Motel La Solitude Babylonia recensione dell’album

E’ uscito nel gennaio di questo anno, Motel La Solitude, il secondo disco dei Babylonia, interessante duo italico della scena elettro-pop.

Inutile star qui a fare tanti paragoni tra il loro sound è quello dei ben più rinomati colleghi d’oltre manica, gli echi dei Depeche Mode risuonano forte e chiaro nelle loro canzoni. Dopo tutto l’impronta che questi ultimi hanno lasciato su questo genere musicale è indelebile e non può far altro che ispirare i molti artisti che suonano elettro.
Tuttavia il duo nostrano non può e non deve essere considerato erroneamente un clone dei DM, l’eleganza stilistica dei due italiani ha ben poco da invidiare agli anglosassoni.

Max Giunta (voice and programming) e Robbie Rox (synth), questi i nomi dietro al progetto Babylonia, si erano già fatti notare un lustro fa, quando uscì il loro primo album, Later Tonight, ben accolto dalla critica e dalle riviste specializzate.

A tratti malinconico e struggente, Motel la solitude è molto più intimo ed introspettivo del suo predecessore, ma resta comunque un disco vivace (dance) e pieno di energia che si lascia ascoltare con immenso piacere.
Apri pista del disco è stato il singolo By My Side di cui potete vedere il video qui di seguito, ma non limitatevi all’ascolto di questo unico brano e date una possibilità a Motel La Solitude.

[youtube Ha1E4l4is2s nolink]

Lascia un commento