Lady Gaga in Russia accusata di promuovere illegalmente i diritti gay

Lady Gaga in Russia accusata di promuovere illegalmente i diritti gay

Un alleato politico del presidente russo Vladimir Putin ha deciso di fare causa alla popstar Americana Lady Gaga per aver promosso illegalmente i diritti dei gay ai minorenni nel corso del suo concerto.

Lady Gaga è stata infatti accusata di aver infranto la legge durante il suo ultimo concerto. Vitaly Milonov, membro del partito Russia Unita, ha affermato che la popstar, nel corso del suo concerto, oltre che occuparsi di musica avrebbe invitato i cittadini di 12 anni a sostenere gli LGBT – lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

In vista dell’imminente concerto di Mosca, politico russo aveva invitato senza successo le autorità russe ad impedire ai minori di 18 anni la visione dello spettacolo di Lady Gaga, la quale, lontano dai microfoni, ha affermato che i suoi manager hanno ricevuto una telefonata intimidatoria nella quale si minacciava l’arresto oppure, in alternativa, il pagamento di una multa di 50 mila dollari per il discorso tenuto a favore dei LGBT.

Tuttavia, anche i colleghi di partito di Milonov sembrano nutrire dei dubbi circa l’azione legale da lui intrapresa: recentemente infatti il primo ministro Dmitry Medvedev, attualmente capo del partito Russia Unita, ha affermato che non tutte le relazioni umane sono soggette a regolamentazione legale.

Lady Gaga ha accolto positivamente le osservazioni del primo ministro russo interpretandole come segno di palese sostegno, e l’ha pertanto ringraziato attraverso il suo profilo Twitter: “ringrazio il primo ministro Medvedev per non condividere l’atteggiamento anti gay del suo partito e per sostenere me e i miei fan in tutta la Russia.”

Alla fine il concerto si è svolto regolarmente mercoledì. Ricordiamo che il mese scorso il tribunale di San Pietroburgo ha rifiutato una causa di risarcimento per 10 milioni di dollari contro la popstar statunitense Madonna per motivi analoghi: anche stavolta il protagonista dell’attacco per via legali era stato Milonov il quale, assieme ad un gruppo di attivisti anti-gay, aveva accusato la cantante di aver promosso l’omosessualità in maniera eccessivamente esplicita nel corso di un concerto in città svoltosi nel mese di Agosto.

Azione che Madonna stessa ha commentato come “ridicola atrocità“. L’omosessualità, che ai tempi dell’Unione Sovietica veniva punita con il carcere, è stata decriminalizzata nel 1993, ma tuttavia ancora oggi in Russia la comunità gay rimane nell’ombra a causa del forte pregiudizio di cui è vittima nell’intero paese.

Artisti per lettera
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9