anni, e le ho viste anche io… le stesse sue, tra l’altro .. :-)

  637. ma come si fa a guidare con il tutor ???, gli svizzeri i tedeschi e i francesi che ti sfanalano per superarti, quelli di san marino che ti arrivano dietro ai 200 km/h e tu invece stai andando ai 135 nella corsia di sorpasso perchè in quella di fianco stanno andando ai 115 km/h, allora per evitare di essere tamponato acceleri, superi le cinque macchine alla tua destra e ti sposti per far passare gli stranieri ma a quel punto ti inizi a domandare se per caso hai alzato la media e magari al prossimo pilone tutor ti viene segnalata una velocità media di 141 km/h con conseguente multa e penalizzazione punti, allora freni un po ma quelli dietro di te che andavano ai 115 ti superano !!!!!!!, ma p…… di un p……. ma quale mente malata ha mai inventato una situazione del genere ???, ma come c….. si fa a guidare in questo modo, dopo ogni viaggio in autostrada hai bisogno di fare due ore in analisi dallo psicologo!!!!!!!. Vorrei mandare a c……. chi ha inventato il tutor chi ha permesso di montarlo e tutti quelli che sono a favore del tutor , andate tutti a C……………

  638. ma come si fa a guidare con il tutor ???, gli svizzeri i tedeschi e i francesi che ti sfanalano per superarti, quelli di san marino che ti arrivano dietro ai 200 km/h e tu invece stai andando ai 135 nella corsia di sorpasso perchè in quella di fianco stanno andando ai 115 km/h, allora per evitare di essere tamponato acceleri, superi le cinque macchine alla tua destra e ti sposti per far passare gli stranieri ma a quel punto ti inizi a domandare se per caso hai alzato la media e magari al prossimo pilone tutor ti viene segnalata una velocità media di 141 km/h con conseguente multa e penalizzazione punti, allora freni un po ma quelli dietro di te che andavano ai 115 ti superano !!!!!!!, ma quale mente malata ha mai inventato una situazione del genere ???, ma come si fa a guidare in questo modo, dopo ogni viaggio in autostrada hai bisogno di fare due ore in analisi dallo psicologo!!!!!!!.

  639. domanda ma a una neopatentata ipoteticamente quanti punti possono togliere?
    cmq la media nn dovrebbe essere superiore ai 150 km/h….c è il rischio che possono togliere la patente?

  640. Ciao a tutti,

    ci ho messo un sacco di tempo per leggere tutti i post!

    Una cosa forse non mi è chiarissima. Posto che il tutor funziona indipendentemente dall’avere il telepass oppure no, mi chiedevo se c’è qualcuno che ha: il telepass e ricevuto una multa e sentito dei bip al passaggio dei piloni.

    Perchè se così fosse, la presenza del telepass potrebbe essere una spia che suona se al passaggio del pilone il tutor fosse acceso.

    La condizione necessaria è che suoni se il tutor è acceso… così ci si regola di conseguenza, anche perchè uno dei problemoni è che non si sa se e quando sono in funzione….

    Questa cosa mi sembra molto importante. Io il telepass non ce l’ho, ma se fosse come spero me lo comprerei subito!

    Detto questo, recentemente sono andato verso viterbo dalla liguria con un’alfa 159tdi noleggiata ed effettivamente devo notare che se non guardi il tachimetro non ti rendi subito conto se sei a 130 0 150 o 160, dato che fino a circa 170 è piantata e stabilissima. Solo oltre inizi ad accorgerti che vai veloce.

    Anche la questione della noia la condivido assolutamente. Andando a 130 con berline medie ti distrai per ogni cosa perchè sembra di essere fermo, mentre accelerando a 170-190 le cose cambiano in termini di attenzione e adrenalina.

  641. Il telepass suona perchè viene interrogato dai sensori per il traffico, sono delle scatolette bianche e piatte montate sui portali, questi sensori servono esclusivamente a dare informazioni sul traffico che poi leggiamo sui PMV (pannelli a messaggio variabile), e dicono i tempi di percorrenza da una localita ad un’altra. (commento 619)

  642. A pensarci bene potrebbe essere questa la soluzione!!!!
    Trovare un modo per sapere se il tutor è acceso o meno sarebbe già un gigantesco passo avanti!!!
    Mi rivolgo ora ai tanti illuminati di questo forum…si può fare?
    riusciamo a trovare un marchingegno che ci avverta del fatto che il tutor in quel momento ci ha preso la targa????
    Sarebbe fantastico!!

  643. @federico

    Si infatti. Quindi se il telepass può essere interrogato dai sensori per il traffico indipendentemente dall’accensione del tutor o meno (se nno ho capito male il commento di crazydog) resta solo da vedere come capire se è acceso/attivo con certezza!!!. Si rallenta nella tratta se è acceso… se no liberi tutti!

  644. Almeno per la notte non credo sia un problema, visto che ti lancia un’flash infrarosso basta un sensore il problema è che sarebbe un sipositivo illegale come i vari allarmi per i telelaser e quindi ti esporrebbe a non pochi problemi nel caso sfortunato di un controllo. Anche se ritengo sia molto meno probabile che nel caso telelaser.

    Per il giorno bisognerebbe capire se il flash scatta lo stesso o no. qualcuno lo sa?

  645. @loyser

    Il tutor fa la foto infrarossa anche di giorno, a quanto ne so. Mi sai dire di che sensore si tratta, per favore? La foto viene scattata con 6 diversi filtri, io non so se lancia un flash infrarosso, o se è un filtro infrarosso…

    @tutti

    Io non me la ricordavo bene… ma adesso che l’ho vista sono CERTO che il tutor sia una fregatura, e non certo un sistema per evitare incidenti.

    Che senso ha fare la firenze-roma che fa schifo senza tutor… e metterli da orte a salerno (SI CACCHIO, ci sono fino a Salerno) che è a TRE corsie diritte come fusi???

    E la nuova norma che dice che dovrebbero alzare il limite ai 150, in realtà è alla rovescia. Gli enti GIA’ potevano alzare la velocità ai 150, ma non l’hanno mai fatto… adesso possono alzare ai 150 *solo* dove c’è il tutor, che è una contraddizione in termini, perchè il tutor *dovrebbe essere* in zone pericolose, quindi con limite non alzabile…

    Ho visto cmq la livellazione clamorosa e imbecille provocata dai tutor… si, perchè oggi *tutte* le macchine possono fare i 130, quindi noi vediamo la coda che *non* si scioglie, perchè arrivati a Orte tutti si cagano a 130 e le macchine restano tutte lì ammucchiate.
    Ribadisco: colossale stronzata.
    E non posso credere che abbia diminuito gli incidenti, forse i morti, ma gli incidenti non ci crederò mai.

  646. @rombo di tuono

    si ma tutte le macchine possono fare anche i 150 … certo per alcune piccole è un po’ scomodo quanto a rumore, consumo, volante da tenere strettissimo ecc.

    Certe volte mi chiedo se questa non debba essere la fase storica (che un po’ ci siamo voluti) per disciplinarci e poi passare ad una regolamentazione più simile a quella tedesca dove i limiti ci sono ma anche no!

    Paradossalmente vorrei vedere le scene ridicole se il 100% della rete fosse “tutorata”. Marcia perenne in file parallele. Non esiste al mondo!

    reata la questione per me (e per moltissimi di noi) fondamentale di capire, non appena si passa sotto il tutor, se era attivo (e via a 130) oppure no (e allora liberi tutti). Certo se è solo un filtro infrarosso mi sa che non si può avvertirlo…

    Nno so cosa pensare.

    Qualcuno illuminato con competenze tecniche?

  647. Salve a tutti,oltre un anno fa sono andato diverse volte da latina a pescara e credevo che che il tutor funzionasse da entrata casello a fine casello….e quindi camminavo abbastanza con una media elevata…in alcuni tratti stavo anche a 210…..
    eppure non mi è mai arrivata mezza multa?da cosa puo dipendere?dal fatto ke ad una velocita troppo elevata nn riescono a scattare le foto i tutor oppure che vanno da casello casello e uno durante un viaggio si ferma in autogreel guadagnando tempo prezioso?

  648. La foto infrarosso non la si può vedere mentre quello che un sensore può rilevare è il flash, sempre infrarosso, lanciato per illuminare la targa. sono andato a prendere la foto della multa che ho preso alle 4 di notte e si vede chiaramente che è stato usato un qualche sistema di illuminazione della targa, non so però se è acceso anche di giorno.

    Per motivi di costi delle fotocamere credo lavorino sull’infrarosso vicino quindi un sensore tipo questo dovrebbe “notare” il flash:

    http://www.robot-italy.net/downloads/IS471F.pdf

    Se c’è qualche elettronico che ha voglia di buttare giù un circuitino potrebbe tornare comodo.

  649. @t4k3 Sei stato fortunato, probabilmente in quel momento ero inattivo, deduco tu abbia percorso la A24 e A25 quindi i primi tratti su cui è stato istallato questo dannato sistema…. se poi ti sei fermato in autogrill è tutto un’altro discorso…per la velocità non credo ci sia problema….dovrebbe prenderti fino a circa 270-280….

  650. cmq mi pare strana come cosa…ci sono andato 4 5 volte da latina a pescara a distanza di qualche mese tra ogni viaggio e nn mi è arrivato nulla strano se fosse stato sempre disattivato…cmq si…durante il tragitto a un paio di autogrel mi sn fermato x 20 minuti ogni volta …però se i tutor calcolano la velocità ogni 15km…. come puo essere che in tutto il tragitto non mi hanno mai bekkato?di certo nn i fermavo ogni 2 minuti in un autogrel

  651. Federico 4 agosto, 2009 10:20 @t4k3 Sei stato fortunato, probabilmente in quel momento ero inattivo, deduco tu abbia percorso la A24 e A25 quindi i primi tratti su cui è stato istallato questo dannato sistema…. se poi ti sei fermato in autogrill è tutto un’altro discorso…per la velocità non credo ci sia problema….dovrebbe prenderti fino a circa 270-280….

    beato chi ha la ferrari allora XD … che supera quelle velocita e nn viene mai bekkato XD

  652. scusate, ma mi fate gentilmente capire come faccio a sapere se il tutor è attivo o meno?
    per caso quando lo attivano è segnalato sui tabelloni luminosi?viceversa quando non lo è?oppure non c’è modo di saperlo?

  653. SCOPERTO IL MODO X NON FARSI BEKKARE!!!!!FACCIAMOCI TUTTI FERRARI E CORRIAMO SOPRA I 300 COSI NN CI BEKKANO!!!XD

  654. quando il tutor è in funzione, in ogni caso le rilevazioni non possono essere effettuate tra tutte le singole postazioni, ma solo a tratte alterne. in sostanza, una stessa postazione non può funzionare contemporaneamente da base finale per il primo verbale e base iniziale per il secondo. così è previsto dal decreto di approvazione del sicve.
    x piccola pi: per i neo-patentati la decurtazione dei punti è doppia; quindi attualmente con due verbali per velocità media di oltre 136 Km/h e non oltre 178 km/h la patente viene ritirata.

  655. Innanzitutto non ti diranno mai con certezza se il tutor è attivo o meno, in quanto proprio l’incertezza è un deterrente. Qualcuno è al corrente che vengono sate le telecamere della Tattile (http://www.tattile.com/), ma vi siete mai chiesti con una telecamera che fotografa 30 targhe al secondo a quale velocità devi passare sotto ad un portale tutor per non farti beccare?. Non credi che sistono queste telecamere, nesuno ti vieta di comprarne una e provarla sulla tua pista di prova privata. Il Tutor non è acceso 24 ore su 24 e poi non prende in esame sempre gli stessi DUE portali , potrebbe anche essere impostato per rilevare la velocità tipo autovelox su un solo portale (usato di solito in caso di pioggia o lavori in corso).
    Poi ritengo che ognuno è libero di sperimentare tutti i trucchi e sotterfugi che ritiene opportuno (credendo o meno che funzionino), ovviamente smontare la targa funziona per il tutor ma non per le pattuglie della stradale.
    Non pensate che io sia contento di andare a 130 Km/h su autostrade che almeno mi consentono i 150, ma purtroppo mi devo adeguare, in effetti se avessi una pistola , sparerei volentieri al cretino che con tutte le corsie a dispozizione mi cammina a 100 Km/h in quarta corsia ma che ci vuoi fare …. quello va piano quindi tutto a posto…

    Vi chieo scusa ma ho perso un po della mia professinalità…

  656. @rombo

    si però se uno entra in un tratto dove c’è già il tutor come fai a sapere se il primo “varco” sotto cui passi è uno di quelli di fine tratto o inizio?

    Cioè, anche ammesso che sia certissimo quello che dite, bisogna avere una mappa con tutti i varchi per poter fare la conta e sapere se si può schiacciare l’acceleratore perchè il nostro primo varco è un fine tratta oppure se dobbiamo tenerci entro qullo stupidissimo limite perchè è un inizio tratta.

    Spero di essermi spiegato…

  657. @mpx

    hai detto una cosa importantissima… sicuro che un portale che fa da fine tratto non possa fare da inizio per l’altro?

    dove lo vedo scritto?

    se fosse come tu dici, e come in effetti anche io sapevo, i portali vanno in coppia, e non dispari…

    grazie, ciao

  658. sono sicuro di questo fatto, sia perché così è stabilito dall’art. 1, quarto paragrafo, del decreto min. trasporti n. 3999 del 24/12/2004, sia per esperienza diretta: ho visto diversi casi di 3 o 4 verbali consecutivi e in nessuna occasione il portale di fine rilevazione (identificato dalla posizione chilometrica) compariva anche come portale di inizio del verbale successivo.
    questo però non risolve il problema di conoscere quando e quali portali siano in funzione in un certo momento.
    come già correttamente osservato, l’incertezza sull’effettiva attivazione è un ottimo deterrente.
    anche avendo una mappa con tutti i varchi, il problema rimane, perché il conducente non è in grado di sapere nel momento in cui transita quali di essi sono attivi.
    a volte alcuni su alcuni portali compare il messaggio “controllo velocità attivo”, ma, anche volendo riconoscere attendibilità al messaggio, non si sa fino a quale postazione successiva il controllo sia attivo, e comunque il fatto che non compaia il messaggio in questione non significa che il tutor sia spento, in quanto non vi è alcun obbligo normativo di informare il conducente in tal senso.

  659. ok ma così non se ne cava un ragno dal buco.

    siamo sempre punti a capo.

    Se solo con un apposito strumento si riuscisse a sapere, date le modalità di rilevazione del tutor, quando è attivo, già sarebbe un gigantesco passo avanti.

    Diversamente non c’è soluzione se non sperare in una regolamentazione ancor più elastica in presenza del tutor come ad esempio i 160 km orari o addirittura velocità max variabile indicata di tratto in tratto a seconda del traffico ma con un tetto molto alto (es 200 orari) nel caso di tempo buono e traffico assente.

    altra cosa sarebbe distinguere le auto per categorie ma pone problemi pratici di non poco conto….

    mah

  660. salve ragazzi volevo sapere ma è vero ke da poco tempo sono stati istallati i tutor anke sull’autostrada a 30 caserta salerno ???? volevo sapere secondo voi ,siccome il primo pilone e piazzato a nola e il secondo è piazzato a castel sangiorgio se esco prima di castel san giorgio il tutor non mi calcola x la 2 volta la velocità media ??? grazue

  661. tra nola e castel s. giorgio ci sono anche le postazioni tutor di Palma Campania, Sarno e Nocera-Pagani

  662. se non rispettate almeno i tutor….meritate tutti gli autovelox nascosti

  663. caro fabio fai tu 8 ore di viaggio in un’audi a 6 a 130 km/h ….e vedi cm cambi idea

  664. Caro stefano… tu hai un’ audi A6, non so se sei sposato, se hai ancora i genitori, se hai fratelli, se hai la ragazza, se hai dei figli eccetera… vorrei vedere se ti morisse in un incidente un tuo caro per colpa di un testa di caxxo che va a 180 o più se la penseresti alla stessa maniera…
    Audi BMW Ferrari tutte ottime macchine, ma sai come volano su di una chiazza d’olio o se scoppia un pneumatico…
    Lasciatelo dire da uno che che le persone le va a tirare fuori incastrate nelle lamiere e sai.. non è un bello spettacolo, soprattutto quando ci sono dei bambini!
    La vita è una sola è non la si gusta filando a 200 in autostrada… le soddisfazioni sono ben altre …ragazzi siate prudenti e rispettate i limiti (è vero, purtroppo a volte, ma molto meno, si muore anche rispettando i limiti).
    Buone vacanze a tutti.

  665. Concordo pienamente con Claudio, sono volontario sulle ambulanze e ne ho viste da far raccapricciar la pelle, tante per colpa della velocità.
    Se i limiti sono questi BISOGNA rispettarli, non c’è nulla di più caro della vita umana.
    Stefano, non me ne volere ma con tutto quello che succede sulle strade evita di dire certe castronerie, se non riesci ad andare piano prendi il treno o l’areo ma evita di mettere in pericolo vite altrui.
    Fai anche tu del volontariato così capisci cosa voglio dire.

  666. Qui si sta andando fuori tema …
    Una considerazione però mi sento di farla .
    I limiti di velocità sono delle regole , non rispettandoli si violano delle regole , la sicurezza è un altra cosa .
    Viaggiando per l’europa troverete limiti diversi ed in Germania addirittura in alcune strade non esistono .
    Se vado a 160 non vuol dire che sono un pazzo omicida , ma solo che non rispetto i limiti ; la Germania non mi risulta essere un popolo di assassini …
    Le auto poi fanno la differenza , fino ad un mese fa giravo in TT con la quale viaggiavo in assoluta sicurezza anche a 180 km orari … ora l’ho cambiata per motivi di spazio con una Jeep ed a 130 ho già rischiato di tamponare un paio di volte in quanto frenando l’auto (che pesa 2 tonnellate) va dritta .
    Se ora viaggio a 130 dove non ne esistono le condizioni sono pericoloso per me e gli altri , con l’altra macchina ero praticamente fermo…

  667. Viaggiare a 180 kmh non si è mai in assoluta sicurezza, con qualsiasi tipo di macchina, in caso di frenata improvvisa per qualsiasi motivo voglio ben vedere se ti fermi in tempo.
    Inoltre, a ragion veduta, se la legge dice max. 130 un motivo ci sarà, è inutile accanirsi contro il tutor o gli altri sistemi di rilevazione della velocità quando sappiamo già in partenza che andando oltre infrangiamo la legge.
    In Germania ci vado spesso per lavoro, preciso che faccio ogni anni circa 50000 km, e le autostrade sono completamente diverse dalle nostre.
    Purtroppo in Italia si è poco consoni a rispettar le regole e poi si piange quando succedono le tragedie.

  668. claudio non è il problema della vettura ….io dicevo un audi a 6 per intendere una buona vettura che a quella velocità nn ti permette di percepire rumori….io ho solo 20 anni ma in 2 anni di patente ho percorso oltre 70000 km ….l’italia la giro ogni mese e di scene ne ho viste anke io…cm dicevo non vorrei andare a 200 ma almeno a 150 ke in corsia di sorpasso sono permessi !!!! a volte anke se sono ben riposato mi è capitato di avere dei colpi di sonno proprio xke a 130 facendo 8 ore di viaggio si diventa stanki….non sono quei venti km/h a provocare incidenti ma la testa delle persone !!!!

  669. @ Claudio
    nessuna autovettura garantisce la sopravvivenza oltre i 60 km/h quindi o i limiti li mettiamo a 30 sulle strade e 60 in autostrada o comunque è necessario accettare un certo fattore di rischio, a questo punto Se invece che fare come tutti i politici e accusare di tutto velocità ed alcool a prescindere, si facesse un’indagine un po seria della cause di incidente senza essere dei luminari si scoprirebbe che: i fattori sono numerosi e non serve a niente accanirsi su alcuni scelti a caso. gomme ricoperte, camion in sorpasso con 1/2 km/h di differenza, auto assolutamente inaffidabili in circolazione, scuole guide che si preoccupano di far imparare a memoria il codice della strada invece che a guidare, rinnovi facili di patente dati a piloti assolutamente inadeguati, nessun obbligo di corsi di guida sicura, invece che scatole nere per la velocità sistemi di monitoraggio ddei colpi di sonno e dei malori almeno nei camion ….

    Forse così si scoprirebbe che la soluzione che riduce veramente il rischio non è la solita: aumentiamo multe e controlli sulla velocità e abbassiamo i limiti, sicuramente però è la più redditizia. Poi è facile per chi governa scaricare l’odio su una categoria invece che cercare di risolvere i problemi.

  670. La velocità da sola *non* e sottolineo *#non#* è causa di incidenti, ma la stupidità delle persone, che non sanno cosa sia la corsia di accelerazione, che cominciano a frenare 1 km prima dello svincolo, che cambiano corsia senza freccia, che non guardano mai lo specchietto, che non sanno superare i Tir, che si spaventano e frenano in curva, anche se sono in corsia di sorpasso…

    —————–
    che stanno in corsia centrale anche se a destra non c’è nessuno
    (questi i più bast4rd1)
    —————–
    che si mettono alla guida in non perfette condizioni
    —————–
    che non controllano la vettura costantemente
    (la mia è sempre in ordine)
    —————

    devo continuare?

    La velocità è solo un modo delle autostrade di scaricarsi dalle responsabilità !

  671. Confermo i piloni tutor sulla A30… stanno tutorando praticamente fino a mercato S.Severino…
    Ho già scritto… bella str….ata

  672. Salve a tutti sono entrato per caso nel vostro forum e ho letto tutti i messaggi degli ultimi 2 anni…detto questo credo che tutto sommato di tutti i sistemi menzionati per cercare di eludere il tutor, nessuno sia sicuro ne tantomeno di facile realizzazione, credo invece che la chiave sia da ricercare non nel confondere il sistema di rilevazione magnetica ma nell’isolare la vettura con qualche pannello da applicare sotto il fondo. Sono infatti le parti metalliche dell’auto che creano una variazione del campo magnetico e che quindi fungano da interruttore per il sistema, possibile che non esista un materiale posto fra il sistema rilevante ed il metallo isoli quest’ultimo rendendo virtualmente invisibile il veicolo?

    spero di aver dato un piccolo contributo al vostro comune progetto

    buonanotte a tutti

  673. @passione liquida
    il busillis è tutto lì, concordo…

    @tutti

    glielo paghiamo l’avvocato ai tre benefattori che ieri hanno picconato un autovelox a Fiumicino?? ha ha ha…

  674. Gente, chiedo venia per il mio lungo silenzio, ma sappiate che non ho mai smesso di leggere il forum! A mio parere, isolare magneticamente l’auto e’ improbabile (anche i cerchi delle ruote sono metallici!); piu’ fattibile invece e’ l’idea di individuare i piloni tutor attivi, magari attraverso un apparecchio in grado di rilevare la luce infrarossa. Essendo lo spettro infrarosso invisibile all’occhio umano, le fotocamere probabilmente sono dotate di illuminatori costantemente accesi anziche’ di flash, e forse essi funzionano non solo di notte ma anche di giorno, per garantire sempre la leggibilita’ della targa anche con luce scarsa (tanto, essendo invisibili non disturbano nessuno). Se cosi fosse, con un “semplice” sensore rileva-infrarossi potremmo capire se il sistema e’ attivo o meno. Buone vacanze a tutti!

  675. Quante sciocchezze…Il tratto Bologna – Milano e Roma Napoli è perfettamente identico al tratto di Autobahn dove non esistono limiti.
    Non tutte le macchine frenano allo stesso modo, il mio impianto in carbonceramica del valore di circa 13mila euro e parlo solo dei fereni, combinato con dei pneumatici nuovi o comunque non usurati mi permette di fermare la mia vettura a 180 km/h nello stesso tempo in cui un utilitaria frena a 100km/h. Dati dichiarati dal costruttore e certificati.
    I forum sono fatti per informare il cittadino del fatto che i comuni hanno bisgono dei nostri soldi e ce li rubano con questi caxxo di tutor. Non per disinformare con dati totalmmte falsi.
    E non mi venite a dire altre sciocchezze. I dati sugli incidenti stradali in AUTOSTRADA non rilevano morti attribuibili accertati alla’eccessiva velocità da parecchio tempo.
    Quindi nel ringraziare di cuore i volontari che svolgono un lavoro preziosissimo nel soccorrere la gente vittima di incidenti dovuTI A PERSONE CHE SI METTONO ALLA GUIDA SOTTO L’EFFETTO DI STUPEFACENTI, OPPURE DA Rumeni che nel guidare autoarticolati per turni di lavoro da 30 ore si addormentano oppure da persone psicolabili o narcolettiche. Ecco, pregherei queste persone di cui ho una stima incommensurabile(i volontari) di non diffondere infomazioni totalmente false.
    Certo , è vero che se andassimo tutti a 10 all’ora non morirebbe nessuno. Ma non morirebbe nessuno neanche se non avessero mai inventato gli aerei, i transatlantici o gli elicotteri. Ma anche gli sci, i pattini e le biciclette…Conosco gente morta su questi ultimi…
    Cordialità

  676. federico ha ragione. non si tratta di cinismo o scarso rispetto per la vita, ma di realismo. se lo stato avesse veramente a cuore l’incolumità della popolazione, allora dovrebbe vietare anche le sigarette e gli alcolici, che causano ogni anno un numero di vittime (solo per le malattie che ne derivano) di gran lunga superiore alle vittime in autostrada. vivere in una società “progredita” comporta l’accettazione di una certa dose di rischio, che è insita in ogni attività umana.
    nelle statistiche dei morti in autostrada vi sono anche quelli investiti dai TIR mentre erano fermi nelle corsie di emergenza, quelli che si addormentano alla guida ecc.
    è molto difficile (ma molto comodo) far risalire con certezza un incidente mortale alla velocità eccessiva.
    in ogni caso se un’auto finisce contro un ostacolo a 130 Km/h o a 160 Km/h non credo che gli effetti sui propri occupanti (o su quelli di un’altra autovettura) siano molto diversi.
    tra l’altro qui si parla di autostrade, dove si paga un pedaggio piuttosto salato, ed è logico pretendere dall’ente gestore condizioni stradali e di sicurezza molto superiori alla media. chi preferisce andare piano può sempre utilizzare le strade statali di grande comunicazione, che sono anche gratuite.
    i casi fortuiti come scoppi di pneumatici sono molto rari sulle gomme di buona qualità e per lo più imputabili alla scarsa manutenzione.
    il primo passo da fare per aumentare la sicurezza sulle strade sarebbe quello di una maggiore serietà e severità nel rilasciare la patente di guida, ma questo evidentemente non sarebbe gradito alle case automobilistiche.
    se le istituzioni perseguissero veramente lo scopo della sicurezza stradale e non il “fare cassa”, basterebbe che le infrazioni fossero punite solo con sanzioni non pecuniarie.

  677. comunque sia non c’è motivo, a mio parere di andare ad una velocità tanto elevata. viggiando spesso ho potuto notare che in ogni caso di strada se ne fa mantenendo i 130 km. superata questa si iniziano ad avere qualche difficoltà nel mantenersi calmi tranquilli e rilassati nella guida. dobbiamo renderci conto che non siamo gli unici in strada e che se ne vedono di tutti i tipi.Mi trovai un giorno, in autostrada, uscendo da una galleria alla fine di un sorpasso una fiat 126 di fronte in senso opposto guidata da un anziano con sua moglie e solo perchè non ero tanto veloce ho potuto dare un colpo al volante e deviare. la prudenza non è mai troppa e di vita ne abbiamo solo una teniamoccela cara.

  678. questo conferma che i controlli sul rilascio della patente e sulle reali capacità psico-fisiche sono inesistenti (uno che prende l’autostrada conto mano penso che un medico potrebbe riconoscerlo facilmente in sede di visita come manifestamente non adatto alla guida, e sai quanti ce ne sono…).
    è ovvio che la velocità va regolata in base alle condizioni di traffico e meteorologiche (oltre che allo stato di efficienza del mezzo e del conducente).
    va poi detto che esistono dispositivi simili al tutor che rilevano automaticamente veicoli fermi, contromano, incendi, rallentamenti improvvisi e varie situazioni di pericolo, ma naturalmente la società Autostrade e lo Stato si guarda bene dall’installarli (almeno nei punti a rischio come gallerie e curve cieche) perché non portano denaro a nessuno.
    lo scopo della società Autostrade è quello di dimezzare il numero dei morti entro il 2010 per rientrare nelle previsioni di una direttiva comunitaria (probabilmente ne avrà qualche beneficio economico, tipo aumento di pedaggio o altro). Il metodo più semplice è quello di mantenere limiti di velocità bassi, per ridurre gli effetti degli incidenti, invece che intervenire sulla prevenzione degli eventi e delle situazioni che danno origine ai sinistri.

  679. Un sistema abbastanza semplice per sapere se una telecamera all’infrarosso è in funzione è quello di guardarla con un altra telecamera non schermata. Faccio un esempio banale: se volete sapere se un qualsiasi telecomando (di TV, radio, condizionatore, ecc…) ha le batterie cariche basta attivare la fotocamera del Vs telefono cellulare (di solito è economica e non è schermata) e puntare il diodo emettitore del telecomando contro la fotocamera. Premendo un tasto, se le pile sono cariche, il diodo sul telecomando si illumina nel display del telefonino. Questa cosa ovviamente vale sia di giorno che di notte. Andando in macchina è sicuramente facile inquadrare le telecamere nel verso opposto di marcia. Resta però un ulteriore dubbio: le telecamere potrebbero essere accese ma l’operatore potrebbe aver finito il turno di lavoro… E’ un idea che andrebbe un po’ sviluppata… sicuramente per Voi questa mi sembra l’idea più idea che c’è in questo post da 2 anni a questa parte… lasciando da parte idee proposte da qualcuno di voi appartenenti più ad un film di guerre stellari che alla realtà.

  680. il problema della fine turno di lavoro non si pone, in quanto le immagini delle infrazioni vengono memorizzate e visionate nei giorni successivi dagli operatori, quindi se il sistema è in funzione il verbale arriva anche se in quel momento la sala di controllo non è presidiata.
    bisogna però inquadrare la telecamera del proprio senso di marcia (e della propria corsia) perché anche se le telecamere della carreggiata opposta sono spente non significa che lo siano anche le altre.
    comunque complimenti per questo “uovo di colombo”, è sicuramente l’idea più facilmente sperimentabile. considerando che la telecamera del tutor ha due nutrite griglie di led, dovrebbero essere ben “visibili” anche in pieno giorno.

  681. Ho appena controllato, è bellissimo: dalla fotocamera del telefonino vedo se pigio i tasti del telecomando… si illumina il led.

    Confermo: è l’uovo di colombo, ed è *perfettamente* *legale*.

    Bisogna solo confermare che i led per l’infrarosso siano accesi ed usati sempre.

    E questa risposta posso averla io.

    Poi si tratta solo di pensare a come inquadrare le telecamere da dietro, ma io sono dispostissimo a mettermi una telecamera nel lunotto per avere questa informazione.

    Vi prego di perseguire anche questa strada.

  682. credo che le telecamere (e quindi i led infrarossi) si attivino solo quando un veicolo passa sulle spire sull’asfalto. comunque, anche se così fosse, sarebbe un problema superabile. restiamo in attesa di notizie più certe.

  683. @mpx

    sono d’accordo, ma appunto è quello che a noi interessa.
    La foto si dovrebbe attivare solo se il tutor è in funzione, quindi…
    Sto cercando di beccare il mio collega.
    Credo che ognuno di noi dovrebbe provare a verificare la teoria della visibilità dei led.

    Io ci ho provato, vedete il risultato (negativo, nessuna luce) in una serie di video, a chi interessano sono qui–>
    www eugy net barra video00xx.mp4

    (“video” è scritto maiuscolo)
    xx sono i numeri da 18 a 21 compresi…

    Tra qualche giorno li toglierò, ovviamente…

    Facendo delle prove col telecomando, mi pare i led siano parecchio direzionali, ma in ogni caso l’area interessata dalla macchina fotografata è abbastanza larga…

  684. Io da circa un annetto sto praticando l’unica contromossa possibile: mantenere la velocità tramite esattamente a 148/150 km di tachimetro. Fino ad ora non è arrivata MAI UNA MULTA e credo che anche qui nessuno abbia postato una multa di un Tutor al di sotto di tale velocità. Credo di aver letto di una sentenza della cassazione dove si asseriva che il 5% di ‘bonus’ sulla velocità reale calcolato dai Tutor fosse troppo basso…
    In ogni calcolando l’errore del tachimetro (attualmente il gps mi da 143 su 150) e i vari scarti, mi sembra evidente che il tuttor NON SIA REGOLATO a 130 kmh effettivi e fiscali.
    Attenzione perchè SOTTO ALCUNI PILONI viene rilevata la velocità ISTANTANEA esattamente come fanno gli autovelox, quindi è per questo motivo che si devono passare i piloni a 130 kmh, non per altro.
    Se notate bene, sulla MI-BO fino a Pescara, in diversi punti ci sono DUE SERIE di serpentine sull’asfalto distanziate una decina di metri.
    Se qualcuno avesse preso qualche multa di TUTOR (ma non di velocità istantanea) al di sotto dei 150, è pregato di segnarlo.
    Per il resto, credo che mantenere una velocità di 150 KM di tachimetro sia accettabile, anche se i miei 520 cavalli non sono cosi’ d’accordo…

  685. Ciao … se può servire , passo anch’io sotto a tutti i portali a 140 km/h di tachimetro e idem per i tratti da pilone a pilone .
    ( per ora !! ) non mi è mai arrivata nessuna multa . Sarebbe quindi buono capire e/o sapere da che velocità si comincia a prendere la multa .

  686. Ciao Ragazzi ho letto le vostre ultime notizie e rispondendo a leon non penso che le ruote siano un problema anche perchè spesso sono in lega leggera e poi sono già isolate dal pneumatico, non penso che se posi una calamita sul copertone rimanga attaccata, di certo non è una cosa da poco isolare il fondo!!! però se dovesse funzionare il sistema sarebbe molto più semplice e soprattutto non necessita dell’attenzione continua del guidatore ne di altri, mentre gli altri sistemi necessitano sempre di una costante attenzione ed errare è umano…detto ciò con il computer di bordo se è valido “quelli validi danno la media reale e non quella del tachimetro”, si possono tenere medie decisamente alte oltre 150 km orari di tachimetro dato che per ora nessuno ha mai preso la multa per velocità medie che non causino anche il decurtamento dei punti e quindi si parla di una velocità di 140 km/h reali che diventano 146/147 con la tolleranza, quindi quasi 160 di tachimetro di media!!! penso che con un po di buon senso ed un eventuale possibilità di fare una sosta caffè potendo permettersi poi fare il tratto fino al prossimo pilone sfruttando il mezzo a vostro piacimento…= sosta caffè senza perdere nemmeno un minuto!!! ciao alla prossima

  687. @ettore

    non è una sorpresa. Infatti 140 di tachimetro il più delle volte significa 133 effettivi.
    Per legge decurtano il 5% alla velocità effettiva rilevata quindi sei dentro.

    In realta puoi andare a 136 effettivi forse anche 137 perchè se togli il 5% togli 6.85 Km orari quindi 130.15Km/h e non credo che quel virgola 15 ti faccia prendere la multa. Stare a 136-137 effettivi vuol dire di solito stare a 144-145 di tachimetro. Ma l’importante è avere il navigatore che ti dice sempre la velocità reale.
    A me la velocità di tachimetro ormai non dice nulla. Mglio andare di tom tom, garmin…ecc…..

  688. Un po’ più di ossigeno arriverà se passa il disegno di legge che prevede i 150 su tre corsie con tutor. Infatti con il giochetto del 5% si può andare a 157-158 effettivi.

    Su un viaggio lungo quei 20-22 orari in più ti possono fare risparmiare anche un’oretta buona. E non è poco!

    Resta aperta la questione del rilevamento luce infrarossa per vedere se il tutor è acceso. Questa cosa è l’unica vera questione importante da risolvere.

  689. Ciao a tutti, èun pò che non intervengo, ma leggo tutti gli scritti.
    Per prima cosa bisogna dividere tra tutor con sensori a terra (che leggono la media, o l’istantanea) e tutor che non hanno i sensori a terra ( che leggono solo e sicuramente la velocità istantanea).
    Per i primi è indispensabile tenere sembre la media a 130 nel tratto in esame e la velocità istantanea sotto i piloni a 130(non si sa mai se leggono anche l’istantanea), per i secondi è sufficiente solo la velocità a 130 sotto i portali.
    Attenzione alle postazioni fisse di autovelox e mobili !!!!
    I sensori sotto l’asfalto partono dalla striscia bianca destra, fino alla striscia bianca sinistra, con sensori multipli sulle corsie per controllare gli assi e sensori singoli tra una corsia e l’altra (nel caso una moto passi sulle strisce centrali).
    L’unica soluzione a mio parere, per non avere l’ossessione di guardare il contachilometri, è indubbiamente conoscere i segreti della foto digitale all’infrarosso, che ha le sue pecche, nella messa a fuoco.
    Funziona benissimo anche di giorno (il sole è un’emettitore di infrarosso), di notte ha bisogno di una fonte aggiuntiva (vedi led sulle fotocamere).
    Non so se è compatibile con una luce normale forte, vicino alla targa.
    Che dite?
    PS. date un’occhiata ad i siti delle fotografie all’infrarosso.

  690. posso dire che ho avuto modo di visionare parecchi verbali del tutor e la velocità verbalizzata è sempre superiore a 158 km/h. Personalmente, una volta verificata con il gps la precisione del computer di bordo e riscontrata una differenza di 10 km/h con il tachimetro, da oltre un anno mantengo la velocità media a circa 149 effettivi, cioè quasi 160 di tachimetro, e non ho mai ricevuto verbali.
    x rdt: il link non funziona.

  691. QUI LO DICO E QUI LO NEGO: PECCATO CHE QUESTA SIA LA FANDONIA UFFICIALE VENDUTA DALLE AUTOSTRADE E DALLA PULA.
    LA VERITA’ E’ CHE IL TUTOR UTILIZZA COME “SPIA” PER LA NOSTRA VELOCITA’ IL MITICO TELEPASS…… ah ah ah senza che noi ci accorgiamo di nulla……….
    QUANTI DI VOI HANNO PRESO LA MULTA SENZA TELEPASS A BORDO?? SCOMMETTO NESSUNO……. ABUON INTENDITOR POCHE PAROLE……
    P.s. Le autostrade chissà come mai vendono un contenitore schermato dove mettere il telepass quando “non si usa”….. costo 1 euros….
    MEDITATE GENTE MEDITATE…… SIAMO IN ITALIA PAESE DI SPIE E SPIONI:…..

  692. @mpx
    Molto interessante. Una domanda: i verbali che hai visionato si riferiscono ad una tratta in particolare opure sono delle più diverse zone d’Italia? Inoltre si riferiscono solo a tratti con tutor e tre corsie o anche a tratti con tutor e due corsie?

    Seconda cosa: se le cose stanno così, e cioè multe oltre i 158, allora intravedo un’applicazione di fatto che anticipa il disegno di legge sui 150. I 158 non sono un numero casuale, infatti se fate il 5% di 158 viene 7,9 che va sottratto ai 158 efettivi rilevati. Risultato 150,1 che è precisamente l’inizio dello sforamento dei 150.
    Allora a questo punto me la gioco andando sui 155-156 effettivi.

    Resta da vedere non appena entrerà in vigore ufficialmente il limite dei 150 col tutor e le tre corsie se saranno ulteriormente tolleranti (cioè multare da 168 effettivi oppure no…magari).

  693. Io non ho mai avuto il telepas e ne ho presi 3 di tutor !!! sulla padova bologna a Monselice; sulla Bologna Rimini nel primo tratto (adesso non ricordocon esattezza le località); sulla Bologna Padova all’altezza di Ferrara.
    Era mattina presto, all’alba, ma con un po di luce, e al ritorno dello stesso giorno, all’imbrunire, ma sempre con un po di luce, si vedeva chiaramente l’illuminazione con infrarosso.
    Saluti a tutti

  694. la maggior parte sono verbali su autostrade con 3 o 4 corsie (A1, A4) e qualcuno a 2 corsie (A14) e si riferiscono un po’ a tutta l’Italia.
    potrebbe però dipendere dal fatto che quando uno supera il limite di oltre 10 Km/h e non oltre 40 Km/h è portato a pensare “se devo rischiare la multa tanto vale che vado ad una velocità decente, tanto da 137 a 178 Km/h circa la multa è sempre la stessa, tenuto conto della riduzione del 5%”.

  695. Bisogna assolutamente approfondire il discorso sull’individuazione del tutor acceso o spento

  696. @mpx il link è www eugy net barra immagini barra video00xx.mp4

    video= maiuscolo
    xx da 18 a 21 compresi
    (sorry, mi ero dimenticato “immagini”…)

    @tutti:

    il collega riferisce:
    la telecamera le foto filtrate all’infrarosso le fa sempre, anche di giorno.

    ma il collega dice anche che le telecamere fotografano *sempre e comunque* e che la questione non sarebbe “tutor acceso” o “tutor spento”, ma “fa le multe” o “non fa le multe”

    prego tutti quelli che venono qui (se ne hanno la possibilità) di controllare questo fatto: se qualcuno sta vicino a un portale, o può arrivarci, o ci passa spesso… bisogna rilevare in qualche modo (fotocamera del cellulare?) se l’illuminazione infrarossa si vede

    Poi bisogna controllare se (come io credo) a volte si vede e a volte no: sarebbe il segno che il tutor a volte è spento del tutto (contrariamente a quanto dice il mio collega)

    Io, per quanto posso, ci proverò…

  697. SIAMO SICURI CHE IL TUTOR SI ATTIVA SOLO PER I VEICOLI CHE ATTRAVERSANO I SENSORI SUPERANDO IL LIMITE DI VELOCITà?
    ES:SE PASSO IN AUTOSTRADA SOTTO IL SENSORE A 120KM/H SI ATTIVA O NO?

  698. @Giuseppe:

    i tutor (se operativi, almeno fino a cio che sappiamo oggi) fotografano tutti i veicoli che passano sulle spire magnetiche, a prescindere dalla velocità

  699. Tutor Genova Voltri – Gravellona Toce
    Nell’impiego il sistema ha rilevato km/h 132,10 – tolleranza strumentale 5%.
    Credevo di essere in regola ma su tutto il tratto vige la velocità massima di km/h 100 e mi hanno derubato € 165,69 + 5 punti…
    D’ora in avanti mi metto sulla 3° corsia a 90 km/h su tutto il tratto… voglio vedere che succede.

  700. Le telecamere ad infrarossi, come vengono accecate?
    Basterebbero due proiettori di luce sulla cappelliera della macchina, da accendere solo al passaggio sotto i portali, eventualmente con fascio concentrato direzionale, inclinati di circa 30° verso l’alto, non visibili da dietro.
    Basterebba passare esattamente in centro della propria corsia alla velocità ….
    Attenzione però agli autovelox classici e pistole laser.
    Saluti ale

  701. ALESSANDROR1, è proprio quello che sto cercando di realizzare io! È mesi che ci sto lavorando su, unendo led bianchi, infrarossi con due frequenze diverse e laser. Mandando un fascio di questo genere di luci, praticamente accechi le telecamere. Per adesso ho fatto solo un esperimento su una lettera stampata su un foglio di carta, ma adesso sto cercando di applicarlo su una vecchia targa che ho trovato da uno sfasciacarrozze…

  702. ciao a tutti io vivo a modena e molto spesso vado a napolidopo aver fatto circa 400km arrivo sulla roma napoli e puntualmente mi prendono i colpi di sonno
    e allora inizio a pestare sull’aceleratotre facendo arrivare il contakm anche a 180 questo lo faccio ormai gi da circa tre anni e per ora mai nessun verbale.ha dimenticavo ho anche il telepass

  703. @ lorenzo:

    cortesemente, dicci il punto *esatto* della multa, a scendere o a salire?

    A scendere ci sono tre tratti, con velocità diverse, solo l’ultimo ha i 106 km/h

    A salire non credo siano ancora accesi, ma posso sbagliare…

  704. In alto nel forum c’e’ la testimonianza di chi ha preso una multa col tutor intorno ai 150 Km/h, quindi a mio giudizio non conviene rischiare per pochi km/h in piu’. Personalmente viaggio mantenendo all’incirca i 140 di tachimetro, per avere un minimo di margine; se rallento, dopo accelero oltre per mantenere la media. Utili a tal riguardo sono quegli apparecchi che calcolano distanza e tempi di percorrenza, consentendo di tenere una media perfetta senza perdite di tempo dovute a rallentamenti “non recuperati”: se scendo sotto il limite, posso poi accelerare e superarlo finche’ l’apparecchio non segnala che la media e’ tornata “pari”, facendo ovviamente attenzione che non vi siano autovelox fissi.
    Tali apparati sono perfettamente legali in Italia, essendo computer di bordo interfacciati al gps.
    Per quanto riguarda l’accecamento del tutor, basta usare delle luci schermate con filtro all’infrarosso: nessuno potra’ infatti rilevarle a occhio nudo, e non si correra’ il grave rischio di abbagliare gli automobilisti che seguono.
    Attenzione alle tratte con lavori in corso: solitamente e’ presente un autovelox mobile della polizia, con limite di 60 o 80 Km/h!
    Attenzione anche nelle gallerie tra Lucca e Viareggio sulla Lucca-Genova: in entrambi i sensi di marcia sono presenti degli autovelox all’uscita delle gallerie sul tetto, con limite di pare di 110 km/h e pattuglia della stradale spesso appostata pia’ avanti.

  705. mi unisco per la prima volta alla schiera degli insofferenti che cercano conforto e scappatoie in questo interessante forum.
    ho riflettuto molto sui possibili punti deboli del sistema tutor e credo ci si debba concentrare sul fattore’certezza degli orari di scatto delle foto’.
    mi spiego meglio :
    qualcuno che abbia potuto esaminare le foto di un verbale mi può dire se riportino l’orario dei passaggi indicando solo ore e minuti oppure anche i secondi?
    qualora non compaiano i secondi ,il sistema può aver utilizzato per il calcolo della velocità media un tempo di percorrenza inferiore di 59 secondi rispetto al tempo reale.
    un esempio per capirci:
    a 130km/h percorro un tratto di 13 km in 6 minuti.
    se anzichè 6 minuti ci impiego 5minuti e 59 secondi (praticamente lo stesso tempo) ed il sistema non visualizza sulla foto anche i secondi , risulterà che ho percorso i 13 km in 5 minuti il che equivale a dire che avrei viaggiato a una media di 156km/h !!!!!
    questo sarebbe sufficiente a creare una valanga di ricorsi con relative richieste di restituzione punti e soldi.
    quindi chiedo a tutti gli affezionati partecipanti al forum che sono stati multati ed hanno visto le foto di verificarle e farci sapere.
    Qualora le foto mostrino anche i secondi (peccato.!) c’è un’altra possibile scappatoia da esplorare,….ma ne parliamo la prossima volta.

  706. @leon Si in effetti sembra assurdo rischiare multa e punti per camminare solo pochi km all’ora in più, ma il problema è che percorrere oltre 300 km con strada deserta e meteo perfetto, rende davvero arduo rimanere sotto i limiti. Da tutto quello che ho letto sembra che nessuno abbia subito una multa con media REALE al di sotto dei 150 Km/h e questo per ora rimane unico sistema tranquillo per fare molti chilometri. Mi hanno detto che un meccanico ha già iniziato a montare sulle targhe alcune ‘lampadine’ speciali in grado di accecare,quando attivate,le digitali del Tutor. Se avete letto i giornali ieri, il mega yahct di Abramovich ha installato un laser per accecare i paparazzi, che utilizzano la stessa tecnologia dei nostri amati Tutor.

    Io resto dell’idea che un ricorso fatto con i controattributi in Cassazione possa uccidere questo sistema, solo per un banale motivo: dove è spiegato il funzionamento esatto ? Mio padre ha 75 anni e legge solo i cartelloni verdi, non immagina il concetto di pilone di entrata, pilone intermedio che funge da fine del precedente ed inizio del successivo etc. Quando ci hanno rilasciato la patente non ci hanno fatto studiare il sistema Tutor…il problema è che ci vorrebbe uno studio legale e forse tanti soldini…
    Pensiamoci, io finanzio,fosse solo per una questione di principio.

  707. x Captain. La rilevazione è anche con i secondi, si leggono sulla foto, la dicitura dice anche “l’orario riportato sulla foto è UTC time. L’orario di rilievo dell’infrazione è in ora locale”, infatti l’orario sulla foto è 06.12.53, l’orario segnato sul foglio è 8.12.53.

    x Leon
    Chiariscimi meglio il concetto di luci schermate con filtro all’infrarosso. Grazie
    Saluti ale

  708. Assodato che le foto di contestazione indicano nell’orario di passaggio anche i secondi ,rimane la questione di come si garantisca la sincronizzazione dell’ora tra le varie stazioni di rilevamento.
    Se il ministero ha omologato l’insieme dei componenti harware e software che costituiscono il Tutor (spire annegate nell’asfalto + telecamera di rilevamento + sistema di memorizzazione e riconoscimento della targa ) non vuol dire che automaticamente abbia omologato anche il sistema di sincronizzazione dell’ora tra le varie telecamere.
    Se questa omologazione manca , non c’è certezza che gli intervalli di tempo di passaggio nelle porte siano precisi e di conseguenza la veridicità del valore della velocità media calcolata è contestabile e quindi la multa è contestabile.
    Riassumendo, bisogna indagare se il ministero che ha omologato il sistema riporti nell’omologazione anche il sistema di sincronizzazione dell’orario telecamere e abbia previsto una procedura periodica per effettuare la sincronizzazione.
    A questo punto passo la palla a chiunque della combriccola sia in grado di verificare quanto sopra e ci possa poi far sapere…..
    Il mio sogno è di trovare un modo legale per creare un casino di ricorsi retroattivi e mettere in difficoltà(almeno temporanea) chi ha messo in esercizio questa fastidiosa e invadente macchinetta mangiasoldi

  709. Preso atto che le fotografie riportano nell’orario di passaggio anche le indicazioni dei secondi, rimane aperta la questione di come sia garantita la sincronizzazione dell’ora tra le varie telecamere di una stessa porta e tra una porta e la successiva.
    Il ministero ha omologato l’insieme dei componenti che costituiscono il sistema Tutor(spire annegate nell’asfalto, telecamere, software di riconoscimento veicolo e lettura targa,software di elaborazione velocità media e cancellazione rilievi non eccedenti i limiti,…)ma non necessariamente ha omologato il sistema che deve garantire la sincronizzazione dell’orario delle varie telecamere.
    Se non c’è questa omologazione, non c’è certezza che i tempi di percorrenza rilevati siano giusti e di conseguenza i valori di velocità calcolati sono contestabili e quindi le multe annullabili.
    Riassumendo, è necessario verificare se l’omologazione del sistema Tutor comprenda l’omologazione del sistema di sincronizzazione tempi e prescriva anche interventi periodici di sincronizzazione.
    A questo punto passo la palla a qualcuno che sia in grado di verificare quanto l’omologazione del sistema sia completa e inattaccabile e poi ci faccia sapere.
    Il mio sogno è di trovare un cavillo legale che possa creare una marea di ricorsi retroattivi e mettere in difficoltà (almeno temporanea) chi ha messo in funzione questa fastidiosa e invadente macchinetta mangiasoldi.
    ,

  710. x RdT 14 settembre, 2009 2:06

    nel tratto a scendere – tratto autostradale
    DIREZIONE SUD A26 GENOVA VOLTRI – GRAVELLONA TOCE
    nel tratto avente lunghezza km. 4,22 e che ha termine al km. 1,7000.

    Comunque la società autostrade mi ha confermato che dalla 1° decade di settembre sul tratto vige il 110 km/h e non più 100 km/h

    Bisognerebbe conoscere qualche dipendende scontento dell’azienda che si occupa della progettazione e manutenzione dei tutor…. magari ci può dare qualche dritta…

  711. Dalle foto scattate dall’autovelox SICV è possibile determinare se il guidatore è solo o ci sono altri passeggeri a bordo?

  712. x maxstella
    Le foto riprendono solo il mezzo da dietro, ad una distanza di circa 20m dall’alto.Le foto sono in bianco e nero, abbastanza scure, con in evidenza le targhe e le superfici riflettenti (catarifrangenti), che “sparano”.
    Le foto zummano sul veicolo, prendendo solo la fascia della carreggiata singola, dunque non hanno più di 4m di larghezza di ripresa.
    Te le invierei se conoscessi la tua email.
    Saluti ale

  713. x alessandror1 29 settembre, 2009 11:03

    invia pure a patrideb@alice.it

    e grazie.

    Max

  714. Salve, volevo sapere se prendendo una multa col sistema tutor in cui non sia stato individuato il conducente, sia possibile evitare la perdita dei 5 punti dalla patente di guida. In giro ho trovato questo:
    VIOLAZIONE ART. 126BIS MANCATA COMUNICAZIONE
    ART. 126/BIS C.D.S – AVVISO IMPORTANTE:

    IN CASO DI NOTIFICA DI VERBALE PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA, CON ALLEGATO IL MODULO PER LA COMUNICAZIONE DEL CONDUCENTE, PER LA DECURTAZIONE DI PUNTI DALLA PATENTE O RITIRO DELLA STESSA, IGNORATELO, NON COMUNICATE NULLA A NESSUNO. A NORMA DEL CODICE DELLA STRADA, PRIMA DEL PAGAMENTO DELLA SANZIONE O DELLA DECISIONE DEL PREFETTO O DEL GIUDICE DI PACE IN CASO DI RICORSO, NON E’ DOVUTA NESSUNA COMUNICAZIONE. PERO’ IN ITALIA, CHI ELEVA VERBALI PER VIOLAZIONI AL C.D.S., PESCA NEL TORBITO AL SOLO SCOPO DI FAR CASSA, PUNTUALMENTE ALLO SCADERE DEL TERMINE DEI 60 GIORNI PREVISTI PER IL PAGAMENTO O PER PRESENTARE RICORSO, NOTIFICA IL VERBALE PER LA SANZIONE DI CUI ALL’ART. 126BIS C.D.S., CHE VA DA UN MINIMO DI € 256,00 AL RITIRO DELLA PATENTE, TALE VERBALE E’ ILLEGALE, ILLEGITTIMO ED INESISTENTE, CON RICORSO AL GIUDICE DI PACE SARA’ ANNULLATO AL 99% E NESSUNO POTRA’ PIU’ TOGLIERVI PUNTI O RITIRARVI LA PATENTE.

    E’ attendibile come cosa? Qualcuno potrebbe spiegarmi bene come procedere per cortesia?
    Grazie dell’ attenzione.

  715. ciao a tutti,
    mi aggiungo anche io…
    direzione roma la scorsa settimana ho ricevuto una sanzione di 165€ per una velocità di 151km/h di media nei pressi di caserta.

    oggi un’altra stesso tratto stesso giorno piu’ su verso frosinone. 155di media stessa infrazione.

    va beh… arricchiamo comuni e stato. bene cosi’.

    ciao a tutti evviva la germania..non mi pare ci siano migliaia di morti nonostante in moltissime autostrade non ci siano limiti.

    Alex

  716. Domanda importantissima: quando entro in autostrada non vengo considerato dal primo tutor, giusto? (poichè non passo sotto il pilone). no, perchè per il primo tratto fino al successivo casello (circa 15-20 km) cerco di sfruttare questo fatto (non essendoci autovelox fissi in quel tratto). Mi assicurate questo? non vorrei avere problemi….grazie

  717. Per Simone … Non so dove entri , ma fino al primo pilone che trovi , puoi sbizzarire tutti i tuoi cavalli … OLEEE!!!

  718. altra domanda: verso frosinone c’è un tratto (una decina di km) con il limite 100km/h (senza motivo tra l’altro), la media finale deve essere ponderata per il numero di km effettuati in base al limite (di 100 o 130) ?

  719. poi tra l’altro in quel tratto ho notato che in realtà nessuno rallenta e tutti in media continuano ad andare ai 130 km/h….ma il tutor lo considera questo limite bassissimo nel computo finale?

  720. @ simone: per quanto ne sappia, il tutor non puo’ essere regolato per verificare due differenti limiti di velocita’ sullo stesso tratto: pertanto nel tuo caso il limite da osservare e’ di 130 Km/h, facendo pero’ attenzione che non vi siano eventuali autovelox istantanei nel tratto soggetto a 100 km/h. Il limite piu’ basso va mantenuto nel caso in cui esso sia esteso all’intero tratto compreso tra due piloni del tutor, che in tal caso saranno tarati per rilevare una velocita’ diversa (es. sulla tangenziale di Napoli il tutor e’ tarato a 80 Km/h).

  721. grazie leon, riguardo la prima domanda confermi la risposta di ettore?

  722. Giusto oggi mi è arrivata una bella multa, e spero che sia l’unica e che nei prossimi giorni non ne arrivino altre relative a tratti precedenti e/o successivi.
    Alcuni piccoli chiarimentti sul sistema SICVe:

    – Non è sempre attivo, e quando è in funzione viene chiaramente indicato sui tabbelloni con la scritta “TUTOR ATTIVO”

    – I sensori sono a variazione di campo magnetico, e a meno di avere una macchina completamente in alluminio non si scappa

    – Può essere attivo indifferentemente notte o giorno

    – La sincronizzazione degli orologi avviene tramite segnale GPS quindi al millesimo di secondo se non più!

    – la corsia di emergenza è coperta dal medesimo sistema, e dove non lo è piazzata una telecamera aggiuntiva con sistema a parte

    – Oltre che velocità media i sensori sono in grado di rilevare anche la velocità istantanea

    – passare tra le corsie non serve perchè le telecamere coprono fino a metà della corsia adiacente, e a meno di non avere una macchina larga 50cm il sensore si attiva ugualmente

    Quindi quando è attivo non si scappa e quando arrivano le multe si pagano :-(

    Questo non cambia il mio parere che i 130 in alcuni tratti è veramente ridicolo e soprattutto che bisognerebbe par pagare un doppio pedaggio a chi non riesce ad andare nella corsia di destra!!!

  723. @ simone: affermativo, confermo quanto detto da Ettore, prima del pilone di entrata (cosi come dopo l’ultimo pilone prima di uscire) puoi sbizzarrirti, ma occhio ad eventuali autovelox tradizionali!

    @ matteo: cio’ che dici e’ corretto, tranne che per un piccolo doloroso particolare: il tutor puo’ essere attivo anche se cio’ non e’ riportato dai tabelloni luminosi! altrimenti sarebbe facile eluderlo, e probabilmente tu non avresti preso la multa. la legittimazione a multare deriva dalla presenza dei tradizionali cartelli metallici a bordo strada o sul pilone stesso, che sono di colore verde con scritte bianche e recitano “controllo elettronico della velocita’ media con safety tutor” (in assenza dei quali mancherebbe l’effetto deterrente imposto dalla norma e la sanzione sarebbe impugnabile). quindi attenzione: il tutor spesso funziona anche quando i tabelloni luminosi sono spenti!!! Quanto al problema di capire se un tutor e’ attivo o meno, ci stiamo lavorando in molti!

  724. I TUTOR FUNZIONANO IN QUESTO MODO,
    SE PASSI SOTTO IL TUTOR A 100 KM ORARI, NON TI RILEVA E QUINDI PUOI PERCORRERE IL TRATTO FINO AL PROSSIMO TUTOR ANCHE A 250 KM ORARI, TANTO NON SEI STATO RILEVATO.
    SE PASSI SOTTO IL TUTOR A 131 KM ORARI, IN QUEL CASO IL TUTOR TI RILEVA E DA QUEL MOMENTO INIZIA A CALCOLARE LA MEDIA FINO AL PROX TUTOR.
    UN TUTOR NON PUO’ RILEVARE TUTTE LE AUTOMOBILI CHE TRANSITANO
    SAREBBE IMPOSSIBILE.
    RILEVA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE QUELLE CHE PASSANO OLTRE IL LIMITE CONSENTITO

  725. @ diego: se leggi tutti i messaggi del forum (lo so che sono molti) ti farai un’idea piu’ chiara di come funziona in realta’ il tutor. purtroppo non e’ come dici tu, altrimenti nessuno prenderebbe una multa perche’ sarebbe facilissimo eluderlo!
    il tutor quando e’ attivo rileva tutti i passaggi di qualunque tipo di veicolo, a prescindere dalla velocita’ a cui si viaggia! le foto scattate vengono cancellate automaticamente se il passaggio sotto al pilone successivo non avviene entro un certo tempo (corrispondente quindi al mantenimento della media entro i limiti di velocita’ ammessi), mentre sono usate insieme a quelle scattate successivamente per elevare il verbale alle auto che impiegano meno tempo del previsto (poiche’ ovviamente esse hanno superato i limiti). capito il meccanismo?

  726. @diego: se fosse come dici tu non avrei preso 3 multe a velocità compresa tra i 110 e 120 con carrello; velocità consentita 80 Km/h, neanche i camion vanno così piano, mi passano tutti, non capisco come facciano ad andare a 100 Km/h e sfrecciare sotto i tutor sulla BO-PD.
    Saluti a tutti

  727. Ciao a tutti.

    Ieri per la prima volta dopo qualche mese mi son fatto tutta la A1 MI-BO. Ho il telepass e m’è venuto il cagotto: dopo ogni pilone Tutor il mio telepass emetteva 3 beep di seguito. Ho pensato che fossero dovuti alla velocità oltre il limite, quindi al ritorno ad ogni pilone sono rimasto sotto i 130 ma beppava lo stesso come un forsennato. Ero quasi sicuro che il telepass fosse beccato da ogni pilone tutor quando ha iniziato a beppare anche in altri punti della autostrada, dove a prima vista non c’era nessun pilone ne altro (magari dopo esser passato sotto un ponte o appena dopo il casello). Cosa devo aspettarmi???Tonnellate di multe???

  728. praz, non preoccuparti: quando il trasmettitore del telepass fa beep 3 volte di seguito, solitamente è perchè ha la batteria scarica.
    Fa beep sotto i tutor o altri sensori perchè sono trasmissioni via radio o comunque con frequenze ben determinate. Il telepass lo identifica come una ricezione radio, anche se non sulla sua frequenza, quindi fa beep 3 volte per avvisarti che ha la batteria scrica e quindi non può mandare oricevere segnali ancora per molto. Questa l’esperienza che ho fatto io: anche io mi ero spaventato ma poi, al punto blu, mi avevano detto che era scarico.


    SIGNORI TUTTI! Ho bisogno del vostro aiuto: io volevo sperimentare i led di cui avevo parlato, ma non c’è un solo sfasciacarrozze che mi voglia dare una targa qualsiasi. Tutti quelli a cui ho domandato si sono rifiutati!!! E sì che non gli ho detto per quale motivo, ma… niente da fare! Qualcuno di voi saprebbe dove è possibile trovarne una qualsiasi, anche sgangherata?

  729. @ccl3no2
    E ci credo che nessuno vuole darti la targa!!!
    Perche non provi con una di quelle targhe finte americane ;-)

  730. ma scusa, se non lo fai con la tua targa come fai a sapere se i led hanno funzionato oppure no?, perchè in entrambi i casi non ti arriverebbe la multa !!!!!!!!

  731. @ ccl3no2: pensavo una cosa…invece di montare dei led intorno alla targa, che può essere scomodo e complicato, e magari visibile dall’esterno, che ne dici di provare con un faro alogeno (o a led) di grande potenza alloggiato all’interno del lunotto, sopra la cappelliera, orientato posteriormente a 45° verso l’alto e munito di filtro all’infrarosso? Non si fa prima? Ho idea che se sufficientemente potente, dovrebbe accecare la fotocamera e impedirle di vedere la porzione di auto comprendente la targa. Inoltre tale sistemazione mi pare la piu’ agevole e la piu’ discreta. La targa non te la possono dare in quanto con la rottamazione devono restituirla alla motorizzazione…o ne trovi una per terra in strada, o nisba. Oppure ne replichi una di cartone, giusto ai fini dell’esperimento!

  732. idea di ripiego: usare una di quelle targhe decorative simil-serie col proprio nome sopra, in vendita negli autogrill? ;-))

  733. Qualsiasi rimedio deve essere fatto sulla propria targa, come diceva VIT, altrimenti non si sa se funziona.
    Ma non è facile, perchè bisogna poi aspettare almeno 150 gg per verificare se arriva la multa e ripetere la prova altre volte, perchè il tutor poteva essere spento al primo passaggio. Per me la sola soluzione è l’accecamento della telecamera con infrarosso e la prova si può fare con l’auto propria e mettendo un amico su un terrazzo, quando la macchina passa sotto, o una cosa del genere, basta applicarsi. PS: è necessaria una macchina fotografica che fotografa all’infrarosso.
    Ma perchè non chiedere un parere ad un fotografo, che Lui sa fare il suo mestiere?
    Saluti a tutti ale
    Ho sentito che sopra i 260 non ce la fa a fare la foto. Che sia vero?

  734. Hmmh… un faro su lunotto? Potrebbe anche starci, ma come farebbe a coprire anche l’area della targa? Bisognerebbe orientarlo in un modo tale che vada a proiettare la luce quasi a raso. Questo significa che finirebbe con l’abbagliare parzialmente anche chi sta dietro. Questo lo dico perchè ci ho già provato. Sto pensando di tutto e di più. Forse il metodo più rapido e meno complicato sarebbe incollare sulla parte superiore del paraurti posteriore, opportunamente inclinate, due o più file di led, per esempio: una bianca, una laser e una infrarossi. Oppure, invece che incollarle, attaccarle attraverso una piccola ma potente banda magnetica. In questo modo si potrebbero mettere e togliere con facilità. Per i contatti elettrici: basta derivare i due fili e usare due faston come capicorda. Non è per niente facile, ma… chi la dura la vince!
    Per la targa: vorrà dire che farò le prove sulla mia facendomi prestare dal fotografo sotto casa una macchina fotografica che possa fotografare sia normalmente che agli infrarossi.

  735. per @ccl3no2. Non ti devi fissare con le luci sulla targa o led sulla targa, perchè l’accecamento della fotocamera avviene anche con le luci sul lunotto.
    Quando è accecata, la fotocamera non vede più niente.
    Le luci o led nelle vicinanze della targa fanno insospettire troppo. o no?
    E in moto che posso fare?
    Saluti ale

  736. @ alessandro1: mi pare di aver sentito che il tutor rileva veicoli fino a oltre 300 Km/h di velocita’… ma cmq sia, anche se fossero 260 mi pare eccessivamente rischioso come metodo! sia per i rischi, sia per le multe! quanto alla moto, la soluzione e’ piu’ semplice: puoi passare all’estrema sinistra della carreggiata (tra la linea bianca e il new jersey/guard rail), ovvero tra due corsie in diagonale, avendo cura di evitare i sensori annegati nell’asfalto; puoi coprire la targa con un telo o altro che casualmente pende dal portapacchi; puoi montare un tergifaro elettrico di provenienza automobilistica e un portatarga con cardine, in modo da ribaltare la targa mediante un comando remoto (soluzione secondo me preferibile). in tal modo puoi nascondere la targa istantaneamente, passare sotto al tutor (consiglio sempre entro i limiti), e dopo 300 metri rimettere la targa al suo posto e proseguire tranquillo. questo sistema inoltre puo’ essere usato con successo anche per gli autovelox tradizionali…basta vederli in tempo!

    @ ccl3no2: la luce schermata all’infrarosso non abbaglia nessuno, in quanto invisibile all’occhio umano. inoltre la mia idea non e’ di creare un fascio luminoso che faccia da barriera, nascondendo la targa: la mia idea e’ di accecare direttamente le fotocamere puntandogli contro il faro, impedendole in tal modo di rilevare la targa, come correttamente ha interpretato alessandro.

  737. Leon, per il faro non c’è alcun problema. L’unica cosa è che, simulando per altezza e per distanza una telecamera tutor, il faro provato mandava sì la luce verso la telecamera, ma la targa nella foto si vedeva, in quanto la luce del faro era circa 35 cm sopra la targa e, di conseguenza, la luce arrivava alla telecamera più o meno 86 cm dopo. Conseguenza di ciò stava nel fatto che la targa era visibile comunque. Per arrivare ad accecare la telecamera in modo che la targa fosse illeggibile ho dovuto inclinare il faro fino a 8° rispetto alla linea orizzontale. Avendo il faro che ho creato un insieme di led bianchi, laser rossi e infrarossi, bene o male un certo, se pur marginale, fascio di luce arrivava a illuminare una porzione di piano quasi orizzontale, il che si traduce in un abbagliamento di chi sta dietro. Questo dovuto al fatto che la proiezione del faro che avevo creato copriva una ampiezza di 16°, questo per sicurezza, non essendo sempre perfettamente preciso il piano orizzontale rispetto a quello delle telecamere. Tu cosa consiglieresti per risolvere questo inconveniente?

  738. COME E’ POSSIBILE ESSERE ACCUSATO DI AVER PERCORSO UN TRATTO AUTOSTRADALE E’ RICEVERE UNA MULTA CON QUESTO SISTEMA SE IO IN QUEL POSTO NON CI SONO MAI STATO SEMPLICEMENTE MAI .NO CHE NON RICORDI DI ESSERCI STATO MA CHE NON CI SONO MAI PASSATO ,IN TUTTA LA MIA VITA E FORSE NON CI PASSER0′ MAI .ASSURDO E DA FARE IMPAZZIRE SONO DI NAPOLI E QUESTO TRATTO AUTOSTRADALE SI TROVA NEI PRESSI DI GENOVA DOVE NON SONO MAI STATO E MI E’ ARRIVATA QUESTA MULTA FATTA SUL TRATTO GENOVA VOLTRI E SOPRATTUTTO A MEZZANOTTE DEL 28/07/2009 QUANDO ERO GIA’ NEL MIO LETTO A DORMIRE DIO MIO E’ PAZZESCO DITEMI COME E’ POTUTO ACCADERE?

  739. Potrebbe trattarsi di una targa clonata.
    Suppongo che non ti abbiano inviato la foto, perciò fatti spedire la foto per verificare il tipo di auto e l’eventuale colore.
    Purtroppo non sei il solo ad aver avuto questo problema, eventualmente rivolgiti ai carabinieri e sporgi denuncia.
    In bocca al lupo!!!!!!!

    Ciao Umberto

  740. A me è capitato che ho chiesto le foto alla stradale di Padova(multa effettuata in zona Monselice) e mi è stato risposto che non sono tenuti a darla.
    Ho lasciato perdere per non incastrarmi con cavilli burocratici, tanto hanno sempre ragione loro.
    La prossima volta che sono testimone di appostamenti truffaldini (ne vedo spesso specie nei paesi) con autovelox o altro, scatta la denuncia.

    Saluti ale

  741. Ho preso due verbali sulla ROMA – NAPOLI su due trati contigui di due comuni diversi (MARZANO APPIO e CAPUA) – 140 + 140 / 5 punti + 5 punti —- Sul verbale non viene riportata la data di revisione del tutor SIC Ve cheper altri apparecchi comporta la nullità del verbale – Qualcuno sa se anche per i tutor vi è questo obbligo ????????????????????????

  742. Per ermy : 140 + 140 vuol dire che andavi alla media dei 140 km/h ??
    Se così fosse cade il discorso che il tutor sia già impostato ai famosi 150 km/h !!

  743. 140 + 140 = 140 € + 140 € di multa + spese di spedizione = 158 cadauno

  744. per ermy : e quindi a quanto andavi ?? Te lo chiedo solo per capire la velocità minima a cui è tarato il tutor .
    Inoltre , riesci a farmi vedere una foto ??
    Ciao e grazie

  745. a 158 orari già decurtato del 5 % —– Ripeto l’invito sulla revisione chi ha notizie faccia sapere !!!!!!!!!!!!!!!!!

  746. x ermy: trattandosi di apparecchio a ciclo di funzionamento completamente automatico (senza obbligo della presenza di un operatore di polizia) il tutor è soggetto alla verifica metrologica annuale. c’è una sentenza della cassazione (29334/08) e una del giudice di pace di teano (355/09). purtroppo non tutti i gdp sono d’accordo.

  747. ANTONIO IN RISPOSTA AD UMBERTO; MA SICCOME HO DATO GIA’ GLI INCARTAMENTI AD UN MIO CUGINO POSSO FARE UNA DENUNCIA ANCHE DAI CARABINIERI PER METTERMI AL SICURO DA QUESTA CLONAZIONE SENZA PRIMA SAPERE SE C’E L’HANNO O NO QUESTA FOTO PERCHE’ MI HANNO DETTO CHE SE CI SONO QUESTE TARGHE CLONATE E’ PERICOLOSO SE QUALCUNO COMMETTE DEI REATI CON QUELLA STESSA MIA TARGA MA NON SO’ COSA FARE SE PRIMA MIO CUGINO NON MI FA SAPERE SE HA CHIAMATO O MENO QUESTA POLIZIA STRADALE DI GENOVA SAI LUI E’ PIU’ FERRATO PERCHE’ HA PIU’ CONOSCENTI NEL CAMPO ESSENDO ANCHE VIGILE URBANO( DI CASORIA PERO’ IN PROVINCIA DI NAPOLI INVECE IL FATTO COME BEN SAI E’ SUCCESSO SULL’AUTOSTRADA GENOVA VOLTRI ED IO NON SO’ PERSONALMENTE COME FARE A CONTATTARLI SE NON ANDANDO DI PERSONA ALLORA MI SONO AFFIDATO A MIO CUGINO CHE MI FARA’ SAPERE A SUA VOLTA SE DOBBIAMO FARE QUALCHE DENUNCIA O UN RICORSO VISTO CHE PROBABILMENTE PURE SE HANNO SBAGLIATO FORSE NON LO AMMETTERANNO MAI ED IO SPERIAMO NON DOVRO’ RECARMI PER FORZA SUL POSTO PER RISOLVERLA QUESTA SITUAZIONE.CHE CONSIGLI MI DAI LA POSSO FARE UNA DENUNCIA SEMPLICEMENTE PER METTERMI LE SPALLE AL SICURO O DEVO AVERE PRIMA LA CERTEZZA CHE SI TRATTI DI UNA TARGA CLONATA?LA POLIZIA MI HA DETTO COMUNQUE CHE BISOGNA PRIMA CHIAMARLI.
    NON SO’ PROPRIO COME FARE SPERO PROPRIO DI NON TROVARMI NEI GUAI PER QUESTO STUPIDO SBAGLIO.SE QUALCUNO HA VISSUTO LO STESSO CASINO CHE STO VIVENDO IO ME LO FACCIA SAPERE CI TERREI AD ESSERE IL PIU’ POSSIBILE AGGIORNATO SU QUESTE SITUAZIONI INCRESCIOSE CHE SI VENGONO A CREARE .VI SALUTO ANTONIO.

  748. Il Tutor funziona solamente quando il pannello indica “rilevamento velocità in corso” ? o sempre

  749. Ciao, secondo me funziona solo quando c’è il messaggio RILEVAMENTO IN CORSO altrimenti che senso avrebbe mettere il messaggio… comunque con i limiti di 130 se hai un viaggio di più di 5 ore da fare in ore serali sei fottuto. Io non soffro di colpi di sonno ma con sti aggengi di tutor non so più cosa inventarmi per rimanere sveglio. Che pazienza. ciao a tutti quelli

  750. Ho caricato un altro video, vedasi miei messaggi precedenti, il video è il numero 24, il resto è tutto come da precedenti messaggi.

    Se lo scaricate, vedrete purtroppo nulla, e stavolta c’era pure il messaggio “Tutor attivo”, il che temo significhi che anche a tutor attivo NON si vedono gli infrarossi…

    Oppure che il messaggio non vuol dire un tubo, visto che in verità piovicchiava, e quando piove i tutor dov